Discussione:
valentino rossi
(troppo vecchio per rispondere)
pinoski
2005-06-18 13:29:45 UTC
Permalink
Ecco,oggi vedendo una foto di valentino mè subito venuto in mente di
postare qui.(it.misteri)

Secondo mè è un vero mistero:un ragazzo cosi giovane,sempliciotto,che(in
barba al suo nome: va lentino :-) ) vince sempre, oltre ad essere
pluricampione del mondo.Poi non dovrebbe anche poi correre in formula 1?

Oh...,non è che io ce l'ho con Valentino, anzi mi è pure simpatico,e
sicarumente dev'essere nella guida un fenomeno!

Ma però seondo me il suo successo non è da imputare il 100 per cento alla
sua bravura:
-70% alla sua bravura
-20% alla sua fortuna
-10%(o forse piu)qualche forza misteriosa che lo preserva da incidenti
gravi( che a quelle velocità penso siano molto in agguato!)

Saluti

Ps.:se non non vi arrabbiate ,mi piacerebbe anche postare il sguente post
su it. motociclismo.,per veder le loro opinioni :-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Marco corso
2005-06-18 13:48:11 UTC
Permalink
Post by pinoski
Oh...,non è che io ce l'ho con Valentino, anzi mi è pure simpatico,e
sicarumente dev'essere nella guida un fenomeno!
be' mi sembra non abbia piu' nulla da dimostrare in proposito.
egli non "dev'essere", semplicemnte "E'".
Post by pinoski
Ma però seondo me il suo successo non è da imputare il 100 per cento
-70% alla sua bravura
-20% alla sua fortuna
-10%(o forse piu)qualche forza misteriosa che lo preserva da incidenti
gravi( che a quelle velocità penso siano molto in agguato!)
no, ti assicuro che e' tutta bravura al 100%.
da rgazzino, il padre lo portava in zona di cave dove stavano giornate
intere a "fargli imparare" la sensibilità di controllo del mezzo nelle
derapate (sulla ghiaia!). chiaro che se ti sottoponi fin da bambino ad
un training del genere, arrivi ad un livello di controllo della moto, di
capacità di "staccare" e "pattinare" assolutamente eccellenti. chiaro
che poi, di fondo, ci vuole tanto talento scritto nei geni. Grande
Valntino, semper adoremus :-)
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
comm.data
2005-06-18 14:17:52 UTC
Permalink
Post by pinoski
Ma però seondo me il suo successo non è da imputare il 100 per cento alla
-70% alla sua bravura
-20% alla sua fortuna
-10%(o forse piu)qualche forza misteriosa che lo preserva da incidenti
gravi( che a quelle velocità penso siano molto in agguato!)
non so se segui la moto gp,ma ti faccio notare che nessuno,prima di lui
ha lasciato una moto super vincente,la honda,con la quale si era
appena laureato campione del mondo,per salire su di una disastrata
yamaha che nel giro di un inverno ha portato allo stesso livello
dell'imbattibile avversaria,tanto da vincere il primo gp disputato
con essa,in barba a tutti i pronostici che volevano un periodo
di assestamento per vederla competitiva (n.b. non vincente),
e poi il mondiale.
nota poi la differenza di prestazione della sua yamaha e quella
degli altri,edwards,compagno di team, in primis.
nota infine,la capacità strabiliante,con cui è capace di cambiare
il ritmo di gara,anche in condizione di palese inferiorità,di volta
in volta,di gomme,di ciclistica o di motore.
credimi,valentino è,già ora,il più grande di tutti i tempi,anche se
affermazioni del genere lasciano il tempo che trovano.

ciao,gigi

ah...se non bastasse,ti ricordo che montezemolo gli fece
provare la ferrari f1;ebbene al primo approccio
con un mostro di potenza qual'è una vettura di formula 1,
valentino girò a fiorano con una costanza stupefacente,
scendendo sotto il minuto,a soli un paio di secondi
dal record di schumacher,e,ti assicuro,qualche
pilota di categoria forse non ci riuscirebbe.
per cui è grande non solo sulle due ruote,ma
credo che fra qualche anno ce lo ritroveremo
anche a combattere contro alonso e raikkonen.
@ndre@
2005-06-20 11:50:19 UTC
Permalink
Post by pinoski
Secondo mè è un vero mistero:un ragazzo cosi giovane,sempliciotto,che(in
barba al suo nome: va lentino :-) ) vince sempre, oltre ad essere
pluricampione del mondo.Poi non dovrebbe anche poi correre in formula 1?
Io l'ho conosciuto in montagna. Quello e' un sempliciotto come berlusconi e'
alto 2,45 e gioca come pivot nei los angeles lakers.
Rossi e' un profesisonista con i controcoglioni e sa esattamente suo valore
e cosa vuole ottenere.
Che poi giochi a fare il ragazzino scanzonato stile Alice nel paese delle
meraviglie, e' una trovata mediatica che da' un'ulteriore riprova di come il
ragazzo sia scaltro.

andrea
ladybat
2005-06-21 10:01:19 UTC
Permalink
Post by pinoski
Secondo mè è un vero mistero:un ragazzo cosi giovane,sempliciotto,che(in
barba al suo nome: va lentino :-) ) vince sempre, oltre ad essere
pluricampione del mondo.Poi non dovrebbe anche poi correre in formula 1?
resto convinta che valentino rossi sia una specie di idiot savant. il
cervello umano e' fatto di molte componenti e non e' necessario essere
bravi nella logica per essere dei "geni". Mozart era un perfetto idiota
ma la parte dei suo cervello deputata alla musica era quello che
sappiamo. Valentino rossi non sapra' risolvere equazioni di secondo
grado, ma le sue capacita' cinestesiche e spaziali sono, i fatti lo
dimostrano, ineccepibili. Evidentemente la nostra mente funziona per
"settori", ed in alcuni rari casi una delle componenti prevale di gran
lunga sulle altre portando la persona ad eccepire in una particolare
disciplina. Qualcuno dovrebbe convincere Valentino rossi a donare il suo
cervello alla scienza, se sara' in pezzi abbastanza grandi da essere
studiato, quando lui non ne avra' piu' bisogno.

ladybat
--
un giorno mite
ma ancora del freddo
nel sole d'inverno
Edoardo Benedetti
2005-06-21 10:36:09 UTC
Permalink
ladybat wrote:

[cut]
Post by ladybat
Evidentemente la nostra mente
funziona per "settori"...[cut]
Già, un pò come se avessimo almeno 4 persone indipendenti (funzioni)
che collaborano insieme (ma non è detto) :-)

edo_b
Scaramouche
2005-06-21 13:01:17 UTC
Permalink
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
ma la parte dei suo cervello deputata alla musica era quello che
sappiamo.
Così fai arrabbiare Lilith...Considerando poi
la moltepicità delle forme d' intelligenza:
intelligenza emotiva, linguistico/verbale,
logico/matematica, visuo/spaziale
ritmico/verbale, oltre ai
fattori "C.U.L.O." e "S.F.I.G.A" che nella vita
contano molto.
Post by ladybat
Qualcuno dovrebbe convincere Valentino rossi a donare il suo
cervello alla scienza, se sara' in pezzi abbastanza grandi da essere
studiato, quando lui non ne avra' piu' bisogno.
Al posto del pilota mi gratterei la gioielleria....


Ciao
Scaramouche
--
"Scusa se ti mando questa e-mail in ritardo ma ho Outlook che mi è
entrato in conflitto con Windows 1848" (R.Cremona)


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
ladybat
2005-06-21 14:00:16 UTC
Permalink
Scaramouche wrote:

Considerando poi
Post by Scaramouche
intelligenza emotiva, linguistico/verbale,
logico/matematica, visuo/spaziale
ritmico/verbale, oltre ai
fattori "C.U.L.O." e "S.F.I.G.A" che nella vita
contano molto.
manca una conclusione a questa frase: considerando tutto quello che
elenchi, cosa ne consegue?
Post by Scaramouche
Al posto del pilota mi gratterei la gioielleria....
fatti suoi :)
--
"soffia il vento dell'est"
dicono andando insieme
padrone e servitore
Scaramouche
2005-06-21 19:03:35 UTC
Permalink
Post by Scaramouche
Considerando poi
Post by Scaramouche
intelligenza emotiva, linguistico/verbale,
logico/matematica, visuo/spaziale
ritmico/verbale, oltre ai
fattori "C.U.L.O." e "S.F.I.G.A" che nella vita
contano molto.
manca una conclusione a questa frase: considerando tutto quello che
elenchi, cosa ne consegue?
La conclusione era implicita, la risposta è
contenuta nella domanda. Mozart era un genio, favorito
dalla sorte (il padre, Vienna, and so on).Il non essere
contemporaneamente anche pittore, inventore, scultore
non significa che era un' idiota.


Riguardo al Q.I. non basta un' intelligenza logico/matematica per fare
di un' uomo un genio. E un Q.I. (seppur alto) basato solo su tale forma
d' intelligenza lascia il tempo che trova.

La prova di ciò sta nel fatto che ho visto persone ferratissime
nei numeri ma non nel saper vivere. Li vedi mandare a carte quarantotto
amicizie, soldi, relazioni private, assolutamente incapaci di
creare un rapporto stabile e protratto nel tempo.
Insomma una vita da schifo. Ora tali persone me le definisci "geniali" ?
Dei geni? Ho una Sharp (calcolatrice) in tasca
ma se si monta la testa gli tolgo le pile...


ciao
Scaramouche
--
"Scusa se ti mando questa e-mail in ritardo ma ho Outlook che mi è
entrato in conflitto con Windows 1848" (R.Cremona)


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Jasmine
2005-06-21 19:51:33 UTC
Permalink
Post by Scaramouche
La prova di ciò sta nel fatto che ho visto persone ferratissime
nei numeri ma non nel saper vivere. Li vedi mandare a carte quarantotto
amicizie, soldi, relazioni private, assolutamente incapaci di
creare un rapporto stabile e protratto nel tempo.
e questo cosa c'entra con l'intelligenza?
Come fai a dimostrare che si tratti di qualche incapacità?
E non invece per esempio pura e semplice misantropia?
E poi se proprio vogliamo metterla sul piano dell'intelligenza...
chi ha detto che rapporti stabili siano sinonimo di intelligenza?
Casomai saranno sinonimo di forza di sentimenti, ....
In un mondo dove le cose sono caduche sapersi adattare alla loro
caducità e quindi cambiare, cambiare volto, cambiare conoscenze
cambiare affetti deve essere chiamato mancanza di intelligenza?
Tu come altri che usano questo luogo comune che ho quotato qui sopra
date per scontato una cosa: che la persona genialoide abbia sotto
sotto la stessa volontà, gli stessi bisogni degli altri.
Soltanto che per prodursi in un'opera geniale occorre anche una
volontà non comune ed una volontà e una forza non comune
indirizzerà per forza di cose il destino di una persona
in maniera che alla gente comune risulta del tutto sballata
perchè non si riferisce al loro modo di essere.

Poi un'altra cosa... l'invidia della gente
l'invidia della persona di intelligenza media o anche intelligente
senza essere eccezionale che sotto sotto cerca nel suo intimo di
ridimensionare quella degli altri.
Ci sono persone speciali, persone che vanno al di la in tutti i sensi
della gente comune, di me e di te
non accettarlo è essere sleali.
Post by Scaramouche
Insomma una vita da schifo. Ora tali persone me le definisci "geniali" ?
beh sai...
definisco vigliacca la mediocrità quando per giustificare se stessa
cerca di portare verso il basso cio' che infondo non puo' capire.

Non è un'accusa a te...
ne ad altri del ng
ma un'accusa ai luoghi comuni che tu e forse altri
state portando avanti forse non del tutto consapevolmente.


ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Scaramouche
2005-06-21 22:03:49 UTC
Permalink
Post by Jasmine
e questo cosa c'entra con l'intelligenza?
Come fai a dimostrare che si tratti di qualche incapacità?
E non invece per esempio pura e semplice misantropia?
E poi se proprio vogliamo metterla sul piano dell'intelligenza...
Francamente sono sorpreso di questa difesa a spada tratta
verso...già verso chi? Di Mozart ho scritto che
era un genio. Di V. Rossi (un campione) ho scritto che avrebbe
dovuto darsi na grattatina scaramantica...quindi non ho capito
bene chi stai difendendo...

Confesso: non sono un genio. Mi reputo una persona di media
intelligenza, e ribadisco che "il saper fare di conto" non fà
di nessuno un genio. Cos' è allora che ti turba?
Post by Jasmine
Poi un'altra cosa... l'invidia della gente
l'invidia della persona di intelligenza media o anche intelligente
senza essere eccezionale che sotto sotto cerca nel suo intimo di
ridimensionare quella degli altri.
Vedo che è questo che ti turba. Il fatto è che ne ho piene
le sfere di geni sparsi in la e in qua senza che si possa
raccogliere tutta questa pioggia di genialità. Il Q.I.
(idendificato come indice d'intelligenza logico/matematica)
non è sinonimo tout-cour d' intelligenza.

..( già che ci siamo, hai una tua definizione d' intelligenza?)
Post by Jasmine
tu come altri che usano questo luogo comune che ho quotato qui sopra
date per scontato una cosa: che la persona genialoide abbia sotto
sotto la stessa volontà, gli stessi bisogni degli altri.
Non necessariamente. Se è un genio (come nel caso di Mozart)non è
obbligatoria la volontà di una persona mediamente dotata.Ma tu confondi
in maniera grossolana la persona genialoide con il Genio.

Le defaillances del genialoide sono in genere imputabili ad una scarsa
applicazione della volontà. Il genio si applica enormemente, alla faccia
delle avversità o delle circostanze favorevoli (per rimanere in tema).
Post by Jasmine
Soltanto che per prodursi in un'opera geniale occorre anche una
volontà non comune ed una volontà e una forza non comune
Appunto quello che ti ho scritto....
Post by Jasmine
indirizzerà per forza di cose il destino di una persona
in maniera che alla gente comune risulta del tutto sballata
perchè non si riferisce al loro modo di essere.
Sballata è la tua conclusione: riconosco la genialità dove appare
(Leonardo da Vinci, Mozart, Michelangelo...) Inutile quindi insistere
in tal senso.
Post by Jasmine
Poi un'altra cosa... l'invidia della gente
l'invidia della persona di intelligenza media o anche intelligente
senza essere eccezionale che sotto sotto cerca nel suo intimo di
<ridimensionare quella degli altri.


Senti: se qualcuno mi dice che la "cacca d'artista" (o come si chiama)
è opera d' un genio lo mando a quel paese.Ed è libero di dirmi che
sono invidioso. Non riuscirà mai a convincermi che c'è del "genio"
nell' "opera" evacuata. Quindi la faccenda dell' invidia nell'individuare
il "Genio" e da riformulare e migliorare....
Post by Jasmine
definisco vigliacca la mediocrità quando per giustificare se stessa
cerca di portare verso il basso cio' che infondo non puo' capire.
sai che ancora mi devi spiegare - se vorrai, naturalmente- l'artista
che avrei offeso...? Ripeto: Mozart è un genio.Rossi è un grande del
motocilismo.
Non ci sono altri nomi.Ripeto: Dov' è l'artista offeso? Dove lo leggi?

Trovo il tuo post assolutamente superficiale nelle accuse, privo di
originalità
nelle difese, un' accozzaglia di luoghi comuni nell' suo insieme;
però, a parte questo, hai rinforzato le mie opinioni sull'arte.

saluti
Scaramouche
--
"Scusa se ti mando questa e-mail in ritardo ma ho Outlook che mi è
entrato in conflitto con Windows 1848" (R.Cremona)


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Jasmine
2005-06-21 22:36:19 UTC
Permalink
Post by Scaramouche
Post by Jasmine
tu come altri che usano questo luogo comune che ho quotato qui sopra
date per scontato una cosa: che la persona genialoide abbia sotto
sotto la stessa volontà, gli stessi bisogni degli altri.
Non necessariamente. Se è un genio (come nel caso di Mozart)non è
obbligatoria la volontà di una persona mediamente dotata.Ma tu confondi
in maniera grossolana la persona genialoide con il Genio.
infatti una persona mediamente dotata ha una volontà che in confronte
a quella di un Genio (visto che tu usi la maiuscola) fa ridere
è una sputacchia

Mozart ha votato la sua vita alla musica, ha esaurito se stesso pur di
dare alla società cio' che ha dato,
cio' che la gente scambia per non sapere gestire la propria vita
era in realtà sfinimento; una persona media non potrà mai ridursi cosi
semplicemente perchè una persona media
calibra le sue forze perchè sa di non poter contare sulla sua
intelligenza per tirarsi su quando finisce nella merda.

La differenza fra un genio e uno normale è *anche* questo
l'uno sa di poter in potenza tirarsi su dalla merda in qualsiasi
momento (che poi non lo faccia perchè non da importanza alla sua vita
è un altro conto) e quindi lascia andare le redini, sfida la vita
si mette in gioco alla massima potenza

l'altro no...
l'altro sa che se va nella merda con molta probabilità ci rimane
e quindi sta attento a quello che fa
sta attento a non fare qualcosa che lo porti troppo fuori dal
delineato.



questa non è solo intelligenza è forza d'animo
spirito di sacrificio
per quanto riguarda le persone genialoidi nell'accezione che usi tu,
non era su loro che stavo discutendo, non ho letto con troppa
attenzione il tuo post in effetti e avevo in testa altre cose, altre
persone.
Post by Scaramouche
Trovo il tuo post assolutamente superficiale nelle accuse, privo di
originalità
nelle difese, un' accozzaglia di luoghi comuni nell' suo insieme;
però, a parte questo, hai rinforzato le mie opinioni sull'arte.
ok
no problem

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Stefano Rodighiero
2005-06-22 07:33:20 UTC
Permalink
Post by Jasmine
[...]
La differenza fra un genio e uno normale è *anche* questo
l'uno sa di poter in potenza tirarsi su dalla merda in qualsiasi
momento (che poi non lo faccia perchè non da importanza alla sua vita
è un altro conto) e quindi lascia andare le redini, sfida la vita
si mette in gioco alla massima potenza
Ho quotato quasi a casaccio, per riportare una frase che mi
e` piaciuta da subito, quando l'ho letta [1].

"Gli artigiani fanno quello vogliono. Gli artisti fanno
quello che possono"

Non sono completamente d'accordo neppure io (anche l'"artista",
qualunque cosa voglia dire questo termine, ha bisogno di
impadronirsi della tecnica per poter incanalare l'ispirazione)
pero` la trovo comunque affascinante.

S.

[1] Su "Rumore" o "Mucchio Selvaggio", non ricordo. E non
ricordo nemmeno il nome dell'autore dell'articolo. Sorry
--
Stefano Rodighiero | http://larsen.perlmonk.org/blog
mailto:***@perl.it | Italian Perl Mongers: http://www.perl.it
comm.data
2005-06-22 12:15:18 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
[1] Su "Rumore" o "Mucchio Selvaggio", non ricordo. E non
ricordo nemmeno il nome dell'autore dell'articolo. Sorry
dallo stile direi massimo del papa o andrea scanzi...
ma sei un "mucchiofilo"?

gigi
Stefano Rodighiero
2005-06-22 20:55:49 UTC
Permalink
Post by comm.data
dallo stile direi massimo del papa o andrea scanzi...
ma sei un "mucchiofilo"?
Penso di no. Tengono tutte queste riviste (piu` Rat Man,
Le Scienze, National Geographic, vari altri fumetti e
riviste di automobili) nella birreria che frequento
abitualmente. Quando non ho nessuno con cui chiaccherare,
e in generale quando mi va, leggo.

S.
--
Stefano Rodighiero | http://larsen.perlmonk.org/blog
mailto:***@perl.it | Italian Perl Mongers: http://www.perl.it
Jasmine
2005-06-22 21:01:21 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
Penso di no. Tengono tutte queste riviste (piu` Rat Man,
Le Scienze, National Geographic, vari altri fumetti e
riviste di automobili) nella birreria che frequento
abitualmente. Quando non ho nessuno con cui chiaccherare,
e in generale quando mi va, leggo.
cosi' anche mmm
circa tre anni fa
giusto?
:o)

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Stefano Rodighiero
2005-06-22 21:13:30 UTC
Permalink
Post by Jasmine
cosi' anche mmm
circa tre anni fa
giusto?
:o)
Direi proprio di si` :)

S.
--
Stefano Rodighiero | http://larsen.perlmonk.org/blog
mailto:***@perl.it | Italian Perl Mongers: http://www.perl.it
Jasmine
2005-06-22 21:19:53 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
Post by Jasmine
cosi' anche mmm
circa tre anni fa
giusto?
:o)
Direi proprio di si` :)
allora invecchio bene :o)

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Jasmine
2005-06-22 21:04:44 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
"Gli artigiani fanno quello vogliono. Gli artisti fanno
quello che possono"
uhm...
non lo penso
penso sia tendenzialmente vero l'incontrario.
gli artisti fanno cio' che vogliono piu' degli artigiani
e proprio per questo usano piu' risorse e rischiano
di piu' degli artigiani (ovviamente con i dovuti distinguo)

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Stefano Rodighiero
2005-06-22 21:13:31 UTC
Permalink
Post by Jasmine
uhm...
non lo penso
penso sia tendenzialmente vero l'incontrario.
gli artisti fanno cio' che vogliono piu' degli artigiani
e proprio per questo usano piu' risorse e rischiano
di piu' degli artigiani (ovviamente con i dovuti distinguo)
Credo che quello si vuole suggerire con la frase citata
e` che quello che possono gli artisti e` comunque di piu`
di quello che vogliono fare (e fanno) gli artigiani.
Il fascino si basa su questo paradosso. IMO

S.
--
Stefano Rodighiero | http://larsen.perlmonk.org/blog
mailto:***@perl.it | Italian Perl Mongers: http://www.perl.it
Jasmine
2005-06-22 21:20:36 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
Credo che quello si vuole suggerire con la frase citata
e` che quello che possono gli artisti e` comunque di piu`
di quello che vogliono fare (e fanno) gli artigiani.
Il fascino si basa su questo paradosso. IMO
ok
non lo avevo capito

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
About:Blank
2005-06-22 16:01:23 UTC
Permalink
Post by Stefano Rodighiero
Ho quotato quasi a casaccio, per riportare una frase che mi
e` piaciuta da subito, quando l'ho letta [1].
"Gli artigiani fanno quello vogliono. Gli artisti fanno
quello che possono"
Carina!

Pero' sarebbe stata molto piu' carina se quotavi uno di quei post che
chiacchierano della "Merda d'Artista" del Manzoni! ;-)
--
Ciao, m
ladybat
2005-06-21 20:45:43 UTC
Permalink
Post by Scaramouche
La conclusione era implicita, la risposta è
contenuta nella domanda. Mozart era un genio, favorito
dalla sorte (il padre, Vienna, and so on).Il non essere
contemporaneamente anche pittore, inventore, scultore
non significa che era un' idiota.
considerando le reazioni che ho scatenato, devo essermi espressa
veramente da schifo. Rispondo qui alle varie repliche, un po' in generale.

no, non intendevo dire che Mozart era un idiota perche' se gli avessero
fatto il test del QI avrebbe avuto un risultato comparabile a quello di
bush Junior.
Penso di aver scritto ripetutamente su usenet quello che penso del test
del QI e del MENSA, ma se qualcuno dovesse esserselo perso ribadisco che
e' una grande stronzata.

Quello che intendevo dire su Mozart e' che da come viene descritto, e
dal contenuto delle sue lettere alla moglie (che per scemo direi che lo
prendeva parecchio), e dal modo di condurre e sperperare la sua
esistenza, mozart sembra una persona socialmente disadattata, quello che
oggi chiameremmo "lo scemo del villaggio".
Cio' naturalmente nulla toglie alla perfezione della sua musica.

se poi non lo fosse e per misteriosi motivi si e' fatto una fama
immeritata, e in realta' fosse un fine filosofo e mi sono capitate
davanti solo lettere tendenziose non so.
Quello che so e' che se viene uno a commissionarmi un lavoro a meno che
io non sia completamente di fuori non penso che sia venuta la morte a
bussare alla mia porta, neanche se mi fa scrivere una messa da requiem.

Idiot savant e' un termine coniato non da me per indicare questo tipo di
persona, dei sempliciotti dotati di un grande talento in una particolare
disciplina. La cosa a quanto pare si applicherebbe anche a Newton, che
soffriva di una particolare forma di autismo, e Jasmine ha visto giusto
quando ha arguito che pensavo ad un certo articolo di mente e cervello
che sosteneva proprio questo. E certo non si puo' dire che newton non
avesse doti logico-matematiche.

Riguardo valentino rossi io non so se quando lo intervistano ci fa o ci
e', ma quello che si vede dall'esterno e' un tono da sempliciotto, ben
diverso, ad esempio, da Shumaker. Che poi sia capace di essere
professionale nel suo campo ristretto mi sembra scontato per una persona
di quell'abilita'.

Infine, se qualcuno e' abbastanza idiota e non savant da decidere di non
leggere piu' il NG perche' la penso diversamente da lui su mozart affari
suoi, dal mio punto di vista chi si comporta con atteggiamenti cosi'
puerili da dire "non leggo piu' il NG perche' ladybat dice le cosacce a
mozart" non e' una gran perdita.

ladybat
dei sogni di gloria dei grandi guerrieri,
ora rovine, e null'altro
kennyt
2005-06-21 21:22:54 UTC
Permalink
Post by ladybat
Riguardo valentino rossi io non so se quando lo intervistano ci fa o ci
e', ma quello che si vede dall'esterno e' un tono da sempliciotto, ben
diverso, ad esempio, da Shumaker. Che poi sia capace di essere
professionale nel suo campo ristretto mi sembra scontato per una persona
di quell'abilita'.
Secondo me anche una personalita' poco carismatica e poco predominante puo'
dar facilmente l' impressione di aver a che fare con un sempliciotto, salvo
poi stupirti per alcune sue doti, proprio perche' l'intelligenza non viene
espressa in tutte le sue forme per una sorta di timidezza o riservatezza
anche voluta...
direi che e' piu' facile pronunciarsi su Mozart leggendo le sue lettere che
su Rossi osservando semplicemente le sue interviste pubbliche.
Ciao
Ken
Jasmine
2005-06-21 21:46:55 UTC
Permalink
Post by kennyt
Secondo me anche una personalita' poco carismatica e poco predominante puo'
dar facilmente l' impressione di aver a che fare con un sempliciotto, salvo
poi stupirti per alcune sue doti, proprio perche' l'intelligenza non viene
espressa in tutte le sue forme per una sorta di timidezza o riservatezza
anche voluta...
senza contare (cambiando leggermente discorso)
che la tecnica dello stupido o la tecnica dell'Amleto
(cosi' come la chiamo io) è qualcosa che puo' essere utile.

Se fai lo stupido la gente abbassa le difese...
e una volta abbassate, a guardia giù
e piu' facile assestare colpi.
Nessuno invidia uno stupido e ad uno stupido si possono dire centinaia
di cose che ad una persona intelligente non si direbbero.

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
kennyt
2005-06-21 22:27:24 UTC
Permalink
Post by Jasmine
senza contare (cambiando leggermente discorso)
che la tecnica dello stupido o la tecnica dell'Amleto
(cosi' come la chiamo io) è qualcosa che puo' essere utile.
Se fai lo stupido la gente abbassa le difese...
e una volta abbassate, a guardia giù
e piu' facile assestare colpi.
Nessuno invidia uno stupido e ad uno stupido si possono dire centinaia
di cose che ad una persona intelligente non si direbbero.
Ed anche senza arrivare ad intenti diabolici per cui lo si fa' per far
abbassare la guardia, a volte c'e' si una decisione volontaria dietro un
atteggiamento del genere, che magari nel tempo puo' anche rivelarsi come un
errore, ma puo' esser stata presa per considerazioni personali per cui uno
puo' pensare che la persona veramente intelligente non deve dimostrare nulla
agli altri, ma solo a se stesso, e in alcuni casi, alla propria idea di Dio,

salvo, ed e' per quello che ipotizzavo che una scelta del genere potrebbe
rivelarsi nel tempo un errore,
magari accorgersi che il far passare inosservate le proprie doti
intelletuali, o comunque non imporle in situazioni il cui fine sarebbe la
semplice esibizione fine a stessa e non funzionale alle reali necessita' del
momento, crea un personaggio la cui percezione da parte degli altri ti
inserisce su un binario difficile da non seguire nel momento in cui SCEGLI
di tradire tale percezione e che ti porta a perdere piu' occasioni di quelle
che hai immaginato e sei disposto ad accettare...

puo sembrare un ragionamento troppo complicato ma, secondo me, poi nella
realta' spiega molte delle situazioni per cui si vede lo scemo del villaggio
( ma che potrebbe essere sempliciemente l'amico piu' preso in giro del
gruppo che pero' si comporta sempre in maniera tale da giustificare tali
prese in giro senza per questo essere stupido) comportarsi sempre in una
certa maniera perche' spinto dalla sottovalutazione di alcune dinamiche
sociali che poi nel tempo l'han intrappolato in quel personaggio,
naturalmente non parlo di chi ha reali deficit cognitivi...

mentre sto scrivendo c'e' proprio un servizio su Valentino Rossi e percio'
chiudo qui visto anche tale coincidenza che leggittima il fatto che sto'
scrivendo in un ng di misteri :-)

ciao
Ken
Jasmine
2005-06-21 23:04:18 UTC
Permalink
Post by kennyt
salvo, ed e' per quello che ipotizzavo che una scelta del genere potrebbe
rivelarsi nel tempo un errore,
magari accorgersi che il far passare inosservate le proprie doti
intelletuali
Premessa:
grazie per la risposta si sente che è una risposta meditata


Detto questo,
scusa una cosa sola... tu hai mai dato molta considerazione alle
opninioni che hanno sulla tua intelligenza le persone che a torto o a
ragione ritieni stupide?

prova a pensarci.


Se ci pensi bene vedrai che tutto sommato non ti importa di cosa
pensino.
Non ti interessa la loro considerazione.
Ora ribaltiamo questo ragionamento da una persona
che abbia un'intelligenza completa e molto al di sopra del normale
cosa vuoi che gli importi della considerazione di persone di
intelligenza media?
Poco o nulla.
Gli potrebbe interessare qualcosa di qualcuna per motivi sentimentali
ma cmq molto pochi.

Ora se non ti importa della gente ...
non ti importa di cosa pensa di te della tua intelligenza
tutto cio' che puoi desiderare è di considerarli
in maniera strategica come si consideno i pedoni in una scacchiera.
Detto questo andiamo avanti con il resto


, o comunque non imporle in situazioni il cui fine sarebbe la
Post by kennyt
semplice esibizione fine a stessa e non funzionale alle reali necessita' del
momento, crea un personaggio la cui percezione da parte degli altri ti
inserisce su un binario difficile da non seguire nel momento in cui SCEGLI
di tradire tale percezione e che ti porta a perdere piu' occasioni di quelle
che hai immaginato e sei disposto ad accettare...
bene, questo è un ottimo ragionamento
ora mettiti nelle condizioni in cui tu sei una persona di medie
capacità
che d'un tratto viene in qualche modo costretto a vivere circondato da
stupidi... tutti stupidi meno te

e che ci devi vivere tutta la vita senza poterne uscire...

che fai diventi stupido come loro?
Pensi che ti sentiresti come dire soddisfatto della tua vita?
che vivresti bene?
Invece non è piu' verosimile che non potendo mai affrontare
determinati discorsi con loro, soddisfare determinate esigenze
interiori ti sentiresti solo e come una monade di Leibnitz?

a questo punto, che importa se ti considerano scemo
o intelligente?
E' lo stesso, perchè loro in confronte a te sono stupidi.

Non ti importa della loro considerazione, di cio' che pensano
ti importa solo di cio' che fanno
perchè cio' che fanno puo' ritorcerti contro.

Sai molto bene che se c'è una cosa che puo' distruggere una persona
quella è l'invidia e quindi non vuoi l'invidia degli stupidi addosso a
te.

Sai che sono molti e tu sei solo, quando uno è solo fra molti non è
bene che quei molti se li metta contro
e allora studierà una maniera per
1) non attirare mai piu' di tanto la loro invidia
2) sentendosi solo... ingannare se stesso e cercare qualcosa che sa
che non potrà mai trovare

se è uno stupido fra stupidi in quei rari momenti in cui riuscirà ad
ingannare se stesso
e a fingersi davvero stupido anche a se stesso
si sentirà in compagnia.
Post by kennyt
puo sembrare un ragionamento troppo complicato ma, secondo me, poi nella
realta' spiega molte delle situazioni per cui si vede lo scemo del villaggio
( ma che potrebbe essere sempliciemente l'amico piu' preso in giro del
gruppo che pero' si comporta sempre in maniera tale da giustificare tali
prese in giro senza per questo essere stupido) comportarsi sempre in una
certa maniera perche' spinto dalla sottovalutazione di alcune dinamiche
sociali che poi nel tempo l'han intrappolato in quel personaggio,
se è stato intrappolato nel personaggio è perchè alla fine ha finito
per crederci lui stesso.
ma ti assicuro io che uno scemo non effettivo che si sia sempre finto
scemo quando colpisce con cognizione di causa
e in silenzio colpisce in maniera da non lasciare possibilità di
ripresa.
Sa bene che ha una sola change, la volta dopo non potrà più cogliere
di sorpresa.

Soltanto che...
chissà vivere con solo gente che rispetto a te sia scema
cosa possa significare...

forse per qualcuno particolarmente sensibile
puo' semplicemente significare pensare che la vita non meriti di
essere vissuta e quindi alla fine di tutti i suoi combattimenti
lasciarsi andare.

ciao, Jasmine
ps sono stata incasinata
casomai servisse metterò a posto pian piano basandomi
su cosa eventualmente mi risponderai :o)



--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
kennyt
2005-06-21 23:11:59 UTC
Permalink
Post by Jasmine
casomai servisse metterò a posto pian piano basandomi
su cosa eventualmente mi risponderai :o)
Ti rispondo domani dal negozio che ora sono un po' sul rincoglionito e vado
a letto :-)
anche se di solito faccio piu' tardi...
ciao
Ken
kennyt
2005-06-22 09:17:23 UTC
Permalink
AVVERTENZE D'USO:
si avvisano i castori di nome marco corso che il presente post potra'
risultare noioso perfino per le persone in buona fede, si consiglia quindi
ai sudetti castori dichiaratamente interessati solo a cercar spunti da
ridicolizzare, atti all' alleviamento dei propri bruciori rettali, di
tralasciarne la lettura :-)
Post by Jasmine
Detto questo,
scusa una cosa sola... tu hai mai dato molta considerazione alle
opninioni che hanno sulla tua intelligenza le persone che a torto o a
ragione ritieni stupide?
A livello intimo ne' in un NG ne' nel mondo reale,
ma a livello sociale se posso continuare a fregarmene in un NG lo posso fare
molto meno nel mondo reale, e col tempo ho capito quanto sia importante
questo, a volte si sottovaluta certe dinamiche, come ho gia scritto, che poi
ti portano a perdere piu' della stima di uno o piu' cretini, di cui puoi
fare tranquillamente a meno, anche perche' spesso i cretini sono PIU', e non
uno, e fanno piu' facilmente gruppo nella vita reale, in quanto la
comunicazione si svolge su rituali semplici e consolidati di frasi fatte e
pettegolezzi gustosi quanto inconsistenti e spesso del tutto falsi...
penso anche, che viceversa, in un NG la parola scritta dia piu' coesione
alle persone intelligenti che ai cretini, in quanto la persistenza e
smontabilita' di quel che scrivono portano ad un imbarazzo per cui e' piu'
difficile spalleggiarsi a vicenda, ecco che i troll per quanto non si
attaccano fra loro e a volte collaborano difficilmente fanno gruppo, ma qui'
siamo gia' su un altro argomento...
Post by Jasmine
Se ci pensi bene vedrai che tutto sommato non ti importa di cosa
pensino.
Non ti interessa la loro considerazione.
Ora ribaltiamo questo ragionamento da una persona
che abbia un'intelligenza completa e molto al di sopra del normale
cosa vuoi che gli importi della considerazione di persone di
intelligenza media?
Poco o nulla.
Gli potrebbe interessare qualcosa di qualcuna per motivi sentimentali
ma cmq molto pochi.
sono abbastanza d'accordo, ed era appunto quello il meccanismo che
ipotizzavo dietro il non emergere socialmente di alcuni geni o genialoidi se
non nel loro campo d'azione, che gli altri scambiano per incapacita' mentre
in realta' si tratta di scelta, come dicevo pero' non sono sicuro si tratti
di una scelta veramente intelligente, forse e' solo una scelta nobile che
nel tempo puo lasciar spazio a spiacevoli sorprese...
Post by Jasmine
Ora se non ti importa della gente ...
non ti importa di cosa pensa di te della tua intelligenza
tutto cio' che puoi desiderare è di considerarli
in maniera strategica come si consideno i pedoni in una scacchiera.
Detto questo andiamo avanti con il resto
qui torniamo all'aspetto meno nobile e piu' diabolico,
in quel caso avra' pianificato il tutto e forse il "flay down" ipotizzato
sortira' gli effetti voluti...
Post by Jasmine
ora mettiti nelle condizioni in cui tu sei una persona di medie
capacità
che d'un tratto viene in qualche modo costretto a vivere circondato da
stupidi... tutti stupidi meno te
e che ci devi vivere tutta la vita senza poterne uscire...
che fai diventi stupido come loro?
Pensi che ti sentiresti come dire soddisfatto della tua vita?
che vivresti bene?
Invece non è piu' verosimile che non potendo mai affrontare
determinati discorsi con loro, soddisfare determinate esigenze
interiori ti sentiresti solo e come una monade di Leibnitz?
probabilmente si, e credo anche l'esibizione indiscriminato delle tue doti
ti porterebbe molte inimicizie portando una situazione anche peggiore della
persona normale o intelligente che pero' viene considerata scema perche' non
si cura di dimostrarlo se non ne l'ambito delle cose gli interessano
veramente, vedi musica per Mozart o motociclismo per Rossi...
Post by Jasmine
a questo punto, che importa se ti considerano scemo
o intelligente?
E' lo stesso, perchè loro in confronte a te sono stupidi.
Non ti importa della loro considerazione, di cio' che pensano
ti importa solo di cio' che fanno
perchè cio' che fanno puo' ritorcerti contro.
si e' il succo di quel che dicevo io, ed a volte non ti importa nemmeno
della ritorsione finche' non e ' troppo tardi e non ti accorgi che avevi
sottovalutato quei possibili sviluppi
Post by Jasmine
Sai molto bene che se c'è una cosa che puo' distruggere una persona
quella è l'invidia e quindi non vuoi l'invidia degli stupidi addosso a
te.
Sai che sono molti e tu sei solo, quando uno è solo fra molti non è
bene che quei molti se li metta contro
e allora studierà una maniera per
1) non attirare mai piu' di tanto la loro invidia
2) sentendosi solo... ingannare se stesso e cercare qualcosa che sa
che non potrà mai trovare
in effetti non e' detto che sia una bella situazione, la diversita' sia in
peggio che in meglio non e' mai facile da affrontare, l'uomo di base e' un
animale sociale
Post by Jasmine
se è uno stupido fra stupidi in quei rari momenti in cui riuscirà ad
ingannare se stesso
e a fingersi davvero stupido anche a se stesso
si sentirà in compagnia.
qui mi sono perso :-)
saro' stupido? :-)
Post by Jasmine
se è stato intrappolato nel personaggio è perchè alla fine ha finito
per crederci lui stesso.
ma ti assicuro io che uno scemo non effettivo che si sia sempre finto
scemo quando colpisce con cognizione di causa
e in silenzio colpisce in maniera da non lasciare possibilità di
ripresa.
Sa bene che ha una sola change, la volta dopo non potrà più cogliere
di sorpresa.
pero' parli sempre di quelli con intenti piu' diabolici, il genio che ho in
mente io e' piu' simile all topic dell' argomento, un Rossi od un Mozart che
pur dimostrando doti sorprendenti non brillano per personalita' tanto da
farti pensare di essere in presenza dell' "idiot savant", ecco io ipotizzo
che la cosa non sia una mancanza di possibilita' ma una scelta consapevole
di emergere solo nelle situazioni che lo appassionano e fregarsene se nelle
altre viene sottovalutato,
ma penso anche che possa rivelarsi nel tempo un errore perche' poi una
ladybat che si faccia di te tale impressione la puoi trovare facilmente, e
quel personaggio che ti viene cucito addosso di cui non ti curi perche'
basti a te stesso un giorno porebbe essere difficile da scrollartelo e farti
perdere occasioni che non avevi previsto ( ho in mente un esempio in
particolare ma di cui non voglio parlare :-) )
e se uno della fama di Rossi potra' probabilemente cmq trovare sempre un
modo per annullare gli effetti di questi binari, pensando piu' in piccolo e'
facile immaginare persone che han fatto la stessa scelta e che quando si
rendono conto di certe possibilita' precluse non gli sia facile annulare
anni di pregiudizi e costruzioni mentali fatte sulla sua persona rimanendo
di fatto intrappolata anche senza il bisogno di credere lui stesso al suo
"personaggio"
Post by Jasmine
Soltanto che...
chissà vivere con solo gente che rispetto a te sia scema
cosa possa significare...
penso lo stesso che vivere con persone diverse da te, sia in meglio che in
peggio non e' mai una bella cosa..
Post by Jasmine
forse per qualcuno particolarmente sensibile
puo' semplicemente significare pensare che la vita non meriti di
essere vissuta e quindi alla fine di tutti i suoi combattimenti
lasciarsi andare.
si penso proprio cosi'...
Post by Jasmine
ciao, Jasmine
ps sono stata incasinata
casomai servisse metterò a posto pian piano basandomi
su cosa eventualmente mi risponderai :o)
anche se duettare in questa maniera non lo considero farti la corte come don
Chuck il castoro ha sostenuto, mi ricorda un pochino le lisciate di comodo
di Antonbruno con i suoi interlocutori piu' favorevoli (e qui
rabbrividisco), per cui evitero' di dirti, che in effetti hai scritto piu' o
meno quello che avevo espresso io in maniera meno prolissa e piu' leggera,
percio' onore al merito...
opss te l'ho detto, ok rabbrividisco...
ciao
Ken
Jasmine
2005-06-22 12:43:11 UTC
Permalink
Post by kennyt
si e' il succo di quel che dicevo io, ed a volte non ti importa nemmeno
della ritorsione finche' non e ' troppo tardi e non ti accorgi che avevi
sottovalutato quei possibili sviluppi
la tecnica dell'Amleto di cui ti parlavo non prevede coinvolgimenti
emotivi, forse per questo è una tecnica diciamo così da "gas perfetto"
tu giustamente hai fatto notare che i coinvolgimenti emotivi
sono come l'attrito, ci sono sempre.
Tuttavia ci sono alcuni gas che si comportano in maniera più simile ad
un gas ideale che non altri.
Chi si fa coinvolgere necessariamente viene portato verso il basso
in quanto se devi controllare cosa fanno gli altri, non puoi
concederti il lusso di controllare anche te stesso...
te stesso lo devi dare per certo, le tue reazioni debbono
essere del tutto chiare a te stesso.
Lo scemo del villaggio fallisce perchè non interpreta bene la sua
parte.

Tutto questo discorso, per dirti...facendo due passi indietro
cosa secondo me succede con una persona che sia geniale e disadattata,
con questa persona imo entrano in gioco tre fattori
1) la stigmatizzazione da parte della gente che esagera volutamente a
causa dell'invidia e del voler ridimensionare la persona, alcune sue
carenze
2) il fatto di aver impegnato tutte le sue risorse per eccellere in un
campo e di non essersi mai interessato a come risparmiare su quelle
disponibili e quindi sfruttarle al meglio.
3)il fatto di iniziare ad aprocciare la gente come se tutto sommato
fosse gente alla sua pari...e quindi aprocciarla con cio' che si
conosce di se stesso che è per forza di cose sfalsato rispetto alla
realtà della persona media, questa mala partenza da un punto di
svantaggio, sopratutto perchè getta addosso della confusione su se
stessi .
L'ultima cosa che può permettersi chi è diverso fra persone che fra
loro sono simile è di gettarti della confusione su se stesso.
Perchè mentre le persone normali si fanno le pulci l'un altro,
con i normali contatti di ogni giorno, riuscendo quindi a chiarificare
la confusione accumulata, il genio o la persona cmq molto al di la
della media, non lo puo' fare o lo può fare molto meno.
Post by kennyt
Post by Jasmine
se è uno stupido fra stupidi in quei rari momenti in cui riuscirà ad
ingannare se stesso
e a fingersi davvero stupido anche a se stesso
si sentirà in compagnia.
qui mi sono perso :-)
saro' stupido? :-)
pardon la colpa è solo mia
ho scritto stupido quando dovevo scrivere persona molto dotata
vedi un po' tu...
si vede che ieri ero un po' fuori dai copi.

leggi cosi':
se è una persona molto dotata intellettualmente fra stupidi;
in quei rari momenti in cui riuscirà ad ingannare se stesso e a
fingersi davvero stupido anche a se stesso
e quindi pensarsi simile agli altri,
si sentirà in compagnia.

E aggiungo adesso: quella compagnia potrebbe costargli un caro prezzo:
il prezzo della confusione che si autogetta addosso senza sapere
perchè.
Post by kennyt
pero' parli sempre di quelli con intenti piu' diabolici, il genio che ho in
mente io e' piu' simile all topic dell' argomento, un Rossi od un Mozart che
pur dimostrando doti sorprendenti non brillano per personalita' tanto da
farti pensare di essere in presenza dell' "idiot savant"
guarda che non so cosa tu intenda per non brillare in personalità
ma certamente non intendi cio' che intendo io..
almeno per quanto riguarda Mozart.
Secondo me (per quel poco che posso arguire)
una maniera per spuntarla nella vita per persone geniali
e non passare la vita sventurata che si attribuisce a molti geni
(non tutti...) è quello di essere diabolico.
Essere diabolico significa essenzialmente che queste persone
non potranno mai concedersi il lusso di abbandonarsi miseramente a
se stessi in presenza d'altri; non verrebbero mai capite
e sopratutto quel che è peggio è che poi getterebbero confusione su se
stessi.
Per diabolico non intendo cattivo o crudele.
Per un criceto che vivesse in mezzo ai topi sarebbe molto difficile
rendersi conto di essere un criceto e di tutte le diversità che lo
contradistinguono dai topi... di certo se si lasciasse educare dai
topi alla fine gli risulterebbe tre volte piu' difficile riconoscersi-
Ciò che a parere superpersonale facevano per me questi geni
che poi erano presi per idioti sociali era di lasciarsi educare dai
topi essendo criceti;
o ancora meglio facciamo un paragone piu' visivamente efficente:
prendiamo una pantigana e un topo (un ratto e un topo)
ti immagini cosa succederebbe se la pantigana essendosi lasciata
convincere dai topi del circondaio, unici suoi conoscenti...
di essere come loro cercasse di entrare nella tana di uno dei topi?
Te lo dico io: si incastrerebbe e tutti i topi dietro a sghignazzare
e a ridere di lei e a dire che si,la pantigana è molto piu' efficente
di loro nella caccia (sono esempi di fantasia non hanno nulla
di scientificamente esatto) ma infondo è una pantigana disadattata e
stupida per tutti gli altri aspetti della vita.
Il senso di solitudine della pantigana che si è incastrata in quanto
si è abbandonata a se stessa alle proprie emozioni
distruttive non lo capirebbero mai e se cercassero di fingere
comprensione per la pantigana sarebbe ancor peggio.

ecco io ipotizzo
Post by kennyt
che la cosa non sia una mancanza di possibilita' ma una scelta consapevole
di emergere solo nelle situazioni che lo appassionano e fregarsene se nelle
altre viene sottovalutato,
ma penso anche che possa rivelarsi nel tempo un errore perche' poi una
ladybat che si faccia di te tale impressione
lascia stare ladybat please
che a me è simpatica :o)
please

la puoi trovare facilmente, e
Post by kennyt
quel personaggio che ti viene cucito addosso di cui non ti curi perche'
basti a te stesso un giorno porebbe essere difficile da scrollartelo e farti
perdere occasioni che non avevi previsto
te lo puoi scucire da dosso con uno schiocco delle dita caro Kennyt
se tu sei del tutto convinto di non essere quel personaggio
schiocchi le dita e la gente che guarda pensa
"aiuto questo è pazzo" "questo è pericoloso"
"questo non è chi si pensava, santo Iddio, madre de Dios
è un ipocrita, un falso,un viscido"

ci saranno più pensieri sulla tua persona e
affrontare le persone come individui
e non come gruppo è terribilmente divertente e stimolante.

Il punto è che l'abito che ti hanno cucito addosso spesso te lo scambi
con la tua stessa pelle, è questo il vero problema.
Questo è lo scoglio duro e pesante da spostare da soli.
Post by kennyt
meno quello che avevo espresso io in maniera meno prolissa e piu' leggera,
percio' onore al merito...
opss te l'ho detto, ok rabbrividisco...
:o)

grazie
anche perchè ero in una situazione in uno stato d'animo
del tutto particolare

ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
About:Blank
2005-06-22 07:12:31 UTC
Permalink
"ladybat" ebbe a scrive:
[...]
Post by ladybat
no, non intendevo dire che Mozart era un idiota perche' se gli avessero
fatto il test del QI avrebbe avuto un risultato comparabile a quello di
bush Junior.
Penso di aver scritto ripetutamente su usenet quello che penso del test
del QI e del MENSA, ma se qualcuno dovesse esserselo perso ribadisco che
e' una grande stronzata.
[...]
Post by ladybat
Riguardo valentino rossi io non so se quando lo intervistano ci fa o ci
e', ma quello che si vede dall'esterno e' un tono da sempliciotto, ben
diverso, ad esempio, da Shumaker.
Dopo queste tua precisazioni puoi star tranquilla che anche un poro
"idiot savant" si sara' tolto ogni possibile dubbio riguardo le basi
delle tue "teorie" sull'argomento e sulla validita' delle stesse.
Post by ladybat
Infine, se qualcuno e' abbastanza idiota e non savant da decidere di non
leggere piu' il NG perche' la penso diversamente da lui su mozart affari
suoi, dal mio punto di vista chi si comporta con atteggiamenti cosi'
puerili da dire "non leggo piu' il NG perche' ladybat dice le cosacce a
mozart" non e' una gran perdita.
Cavolo, ma non ha mica detto proprio cosi'.. In pratica ha detto piu'
una cosa del tipo: "Certo che se filtro tutti quelli che, secondo me,
usano il NG per trollare e poi le "persone serie" che restano da
leggere sono queste, allora e' meglio che pigli per quella porta".
--
Ciao, m
kennyt
2005-06-22 08:04:28 UTC
Permalink
Post by About:Blank
Post by ladybat
Infine, se qualcuno e' abbastanza idiota e non savant da decidere di non
leggere piu' il NG perche' la penso diversamente da lui su mozart affari
suoi, dal mio punto di vista chi si comporta con atteggiamenti cosi'
puerili da dire "non leggo piu' il NG perche' ladybat dice le cosacce a
mozart" non e' una gran perdita.
Cavolo, ma non ha mica detto proprio cosi'.. In pratica ha detto piu'
una cosa del tipo: "Certo che se filtro tutti quelli che, secondo me,
usano il NG per trollare e poi le "persone serie" che restano da
leggere sono queste, allora e' meglio che pigli per quella porta".
E quindi, anche se la posizione di ladybat su mozart fosse sbagliata, e per
inciso anche io penso lo sia, che significa che:
A) anche se so che non e' un troll e posso immaginare che sarebbe disposta a
discutere su basi logiche dell' affermazione che non condivido non vale la
pena (chissa' perche' poi, tempo troppo prezioso per sprecarlo con dei
mortali che a volte sbagliano?) di farlo
B) visto questa dove non mi trovo clamorosamente d'accordo, tutte le
argomentazioni della sudetta anche in campi piu' di sua pertinenza saranno
dello stesso tenore e quindi fatto uno scivolone (che poi e' ancora tutto da
dimostrare, anche se sul punto come ho detto potrei essere d'accordo)
cassiamo tutte le future discussione come inutili
C) visto quest' uscita su Mozart ho capito che non vale la pena discutere ne
con lei ne con tutti gli altri frequentatori (nontroll) di idm perche' tanto
prima o poi se ne uscirano con uno scivolone simile (su non si sa bene quale
base statistica e previsionale) per cui e' inutile che io discuta o legga di
nessuno di loro.

lascia perdere, se l'affermazione di ladybat poteva essere leggermente
superficiale e avventata quella del Filibustiero (ok tralasciamo battute
sull' appropiatezza del nick, opss l'ho gia' fatta) era superficiale tronfia
ed ingiustificata...
ciao
Ken
About:Blank
2005-06-22 12:36:32 UTC
Permalink
Post by kennyt
lascia perdere, se l'affermazione di ladybat poteva essere leggermente
superficiale e avventata
"leggermente superficiale e avventata"? :-) Ti sembra
"leggermente superficiale e avventata" l'affermazione di
qualcuno che da dell'idiota a Mozart *perche' ha sentito
parlare di lui alla radio* e a Valentino Rossi (che
probabilmente non e' in grado di risolvere equazioni)
*perche' ha visto quando lo intervistavano in televisione e
gli e' sembrato un poro sempliciotto*?

C'e' da dire che almeno ha dato il bollino di gran qualita'
a Sciucoso, li.. Quello e' di molto intelligente (e non
serve guardare quello che ti combina in pista, basta
ascoltarlo mentre chiacchiera di cose furbe..).
--
Ciao, m
kennyt
2005-06-22 12:51:09 UTC
Permalink
Post by About:Blank
C'e' da dire che almeno ha dato il bollino di gran qualita'
a Sciucoso, li.. Quello e' di molto intelligente (e non
serve guardare quello che ti combina in pista, basta
ascoltarlo mentre chiacchiera di cose furbe..).
In effetti non ho detto che sono d'accordo sul punto, penso infatti che
quello che lei ha descritto si adatti meglio al concetto di personalita' e
carisma che intelligenza,
fatto sta' che se ne puo' discutere considerato i trascorsi del/della poster
in questione, uno che bolla tutto il ng come insulso per una uscita poco
felice e no nmeditata di uno dei frequentatori mi sembra che dia prova di
idiozia anche maggiore...
come minimo lo poteva fare solo nel momento che esponeva le sue repliche e
ladybat avesse replicato in maniera insulsa per mantere la sua posizione a
prescindere (non mi sembra che lo sbracamento sia avvenuto dopo lunga
discussione fra le due perosne in questione) , senza contare che la
generalizzazione estensiva a tutto il NG era del tutto fuori luogo e
tronfia...
ciao
Ken
comm.data
2005-06-22 12:39:23 UTC
Permalink
Post by ladybat
Riguardo valentino rossi io non so se quando lo intervistano ci fa o ci
e', ma quello che si vede dall'esterno e' un tono da sempliciotto, ben
diverso, ad esempio, da Shumaker. Che poi sia capace di essere
professionale nel suo campo ristretto mi sembra scontato per una persona
di quell'abilita'.
io tra valentino e schumacher non vedo "gara".
uno che in tanti anni in italia non è ancora capace di
spiaccicare una frase nella nostra lingua...
mettici pure l'incapacità,ma questo è un mio punto di vista,
di cogliere il momento adatto per smettere.
di valentino già ho tessuto le lodi di pilota e colladautore,
che ne fanno,e questo è già meno personale,a soli
26 anni,il più grande di tutti i tempi.
tu però già questo l'accetti,come leggo.
ti posso solo citare l'opinione che di lui hanno
guido meda e,soprattutto,loris reggiani (ex pilota
e ben addentro al mondo professionale in cui opera rossi)
commentatori televisivi della moto gp,che meglio di
noi conosceranno valentino.
discutendo tra loro ,durante una delle gare che
commentavano, uscì fuori che ritenevano rossi
un genio assoluto,in grado cioè di eccellere
in ogni campo professionale nel quale si fosse
cimentato,opinione che hanno in seguito ripetuto.
certo anche questo è un parere personale,ma ti ripeto,
dato da persone che lo conoscono al di là
della,inevitabilmente,stereotipata e ripetititva,
immagine dell'intervistato.
poi questa apparenza da sempliciotto io,
sinceramente,non la vedo...semplice,nel senso,
di spontaneo,magari si.
ecco lui ha quest'altro pregio,di dire sempre
quello che pensa.
mettiamoci,infine,i piccoli show che organizza
in alcune gare particolarmente significative,
insieme al suo fan club,che sono davvero
arguti e pungenti e che denotano una
vivace e creativa intelligenza e il profilo
è,quasi,completo.
scusandomi per la lunghezza ti saluto

gigi
ladybat
2005-06-22 23:48:33 UTC
Permalink
Post by comm.data
io tra valentino e schumacher non vedo "gara".
mah sai, la verita' vera e' che a me non importa un accidente di nessuno
dei due, e cordialmete mi stanno antipatici entrambi. Ed odio il
motocross in particolare per motivi miei.
ho detto la mia personale opinione su mozart, e quella su valentino
rossi, e non capisco perche' uno dovrebbe dire sempre cose belle e buone
dell'uno o dell'altro solo perche' sono eccellenti in particolari campi.

ladybat
--
mi desta un sogno
e mi sorprende il buio:
gia' tardo autunno!
comm.data
2005-06-23 11:47:04 UTC
Permalink
Post by ladybat
Post by comm.data
io tra valentino e schumacher non vedo "gara".
mah sai, la verita' vera e' che a me non importa un accidente di nessuno
dei due, e cordialmete mi stanno antipatici entrambi.
sai che il sospetto mi era venuto già prima del post?
in verità non solo a te stanno antipatici e/o indifferenti,
sei in numerosa compagnìa, se questo ti può interessare.

gigizurlo
Scaramouche
2005-06-22 14:26:20 UTC
Permalink
Post by ladybat
Penso di aver scritto ripetutamente su usenet quello che penso del test
del QI e del MENSA, ma se qualcuno dovesse esserselo perso ribadisco che
e' una grande stronzata.
Lo apprendo adesso, credo sia proprio questo "Q.I." che ha
generato un pò di confusione.
Post by ladybat
Quello che intendevo dire su Mozart e' che da come viene descritto, e
dal contenuto delle sue lettere alla moglie (che per scemo direi che lo
prendeva parecchio),
In genere i mariti non riluccicano nelle descrizioni fatte
dalle loro consorti...
Post by ladybat
e dal modo di condurre e sperperare la sua
esistenza, mozart sembra una persona socialmente disadattata, quello che
oggi chiameremmo "lo scemo del villaggio".
Credo che la parola più appropriata sia "strano". Il Genio, consapevole di
se stesso, accetterebbe tale descrizione.
Post by ladybat
Cio' naturalmente nulla toglie alla perfezione della sua musica.
se poi non lo fosse e per misteriosi motivi si e' fatto una fama
immeritata, e in realta' fosse un fine filosofo e mi sono capitate
davanti solo lettere tendenziose non so.
Lettere tendenziose fatte circolare da un' emissario ostile e cicappino...
(Amava il linguaggio scurrile più che la fine filosofia, questo si)
Post by ladybat
Quello che so e' che se viene uno a commissionarmi un lavoro a meno che
io non sia completamente di fuori non penso che sia venuta la morte a
bussare alla mia porta, neanche se mi fa scrivere una messa da requiem.
Una donna, vestita con un' impermeabile bianco attraversa da sola
una strada nel centro di Roma, poco prima dell' alba.
Non ci sarebbe nulla di strano se ad osservare non ci fosse F. Fellini:
questa singola immagine, questo fotogramma ha dato il la a quel capolavoro
che è la " Dolce Vita". L' Artista giustifica con le opere se stesso.

Poi ci sono "I-cantanti-", "gli-artisti", "i-sonostatoasanremo"
"miss K" la merde d'artist e via con allegria.

(e sono così orgoglioni delle loro opere... )
Post by ladybat
Riguardo valentino rossi io non so se quando lo intervistano ci fa o ci
e', ma quello che si vede dall'esterno e' un tono da sempliciotto,
Rossi piace a moltissimi (anche al sottoscritto) perchè
la dove gli altri lasciano trapelare fatica, sudore,
sforzi immani, "Vale" tratta il suo essere campione con un
tocco di leggerezza.


Ciao
Scaramouche
--
"Scusa se ti mando questa e-mail in ritardo ma ho Outlook che mi è
entrato in conflitto con Windows 1848" (R.Cremona)


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lilith
2005-06-21 13:20:26 UTC
Permalink
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
ladybat
2005-06-21 13:58:02 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello che so si
riferisce ad una lettura di epistolari in un programma radiofonico che
ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla storia per le sue
doti organizzative, predittive e logiche.
Si, naturalmente mi riferivo al tipo di intelligenza logico-matematico
che si valuta nei test del Q.I.
--
"soffia il vento dell'est"
dicono andando insieme
padrone e servitore
El Filibustero
2005-06-21 16:07:00 UTC
Permalink
Post by ladybat
Post by Lilith
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello che so si
riferisce ad una lettura di epistolari in un programma radiofonico che
ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla storia per le sue
doti organizzative, predittive e logiche.
Si, naturalmente mi riferivo al tipo di intelligenza logico-matematico
che si valuta nei test del Q.I.
quindi era un perfetto idiota. Va be'. Ora mi rendo conto che e'
inutile mettere nel killfile personaggi come truman, kennyt. C'e' poco
da fare: questo NG e' una chat insulsa. Addio, it.discussioni.misteri.
Albion of Avalon
2005-06-21 16:23:26 UTC
Permalink
Post by El Filibustero
quindi era un perfetto idiota. Va be'.
Viene descritto così da molti.
Come Edison.
Un genio dell'inventiva, un povero coglione alla guida dell'omonima società.
Post by El Filibustero
Ora mi rendo conto che e'
inutile mettere nel killfile personaggi come truman, kennyt. C'e' poco
da fare: questo NG e' una chat insulsa.
ROTFL
Post by El Filibustero
Addio, it.discussioni.misteri.
Stacci bene.
Jasmine
2005-06-21 19:33:18 UTC
Permalink
On Tue, 21 Jun 2005 18:23:26 +0200, Albion of Avalon
Post by Albion of Avalon
Viene descritto così da molti.
Come Edison.
Un genio dell'inventiva, un povero coglione alla guida dell'omonima società.
togli dal novere di costoro, nostri contemporanei
o gente vissuta anni dopo la vita di Mozart
ciò che dicono non vale la foglia di insalata che hanno mangiato
per produrre tali pensieri.

Per altro ti invito ad andare a leggerti i carteggi di Mozart
(missive)
con il padre, ad esempio.

ciao, Jasmine

--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Albion of Avalon
2005-06-21 19:41:31 UTC
Permalink
Post by Jasmine
Per altro ti invito ad andare a leggerti i carteggi di Mozart
(missive)
con il padre, ad esempio.
Dove le trovo?
Ma cmq l'essere, eventualmente, un deficiente nella vita di tutti i
giorni non sminuisce il suo genio musicale.
Come Edisono per esempio.
Tutto lo ricordano come inventore. Pochi sanno che era un pessimo
amministratore e fu quasi rimosso con forza dalla amministrazione della
Edison.
Jasmine
2005-06-21 20:09:15 UTC
Permalink
On Tue, 21 Jun 2005 21:41:31 +0200, Albion of Avalon
Post by Albion of Avalon
Dove le trovo?
Scorci di missive ci sono anche su alcuni testi
sulla vita di Mozart.

Quali?
Proverò a scartabellarli, se li ho a casa
per il resto tutto cio' che ho letto si trova nella biblioteca della
"mia" (virgolette d'obbligo, visto che non possiedo di sicuro una )
scuola di musica) che ora mi è inacessibile
fino a settembre e a fine giugno poi chiude.
In caso trovassi qualcosa a casa ti scannerizzo (eh che buon italiano)
in email...
se poi mi trovo una compagna
inferocita che si incavola a vedere un nome femminile che ti scrive
dille che per l'estate mi trasferisco in nuova guinea.
Anzi no in Messico... ho sempre sognato di andarci.


ciao, Jasmine
--

°
° °* °°
*
saro' anch'io dei convitati?
ci sarete si signor, ci sarete si signor
Albion of Avalon
2005-06-21 20:45:31 UTC
Permalink
Post by Jasmine
Quali?
Proverò a scartabellarli, se li ho a casa
per il resto tutto cio' che ho letto si trova nella biblioteca della
"mia" (virgolette d'obbligo, visto che non possiedo di sicuro una )
scuola di musica) che ora mi è inacessibile
fino a settembre e a fine giugno poi chiude.
In caso trovassi qualcosa a casa ti scannerizzo (eh che buon italiano)
in email...
Grazie.
Post by Jasmine
se poi mi trovo una compagna
inferocita che si incavola a vedere un nome femminile che ti scrive
dille che per l'estate mi trasferisco in nuova guinea.
Anzi no in Messico... ho sempre sognato di andarci.
Fico.
Jasmine
2005-06-21 19:07:23 UTC
Permalink
Post by El Filibustero
quindi era un perfetto idiota.
penso che Lady si riferisca a degli articoli apparsi su le scienze
e mente e cervello riguardo agli idiot savant
dove si ipotizzava anche qualcosa del genere su Mozart.

Il problema è che non è semplicemente vero, Lilith potrà confermare
che nelle lettere che Mozart scriveva a Costanza (la moglie si chiamava
cosi', nevvero? oggi mi è andata malaccio tutta la giornata fra un poco
capita che rosichi anche il pc...
non mi fate andare a cercare)
e nelle lettere che sempre lo stesso Mozart scriveva al padre
si intravede un'intelligenza viva, attenta e una mente da filosofo.

Mozart non era soltanto un musicista,
il cervello è un organo estremamente plastico e inoltre anche se si
volesse richiamarsi alle mappe cerebrali
l'aria deputata al linguaggio è in parte anche deputata alla musica
ci sono studi che affermano ad esempio che chi studia musica e uno
strumento musicale sin da bambino sviluppa delle abilità che poi tornano
utili anche per quanto riguarda la matematica.
Eventualmente posso tentare di ripescare qualcosa che avevo trovato
uno o due anni fa on line, ma non oggi...
nemmeno domani.
In questi giorni non posso intraprendere nulla che vada a buon fine.


Va be'. Ora mi rendo conto che e'
Post by El Filibustero
inutile mettere nel killfile personaggi come truman, kennyt. C'e' poco
da fare: questo NG e' una chat insulsa. Addio, it.discussioni.misteri.
Tu sai che ho una predilezione per te...

rimani per me, please :o)

ciao, Jasmine
Jasmine
2005-06-21 19:20:28 UTC
Permalink
Post by Jasmine
ci sono studi che affermano ad esempio che chi studia musica e uno
strumento musicale sin da bambino
e senza andare a cercarci questi studi
io stessa conosco una tipa laureata in matematica entro i 24 anni
(laurea quadriennale) con 110
e diplomata pochi mesi dopo in viola (sempre con il massimo dei voti)


ciao, Jasmine
Albion of Avalon
2005-06-21 19:43:10 UTC
Permalink
Post by Jasmine
e senza andare a cercarci questi studi
io stessa conosco una tipa laureata in matematica entro i 24 anni
(laurea quadriennale) con 110
e diplomata pochi mesi dopo in viola (sempre con il massimo dei voti)
IMHO musica e matematica sono due aspetti della stessa realtà.
ladygoat
2005-06-21 16:52:06 UTC
Permalink
Post by ladybat
non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello che so si
riferisce ad una lettura di epistolari in un programma radiofonico che
ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla storia per le sue
doti organizzative, predittive e logiche.
Si, naturalmente mi riferivo al tipo di intelligenza logico-matematico
che si valuta nei test del Q.I.
non ne so molto della tua biografia, tranne le cose lette qui, ma ho
l'impressione che se il criterio per valutare un perfetto idiota è se
passerà o meno alla storia (per una qualunque attitudine), ecco, non vorrei
essere drastico che mi pare che qualche anno ancora lo hai, ma...

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Eugenio Mastroviti
2005-06-21 19:41:24 UTC
Permalink
ma ho l'impressione che se il criterio per valutare un perfetto idiota è se
passerà o meno alla storia (per una qualunque attitudine),
E cosa ti ha dato quest'impressione?
--
Laissez Faire Economics is the theory that if each acts like a vulture,
all will end as doves.
About:Blank
2005-06-22 07:12:10 UTC
Permalink
Post by Eugenio Mastroviti
ma ho l'impressione che se il criterio per valutare un perfetto idiota è se
passerà o meno alla storia (per una qualunque attitudine),
E cosa ti ha dato quest'impressione?
Forse e' stato fuorviato da questo scambio di battute:

===
Affermazione: "Mozart era un perfetto idiota"

Domanda: "Perché?"

Risposta: "non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello
che so si riferisce ad una lettura di epistolari in un programma
radiofonico che ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla
storia per le sue doti organizzative, predittive e logiche."
===
--
Ciao, m
Eugenio Mastroviti
2005-06-21 19:39:44 UTC
Permalink
Post by ladybat
Post by Lilith
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello che so si
riferisce ad una lettura di epistolari in un programma radiofonico che
ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla storia per le sue
doti organizzative, predittive e logiche.
Si, naturalmente mi riferivo al tipo di intelligenza logico-matematico
che si valuta nei test del Q.I.
Guarda, io non so se il "sapere comune" su Mozart corrisponda a verita',
ma se e' quello il caso, allora il problema non e' l'intelligenza
logico-matematica - Mozart era, semmai (sempre, se le descrizioni che se
ne sentono di solito corrispondono a verita') uno che, incontrato
casualmente, avrebbe probabilmente dato l'impressione di essere un
idiota nell'accezione popolare del termine - una persona priva o quasi
di abilita' sociali, incapace di organizzare la propria vita o di far
fronte agli imprevisti quotidiani, e cosi' via.
--
Join the Army, travel the world,
meet exotic people and kill them!
Lilith
2005-06-22 18:37:30 UTC
Permalink
Post by ladybat
Post by Lilith
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
non ne so molto della sua biografia (il grosso di quello che so si
riferisce ad una lettura di epistolari in un programma radiofonico che
ascoltavo tempo fa), ma non mi pare sia passato alla storia per le sue
doti organizzative, predittive e logiche.
Si, naturalmente mi riferivo al tipo di intelligenza logico-matematico
che si valuta nei test del Q.I.
Dalla lettura delle biografie mozartiane ci si possono fare varie idee
sulla figura di Mozart, ma credo che tutto si possa dire tranne che
fosse un idiota. Forse l'unico vero errore di valutazione che gli si può
imputare, è il fatto di aver precorso i tempi nella decisione di
sciogliere i legami che fino ad allora avevano vincolato i musicisti
all'aristocrazia e alla Chiesa, e di aver tentato -- primo tra tutti --
una carriera come libero professionista. La maggior parte dei suoi guai
economici e sociali derivano da quella scelta, troppo prematura per i
tempi: solo poche decine di anni dopo Beethoven ci camperà egregiamente,
da libero professionista (ma erano anche cambiate molte cose, nella
società viennese, sia dal punto di vista politico, sia dal punto di
vista sociale). Al tempo di Mozart, però, il musicista non aveva più
valore di un valletto; Haydn serviva il principe Eszterháza in livrea e
mangiava nelle cucine, accanto ai cuochi e ai servitori. Mozart era
perfettamente conscio del proprio valore come musicista e come
compositore, e credette di potercela fare con le sue sole forze, ciò che
fu alla base della progressiva emarginazione sociale ed economica cui fu
sottoposto a Vienna.

A parte questo, non mi sembra di leggere nulla di particolarmente
eccentrico nella sua vita tale da poterlo definire un "idiota". Anzi, il
padre lo aveva fornito di un'educazione di prim'ordine, certamente
inconsueta per un musicista (parlava e scriveva correttamente più
lingue, leggeva Voltaire e Rousseau (Valentino Rossi dubito faccia
altrettanto), sapeva dare giudizi acutissimi sui musicisti che aveva
conosciuto) e forse fu proprio questa sua maggior "istruzione" che gli
permise di avere una visione chiarissima del ruolo del musicista nella
società dell'epoca e che gli fece sperare di poter ottenere di più. Fu
sicuramente uno dei più grandi uomini di teatro della storia
occidentale: la sua enorme capacità di comprensione della drammaturgia
dei libretti che musicava, lo ha portato a un livello di approfondimento
psicologico approfondimento psicologico dei personaggi delle sue opere
quale non si era mai visto prima. La trilogia dapontiana (Le nozze di
Figaro, Così fan tutte e Don Giovanni) è forse l'esempio più eclatante.
E questo talento esula dalla semplice abilità di musicista: Haydn e
Beethoven, ad esempio, si dedicarono all'opera con risultati di gran
lunga più mediocri.

Poi vabbè, ogni tanto scambiava lettere piene di culi e di cacca con la
cuginetta e componeva canoni dal testo un po' osée ("Leck mich den Arsch
fein recht schön sauber", 'Leccami per benino il culo', KV 382d, o "Leck
mich im Arsch", 'Vaffanculo', KV 382c -- Masini non ha inventato proprio
nulla...) ma chi di noi non ha mai scritto letterine sceme ai propri
amici o fidanzati? Glenn Gould ha composto una fuga a quattro voci su un
testo goliardico dal titolo "So You Want to Write a Fugue"
(http://aix1.uottawa.ca/~weinberg/fugue.html): era un idiota? Einstein
si è fatto fare una foto in cui fa la linguaccia
(Loading Image...): era un idiota?

Diciamo piuttosto che per più di un secolo l'agiografia romantica non ha
fatto altro che tratteggiare una figura di Mozart come creatura divina
che alla fine non poteva che sfociare in un'altrettanto violenta
reazione iconoclastica nei suoi confronti: e allora ecco spuntare le
lettere alla cugina (a lungo tenute nascoste) e i film dissacratori
sulla sua vita. Peccato che quelle lettere, da sole, non siano granché
sufficienti a fornire un quadro generale sull'uomo (quelle al padre e
alla moglie, quelle sì, sono ben più significative) e che i film
dissacratori inanellino una dietro l'altra una lunga serie di
inesattezze e falsità sulla sua vita (fin dal titolo: Mozart usò solo
una volta per scherzo il nome "Amadeus": "Wolfgangus Amadeus Mozartus";
ecco: la forte autoironia di Mozart è un altro di quegli elementi che mi
spingono a pensare che tutto fosse tranne che un idiota). Anche la
storia della commissione del Requiem è completamente fasulla. La vera
storia la si conosce da più di mezzo secolo, però è chiaro che, dal
punto di vista cinematografico, fa più cassetta la versione con Salieri
che va a bussare alla sua porta e Mozart che lo scambia per la morte...
Ma ciò non rende quella versione automaticamente vera.

Un altro mito da sfatare è quello del Mozart 'idiot savant'. Che egli
fosse dotato di uno straordinario talento sin da bambino è indubbio, ma
è anche certo che egli affinò anno dopo le sue doti di compositore. Tra
le prime acerbe composizioni (dietro alle quali c'è chi, in realtà, vede
addirittura la firma del padre) e le opere della maturità, c'è un
abisso. E tale evoluzione non è compatibile con l'immaginario di un
genio alla Forrest Gump che crea senza sapere né come né cosa.
ladybat
2005-06-22 23:54:58 UTC
Permalink
Lilith wrote:
Anche la
Post by Lilith
storia della commissione del Requiem è completamente fasulla. La vera
storia la si conosce da più di mezzo secolo, però è chiaro che, dal
punto di vista cinematografico, fa più cassetta la versione con Salieri
che va a bussare alla sua porta e Mozart che lo scambia per la morte...
Ma ciò non rende quella versione automaticamente vera.
questo non e' vero, a meno che le lettere di cui so io sono diverse di
quelle di cui sai tu. Non ho a disposizione la fonte, ma se tu hai
l'epistolario completo puoi immagino trovare i passaggi in cui mozart si
dichiara turbato per la cosa
--
mi desta un sogno
e mi sorprende il buio:
gia' tardo autunno!
Lilith
2005-06-23 13:13:32 UTC
Permalink
Post by ladybat
questo non e' vero, a meno che le lettere di cui so io sono diverse di
quelle di cui sai tu. Non ho a disposizione la fonte, ma se tu hai
l'epistolario completo puoi immagino trovare i passaggi in cui mozart si
dichiara turbato per la cosa
È vero che nelle ultime settimane di vita Mozart ebbe strani presagi di
morte (ipocondriaco come pochi, temeva di essere stato avvelenato con
dell'"acqua tofana" da un misterioso N.N., sigla dietro alla quale si
celerebbero almeno quattro diversi creditori e, in alcuni casi, Franz
Xaver Süssmayr, allievo di Mozart e presunto amante della moglie
Konstanze), ma la lettera a cui fai riferimento tu, indirizzata a Da
Ponte in data 7 ottobre 1791, è un falso accertato da tempo.

Il Requiem gli venne commissionato in realtà dal conte Franz Georg von
Walsegg-Stuppach, che aveva il curioso vizietto di comprare nuove
composizioni ai musicisti dell'epoca e farle eseguire nel proprio
palazzo spacciandole per sue. In un epoca in cui non esisteva ancora il
diritto d'autore, per un musicista vendere una propria opera a un
editore o a un conte megalomane era indifferente, l'importante era
guadagnare qualche soldo. Tutti a Vienna sapevano che le musiche
eseguite a palazzo Walsegg in realtà non erano state scritte dal conte,
ma si faceva ipocritamente finta di nulla; lo sapeva anche Konstanze,
che infatti non perse tempo a far completare il manoscritto agli allievi
del marito per poterlo vendere il più in fretta possibile al conte,
nella speranza che questi non si accorgesse che Mozart ne aveva scritto
in realtà solo una piccola parte (in questo ebbe anche una certa
fortuna, perché sul frontespizio Mozart, morto nel dicembre del 1791,
l'aveva postdatato al 1792). E per la sua cupidigia, Konstanze passò
anche dei guai perché, se non ricordo male, subito dopo aver incassato i
soldi di Walsegg cercò di rivendere il Requiem anche a qualcun altro --
forse un editore, smascherando così pubblicamente la "truffa" del conte.
Ed è molto probabile che le fantasie sulla Morte che bussa alla porta di
Mozart le avesse alimentate proprio lei, per creare un alone di mistero
su quella composizione e trarne il maggior profitto possibile. Ma più
che di mistero, qui si deve parlare di fuffa, così come fuffa è
l'ipotesi che Salieri abbia assassinato Mozart. Non ci ha mai creduto
nessuno, almeno prima che arrivasse Milos Forman a farci su un film cretino.
Marco corso
2005-06-21 16:15:14 UTC
Permalink
Post by Lilith
Post by ladybat
Mozart era un perfetto idiota
Perché?
non si e' mai preso una lira di dirtti d'autore.
forse doveva affidarsi a Cecchetto.
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
@ndre@
2005-06-21 14:23:28 UTC
Permalink
Post by ladybat
resto convinta che valentino rossi sia una specie di idiot savant. il
cervello umano e' fatto di molte componenti e non e' necessario essere
bravi nella logica per essere dei "geni". Mozart era un perfetto idiota ma
la parte dei suo cervello deputata alla musica era quello che sappiamo.
Valentino rossi non sapra' risolvere equazioni di secondo grado, ma le sue
capacita' cinestesiche e spaziali sono, i fatti lo dimostrano,
ineccepibili.
Molto interessante l'idea di diverse intelligenze, ma confesso che mi sfugge
il nesso tra Mozart e Rossi. Il primo era un talento musicale ma
assolutamente incapace di svolgere una vita normale, mentre Rossi, non
sapra' svolgere un'equazione di secondo grado, ma sicuramente ha ampiamente
dimostrato di saper stare al mondo.
Non dilapida fortune, non e' il leader del gossip, o peggio, della cronaca,
tutti quelli che ci hanno avuto a che fare per lavoro lo hanno sempre
definito un professionista con i contro fiocchi per serieta', impegno e
concentrazione.
Mozart, nella sua immensa genialita' musicale, non mi pare che godesse di
tanta stima di chi gli stava intorno.

ciao

andrea
Marco corso
2005-06-21 16:27:25 UTC
Permalink
Post by ladybat
resto convinta che valentino rossi sia una specie di idiot savant.
no, no, il ragazzo e' scaltro, e' un ottimo manager di se' stesso,
ottima intelligenza cinestesica, ottima comprensione delle "sensazioni"
di un mezzo altamente ingegnerizzato come una moto da gp. questa e'
intelligenza.
Post by ladybat
il
cervello umano e' fatto di molte componenti e non e' necessario essere
bravi nella logica per essere dei "geni". Mozart era un perfetto idiota
ma la parte dei suo cervello deputata alla musica era quello che
sappiamo.
se usi il termine idiota, implichi che l' intelligenza logico-matematica
sia da considerarsi come l' intelligenza effettiva tout-court, e mi
permetto
di dissentire da cio'.
Post by ladybat
Valentino rossi non sapra' risolvere equazioni di secondo
grado, ma le sue capacita' cinestesiche e spaziali sono, i fatti lo
dimostrano, ineccepibili. Evidentemente la nostra mente funziona per
"settori", ed in alcuni rari casi una delle componenti prevale di gran
lunga sulle altre portando la persona ad eccepire in una particolare
disciplina.
non credo nella differenziazione delle intelligenze operata da gardner.
l' intelligenza e' una e "virtualmente plastica",assume la specificità
verso cui i nostri geni e gli eventi della vita la indirizzano, ma, per
via della sua
intrinseca plasticità, e' in grado di risolversi anche in compiti
differenti
alla bisogna. in definitiva, le "intelligenze" sono gli "specchi"
(ognuno diverso
dall' altro) attraverso i quali crediamo di percepire l' intelletto
puro, reale,
mentre questo in realtà ci e' ancora nascosto, sia perche' e'
distribuito
nelle aree del cervello, sia perche' essendo il risultato del sistema
intuito/memoria le sue reti neurali si comporrebbero e scomporrebero in
continuazione nelle suddette aree.
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Marco corso
2005-06-22 02:34:56 UTC
Permalink
Post by kennyt
Post by Jasmine
casomai servisse metterò a posto pian piano basandomi
su cosa eventualmente mi risponderai :o)
Ti rispondo domani dal negozio che ora sono un po' sul rincoglionito
e vado a letto :-)
anche se di solito faccio piu' tardi...
tutto molto bello ma, questi rituali di corteggiamento potreste
mandarveli in privato via mail? già e' noioso leggere i post di kennyt
"normali", se poi ci si deve pure sorbire anche quelli dove ci prova...
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
kennyt
2005-06-22 08:18:46 UTC
Permalink
Post by Marco corso
tutto molto bello ma, questi rituali di corteggiamento potreste
mandarveli in privato via mail? già e' noioso leggere i post di kennyt
"normali", se poi ci si deve pure sorbire anche quelli dove ci prova...
Primo non te l'ha ordinato il dottore di leggere i miei post se ti annoiano.
men che meno scrivere solo per dire che mi hai letto ma ti sei annoiato,
secondo era una semplice cortesia che uno come te, che si apposta nei ng per
vedere se riesce a far innervosire qualcuno, e che questo sia il tuo unico
scopo (che poi e' quello che ti identifica come troll DOC) lo si capisce
vedendo come a volte usi fatti gia' appuratamente dati per falsi, come le
calunnie del tuo collega piu' sfigato nei confronti di Albricci, per cui o
sei un completo cretino visto che ti sei indignato, tanto dal doverlo
sottolineare, per una cosa che e' chiaramente inconsistente, oppure, come
detto, lo sai ma la sfrutti perche' vuoi colpire le persone (e qui
doppiamente cretino visto che le colpisci con frottole che lascian il tempo
che trovano, ottenendo solo il fastdio di risponderti per puntualizzare) per
rifarti di qualche torto subito dalla vita o da quelle stesse persone...
nella migliore delle ipotesi sei un troll castorone come non se ne sono mai
visti, nella peggiore, che e' quella sui cui punterei, sei un troll
sciacallo che pur di racimolare briciole di soddisfazione nella vita
monitorizzi il ng in cerca di un qualsiasi argomento per aver un po'
d'attenzione e possibilmente fastidio da quelli a cui ti rivolgi, sia che lo
spunto della tua attenzione sia reale o meno..
fai sinceramente pena, almeno il troll solito quando e' sgamato lascia
perdere perche' non ha piu senso...
ciao
Ken
Nicola®
2005-06-22 09:19:11 UTC
Permalink
Post by Marco corso
tutto molto bello ma, questi rituali di corteggiamento potreste
mandarveli in privato via mail? già e' noioso leggere i post di kennyt
"normali", se poi ci si deve pure sorbire anche quelli dove ci prova...
detto da uno che lancia thread flame sciacallatori
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'valentino rossi' (newsgroup and mailinglist)
46
risposte
Valentino Rossi nel mirino del fisco
iniziato 2007-08-08 13:47:25 UTC
it.economia.fisco
13
risposte
cacchio poro Valentino Rossi
iniziato 2010-06-05 12:49:47 UTC
it.test
26
risposte
Valentino Rossi e la Formula 1
iniziato 2005-06-09 20:54:02 UTC
it.sport.formula1
70
risposte
[OT] Valentino Rossi, i giornali e l'aritmetica
iniziato 2008-02-07 21:30:18 UTC
it.cultura.linguistica.italiano
15
risposte
Valentino Rossi lascia la Ducati: possibili retroscena automobilistici?
iniziato 2012-08-12 00:12:19 UTC
it.discussioni.auto.mod
Risultati di ricerca per 'valentino rossi' (Domande e Risposte)
2
risposte
Qual è il maggior numero di cartellini gialli che una squadra ha senza cartellino rosso?
iniziato 2016-05-06 18:34:29 UTC
gli sport
2
risposte
Importanza della difficoltà di mettere la bottiglia nel cassonetto di raccolta rifiuti in tutte e tre le pellicole
iniziato 2018-09-18 14:59:56 UTC
film
4
risposte
Perché Gazelle non è morta quando Merlin fa esplodere i chip di sicurezza?
iniziato 2015-06-28 09:16:26 UTC
film
2
risposte
Quali sono le simpatie e le antipatie dei compagni?
iniziato 2015-12-02 00:51:57 UTC
giochi
1
rispondi
Romanzo che coinvolge un'IA senziente, maiali alieni e una colonia cinese governata dall'OCD
iniziato 2020-04-06 03:03:20 UTC
sci-fi
Discussioni interessanti ma non correlate
11
risposte
Impedisci che il mio sito venga copiato
iniziato 2013-07-05 09:51:16 UTC
13
risposte
È buona o cattiva pratica consentire a un utente di cambiare il proprio nome utente?
iniziato 2017-12-19 21:02:51 UTC
6
risposte
Un hacker, che conosce il mio indirizzo IP, può accedere da remoto agli account che ho lasciato loggato sul mio computer?
iniziato 2018-06-01 13:35:56 UTC
6
risposte
Esistono motivi oggettivi per non consentire le estensioni di Google Chrome, ma per consentire le estensioni di Firefox?
iniziato 2017-11-27 08:51:10 UTC
15
risposte
Come affrontare i rischi a bassa probabilità ad alto impatto?
iniziato 2018-07-24 11:30:24 UTC
Loading...