Discussione:
-La civiltà extraterrestre degli Elohim-
(troppo vecchio per rispondere)
<Gigi>www.rael.org
2005-10-02 06:43:11 UTC
Permalink
Il messaggio degli extraterrestri

gratuito, formato pdf.

http://shop.rael.org/italian

Dopo le teorie dell’evoluzione e della creazione divina, la terza
ipotesi sull’origine della vita sulla terra: il creazionismo
scientifico proposto dal raelismo http://www.rael.it
Circa 25000 anni fa, degli uomini, che vivevano su un altro pianeta
della nostra galassia, raggiunsero un livello di conoscenza
paragonabile al nostro. Per non mettere in pericolo l’equilibrio
ecologico del loro pianeta d’origine, decisero di proseguire altrove le
proprie esperienze scientifiche. Esplorando lo spazio scoprirono la
terra e vi costruirono delle basi scientifiche.
Attraverso la perfetta padronanza dell’ingegneria genetica e del DNA,
diedero forma ad ogni essere vivente che esiste oggi sul nostro
pianeta, compreso l’uomo, che crearono a propria immagine e somiglianza
come dice testualmente la Bibbia, che nella Genesi parla dell’opera di
questi extraterrestri. Infatti dice: “ Il primo giorno Elohim fece
questo, il secondo giorno Elohim fece quello, ecc. “La parola Elohim
deriva dall’antico ebraico e significa “quelli che sono venuti dal
cielo”,
ed è, per di più plurale. E’ interessante sapere, che solo in seguito,
questo termine è stato tradotto erroneamente con la parola singolare
“Dio”.
Nel corso dei secoli, essi inviarono dei messaggeri (i grandi profeti
del passato),
che diedero origine a tutte la grandi religioni, per cercare di elevare
il livello di coscienza dell’umanità e per mantenere vivo il ricordo
della creazione, in previsione di un epoca futura. Gesù, Buddha, Mosè,
Maometto ed altri come loro, sono stati dei
messaggeri di questi extraterrestri. Ognuno di loro ha portato una
rivelazione ed un messaggio adatti alla cultura e al livello di
comprensione dei popoli che vivevano nella propria epoca. I nostri
creatori furono, però, divinizzati da questi uomini primitivi che non
potevano comprendere la tecnologia avanzata di cui essi disponevano.
Gesù, nato dall’unione di uno di questi extraterrestri di nome Jahvè e
di una donna della terra, era stato incaricato di creare un movimento
per diffondere i messaggi biblici in previsione della nostra epoca.
Oggi l’umanità è giunta in un’era dove, attraverso la conoscenza
scientifica, può comprendere le proprie origini e mettersi in armonia
con l’universo che lo circonda.
L’era che stiamo vivendo era stata prevista da tutte le grandi
religioni. La religione cristiana la descrive come l’era
dell’Apocalisse (dal greco “apocalypsis” ) che non significa fine del
mondo, ma “rivelazione”.
Ed è proprio nel 1946, dopo l’esplosione della bomba atomica di
Hiroshima, che l’umanità è entrata nell’era scientifica e gli Elohim
decidono di inviare l'ultimo dei loro messaggeri.
Siamo entrati nell’età dell’Apocalisse, come stanno a dimostrare i
segni che la Bibbia previde e che tutti attendono: il popolo di Davide
ritrova il suo paese (creazione dello Stato di Israele), i ciechi
possono vedere (in America e stata realizzata una protesi elettronica),
l’uomo porta la sua voce al di là oceani (satelliti per
telecomunicazioni) e si rende simile a Dio: infatti alcuni studiosi
indiani hanno creato geni animali sintetizzati, mentre gruppi di
ricercatori americani sono riusciti a produrre geni umani artificiali.
Nel 1973, prendono contatto con un giovane giornalista francese, a cui
danno il nome di Rael, per trasmettergli una straordinaria rivelazione
che svela il mistero delle origini della vita. Gli spiegano che la vita
sulla terra non è il risultato di un evoluzione dovuta al caso, ne
l’opera di un “Dio” soprannaturale: è una creazione deliberata,
concepita da una civiltà scientificamente avanzata.
Rael fonda il Movimento Raeliano, che, ormai da più di 25 anni, opera
per diffondere questo straordinario messaggio sul tutto il pianeta e
per costruire un’Ambasciata dove gli Elohim torneranno ufficialmente
per incontrarci.
Questa è l'epoca in cui l'uomo saprà forse compiere le più grandi
imprese di tutta la sua storia. L'esplorazione spaziale è già una
realtà ed i primi passi nella creazione della vita da parte dei nostri
scienziati ci svelano delle nuove ed entusiasmanti prospettive e ci
indicano che siamo giunti ad una svolta epocale nel nostro modo di
concepire l'universo che ci circonda.
Il progetto «Terraforming», il cui scopo è quello di rendere abitabile
il pianeta Marte per impiantarvi in futuro la vita, ricalca in modo
sorprendente il racconto della genesi biblica, e tutto non fa che
confermare il Messaggio rivelatore di cui Raël si fa portavoce.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-03 12:42:02 UTC
Permalink
Circa 25000 anni fa, degli uomini, che >vivevano su un altro pianeta della
nostra galassia, raggiunsero un livello di >conoscenza paragonabile al
nostro. Per non mettere in >pericolo l'equilibrio ecologico del loro
pianeta d'origine, decisero >di proseguire altrove le proprie esperienze
scientifiche.
allora non erano proprio come noi..loro forse erano più intelligenti...noi
il nostro pianeta lo stiamo facendo friggere... :-)
Esplorando lo spazio scoprirono la terra e vi costruirono delle basi
scientifiche.
Attraverso la perfetta padronanza >dell'ingegneria genetica e del DNA,
tu hai detto che erano al nostro stesso livello o sbaglio? noi abbaimo
padronanza del..DN...scusa?
diedero forma ad ogni essere vivente che esiste >oggi sul nostro pianeta,
e chi ha inventato il DNA?
compreso l'uomo, che crearono a propria immagine e somiglianza come dice
testualmente la Bibbia, che nella Genesi parla dell'opera di questi
extraterrestri.
Si in effetti dopo aver bevuto diversi bicchieri di Brunello anche io ho
letto il libro della
Genesi in questa chiave "extraterrestre"...
ma ti rendi conto della minch... che hai detto
Infatti dice: " Il primo giorno Elohim fece questo, il secondo giorno
Elohim fece quello, > > ecc. "La parola Elohim deriva dall'antico ebraico
e significa "quelli che > sono venuti dal cielo",
dove c'è scritto? nel Vangelo secondo Gigi?...oh...guarda che scherzo...non
te la prendere.. :-)

Il sostantivo ebraico Želohìm (dèi) deriva da una radice che significa
"essere forte". ŽElohìm è il plurale di Želòhah (dio). A volte questo
plurale si riferisce a diversi dèi (Ge 31:30, 32; 35:2), ma più spesso è
usato come plurale di maestà, dignità o eccellenza. ŽElohìm nelle Scritture
è riferito a Dio stesso!!

Aaron Ember scrisse: "Che la lingua del VT (vecchio testamento) abbia
interamente rinunciato all'idea della pluralità in . . . [ŽElohìm] (quando è
riferito all'Iddio d'Israele) è dimostrato specialmente dal fatto che esso
si costruisce quasi invariabilmente con un predicato verbale singolare e
prende un attributo aggettivale singolare. . . . [ŽElohìm] dev'essere
piuttosto spiegato come un plurale intensivo, che denota grandezza e maestà,
equivalente a Il grande Dio". - The American Journal of Semitic Languages
and Literatures, vol. XXI, 1905, p. 208
ed è, per di più plurale. E' interessante sapere, >che solo in seguito,
questo termine è stato tradotto erroneamente >con la parola singolare
"Dio".
erronaeamente...? studia studia...hehe
Nel corso dei secoli, essi inviarono dei >messaggeri (i grandi profeti del
passato),
che diedero origine a tutte la grandi religioni,
e perchè creare tante religioni e non una sola? e perchè poi far scannare
l'umanità per motivi religiosi? (esempio banale...se io ho due figli...non
insegno ad uno il cattolicesimo, a all'altro l'islam e li metto l'uno contro
l'altro...sarei un grande infame!!)
per cercare di elevare il livello di coscienza dell'umanità e per
mantenere vivo il ricordo della creazione, in previsione di un epoca
futura. Gesù, Buddha, Mosè, Maometto ed >altri come loro, sono stati dei
messaggeri di questi extraterrestri. Ognuno di >loro ha portato una
rivelazione ed un messaggio adatti alla cultura e >al livello di
comprensione dei popoli che vivevano nella >propria epoca.
ma si...mettiamoci tutti...anche Marilin Monroe e James Dean, Frank Sinatra
e J.F.K...a dimeticavo Elvis e Freddie Mercury...o mio dio!! e John Lennon
dove l'ho lasciato!!
I nostri creatori furono, però, divinizzati da questi >uomini primitivi che
non potevano comprendere la tecnologia avanzata >di cui essi disponevano.
e già...quando Mosè vide uno dei creatori con il Chayenne rimase
estremamente turbato...tanto che si fece scrivere su pietra il codice
stradale...ohps...i dieci comandamenti...
Gesù, nato dall'unione di uno di questi >extraterrestri di nome Jahvè e di
una donna della terra,
questa è una bestemmia!!!
(Colossesi 1:13-18) .... Egli (Gesù) è l'immagine dell'invisibile Iddio, il
primogenito di tutta la creazione; perché per mezzo di lui tutte le [altre]
cose furono create nei cieli e sulla terra, le cose visibili e le cose
invisibili, siano essi troni o signorie o governi o autorità. Tutte le
[altre] cose sono state create per mezzo di lui e per lui. Ed egli è prima
di tutte le [altre] cose e per mezzo di lui tutte le [altre] cose furono
fatte esistere.



quindi SENZA DUBBIO Gesù è stata la prima creatura creata da Dio, ed egli è
stato "l'arteficie" o "l'architetto" di tutte le cose.
era stato incaricato di creare un movimento per diffondere i messaggi
biblici in previsione della nostra epoca.
Gesù è venuto sulla terra ed è morto come Riscatto per il genere umano...lo
dice la Bibbia stessa...ma a quanto pare tu non l'hai letta...
L'era che stiamo vivendo era stata prevista da > tutte le grandi
religioni. La religione cristiana la descrive come > l'era dell'Apocalisse
(dal greco "apocalypsis" ) che > non significa fine del mondo, ma
"rivelazione".
una cosa giusta l'hai detta...infatti la "rivelazione" fu quella che ebbe
Giovanni sull'isola di Patmos quando scrisse questo libro.
Ed è proprio nel 1946, dopo l'esplosione della >bomba atomica di
Hiroshima, che l'umanità è entrata nell'era >scientifica e gli Elohim
decidono di inviare l'ultimo dei loro >messaggeri.
Siamo entrati nell'età dell'Apocalisse, come >stanno a dimostrare i segni
si ma la bibbia dice chiaramente che i tempi della fine incominciano nel
1914 in base alla profezia di Daniele e non dal 1946
il popolo di Davide ritrova il suo paese (creazione dello Stato di
Israele)
mi pui dire a che cosa ti riferisci? i segni della fine del mondo si trovano
in Matteo capitolo 24 tu da che parte l'hai trovata stà roba?
i ciechi possono vedere (in America e stata realizzata > una protesi
elettronica)
a dire la verità la bibbia dice che questo avverrà dopo il giudizio di
Dio...e non è ancora avvenuto!!! a meno che io non ne sia al corrente!!
l'uomo porta la sua voce al di là oceani (satelliti per telecomunicazioni)
ma dove le hai lette ste robe? su Nuova Elettronica?
infatti alcuni studiosi indiani hanno creato geni animali sintetizzati,
mentre gruppi di ricercatori americani sono riusciti a produrre geni umani
artificiali.
quindi?
Nel 1973, prendono contatto con un giovane > giornalista francese, a cui
danno il nome di Rael, per trasmettergli una straordinaria rivelazione che
svela il mistero delle origini della vita.
hanno contattato anche me, ma io non gli ho dato retta....non mi piaceva il
nome...ho cercato di dirgli che il nome che volevano darmi sembrava quello
di un detersivo...però loro dicevano che era bello...allora hanno cercato
qualcun'altro
Gli spiegano che la vita sulla terra non è il risultato di un evoluzione
dovuta al caso, ne l'opera di un "Dio" soprannaturale: è una creazione
deliberata,
ok su questo potrei essere d'accordo
concepita da una civiltà scientificamente avanzata.
e chi ha creato questa società avanzata?
Rael fonda il Movimento Raeliano, che, ormai > da più di 25 anni, opera
per diffondere questo straordinario messaggio > sul tutto il pianeta e per
costruire un'Ambasciata dove gli Elohim torneranno ufficialmente
io non ho preparato trombette e stelle filanti, quando arriveranno farò una
grande figuraccia...
Questa è l'epoca in cui l'uomo saprà forse >compiere le più grandi imprese
di tutta la sua storia.
si...già le stà compiendo, guarda la terra come è conciata...
L'esplorazione spaziale è già una realtà ed i primi passi nella creazione
della vita > da parte dei nostri scienziati ci svelano delle nuove ed
entusiasmanti prospettive e ci indicano che siamo giunti ad una svolta
epocale > nel nostro modo di concepire l'universo che ci circonda.
a dire la verità al giorno d'oggi sappiamo più di come si uccide che di come
si vive...potremmo creare degli uomini, ma se non riusciamo a salvare il
nostro pianeta cosa facciamo? Andiamo su un altro per distruggerlo? e poi
scusa questi Elohim dove sarebbero ora? Sul loro pianeta "della nostra
galassia" ne sei sicuro?
Il progetto «Terraforming», il cui scopo è quello di rendere abitabile il
pianeta Marte per impiantarvi in futuro la vita, > ricalca in modo
sorprendente il racconto della genesi biblica
scusa ma tu l'hai letta la Bibbia? no perchè mi sorgono dei dubbi.
tutto non fa che
confermare il Messaggio rivelatore di cui Raël > si fa portavoce.
se leggi la bibbia, e i testi religiosi in genere ti accorgi che con tutto
quello che hai detto sopra.....NON centrano NIENTE!! Tutto quello che hai
fatto è stato prendere pezzetti di qua e di la e crearti una storiella
affascinante. Potresti farci un film o fondare una religione, o aprire un
parco a tema, ma questo non significa che hai scoperto i fondamenti
dell'umanità. Anche io prendendo la bibbia e mischiandola con altri testi
potrei creare una religione e identificarmi come profeta; potrei anche fare
tutto cio unendo delle frasi dette da Topolino, Pippo e Nonna papera e
potrebbe avere lo stesso impatto.

Ora a parte gli scherzi, io penso che prima di fare certe affermazioni
dovresti documentarti sulle fonti dalle quali attingi per scrivere. Questo
post risulta molto superficiale, e lascia il tempo che trova, spero che tu
lo abbia scritto per farci fare due risate. Se invece credi realmente a ciò
che hai scritto ti prego di informarti meglio perchè solo la bibbia
smentirebbe ogni tua affermazione.

ciao
About:Blank
2005-10-03 14:29:14 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
e già...quando Mosè vide uno dei creatori con il Chayenne
Il "Chayenne della Porche".. Ma chi sarebbe 'sto Creatore?
Marco Ranzani di Cantu'?
--
Ciao, m
Il Risolutore
2005-10-03 14:48:24 UTC
Permalink
Post by About:Blank
Il "Chayenne della Porche".. Ma chi sarebbe 'sto Creatore?
Marco Ranzani di Cantu'?
Vaaaaaaaaaaaa Bene Ooooooookey

:-)
<Gigi>www.rael.org
2005-10-03 19:47:06 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
Ora a parte gli scherzi, io penso che prima di fare certe affermazioni
dovresti documentarti sulle fonti dalle quali attingi per scrivere. Questo
post risulta molto superficiale, e lascia il tempo che trova, spero che tu lo
abbia scritto per farci fare due risate. Se invece credi realmente a ciò che
hai scritto ti prego di informarti meglio perchè solo la bibbia smentirebbe
ogni tua affermazione.
ciao
Se pensi questo è inutile discutere.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-03 21:36:57 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Se pensi questo è inutile discutere.
a dire la verità io pensavo che con il mio messaggio provocatore riuscissi a
farti tirare fuori qualche prova di quello che dici.
Mi piacerebbe allargare il mio modo di pensare sentendo anche altre
"campane".

Alla mia richiesta
Post by <Gigi>www.rael.org
"penso che prima di fare certe affermazioni dovresti documentarti sulle
fonti dalle quali >>attingi per scrivere"
Se pensi questo è inutile discutere.
allora vuole dire che reputi le tue fonti poco valide. E mi associo con
Serni nel dire che non tutto ciò che hai detto è sbagliato;
trovo solo "ridicolo" (Il "ridicolo" è mio) il fatto che si vogliano trovare
per forza dei colegamenti a cose che non centrano nulla.

Forse ho risposto impulsivamente, però sai, quando vengono fatte certe
affermazioni è difficile non rimanere zitti. Non so se te ne sei accorto ma
hai sparato grosso in questo post, ma la cosa grave è che hai pensato che ci
bevessimo le tue spiegazioni, così alla leggera.

Io sono disposto a cambiare il mio tono di discussione, se ti va possiamo
continuare... :-)

se ti va...rispondi alle mie obiezioni...

Ciao
Giorgio Gallo
2005-10-03 23:53:57 UTC
Permalink
Il Risolutore <***@lutor> ha scritto:

( start quoting )
Post by Il Risolutore
Io sono disposto a cambiare il mio tono di discussione, se ti va
possiamo continuare... :-)
se ti va...rispondi alle mie obiezioni...
Non ti risponderà mai semplicemente perchè non ne è capace
Di solito i Raeliani fanno così (togliamo il di solito)
sparano sentenze senza voler discutere nulla
perchè "Quello che dice Rael è verità"

questo basta per farti capire il livello di assuefazione
e lavaggio del cervello

non è colpa loro
come non è colpa dei cristiani bigotti che, ad occhi chiusi, credono a tutte
le storielle a cui sono abituati

Se vuoi, e solo per curiosità, leggiti questa discussione

http://groups.google.it/group/it.discussioni.misteri/browse_frm/thread/ecffc8d88d2d1f62/51497794fd15054e?lnk=st&q=Raeliani&rnum=4&hl=it#51497794fd15054e

per comprendere meglio anche queste 2

http://www.google.com/url?sa=D&q=http://groups.google.it/groups%3Fq%3Dg:thl1586108732d%26dq%3D%26hl%3Dit%26lr%3D%26c2coff%3D1%26selm%3D9Ja1e.37663%2524Of5.24429%2540nntpserver.swip.net%26rnum%3D99

http://www.google.com/url?sa=D&q=http://groups.google.it/groups%3Fhl%3Dit%26lr%3D%26c2coff%3D1%26selm%3DzPf1e.37836%2524Of5.24305%2540nntpserver.swip.net%26prev%3D/groups%253Fq%253DP(A)%2526hl%253Dit%2526lr%253D%2526group%253Dit.discussioni.misteri%2526c2coff%253D1%2526selm%253DzPf1e.37836%252524Of5.24305%252540nntpserver.swip.net%2526rnum%253D6

Giorgio
Nicola®
2005-10-03 23:59:12 UTC
Permalink
Post by Giorgio Gallo
Se vuoi, e solo per curiosità, leggiti questa discussione
Ci aggiungerei anche questa:

http://snipurl.com/i4ws

tipica dimostrazione di lancio del sasso e...
--
One, two, Freddy's coming for you...
Three, four, better lock your door...
Five, six, grab your crucifix...
Seven, eight, gonna stay up late...
Nine, ten, never sleep again.
Il Risolutore
2005-10-04 08:34:12 UTC
Permalink
Post by Nicola®
http://snipurl.com/i4ws
tipica dimostrazione di lancio del sasso e...
rispondo anche al caro Girogio Gallo...

ho letto queste discussioni e mi sembra sempre di più di ricordare una
puntata dei "Simpson" in cui una setta fece il lavaggio del cervello ad
Homer senza riuscirci... sti tizi dicevano ad Homer :" ripeti con noi...il
capo è grande, il capo è il migliore, il capo e degno di essere
adorato..etc..etc.." ed Homer guradando fuori dalla finestra diceva
innocentemente..." Doh! un uccellino" senza calcolare sti qua.

Toglietemi una curiosità: ma questi raeliani cosa sono una specie di
Pokemon? Insomma...non è per insultare, ma credono veramente nelle
baggianate che dicono? é un insulto all'umanità intelligente.

Vabbè...lassiamo perdere!! :-)

ciao
<Gigi>www.rael.org
2005-10-04 02:52:45 UTC
Permalink
Post by Giorgio Gallo
Non ti risponderà mai semplicemente perchè non ne è capace
Di solito i Raeliani fanno così (togliamo il di solito)
sparano sentenze senza voler discutere nulla
perchè "Quello che dice Rael è verità"
Falso.
Siete voi che sparate sentenze: "ah quello che dite sono tutte
sciocchezze.....ecc....
Post by Giorgio Gallo
questo basta per farti capire il livello di assuefazione
e lavaggio del cervello
Sei un ignorante, poichè ignori i raeliani e quindi nomn sei in grado
di di dare dei giudizi.
Vuoi parlare di lavaggio del cervello?
Benissimo...
I lavaggi del cervello sono impossibili senza violenza. Ogni
cambiamento
d'opinione, che questa opinione sia religiosa, politica, o altro, è un
"lavaggio del cervello" volontario eseguito da colui che decide di
cambiare opinione. Ed è la sua liberta, garantita dai Diritti
dell'Uomo, cambiare d'opinione.
Tutti gli esperimenti scientifici hanno provato che in stato d'ipnosi
si fa fare ad un soggetto ipnotizzato solo ciò di cui lui è d'accordo
dicompiere.
Si può sempre ipnotizzare un cattolico fervente, non lo si farà mai
convertire al buddismo. Degli esperimenti americani avanzati hanno
mostrato che delle giovani donne in stato d'ipnosi profondo
conservavano
sufficientemente coscienza per rifiutare di avere rapporti sessuali con
uno sconosciuto, e che non si poteva neanche farle saltare dalla
finestra del terzo piano. L'ipnosi permette di rilassare, ma si
conserva sempre il proprio giudizio e il proprio libero arbitrio.
I soli casi in cui si ha il diritto di parlare di "lavaggio del
cervello", è quando un individuo è tenuto prigioniero da qualche parte
contro la sua volonta ed è sottoposto a dei trattamenti fisici e
psichici che mirano a modificare la sua personalità.
Ogni individuo pensa e crede ciò che vuole pensare di credere.

Ora dimostrami che ai raeliani è stato fatto il lavaggio del cervello e
in che modo è stato fatto.
Post by Giorgio Gallo
non è colpa loro
come non è colpa dei cristiani bigotti che, ad occhi chiusi, credono a tutte
le storielle a cui sono abituati
Falso.
Non si tratta di credere, ma di capire.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
<Gigi>www.rael.org
2005-10-04 02:29:38 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
a dire la verità io pensavo che con il mio messaggio provocatore riuscissi a
farti tirare fuori qualche prova di quello che dici.
Mi piacerebbe allargare il mio modo di pensare sentendo anche altre
"campane".
E' inutile discutere con una persona che ha il tuo atteggiamento.
Le tue domande sono in se già delle affermazioni.
Sarebbe infatti indelicato sentenziare già in partenza:"quello che
andate predicando è tutta una sciocchezza per questo, questo e
quest'altro motivo". No, è meglio fare delle domande in maniera da
giustificare, agli occhi dell'interlocutore, ciò che il galateo
impediva di dire di primo getto.
Infatti questo tuo atteggiamento si è capito alla fine di tutte le tue
domande e non all'inizio.
Ebbene, pur rimanendo nel rispetto della pluralità di pensiero, credo
che questo sia un atteggiamento che non valga la pena di incoraggiare.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-04 09:53:59 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
E' inutile discutere con una persona che ha il tuo atteggiamento.
mi ero riproposto di cambiarlo il mio atteggiamento e sono ancora disposto a
farlo
Post by <Gigi>www.rael.org
Le tue domande sono in se già delle affermazioni.
se sei sicuro di quello che credi potresti fare anche delle obiezioni alle
mie affermazioni.
Post by <Gigi>www.rael.org
Sarebbe infatti indelicato sentenziare già in partenza:"quello che andate
predicando è tutta una sciocchezza per > questo, questo e quest'altro
motivo
Il mio tono critico e sarcastico era solo un modo per stemperare certe
affermazioni molto pesanti che hai fatto tu senza citare fonti. Ma se tu ci
credi e hai le prove è tuo DOVERE rispondermi se no mi dai modo di pensare
che ho ragione
Post by <Gigi>www.rael.org
Infatti questo tuo atteggiamento si è capito alla > fine di tutte le tue
domande e non all'inizio.
cos'è ti sei offeso perchè ho detto di informarti?
perchè non cominciamo tutto da capo?
Post by <Gigi>www.rael.org
che questo sia un atteggiamento che non valga > la pena di incoraggiare.
io modifico il mio atteggiamento tu però prova a rispondere a queste
semplici domande, che possono darti l'opportunità di spiegare le tue
motivazioni e le tue credenze.

1) tu hai scritto: "Attraverso la perfetta padronanza dell'ingegneria
genetica e del DNA,
diedero forma ad ogni essere vivente che esiste oggi sul nostro pianeta,
compreso l'uomo"

-Chi ha creato l'universo?
- Chi ha creato "loro"?
- Gli animali esistevano già nel loro pianeta d'origine o gli hanno
inventati dopo?
- I primi uomini creati in laboratorio erano bianchi o neri?
- Questi esseri superiori hanno sesso? si riproducono?
- Dov'è il loro pianeta? Si sono mai manifestati a persone non Raeliane? Che
lingua parlano?
- Come sono fatti? Sono a nostra immagine?
-Perchè in migliaia di anni di storia umana (conosciuta) non ci hanno mai
colonizzato, o sottomesso alle loro leggi? Perchè non mandano dei loro
rappresentanti qua sulla terra?
- Perchè ci lasciano distruggere il loro pianeta? (perchè allora come dici
te...il pianeta è loro, noi siamo cavie)
- perchè non risolvono i problemi dell'umanità?
- perchè se ne stanno sul loro pianeta e se ne sbattono dei loro figli?

2) tu hai scritto: "E' interessante sapere, che solo in seguito, questo
termine è stato tradotto erroneamente con la parola singolare
"Dio"."

- Sei sicuro di questa affermazione?
- Tu dici "erroneamente" quali sono le tue basi e le tue fonti?
- Perchè nella bibbia questo Elohim ci tiene a precisare più volte che Lui è
"uno solo" invece voi dite che sono tanti?
- Perchè fece scrivere la legge mosaica e poi la fece abrogare?
- Perchè mandò Suo figlio a morire?
- lo stesso Elohim di cui parli tu comandò di andare in giro a insegnare la
sua parola in tutta la terra, voi lo state facendo? Qual'è la sua parola?

3) tu hai scritto:"Gesù, Buddha, Mosè,
Maometto ed altri come loro, sono stati dei
messaggeri di questi extraterrestri"

- Perchè non mandarne giù solo uno per tutta l'umanita?
- Perchè poi mandare profeti che dicevano cose diverse tra loro?
-Perchè oggi ci sono guerre tra cristiani e mussulmani? non possono
intervenire gli extraterrestri? o si divertono a vedere scorrere il sangue?
- Perchè istigare l'odio nelle persone creando diverse religioni?

4) tu hai scritto "Oggi l'umanità è giunta in un'era dove, attraverso la
conoscenza scientifica, può comprendere le proprie origini e mettersi in
armonia con l'universo che lo circonda"

- Ti sembra quello che stà avvenendo nel mondo?

5) tu hai scritto:"La religione cristiana la descrive come l'era dell'Apocalisse
(dal greco "apocalypsis" ) che non significa fine del
mondo, ma "rivelazione"

giusto, infatti il sostantivo greco (apokàlypsis) così tradotto significa
"scoprimento", "svelamento", e spesso è usato a proposito di rivelazioni di
natura spirituale o inerenti alla volontà e ai propositi di Dio ma...

L'apocalisse viene descritta in una lettera indirizzata ai Tessalonicesi,
nella quale l'apostolo Paolo scrive: "È giusto da parte di Dio rendere
tribolazione a quelli che vi fanno tribolare, ma, a voi che soffrite
tribolazione, sollievo con noi alla rivelazione [o apocalisse] del Signore
Gesù... allorché recherà vendetta su quelli che non conoscono Dio e su
quelli che non ubbidiscono alla buona notizia intorno al nostro Signore
Gesù. Questi stessi subiranno la punizione giudiziaria della distruzione
eterna"



- se come dici tè Gesù è un messaggero extraterrestre quale punizione
giudiziaria ci spetta? e a chi? ma sopratutto Perchè?

-Visto che qui si parla di "ubbidire alla buona notizia intorno al Cristo",
Qual'è la buona notizia?

- Voi state ubbidendo alla buona notizia?

(se no sarete distrutti...hehe)



6) tu hai scritto: "Ed è proprio nel 1946, dopo l'esplosione della bomba
atomica di
Hiroshima, che l'umanità è entrata nell'era scientifica e gli Elohim
decidono di inviare l'ultimo dei loro messaggeri."



- Perchè proprio questa data...la bibbia non ne parla?

- La bibbia al limite parla del 1914 tu cosa pensi sia successo in questa
data?

- Il profeta Daniele era anche lui un messaggero extraterrestre?

- cosa sono i 7 tempi?

- come si calcolano?


7) tu hai scritto: "Siamo entrati nell'età dell'Apocalisse, come stanno a
dimostrare i
segni che la Bibbia previde e che tutti attendono"

Matteo 24:3 dice: Mentre sedeva sul monte degli Ulivi, i discepoli gli si
accostarono privatamente, dicendo: "Dicci: Quando avverranno queste cose, e
quale sarà il segno della tua presenza e del termine del sistema di cose?"

-sai dirmi quali sono i segni del termine del sistema di cose che Gesù cita
in seguito?

8) tu hai scritto: "Siamo entrati nell'età dell'Apocalisse [cut] i ciechi
possono vedere (in America e stata realizzata una protesi elettronica)"

ti riferisci forse a questo?
(Isaia 29:18-19) ...E in quel giorno i sordi certamente udranno le parole
del libro, e dalla caligine e dalle tenebre perfino gli occhi dei ciechi
vedranno. E i mansueti certamente accresceranno la loro allegrezza ...

(Isaia 35:5-6) ...In quel tempo gli occhi dei ciechi saranno aperti, e i
medesimi orecchi dei sordi saranno sturati. In quel tempo lo zoppo salterà
proprio come fa il cervo, e la lingua del muto griderà di gioia. Poiché nel
deserto saranno sgorgate le acque, e torrenti nella pianura desertica...



- ti sembra che oggi accada tutto questo?



- ti sembra che una semplice protesi possa significare tutto questo?



9) tu hai scritto: "infatti alcuni studiosi
indiani hanno creato geni animali sintetizzati, mentre gruppi di ricercatori
americani sono riusciti a produrre geni umani artificiali"



-Sai cosa è successo alle prime creature che hanno cercato di fare
esperimenti genetici sulla terra?

- Sai che fine hanno fatto i loro figli?

- Sai chi erano costoro?



10) tu hai scritto :"gli Elohim torneranno ufficialmente per incontrarci."



-Quando? in quale paese?



11) tu hai scritto: "il racconto della genesi biblica, e tutto non fa
checonfermare il Messaggio rivelatore di cui Raël si fa portavoce"



- Cosa dice la GEnesi?

- Quali sono le fonti da cui attingi ?

- Perchè gli extraterrestri hanno distrutto sodoma e gomorra?

-Perchè hanno mandato il diluvio

- Perchè favorivano il popolo di Israele?

- Perchè hanno fatto costruire un tempio a Salomone e perchè oggi non se ne
fanno costruire più ?

- Perchè hanno permesso a Nabucodonosor II di distruggere il tempio e
Gerusalemme?



ce ne sarebbero tante altre che mi vengono in mente..però poi verrebbe
troppo complicato rispondere.



io sono qui che attendo risposte valide!!



se non riceverò risposta a nessuna delle domande riterrò che non valga la
pena informarsi

riguardo a voi Raeliani.



Ciao a presto
Giorgio Gallo
2005-10-04 12:32:52 UTC
Permalink
Il Risolutore <***@lutor> ha scritto:

( start quoting )
Post by Il Risolutore
Post by <Gigi>www.rael.org
E' inutile discutere con una persona che ha il tuo atteggiamento.
mi ero riproposto di cambiarlo il mio atteggiamento e sono ancora
disposto a farlo
Post by <Gigi>www.rael.org
Le tue domande sono in se già delle affermazioni.
se sei sicuro di quello che credi potresti fare anche delle obiezioni
alle mie affermazioni.
Mi accodo al Risolutore in maniera totalmente sodalitaria

Tu, caro Gigi, vuoi parlare solo "con chi ti vuol stare a sentire zitto e
muto"
ma appena trovi qualcuno che è in grado (con + o - un paio di neuroni) di
obiettare alle tue affermazioni, anche in maniera del tutto disinteressata e
al solo scopo di approfondire l'argomento, gli dici che è un ignorante
perchè non conosce i raeliani.
Come vedi chi sta in torto sei tu caro Gigi perchè NOI non chiediamo altro
che delle risposte a delle domande che puntualmente non giungono mai.

Avanti... stiamo aspettando (gia da troppo).

Giorgio

P.S. perchè caxxo continui a cross-postare??????? O_____O
<Gigi>www.rael.org
2005-10-04 23:55:11 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
-Chi ha creato l'universo?
- Chi ha creato "loro"?
- Gli animali esistevano già nel loro pianeta d'origine o gli hanno
inventati dopo?
Non c'è inizio e non c'è fine nell'universo, nè nello spazio, nè nel
tempo.
E' questo, tra l'altro, il significato del nostro simbolo.
Gli Elohim sono stati creati da altri esseri venuti da un altro
pianeta, e anche questi ultimi sono stati creati da altri esseri venuti
da un altro pianeta e così di seguito all'infinito, e noi stessi
creeremo degli uomini su un altro pianeta, che a loro volta creeranno
degli altri uomini su un altro pianeta, e cosi di seguito all'infinito.
L'esplorazione spaziale è già una realtà ed i primi passi nella
creazione della vita da parte dei nostri scienziati ci svelano delle
nuove ed entusiasmanti prospettive e ci indicano che siamo giunti ad
una svolta epocale nel nostro modo di concepire l'universo che ci
circonda.
Il progetto «Terraforming», il cui scopo è quello di rendere abitabile
il pianeta Marte per impiantarvi in futuro la vita. Si sta ripetendo
ciò che è gia successo.
Non ha senso cercare un inizio dell'universo nel tempo come cercarlo
nello spazio; tutto è ciclico. Eraclito diceva 500 anni prima di
Cristo:" Nulla si perde, nulla si crea, tutto si trasforma.
Per la mente umana è difficile assimilare un simile concetto, poichè
l'uomo nasce, vive un certo numero di anni, e un giorno muore. Ogni
cosa con cui abbiamo a che fare nella vita di tutti i giorni ha un
inizio ed una fine, e questo ci fa credere che anche l'universo debba
essere limitato nel tempo.
Ma prendi un bambino, la cui mente è ancora libera da questi paradigmi.
Quando i suoi genitori gli diranno che il mondo è stato creato da
"Dio",
egli replicherà subito chiedendo: «E chi ha creato Dio?»
E' una domanda giustissima, poichè ogni tentativo di porre un inizio
all'universo porta inevitabilmente a chiedersi cosa vi fosse prima. E'
una domanda che per questo contiene già in sé la risposta: non cè alcun
inizio.
Del resto se chiediamo chi ha creato DIO, la risposta è: c'è sempre
stato.
Ritorniamo, quindi al concetto di infinito. Oppure, per quanto riguarda
il Big Bang, cosa c'era prima di questa esplosione? e questa massa
accumulata da dove arrivava?
Il concetto di infinito è la risposta: infinite creazioni,
nell'infinito
dello spazio e del tempo, perchè non c'è nessun inizio e nessuna fine
nell'infinito.
Post by Il Risolutore
- I primi uomini creati in laboratorio erano bianchi o neri?
sono state create 7 razze.
Post by Il Risolutore
- Questi esseri superiori hanno sesso? si riproducono?
si. Sono simili a noi.
Sulla Bibbia c'è scritto: "facciamo l'uomo a nostra immagine e
somiglianza". (Gn. I-26)
Questi extraterrestri sono simili a noi con gambe, testa e tutto il
resto.
Questi Elohim si sono anche accoppiati con gli uomini.
Sulla Bibbia c'è scritto: "Quando gli uomini cominciarono a
moltiplicarsi sulla superficie della terra
e nacquero loro delle figlie, avvenne che i figli degli Elohim
s'accorsero che le figlie degli uomini
erano belle. Presero per loro delle donne fra tutte quelle che avevano
eletto." (Gn.VI-1).
Ciò significa: I creatori presero agli uomini le loro figlie più belle
e ne fecero le loro donne.
Più avanti c'è scritto: "Quando dopo che i figli degli Elohim si
congiunsero alle figlie degli uomini, ed
esse generarono, ne vennero gli eroi, uomini famosi nei secoli".(Gn.
VI-4)
Qui ci sono le prove che i creatori potevano unirsi con le figlie degli
uomini, che avevano creato a loro immagine ed averne dei bambini
eccezionali.
Post by Il Risolutore
- Dov'è il loro pianeta?
Gli Elohim hanno detto a Rael che il loro sole è una delle stelle
vicino a noi.


Si sono mai manifestati a persone non Raeliane?

Dicono di no.

Che lingua parlano?

E' una lingua simile all'antico ebraico.
Post by Il Risolutore
- Come sono fatti? Sono a nostra immagine?
si
Post by Il Risolutore
-Perchè in migliaia di anni di storia umana (conosciuta) non ci hanno mai
colonizzato, o sottomesso alle loro leggi? Perchè non mandano dei loro
rappresentanti qua sulla terra?
Perchè non hanno bisogno di schiavi.
Post by Il Risolutore
- Perchè ci lasciano distruggere il loro pianeta? (perchè allora come dici
te...il pianeta è loro, noi siamo cavie)
- perchè non risolvono i problemi dell'umanità?
- perchè se ne stanno sul loro pianeta e se ne sbattono dei loro figli?
L'umanità è responsabile delle proprie azione ed è in grado di
risolvere i propri problemi da sola.
Post by Il Risolutore
2) tu hai scritto: "E' interessante sapere, che solo in seguito, questo
termine è stato tradotto erroneamente con la parola singolare
"Dio"."
- Sei sicuro di questa affermazione?
si
Post by Il Risolutore
- Tu dici "erroneamente" quali sono le tue basi e le tue fonti?
il termine ELOHIM ha una etimologia INCERTA.
Elohim, parola ebraica plurale maschile, è stato tradotto con il
termine
latino Deus, "Dio", al singolare.

la Bibbia di Chouraqui

"Nuovissima versione
della Bibbia, Genesi",
Edizioni Paoline

la Bibbia di Edouard Dhorme

la "grammatica ebraica" di padre Jouon

"Gli dei d’Israele" di André Cherpillod

"Elohim" di Roger Vigneron

"Elohim" di Roger Vigneron"Premier Testament
des Dieux di Eric Guerrier

A. LODS in "Israele dalle Origini
all'ottavo secolo prima della nostra era

La Cabbale de Papus (ed.Dangles) (1973)

Vocabulaire de Theologie Biblique (Ed. de Cerf) (1964)

Dict. de Culture religieuse (ed. Servi) (1949)

Chi sono gli Elohim della Bibbia?" di Luc Remaynet


Per ora mi fermo qui.
Per tutte le risposte alle domande, basta leggere i libri (sono
gratutiti sul internet).
Ci sono tutte le risposte alle domande che hai fatto.
Se invece non riesci a trovare le risposte, ti aiuterò io.
Ma con calma, perchè hai fatto 56 domande e come avrai visto per certe
risposte occorre fare un discorso complesso.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Nicola®
2005-10-05 11:20:28 UTC
Permalink
Gli Elohim sono stati creati da altri esseri venuti da un altro pianeta,
e anche questi ultimi sono stati creati da altri esseri venuti da un
altro pianeta e così di seguito all'infinito, e noi stessi creeremo
degli uomini su un altro pianeta, che a loro volta creeranno degli altri
uomini su un altro pianeta, e cosi di seguito all'infinito.
Ahhhhhh....ecco chi è che ha creato i rettiliani...
<Gigi>www.rael.org
2005-10-05 16:33:05 UTC
Permalink
Post by Nicola®
Ahhhhhh....ecco chi è che ha creato i rettiliani...
No.
Noi non abbiamo parlato dei rettiliani
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-06 08:28:02 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Non c'è inizio e non c'è fine nell'universo, nè nello spazio, nè nel
tempo.
e qui sono d'accordo!! :-)

ma questi Elohim hanno creato anche l'universo..secondo la Bibbia si!!

(Isaia 40:25-26) "Ma a chi potete assomigliarmi perché io gli sia
uguagliato?" [qui parla Dio] dice il Santo. [appunto Elohim] "Alzate gli
occhi in alto e vedete. Chi ha creato queste cose? Colui che ne fa uscire l'esercito
perfino a numero, che tutte chiama perfino per nome. A motivo dell'abbondanza
di energia dinamica, essendo egli anche vigoroso in potenza, non [ne] manca
nessuna. [qui parla delle stelle]



quindi, semplici uomini hanco creato le stelle i pianieti, le galassie, e
l'universo? caspita...va bene la tecnologia..però...
Post by <Gigi>www.rael.org
Gli Elohim sono stati creati da altri esseri venuti > da un altro
pianeta, e anche questi ultimi sono stati creati da altri esseri venuti
da un altro pianeta e così di seguito all'infinito,
e questi esseri che hanno creato gli Elohim che fine hanno fatto? dove sono?

se mi permetti penso che ci sia una contraddizione in quello che hai detto:
Tu dici che gli Elohim sono stati creati da altri esseri. come spieghi
allora questo passo?

(Salmo 90:2) ....Sì, da tempo indefinito fino a tempo indefinito tu sei
Dio.

Il termine ebraico "ohlàm" [ a tempo indefinito]quando riferito a Dio indica
il fatto che il Creatore (o Dio quindi Elhoim) è sempre esistito e sempre
esisterà.

* come spieghi allora la tua affermazione?
Post by <Gigi>www.rael.org
e noi stessi creeremo degli uomini su un altro pianeta, che > a loro volta
creeranno degli altri uomini su un altro pianeta, e cosi di seguito
all'infinito.
su quale pianeta creeremo questi uomini? e saremo anche noi degli Dei per
loro? Perchè il Dio della bibbia dice di essere solo uno ed esige esclusiva
devozione mentre voi dite che sono tanti dei?
Post by <Gigi>www.rael.org
Non ha senso cercare un inizio dell'universo nel > tempo come cercarlo
nello spazio; tutto è ciclico. Eraclito diceva 500 anni prima di Cristo:"
Nulla si perde, nulla si crea, tutto si trasforma.
la bibbia non dice proprio così, anzi dice che Dio è eterno sempre esistito
e che le persone che non fanno la sua volontà verranno uccise.
Post by <Gigi>www.rael.org
Per la mente umana è difficile assimilare un simile concetto, poichè
l'uomo nasce, vive un certo numero di anni, e un giorno muore.
concordo in pieno
Post by <Gigi>www.rael.org
Del resto se chiediamo chi ha creato DIO, la risposta è: c'è sempre
stato.
vedi allora che ti contraddici da solo... :-P
Post by <Gigi>www.rael.org
sono state create 7 razze.
Altra contraddizione, la bibbia dice fu creato un solo uomo, e poi emigrando
in diversi paesi il suo fisico e quello dei suoi discendenti si adattò a
diversi climi cambiando il suo aspetto e creando le razze.
Post by <Gigi>www.rael.org
Sulla Bibbia c'è scritto: "facciamo l'uomo a nostra immagine e
somiglianza". (Gn. I-26)
tu dici che gli Elohim sono uguali a noi ma...

altra contraddizione:

Il vero Dio è spirito, non carne [(Giovanni 4:24) Dio è uno Spirito, e
quelli che l'adorano devono adorarlo con spirito e verità"vedi anche 2Co
3:17)] anche se a volte paragona la sua vista, la sua potenza, ecc., a
facoltà umane. Infatti parla figurativamente del suo "braccio" (Eso 6:6),
dei suoi "occhi" e "orecchi" (Sl 34:15), e spiega che, essendo il Creatore
degli occhi e degli orecchi umani, è certo in grado di vedere e udire. - Sl
94:9.
Post by <Gigi>www.rael.org
Questi Elohim si sono anche accoppiati con gli > uomini
sono gay? perdonami la battuta dai...era amichevole.... hehe
Post by <Gigi>www.rael.org
Sulla Bibbia c'è scritto: "Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi
sulla superficie della terra
e nacquero loro delle figlie, avvenne che i figli > degli Elohim
s'accorsero che le figlie degli uomini
erano belle. Presero per loro delle donne fra tutte quelle che avevano
eletto." (Gn.VI-1).
i figli di Dio sono intesi gli angeli, le creature spirituali. la bibbia fa
una chiara distinzione tra uomini fatti di carne ed ossa e creature
spirituali senza corpo fisico. Questi angeli infatti si ribellarono a Dio, e
entrarono in corpi umani ed ebbero rapporti con le donne umane. Queste
partorirono dei figli detti Nefilim. Essi erano dei giganti prepotenti e
potenti. Che erano figli di creature spirituali e lo dimostra la loro
potenza.
Dio li distrusse con il dliuvio salvando solo Noè e la sua famiglia. Perchè
distrusse i suoi figli Dio?
Post by <Gigi>www.rael.org
Ciò significa: I creatori presero agli uomini le loro figlie più belle e
ne fecero le loro donne.
errore vedi sopra... nella bibbia i figli di Dio o figli di Elohim a volte
vengono chiamati loro stessi Elohim sono gli angeli con corpo spirituale e
non fisico. [Vedi avanti]
Post by <Gigi>www.rael.org
Qui ci sono le prove che i creatori potevano unirsi con le figlie degli
uomini, che avevano creato a loro immagine ed > averne dei bambini
eccezionali.
dopo il diluvio Dio non permise che questi angeli prendessero corpi carnali
per avere rapporti sessuali con le donne e qunidi potessero avere una
progenie. Infatti da Noè ad oggi nessuna creatura spirituale ha avuto
rapporti con uomini ed ha avuto figli speciali.
Post by <Gigi>www.rael.org
Gli Elohim hanno detto a Rael che il loro sole è > una delle stelle vicino
a noi.
come mai con la tecnologia che abbiamo non l'ha visto nessuno questo
pianeta?
Post by <Gigi>www.rael.org
Si sono mai manifestati a persone non Raeliane?> Dicono di no.
strano non trovi? se tutti siamo loro figli...
Post by <Gigi>www.rael.org
Che lingua parlano?
E' una lingua simile all'antico ebraico
la scrivono sempre senza vocali?
Post by <Gigi>www.rael.org
Perchè non hanno bisogno di schiavi.
e perchè non si rendono manifesti a tutti, perchè non hanno contattato anche
me per esempio?
Post by <Gigi>www.rael.org
L'umanità è responsabile delle proprie azione ed è in grado di risolvere i
propri problemi da sola.
questo è tutto quello che non succede oggi...
Post by <Gigi>www.rael.org
il termine ELOHIM ha una etimologia INCERTA.
già !! da questo anche le tue supposizioni possono essere screditate...
Post by <Gigi>www.rael.org
Elohim, parola ebraica plurale maschile, è stato > tradotto con il termine
latino Deus, "Dio", al singolare.
errore!!!

Il titolo ŽElohìm dà risalto alla forza di Dio quale Creatore. Ricorre 35
volte da solo nel racconto della creazione, e ogni volta IL VERBO e ripèeto
IL VERBO che descrive ciò che Dio disse o fece è al SINGOLARE ripeto AL
SINGOLARE . (Ge 1:1-2:4) In lui risiedono forze infinite!!

Il termine Želohìm è usato anche a proposito di dèi idolatrici. A volte
significa semplicemente "dèi". (Eso 12:12; 20:23) Altre volte è un plurale
di maestà e si riferisce a un unico dio (o dea) vedi Marduk...etc..etc..

Quindi il termine Elohim, va decifrato a seconda del verbo usato nella frase
(es: non posso dire "essi ho fatto" capisci?) Questa è una forzatura che
fate voi Raeliani , se il verbo è al singolare vuol dire chè è riferito a un
solo Dio!!
inoltre:
Molte volte nelle Scritture ŽElohìm si trova anche preceduto dall'articolo
determinativo ha. (Ge 5:22) Dell'uso di haŽElohìm, F. Zorell dice: "Nelle
Sacre Scritture particolarmente il solo vero Dio, Jahve, è designato da
questo vocabolo; . . . 'Jahve è il [solo vero] Dio' De 4:35; 4:39; Gsè
22:34; 2Sa 7:28; 1Re 8:60 ecc.". - Lexicon Hebraicum Veteris Testamenti,
Roma, 1984, p. 54; quadre dell'autore.
Post by <Gigi>www.rael.org
la Bibbia di Chouraqui
"Nuovissima versione
della Bibbia, Genesi",
Edizioni Paoline
[cut]

ognuno tira l'acqua al suo mulino, ti ricordo solo che la religione
Cattolica è nata nel III°/ IV° secolo dopo cristo con Origene ed Agostino
(uno ad oriente ed uno ad occidente) La religione cattolica nei secoli ha
adottato usanze pagane, e solo pochi fondamenti sono rimasti intatti.

Quello che rimane del cristianesimo originale (quello professato da Cristo)
e ben poco.

e poi in tutte queste tue fonti allora viene tralasciato il fatto che il
termine Elohim abbinato al verbo d'azione, risulta come "gli Elohim ha
fatto" quindi un errore grammaticale...(ripeto come dire Essi ha fatto, o io
abbiamo fatto...etc..etc.)

le cose sono due ho tu hai fatto dire alle tue fonti ciò che volevi. o le
tue fonti non sono accurate, perchè il verbo ebraico è AL SINGOLARE!! e non
ci si scappa!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Ma con calma, perchè hai fatto 56 domande e >come avrai visto per certe
risposte occorre fare un discorso complesso.
certo capisco...per ora rispondi a queste mie obiezioni, io ti ringrazio
delle risposte accurate ed esposte in modo "cordiale"

spero che il mio tono di discussione sia stato altrettanto piacevole

a presto

Il Riso lutor
Golem
2005-10-06 10:08:23 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
Post by <Gigi>www.rael.org
"Nuovissima versione
della Bibbia, Genesi",
Edizioni Paoline
[cut]
ognuno tira l'acqua al suo mulino, ti ricordo solo che la religione
Cattolica è nata nel III°/ IV° secolo dopo cristo con Origene ed Agostino
(uno ad oriente ed uno ad occidente) La religione cattolica nei secoli ha
adottato usanze pagane, e solo pochi fondamenti sono rimasti intatti.
Quello che rimane del cristianesimo originale (quello professato da
Cristo) e ben poco.
e poi in tutte queste tue fonti allora viene tralasciato il fatto che il
termine Elohim abbinato al verbo d'azione, risulta come "gli Elohim ha
fatto" quindi un errore grammaticale...(ripeto come dire Essi ha fatto, o
io abbiamo fatto...etc..etc.)
No no, la Bibbia delle edizioni paoline è molto accurata e fedele ai testi
originali, infatti conferma le stesse contraddizioni che che anche tu hai
fatto notare qui.

Per il resto è da ammirare la tua buona volontà, ma ti stai rivolgendo ad un
fanatico che si esprime con i copia/incolla dei volantini propagandistici
della sua setta. Quello che scrive nelle sue risposte non è opera sua.
Magari prova a ritrovare le passate discussioni così puoi renderti conto.
Comunque è sempre utile quello che hai scritto, almeno per chi è a digiuno
di tradizione ebraica e legge il thread per la prima volta.

Golem
<Gigi>www.rael.org
2005-10-06 00:01:15 UTC
Permalink
Post by Golem
No no, la Bibbia delle edizioni paoline è molto accurata e fedele ai testi
originali, infatti conferma le stesse contraddizioni che che anche tu hai
fatto notare qui.
aaaèèèè.
Hai imparato l'ebraico?
o lo conosci ancora a livello amatoriale?
Cmq, dato che tempo fa dicevi che Yoel non esisteva,
ora puoi vedere la sua foto nel nostro sito, con una sua breve
presentazione audio.
ecco il link

http://www.italy.rael.org/e107_plugins/raelmeetfriends/meetfriends.php
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
<Gigi>www.rael.org
2005-10-05 19:37:44 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
Non c'è inizio e non c'è fine nell'universo, nè nello spazio, nè nel tempo.
e qui sono d'accordo!! :-)
ma questi Elohim hanno creato anche l'universo..secondo la Bibbia si!!
(Isaia 40:25-26) "Ma a chi potete assomigliarmi perché io gli sia
uguagliato?" [qui parla Dio] dice il Santo. [appunto Elohim] "Alzate gli
occhi in alto e vedete. Chi ha creato queste cose? Colui che ne fa uscire
l'esercito perfino a numero, che tutte chiama perfino per nome. A motivo
dell'abbondanza di energia dinamica, essendo egli anche vigoroso in potenza,
non [ne] manca nessuna. [qui parla delle stelle]
Questa è un'interpretazione.
Non c'è scritto stelle.
Potrebbe essere il cielo, l'atmosfera....
Post by Il Risolutore
quindi, semplici uomini hanco creato le stelle i pianieti, le galassie, e
l'universo? caspita...va bene la tecnologia..però...
No.
Infatti sulla Bibbia non c'è scritto che hanno creato le stelle.
Post by Il Risolutore
e questi esseri che hanno creato gli Elohim che fine hanno fatto? dove sono?
Gli Elohim dicono che il loro pianeta è andato distrutto.
Questo potrebbe anche succedere all'umanità.
Post by Il Risolutore
Tu dici che gli Elohim sono stati creati da altri esseri. come spieghi allora
questo passo?
(Salmo 90:2) ....Sì, da tempo indefinito fino a tempo indefinito tu sei Dio.
Il termine ebraico "ohlàm" [ a tempo indefinito]quando riferito a Dio indica
il fatto che il Creatore (o Dio quindi Elhoim) è sempre esistito e sempre
esisterà.
* come spieghi allora la tua affermazione?
Qui potrebbe riferirsi al fatto che gli Elohim riescono a vivere in
eterno grazie alla scienza.
I nostri creatori, esseri umani simili a noi, quando muoino, ricreano
il
corpo così come era in quel momento, partendo da una cellula prelevata
precedentemente. Dico bene così com'era in quel momento, cioè con tutte
le sue conoscenze scientifiche, i suoi ricordi, il suo carattere e la
sua personalità di allora. Ma il corpo è costituito da elementi nuovi,
che hanno davanti a loro altri anni da vivere. E così di seguito,
eternamente.
La clonazione è descritta nella Bibbia in Ezechiele XXXVII:
" Figlio d'uomo, queste ossa possono rivivere?...ci fu un rumore, ed
ecco ci fu uno scompiglio...c'erano sulle ossa dei nervi, della carne
cresceva, e si distese su di loro da sopra...presero vita e si
drizzarono sui loro piedi, esercito molto numeroso"
Ezechiele descrive una nuova fabbricazione di un essere vivente.
Naturalmente è vista dagli occhi di un primitivo che non riusciva a
capire.
Ma ora grazie alla scienza, l' uomo è in grado di comprendere il
segreto
dell'eternità.
E' possibile ricreare l'essere tutto intero, con della materia vivente
nuova, partendo da una cellula qualunque di un corpo.
Post by Il Risolutore
su quale pianeta creeremo questi uomini?
Ci sono molti pianeti nell'univero dove si potrebbe fare.
La NASA ad esempio vorrebbe terrestrizzare marte: il famoso progetto
"Terraforming".


e saremo anche noi degli Dei per
Post by Il Risolutore
loro?
Si. Finche non avrenno i mezzi per comprendere.


Perchè il Dio della bibbia dice di essere solo uno ed esige esclusiva
Post by Il Risolutore
devozione mentre voi dite che sono tanti dei?
Questo si riferisce a YHWH, che è un Elohim.
E' il presidente di questà civiltà.
Nei Testi biblici si ritrovano soprattutto 6 nomi.
Sono stati tradotti come se si trattasse dello stesso dio.
Si tratta di EL-ELYON ELOHIM SHADDAI YHWH
I più usati sono YHWH (6499 volte) e ELOHIM (2312 volte).
Post by Il Risolutore
la bibbia non dice proprio così, anzi dice che Dio è eterno sempre esistito e
che le persone che non fanno la sua volontà verranno uccise.
Si riferisce al fatto che grazie alla clonazione gli Elohim riescono a
essere eterni.
Non siamo che alla prima tappa di questo processo di clonazione,
attualmente non possiamo che fare un bebè, e questo bebè sarà
differente se verrà educato da una famiglia differente in un ambiente
differente. Ma la seconda tappa sarà il processo d’accelerazione della
crescita, questa tecnica ancora non la conosciamo ma alcuni scienziati
ci stanno lavorando ed è interessante poiché questa è una delle ragioni
per cui il senato americano ha rifiutato di far passare questa legge
contro la clonazione. Grazie alla clonazione potremo innestare una
gamba od un braccio a colui a cui ne manca uno, poiché a partire da una
cellula si può creare un organo, non un corpo intero ma un organo. Se
voi avete bisogno di un pancreas, di un pezzo d’intestino, di fegato,
se il vostro cuore ha dei problemi, degli scienziati saranno in grado
di creare l’organo o le membra che hanno dei problemi. Questo richiede
una scienza molto più evoluta, poiché non si tratta solamente di creare
un bebè per il quale bisognerà attendere 18 o 20 anni perché diventi
adulto, ma al contrario trovare come accelerare il processo di crescita
che permette agli scienziati di creare un organo in qualche giorno e di
conseguenza di creare anche un corpo in qualche giorno. Quindi, al
momento della nostra morte, saremo capaci, prelevando una cellula del
corpo, di poter creare una copia uguale ma più giovane. Questo non è
che la seconda tappa, poiché questo essere umano sarà una cassetta
vergine senza alcuna informazione ed avremo bisogno dell’educazione.
Questa tappa non è quindi molto interessante. Al contrario, la terza
tappa è più interessante, ed è quando saremo capaci di copiare, per
esempio da questa cassetta a quest’altra, la memoria, la personalità,
tutto ciò che fa che noi siamo differenti ognuno gli uni dagli altri e
di trasferirla in un nuovo corpo. Allora potrete creare un clone di voi
stessi e trasferirgli la vostra memoria, il vostro sapere, tutte le
vostre conoscenze, tutta la vostra personalità; voi non morirete mai,
voi sarete per l’eternità attraverso altri corpi! E’ questo che dicono
il professore dell’università di Princeton ed il dottor Seed di
Chicago, è la vita eterna.
Post by Il Risolutore
Per la mente umana è difficile assimilare un simile concetto, poichè l'uomo
nasce, vive un certo numero di anni, e un giorno muore.
concordo in pieno
Del resto se chiediamo chi ha creato DIO, la risposta è: c'è sempre stato.
vedi allora che ti contraddici da solo... :-P
Non mi sto contraddicendo.
Mi sto riferendo a chi dice che ci deve essere stato un inizio.
E mi riferivo non agli Elohim, ma al Dio Immateriale, onnipotente e
onnipresente.....
Post by Il Risolutore
Altra contraddizione, la bibbia dice fu creato un solo uomo, e poi emigrando
in diversi paesi il suo fisico e quello dei suoi discendenti si adattò a
diversi climi cambiando il suo aspetto e creando le razze.
Infatti questo lo dice Rael.
Nella Bibbia non viene specificato.
Rael dice di essere l'ultimo profeta.
Ogni profeta ha dato un messaggio.
Post by Il Risolutore
tu dici che gli Elohim sono uguali a noi ma...
Il vero Dio è spirito, non carne [(Giovanni 4:24) Dio è uno Spirito, e quelli
che l'adorano devono adorarlo con spirito e verità"vedi anche 2Co 3:17)]
anche se a volte paragona la sua vista, la sua potenza, ecc., a facoltà
umane. Infatti parla figurativamente del suo "braccio" (Eso 6:6), dei suoi
"occhi" e "orecchi" (Sl 34:15), e spiega che, essendo il Creatore degli occhi
e degli orecchi umani, è certo in grado di vedere e udire. - Sl 94:9.
Per capire devi però spiegare cosa significa spirito etimologicamente.
Dio è un o spirito (lett. Uno spirito [è] il Dio).
Nei testi originale Spirito deriva dal greco pneuma e non è qualcosa di
immateriale.
Infatti la Bibbia parla di uno spirito nell'uomo, "Ruach" in ebraico, e
pneuma in greco.
In greco antico pneuma è il soffio che da la vita.
Si tratta del codice genetico che è il nostro spirito e fa si che ogni
essere sia unico.
Gli Elohim non sono immateriali, ma hanno un codice genetico.
Infatti c'è scritto:
"E' un soffio nell'uomo. (Gb XXXIII-8)
Anche l'uomo quindi, essendo a immagine e somiglia degli Elohim ha uno
spirito ("Ruach" in ebraico e pneuma in greco), cioè un codice
genetico.
Post by Il Risolutore
i figli di Dio sono intesi gli angeli, le creature spirituali. la bibbia fa
una chiara distinzione tra uomini fatti di carne ed ossa e creature
spirituali senza corpo fisico. Questi angeli infatti si ribellarono a Dio, e
entrarono in corpi umani ed ebbero rapporti con le donne umane. Queste
partorirono dei figli detti Nefilim. Essi erano dei giganti prepotenti e
potenti. Che erano figli di creature spirituali e lo dimostra la loro
potenza.
Dio li distrusse con il dliuvio salvando solo Noè e la sua famiglia. Perchè
distrusse i suoi figli Dio?
Questa è un'interpretazione.
Per te sono gli angeli, ma non c'è scritto angeli.
E come ho già detto spirito non significa qualcosa di immateriale.
Infatti SPIRITO non è necessariamente un concetto mistico.
Per quanto riguarda l'anima sono stati fatti degli studi; ecco quello
che
dice l'enciclopedia ebraica nel suo articolo "l'immortalità
dell'anima".
"La credenza secondo la quale l'anima continua ad esistere dopo la
dissoluzione del corpo(= morte).....non è in nessun modo insegnata
nelle
Sacre Scritture. La credenza nell'immortalità dell'anima pervenne ai
Giudei
dal contatto con il pensiero greco e attraverso la filosofia di
Platone...."
L'uomo è formato di "polvere proveniente dal suolo, cioè egli è
costituito
unicamente di materia, dunque non a base di spirito immateriale.
"L'uomo divenne (un') anima vivente". Detto in altri termini l'anima è
l'uomo.
Essa non è dunque qualcosa che l'uomo possederebbe. Questo argomento è
confermato nella lingua ebraica. "Anima vivente è tradotto dalla parola
ebraica "nephesh". Questo termine designa la vita fisica temporanea.
Designa
ugualmente una creatura che vive e che respira. Così questo termine è
usato
per gli animali.
"Che la terra produca degli animali viventi (=nephes) (Genesi I-24).
In questo versetto si constata che la Bibbia dice che l'animale stesso
è
un'anima, proprio come l'uomo: La Bibbia lo conferma in Ecclesiaste
III-19,20:
"....tutti e due hanno un "soffio identico"; la superiorità dell'uomo
sulla
bestia è nulla, perchè tutto è vanità.....tutto viene dalla polvere e
tutto
ritorna alla polvere". (Ecclesiaste II-19,20)
"Nephesh" non ha dunque alcun rapporto con una cosiddetta essenza
spirituale. L'anima non è un'entità distinta dal corpo: essa è il
corpo.
L'uomo è un "nephesh", un'anima.
Nephesh è ugualmente usato per designare anche un corpo morto.
(Commento di Dhorme, Bibbia De la Pleiade: un cadavere in ebraico=
un'anima")
"Nessuna anima di morto egli avvicinerà....."(Levitico XXI-11)
(Commento di Dhorme: "anima di morto" per significare il cadavere).
(Vedere ancora: Levitico XIX-28; XXII-4; Numeri VI-6, ecc....)
Cosa dice ancora l'Antico Testamento sull'anima?
"L'anima è nel sangue" (Genesi IX-5)
"L'anima della carne è nel sangue...
"L'anima di tutta la carne è il suo sangue" (Levitico XVII-11,14)
"Guardati solamente dal mangiare il sangue, perchè il sangue è l'anima
e tu
non devi mangiare l'anima con la carne"(Levitico XVII-14).
Eduard Dhorme, Bibbia de La Pleiade, commenta così la parola "anima".
"L'anima è la sede del gusto, come della respirazione e dell'olfatto.
La
parola ("Nephesh = Anima)viene dalla radice "neph = soffiare,
respirare."
(A.T.,Vol I, p. 375).
E che cosa succede alla morte? Ecco cosa ne dice la Bibbia:
"I morti non sanno niente" (Ecclesiaste IX-5).
in altre parole: i morti non hanno coscienza che sono morti. La Bibbia
dice
ancora:
"(Il) figlio dell'argilla.... rende il soffio, ritorna alla sua
argilla, in
quei giorni muoiono i suoi pensieri". ( Salmi CXLVI-3,4).
E se l'uomo aveva un'anima, andrebbe in cielo a lodare il suo Creatore?
La Bibbia dà la risposta:
"Non sono i morti che lodano Jahvè" (Salmi CXV-17).
E ancora:
"Jahvè.....nella morte, nessun ricordo di Te, nello SHEOL, chi ti
loderebbe?" (Salmi IV-5,6).
Nota: "Sheol" è una parola ebraica. E' spesso tradotta con "soggiorno
dei
morti" o "sepolcro". "Sheol" corrisponde alla parola greca "Hades" che
significa "tomba" o "fossa".
Così nell'Antico Testamento non si trova da nessuna parte che l'uomo
possederebbe un'anima immortale.
Si potrebbe continuare con il Nuovo Testamento, ma mi fermo qui.
Post by Il Risolutore
errore vedi sopra... nella bibbia i figli di Dio o figli di Elohim a volte
vengono chiamati loro stessi Elohim sono gli angeli con corpo spirituale e
non fisico. [Vedi avanti]
Non c'è scritto angeli.
E' una interpretazione
Post by Il Risolutore
dopo il diluvio Dio non permise che questi angeli prendessero corpi carnali
per avere rapporti sessuali con le donne e qunidi potessero avere una
progenie. Infatti da Noè ad oggi nessuna creatura spirituale ha avuto
rapporti con uomini ed ha avuto figli speciali.
Non c'è scritto angeli.
Post by Il Risolutore
come mai con la tecnologia che abbiamo non l'ha visto nessuno questo pianeta?
Non abbiamo ancora la tecnologia per vedere cosa c'è nei pianeti e
nelle stelle fuori dal sistema solare.
Post by Il Risolutore
strano non trovi? se tutti siamo loro figli...
No. non lo trovo strano
Post by Il Risolutore
la scrivono sempre senza vocali?
Non hanno specificato questo.
Vuoi sapere anche di che colore hanno i calzini?
Post by Il Risolutore
e perchè non si rendono manifesti a tutti, perchè non hanno contattato anche
me per esempio?
Vogliono rendersi manifesti a tutti.
Gli Elohim hanno chiesto a Raël di costruire un'ambasciata, nella quale
potranno venire ufficialmente ad incontrare i dirigenti politici e
scientifici della Terra al fine di farci beneficiare della loro
saggezza e della loro tecnologia.

Non sono degli invasori. Essi hanno espresso il desiderio di ritornare,
ma rispettano la nostra scelta, anche se dovesse essere negativa

Stiamo preparando la costruzione di un ambasciata per un'accoglienza
ufficiale.
L'obbiettivo del movimento raeliano è edificare l'Ambasciata che gli
Elohim
hanno chiesto a Raël di costruire per loro, nella quale potranno venire
ufficialmente ad incontrare i dirigenti politici e scientifici della
Terra
al fine di farci beneficiare della loro saggezza e della loro
tecnologia.
Per quanto riguarda le conseguenze di un contatto, queste saranno
sicuramente radicali e toccheranno ogni aspetto della nostra vita. E'
necessario quindi preparare l'umanità a questo avvenimento affinchè
essa non
si trovi eccessivamente disorientata quando esso avrà luogo. Gli
avvistamenti UFO, ad esempio, si inseriscono proprio in questa tattica
di
sensibilizzazione dell'opinione pubblica, e si stanno facendo sempre
più
frequenti. E' necessario che l'idea di un contatto entri nella mente
delle
persone, e la costruzione dell'ambasciata per accogliere gli Elohim
rappresenta il nostro biglietto d'invito ufficiale.
Senza la neutralità territoriale di cui gode un'ambasciata e senza un'
accoglienza ufficiale, un atterraggio che non fosse né annunciato, né
desiderato avrebbe sicuramente, come dici tu stesso, enormi
ripercussioni
politiche, economiche e sociali con delle conseguenze mondiali
disastrose.
Post by Il Risolutore
già !! da questo anche le tue supposizioni possono essere screditate...
Forse si o forse no.
Post by Il Risolutore
errore!!!
Il titolo ´Elohìm dà risalto alla forza di Dio quale Creatore. Ricorre 35
volte da solo nel racconto della creazione, e ogni volta IL VERBO e ripèeto
IL VERBO che descrive ciò che Dio disse o fece è al SINGOLARE ripeto AL
SINGOLARE . (Ge 1:1-2:4) In lui risiedono forze infinite!!
Il termine ´elohìm è usato anche a proposito di dèi idolatrici. A volte
significa semplicemente "dèi". (Eso 12:12; 20:23) Altre volte è un plurale di
maestà e si riferisce a un unico dio (o dea) vedi Marduk...etc..etc..
Quindi il termine Elohim, va decifrato a seconda del verbo usato nella frase
(es: non posso dire "essi ho fatto" capisci?) Questa è una forzatura che fate
voi Raeliani , se il verbo è al singolare vuol dire chè è riferito a un solo
Dio!!
Molte volte nelle Scritture ´Elohìm si trova anche preceduto dall'articolo
determinativo ha. (Ge 5:22) Dell'uso di ha´Elohìm, F. Zorell dice: "Nelle
Sacre Scritture particolarmente il solo vero Dio, Jahve, è designato da
questo vocabolo; . . . 'Jahve è il [solo vero] Dio' De 4:35; 4:39; Gsè 22:34;
2Sa 7:28; 1Re 8:60 ecc.". - Lexicon Hebraicum Veteris Testamenti, Roma, 1984,
p. 54; quadre dell'autore.
Rispetto al tua opinione, ma secondo me non è una forzatura.
"ELOHIM", è spesso dunque non sempre usata con un verbo
singolare
Post by Il Risolutore
ognuno tira l'acqua al suo mulino,
Esatto.
Tu tiri l'acqua al tuo mulino e io la tiro al mio
Post by Il Risolutore
ti ricordo solo che la religione Cattolica
è nata nel III°/ IV° secolo dopo cristo con Origene ed Agostino (uno ad
oriente ed uno ad occidente) La religione cattolica nei secoli ha adottato
usanze pagane, e solo pochi fondamenti sono rimasti intatti.
Quello che rimane del cristianesimo originale (quello professato da Cristo)
e ben poco.
Esatto.
Infatti ci sono delle tracce del messaggio originale, ma è anche pieno
ci ciarle poetiche.
Post by Il Risolutore
e poi in tutte queste tue fonti allora viene tralasciato il fatto che il
termine Elohim abbinato al verbo d'azione, risulta come "gli Elohim ha fatto"
quindi un errore grammaticale...(ripeto come dire Essi ha fatto, o io abbiamo
fatto...etc..etc.)
le cose sono due ho tu hai fatto dire alle tue fonti ciò che volevi. o le tue
fonti non sono accurate, perchè il verbo ebraico è AL SINGOLARE!! e non ci si
scappa!!!
"ELOHIM", è spesso dunque non sempre usata con un verbo
singolare.
Questo è un dato di fatto.
Post by Il Risolutore
certo capisco...per ora rispondi a queste mie obiezioni, io ti ringrazio
delle risposte accurate ed esposte in modo "cordiale"
spero che il mio tono di discussione sia stato altrettanto piacevole
a presto
Il Riso lutor
Per me è stato un piacere.
Grazie a te...il tono è stato molto civile.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-07 13:02:03 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Questa è un'interpretazione.
Non c'è scritto stelle.
Potrebbe essere il cielo, l'atmosfera....
si ma conosce il nome di ognuna di loro talmente è potente!! non mi sembra
indice di grande potenza conoscere il nome di 2 cose, del cielo e della
atmosfera

Li la bibbia dice: "Ma a chi potete assomigliarmi perché io gli sia
uguagliato?"

...caspita io conosco il nome di diverse costellazioni e stelle, vuoi dire
che sono più grande di Dio?

inoltre:

"colui che ne fa uscire l'esercito perfino a numero, che tutte chiama
perfino per nome"

di cos'altro si può parlare? cos'è che c'è in cielo, che ce ne un esercito
quindi ce ne sono miliardi? e che hanno un nome?

mi sembra la tua un interpretazione dettata dal non aver letto accuratamente
la scrittura. è chiaro che il profeta si riferisce alle stelle.
Post by <Gigi>www.rael.org
Infatti sulla Bibbia non c'è scritto che hanno creato le stelle.
sopra ho dimostrato che questa è una baggianata, perchè anche in genesi c'è
scritto che Dio fece i luminari del giorno e della notte, e se il sole non è
una stella allora io sono Peter Pan
Post by <Gigi>www.rael.org
Gli Elohim dicono che il loro pianeta è andato > distrutto.
e dove vivono? allora oggi? sotto i ponti ? nelle fogne?
Post by <Gigi>www.rael.org
Qui potrebbe riferirsi al fatto che gli Elohim riescono a vivere in eterno
grazie alla scienza.
hai detto bene potrebbero, ma qui non si parla di vivere per sempre, qui si
parla di essere sempre vissuti e di non aver mai avuto un inizio...
Post by <Gigi>www.rael.org
I nostri creatori, esseri umani simili a noi, quando muoino, ricreano
Nella bibbia c'e scritto che Dio non muore!! come mai?
Post by <Gigi>www.rael.org
Ma il corpo è costituito da elementi nuovi, che hanno davanti a loro altri
anni da vivere.
Ma la Bibbia dice che Dio non ha un corpo fisico
Post by <Gigi>www.rael.org
La clonazione è descritta nella Bibbia in
" Figlio d'uomo, queste ossa possono >rivivere?...ci fu un rumore, ed
ecco ci fu uno >scompiglio...c'erano sulle ossa >dei nervi, della >carne
cresceva, e si distese su di loro da sopra...presero vita e si drizzarono
sui loro >piedi, esercito molto numeroso"
1) questa era la visione di un profeta, non qualcosa che è successo
veramente

2) questa visione ha un significato simbolico e non si parla certo di
clonazione!!!

"Questo è ciò che il Sovrano Signore e Dio ha detto a queste ossa: 'Ecco,
faccio entrare in voi l'alito, e dovete tornare in vita. E di sicuro metterò
su di voi i tendini e sopra di voi farò venire la carne, e vi rivestirò di
pelle e metterò in voi l'alito, e dovrete tornare in vita; e dovrete
conoscere che io sono Dio '". - Ezechiele 37:5



Qui si parla della capacità di Dio di poter creare gli uomini, come fece con
adamo nel giardino di Eden



"Dio formava l'uomo dalla polvere della terra e gli soffiava nelle narici l'alito
della vita, e l'uomo divenne un'anima vivente. Inoltre, Dio piantò un
giardino in Eden, verso oriente, e vi pose l'uomo che aveva formato".
(Genesi 2:7, 8)



se tu poi non ti fossi fermato alla parte che ti interessava, avresti letto
che:



(Ezechiele 37:11-14) E mi diceva: "Figlio dell'uomo, riguardo a queste
ossa, sono l'intera casa d'Israele. Ecco, dicono: 'Le nostre ossa son
divenute secche, e la nostra speranza è perita. Siamo stati recisi a noi
stessi '. Perciò profetizza, e devi dire loro: 'Il Sovrano Signore ha detto
questo: "Ecco, apro i vostri luoghi di sepoltura, e certamente vi trarrò
fuori dai vostri luoghi di sepoltura, o popolo mio, e vi condurrò sul suolo
d'Israele. E dovrete conoscere che io sono l' Eterno quando avrò aperto i
vostri luoghi di sepoltura e quando vi avrò tratto fuori dai vostri luoghi
di sepoltura, o popolo mio"'. 'E certamente metterò in voi il mio spirito, e
dovrete tornare a vivere, e certamente vi porrò sul vostro suolo; e dovrete
conoscere che io, Dio.



ciò significa che:



gli esiliati Giudei, allora inclini alla disperazione, si dovevano rianimare
con la nuova speranza basata sull'infallibile parola di Dio. Ezechiele,
profetizzando in qualità di portavoce di Dio, doveva prendere parte all'opera
di ravvivare quei depressi Israeliti alla speranza della restaurazione della
loro diletta patria, centinaia di chilometri lontano... e questo non lo dico
io ma lo dicono tutti coloro che hanno studiato la bibbia!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Ezechiele descrive una nuova fabbricazione di > un essere vivente.
falso!! era semplicemente una visione con un significato profetico. Non
tutto ciò che c'è scritto sulla bibbia va pèreso alla lettera, qui il
contesto è chiaro!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Naturalmente è vista dagli occhi di un primitivo > che non riusciva a
capire.
Ezechiele primitivo?... io mi rimetterei a studiare la storia antica se
fossi in te...

Quando è vissuto Ezechiele?
Post by <Gigi>www.rael.org
Ma ora grazie alla scienza, l' uomo è in grado
di comprendere il segretodell'eternità.
è già...chissà perchè oggi si muore ancora di AIDS, e poi guarda in
Canada...vogliamo parlare dei tumori o di altre malattie...e la
vecchiaia.....
Post by <Gigi>www.rael.org
E' possibile ricreare l'essere tutto intero, con >della materia vivente
nuova, partendo da una cellula qualunque di un >corpo.
tu mi parli di clonazione, se io muoio e creano un altro me da una mia
cellula...non sarò mai "io" con i miei pensieri, il mio
background...etc..etc..
sarà una persona che mi assomiglia, un mio sosia...e basta!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Ci sono molti pianeti nell'univero dove si >potrebbe fare. La NASA ad
esempio vorrebbe >terrestrizzare marte: il famoso progetto "Terraforming".
anche io vorrei prendere casa vicino a Sirio, però tra il dire e il fare....
Post by <Gigi>www.rael.org
Si. Finche non avrenno i mezzi per >comprendere.
per comprendere che è una bufala incredibile....hehe dai scherzo...
Post by <Gigi>www.rael.org
Questo si riferisce a YHWH, che è un Elohim.
E' il presidente di questà civiltà.
Nei Testi biblici si ritrovano soprattutto 6 nomi.
Sono stati tradotti come se si trattasse dello stesso dio.
Si tratta di EL-ELYON ELOHIM SHADDAI YHWH
I più usati sono YHWH (6499 volte) e ELOHIM (2312 volte).
appunto Elohim è il termine usato come titolo. Yhwh è il nome proprio di
Dio. Tu mi dici che ci sono tanti Elohim, Elohim como ho gia detto è
riferita anche a degli Dei..o addirittura a degli uomini. Ma Dio è uno, e lo
si nota quando la parola Elohim è usata con il verbo al singolare!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Si riferisce al fatto che grazie alla clonazione gli > Elohim riescono a
essere eterni.
no si rifersice al fatto che Dio è sempre esistito!!
Post by <Gigi>www.rael.org
un bebè per il quale bisognerà attendere 18 o > 20 anni perché diventi
....
[cut]

tu mi parli di creare un nostro simile per tagliarli i pezzi...ti rendi
conto!! e tu questo lo chiami progresso?
una cosa del genere poi andrebbe contro tutti i pincipi di Dio contenuti
nella bibbia, con questa affermazione hai dimostrato che la vostra religione
o cosa sia non ha capito niente di chi sia Dio!! e di quali siano i suoi
propositi!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Allora potrete creare un clone di voi stessi e trasferirgli la vostra
memoria, il vostro > sapere, tutte le vostre conoscenze, tutta la
vostra personalità;
noi moriremo, e qualcun'altro vivrà la nostra vita. è semplice.
Post by <Gigi>www.rael.org
Chicago, è la vita eterna.
non secondo ciò che dice la bibbia!!
e la risurezzione dei morti cosa ne pensate? la bibbia ne parla!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Non mi sto contraddicendo.
Mi sto riferendo a chi dice che ci deve essere > stato un inizio.
E mi riferivo non agli Elohim, ma al Dio Immateriale, onnipotente e
onnipresente....
che nella bibbia è chiamato Elohim o Yahvè!!! ma vedi che ti contraddici!!
allora c'è un Dio?
hai le idee molto confuse!!
.
Post by <Gigi>www.rael.org
Infatti questo lo dice Rael.
Nella Bibbia non viene specificato.
Rael dice di essere l'ultimo profeta.
Ogni profeta ha dato un messaggio.
non hai risposto alla mia domanda...tu hai detto che sono state create 7
razze, in contrasto con quello scritto nella bibbia. anzi prima mi hai detto
delle 7 razze ora mi dici che Rael ha detto che ne è stata creata 1...allora
decidetevi!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Per capire devi però spiegare cosa significa spirito etimologicamente.
Dio è un o spirito (lett. Uno spirito [è] il Dio).
Nei testi originale Spirito deriva dal greco pneuma e non è qualcosa di
immateriale.
Spirito deriva dal verbo pnèo, che significa "respirare" o "soffiare", e si
ritiene che anche l'ebraico rùach (spirito) derivi da una radice che ha lo
stesso significato. Quindi rùach e pnèuma significano fondamentalmente
"alito" o "respiro", ma hanno anche molti altri significati!!

Possono indicare anche il vento; la forza vitale delle creature viventi; il
proprio spirito; persone spirituali, inclusi Dio e le creature angeliche; e
la forza attiva di Dio, o spirito santo (Cfr. L. Koehler e W. Baumgartner,
Lexicon in Veteris Testamenti Libros, Leida, 1958, pp. 877-879; Brown,
Driver e Briggs, A Hebrew and English Lexicon of the Old Testament, 1980,
pp. 924-926; G. Kittel, Grande Lessico del Nuovo Testamento, Brescia, 1975,
vol. X, coll. 767-1103)

Tutti questi significati hanno qualche cosa in comune: si riferiscono a ciò
che è invisibile agli occhi umani e che rivela forza in movimento. Questa
forza invisibile è in grado di produrre effetti visibili

In diversi versetti i termini rùach e pnèuma indicano angeli. (1Re 22:21,
22; Ez 3:12, 14; 8:3; 11:1, 24; 43:5; At 23:8, 9; 1Pt 3:19, 20)

Quindi la tua affermazione che lo spirito "e materiale" è una grande boiata
se permetti!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Si tratta del codice genetico che è il nostro spirito e fa si che ogni
essere sia unico.
la base di questa affermazione?
Post by <Gigi>www.rael.org
Gli Elohim non sono immateriali, ma hanno un > codice genetico.
falso la bibbia smentisce quello che hai appena detto!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Anche l'uomo quindi, essendo a immagine e somiglia degli Elohim ha uno
spirito ("Ruach" in ebraico e pneuma in greco),
errore!! lo hai detto te!! l'uomo ha uno spirito!! invece Dio E' UNO
SPIRITO!!! è differente!!! a parte il fatto che tu lo indichi come codice
GEnetico ed è tutto da dimostrare!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Questa è un'interpretazione.
Per te sono gli angeli, ma non c'è scritto angeli.
E come ho già detto spirito non significa qualcosa di immateriale.
vedi sopra per la risposta...
Post by <Gigi>www.rael.org
Infatti SPIRITO non è necessariamente un concetto mistico.
immateriale non vuole dire mistico!!
Post by <Gigi>www.rael.org
"La credenza secondo la quale l'anima continua > ad esistere dopo la
dissoluzione del corpo(= morte).....non è in nessun modo insegnata nelle
Sacre Scritture.
ma dia!! lo hai scoperto ora!!
Post by <Gigi>www.rael.org
L'uomo è formato di "polvere proveniente dal > suolo, cioè egli è
costituito
unicamente di materia, dunque non a base di spirito immateriale.
"L'uomo divenne (un') anima vivente". Detto in > altri termini l'anima è
l'uomo.
Nel descrivere la creazione dell'uomo viene detto che Dio formava l'uomo
dalla polvere della terra e quindi "gli soffiava [forma di nafàch] nelle
narici l'alito [neshamàh] della vita, e l'uomo divenne un'anima [nèfesh]
vivente". (Ge 2:7;). Il termine nèfesh può essere tradotto letteralmente
"uno che respira", cioè "creatura che respira", sia umana che animale.
Neshamàh in effetti è usato nel senso di "cosa [o creatura] che respira" e
come tale è praticamente sinonimo di nèfesh, "anima". (Cfr. De 20:16; Gsè
10:39, 40; 11:11; 1Re 15:29). In Genesi 2:7 il termine neshamàh è usato nel
descrivere come Dio diede vita al corpo di Adamo così che l'uomo divenne "un'anima
vivente". Altri versetti però mostrano che ciò comportava più che il
semplice respirare aria, cioè più che la semplice immissione ed emissione di
aria nei polmoni. Infatti in Genesi 7:22, nel descrivere la distruzione di
ogni vita umana e animale fuori dell'arca al tempo del Diluvio, viene detto:
"Tutto ciò nelle cui narici era attivo l'alito [neshamàh] della forza [o
"spirito" (rùach)] della vita, cioè tutto ciò che era sul suolo asciutto,
morì". Quindi neshamàh, "alito", è direttamente associato o collegato con
rùach, che qui si riferisce allo spirito o forza vitale attiva in tutte le
creature viventi, in tutte le anime umane e animali.



riassunto: a seconda del contesto si può capire a che cosa è riferito il
termine spirito:



1) Dio è uno spirito...ovvero non è di carne ed ossa

2) Dio ha soffiato nell'uomo lo spirito...e l'uomo è diventato un
anima...etc.. Lo spirito è quella forza che ha utilizzato Dio per dare vita
all'uomo, l'anima non c'entra niente con lo spirito poiche l'uomo è un
anima.

3) lo spirito indica anche:

creature spirituali, il vento...etc..etc..in ogni modo..



SEMPRE NELLA BIBBIA LO SPIRITO INDICA COSE IMMATERIALI!!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Non c'è scritto angeli.
E' una interpretazione
errore poichè dopo, sempre riferendosi agli stessi indica la parola
malŽàkh (greco àggelos)

ovvero angelo o angeli!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Non c'è scritto angeli.
non c'è scritto allora nemmeno uomini, ma c'è scritto "figli del vero Dio"
che dal cielo guardarono...etc..etc..Figli del vero Dio ovvero creature
spirituali (Dio è uno spirito) se no la bibbia diceva che degli uomini
potenti che conoscevano tutte le scienze arrivarono sulla
terra....etcc...etc..
Post by <Gigi>www.rael.org
Non abbiamo ancora la tecnologia per vedere > cosa c'è nei pianeti e nelle
stelle fuori dal sistema solare.
sicuro?
Post by <Gigi>www.rael.org
Forse si o forse no.
facile dire così...hehe
Post by <Gigi>www.rael.org
Rispetto al tua opinione, ma secondo me non è > una forzatura. "ELOHIM", è
spesso dunque
non sempre usata con un verbo singolare
hai detto 1 cosa giusta e una sbaglaita



1) la cosa giusta: "secondo me"

2) la cosa sbagliata: che la mia non è un opinione ma un dato di fatto!!



come dici te: "ELOHIM", è spesso dunque non sempre usata con un verbo
singolare"



quindi quando si riferisce a Dio è usata al singolare, quando è riferita
agli angeli etc..etc..è al plurale...è facile!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Esatto.
Tu tiri l'acqua al tuo mulino e io la tiro al mio
io ragiono con la logica è diverso...
Post by <Gigi>www.rael.org
Esatto.Infatti ci sono delle tracce del
messaggio originale, ma è anche pieno ci ciarle poetiche.
il problema è che la bibbia è da considerarsi la vera parola di Dio senza
sfronzoli!! e spesso i raeliani distorcono la bibbia a loro piacere...
Post by <Gigi>www.rael.org
"ELOHIM", è spesso dunque non sempre >usata con un verbo singolare.Questo
è un dato > di fatto.
certo...quando è riferito al creatore è singolare, quando è riferito agli
angeli e alle altre creature o dei, a volte anche a uomini, e plurale. Nella
genesi il verbo è al singolare quindi solo 1 Dio ha creato tutto!!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Per me è stato un piacere.
Grazie a te...il tono è stato molto civile.
idem...ti ringrazio...ciao
<Gigi>www.rael.org
2005-10-07 14:05:21 UTC
Permalink
Post by Il Risolutore
è chiaro che il profeta si riferisce alle stelle.
E' un interpretazione. Potrebbe riferirsi all'atmosfera.
Post by Il Risolutore
sopra ho dimostrato che questa è una baggianata,
Non hai dimostrato niente.
Nella Bibbia non c'è scritto che ha creato le stelle.
Post by Il Risolutore
e dove vivono? allora oggi? sotto i ponti ? nelle fogne?
Ma di chi stai parlando?
dove vivono chi?
Post by Il Risolutore
Nella bibbia c'e scritto che Dio non muore!! come mai?
Dove è scritto che Dio non muore mai?
In quale passo?
Post by Il Risolutore
Ma la Bibbia dice che Dio non ha un corpo fisico
In quale passo dice che dio non ha corpo fisico?
Post by Il Risolutore
1) questa era la visione di un profeta,
non qualcosa che è successo veramente
2) questa visione ha un significato simbolico e non si parla certo di
clonazione!!!
Questa è la tua interpretazione.
Per te ha un significa simbolico.
Per me no.


Per ora mi fermo qui.
Al resto risponderò più tardi.
Ho discussioni anche con altri.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Il Risolutore
2005-10-09 11:47:47 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Il Risolutore
è chiaro che il profeta si riferisce alle stelle.
E' un interpretazione. Potrebbe riferirsi all'atmosfera.
ripeto, si riferisce a qualcosa di cui il cielo è pieno, qualcosa che abbia
un nome, e che sia impossibile per un uomo sapere il numero. Dio "ne conta
anche il numero". Ovvero DIO CHE HA CREATO LE STELLE SA QUANTE SONO E SA I
LORO NOMI.

SAREBBE STUPIDO PENSARE ALL'ATMOSFERA;
1) PERCHE' L'ATMOSFERA è UNA!!! O AL CIELO IN GENERALE PERCHè è 1!!,
2) IL CIELO E L'ATMOSFERA NON SONO IN QUANTITA' ELEVATE TANTO DA CHIAMARLI
ESERCITO!!!
3) IL SOLE E' UNA STELLA!! E IN GENESI C'E' SCRITTO CHE DIO CREO' I LUMINARI
DEL GIORNO E DELLA NOTTE, QUINDI IL SOLE E LA LUNA!!!

SE TU POI VUOI DISTRORCERE A TUO PIACERE QUELLO CHE C'E' NELLA BIBBIA FAI
PURE!
Post by <Gigi>www.rael.org
Non hai dimostrato niente.
Nella Bibbia non c'è scritto che ha creato le stelle.
ho dimostrato che spesso certa gente adatta il testo della bibbia ai suoi
scopi, mistici o religiosi che siano. Ma per fortuna c'è sempre qualcuno che
mette le cose in chiaro!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Ma di chi stai parlando?
dove vivono chi?
gli umpa lumpa!!! dai di chi stavamo parlando.... non fare finta di niente,
si parlava di quelle creature che ci hanno creato (tu chiami Elohim) e poi
il loro pianeta è stato distrutto (come hai detto te), e mi chiedevo ora
dove vivono...
Post by <Gigi>www.rael.org
Dove è scritto che Dio non muore mai?
In quale passo?
te l'ho citato più volte!!!
rileggiti i vecchi post
Post by <Gigi>www.rael.org
In quale passo dice che dio non ha corpo fisico?
te l'ho citato più volte!!!
rileggiti i vecchi post
Post by <Gigi>www.rael.org
Questa è la tua interpretazione.
Per te ha un significa simbolico.
Per me no.
se tu continui a leggere la bibbia nei capitoli e nei libri seguenti, questa
profezia ha un adempimento simbolico!!! e STORICO!! testimoniato anche dai
libri di storia!!!

quindi NON E' UNA MIA INTERPRETAZIONE MA E' QUELLO CHE E' SUCCESSO
REALMENTE!!! LA BIBBIA NE PARLA IN SEGUITO E I IBRI DI STORIA NE PARLANO!!

SE TU CI VUOI VEDERE UNA CLONAZIONE FAI PURE, MA NELLA REALTA STORICA E
RELIGIOSA NON E' COSI'!!!
Post by <Gigi>www.rael.org
Per ora mi fermo qui.
Al resto risponderò più tardi.
Ho discussioni anche con altri.
ok!!

ciao a presto
Il Risolutore
2005-10-03 17:08:28 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
segni che la Bibbia previde e che tutti attendono: il popolo di Davide
ritrova il suo paese (creazione dello Stato di Israele)
Il regno di Davide se non sbaglio diventò poi il regno di Giuda separato dal
regno di Israele, avevano due re distinti se non sbaglio, quindi anche
questa è da considerarsi una grandissima...stro...iella ops...storiella....

anche se mi riservo di andare a controllare...

ciao
Il Risolutore
2005-10-03 17:10:13 UTC
Permalink
"<Gigi>www.rael.org" <***@tin.it> ha scritto nel messaggio dopo aver
bevuto una botte di "Cillit Bang"
Post by <Gigi>www.rael.org
segni che la Bibbia previde e che tutti attendono: il popolo di Davide
ritrova il suo paese (creazione dello Stato di Israele)
Il regno di Davide se non sbaglio diventò poi il regno di Giuda separato dal
regno di Israele, avevano due re distinti se non sbaglio, quindi anche
questa è da considerarsi una grandissima...stro...iella ops...storiella....

anche se mi riservo di andare a controllare...

ciao
Leonardo Serni
2005-10-03 20:13:08 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Dopo le teorie dell’evoluzione e della creazione divina, la terza
ipotesi sull’origine della vita sulla terra: il creazionismo
scientifico proposto dal raelismo http://www.rael.it
Il creazionismo scientifico di per se' non avrebbe problemi. Tecnicamente
i terrestri saranno fra un po' capaci di andare in giro per il cosmo e di
"creare" la vita (o forse, di crearla tout court), quindi nulla vieta che
una razza partita abbastanza prima di loro possa averlo gia' fatto.

Come si dice, "non c'e' nulla di male in uno zipolo quadrato". I problemi
cominciano a nascere quando si cerca di infilarlo in un buco triangolare,
ovvero a cercare di far tornare la teoria con i fatti osservati.

Fatti osservati, che vanno dall'esistenza di fossili, dalla datazione dei
manufatti, all'analisi del DNA, ai modelli di diffusione di popolazioni e
fauna. Che a loro volta si incardinano a modelli matematici, geologici, e
climatologici messi alla prova talmente tante volte, che li possiamo dare
per accertati quanto basta.

Affermazioni come "la creazione terrestre risale a 25000 anni fa" devono,
per funzionare, far ricorso a saltafossi inverosimili: l'esistenza di una
cospicua quantita' di ossa di dinosauri risalenti a piu' di 65 milioni di
anni fa, sottoposti a trasformazioni che procedono a velocita' nota e che
non avrebbero mai avuto il tempo di compiersi in 25mila anni, richiede di
buttare nel fosso decenni di ricerche archeologiche e quasi due secoli di
chimica organica e inorganica.

Datazioni isotopiche basate su tre differenti isotopi (che richiedono tre
meccanismi diversissimi per essere falsificate) dovrebbero dare risultati
identicamente errati su tutto il pianeta; come dire che vulcanesimo, atti
sismici e raggi cosmici dovrebbero essere stati esattamente calibrati, e,
siccome vulcani e terremoti non sono avvenuti ugualmente ovunque, perche'
i conti tornino (e diano 25000) dovremmo avere avuto una distribuzione di
raggi cosmici esattamente calibrata per compensare le differenze locali a
terra prodotte dal vulcanesimo.

Occorre uno sforzo non indifferente per buttare via secoli di scienza, ed
uno sforzo ancora piu' grande per accettare la serie di improbabilita' ed
eventi fortuiti a catena che permetterebbero di sostituire quei secoli di
scienza con il modello "creazionismo scientifico sulla Terra". Qual e' la
prova cosi' schiacciante e incontrovertibile da obbligare a fare, dopo il
primo, anche il secondo colossale sforzo?

Sempre dal punto di vista scientifico si cerca di usare modelli economici
- modelli che consentano di tenere conto delle novita' senza dover rifare
da capo tutto l'edificio. Per spiegare la sequenza "1 3 5 7 11 13 15", si
puo' dire "sono numeri dispari"; l'arrivo del "16" sara' causa di lavorio
e costernazione, ma non basta certo a dire "sono tutti numeri pari". Cosa
abbiamo, quale numero e' giunto, cosi' tanto pari, da indurre a ripensare
l'intera sequenza studiata finora, controllata, sottoposta a verifiche?

Apparentemente un breve messaggio degli ET riassumibile in «DATE RETTA».

Per una scienza e' un po' poco (o piu' esattamente: e' nulla!). Basta per
una religione: ma allora vediamo di rinunciare all'aggettivo scientifico,
e chiamiamolo "creazionismo spaziale".

Leonardo
--
in the nightmare of the dark / all the dogs of Europe bark
and the living nations wait / each sequestered in its hate

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
<Gigi>www.rael.org
2005-10-04 02:59:21 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Il creazionismo scientifico di per se' non avrebbe problemi. Tecnicamente
i terrestri saranno fra un po' capaci di andare in giro per il cosmo e di
"creare" la vita (o forse, di crearla tout court), quindi nulla vieta che
una razza partita abbastanza prima di loro possa averlo gia' fatto.
esatto.
Post by Leonardo Serni
Come si dice, "non c'e' nulla di male in uno zipolo quadrato". I problemi
cominciano a nascere quando si cerca di infilarlo in un buco triangolare,
ovvero a cercare di far tornare la teoria con i fatti osservati.
Fatti osservati, che vanno dall'esistenza di fossili, dalla datazione dei
manufatti, all'analisi del DNA, ai modelli di diffusione di popolazioni e
fauna. Che a loro volta si incardinano a modelli matematici, geologici, e
climatologici messi alla prova talmente tante volte, che li possiamo dare
per accertati quanto basta.
Falso. Ci sono studi e libri che dimostrano il contrario.
Non ci sono dati di fatto, modelli matematici, geologici e climatologi.
C'è un libro recente che ho scoperto e che dice il contrario.

Hans-Joachim Zillmer

http://www.macrolibrarsi.it/libro.php?lid=7827&pn=58

Straordinari reperti, fossili, indizi geologici e i risultati di
lunghe
spedizioni mettono in dubbio l'idea di un'evoluzione lenta e regolare
delle
specie viventi sul nostro pianeta. Paiono dimostrare, piuttosto, una
coesistenza del genere umano con creature che Darwin avrebbe collocato
in ere completamente diverse. L'estinzione dei dinosauri, per esempio,
è da attribuire a un gigantesco cataclisma avvenuto molto più
recentemente di quanto ipotizzato finora. Un evento immane, planetario,
che giustifica le decine di antichissimi racconti che in tutto il mondo
descrivono un diluvio universale. Nientaffatto un mito, ma la memoria
di un immane disastro. La genesi dell'uomo, le cronache delle prime
civiltà, l'intera cronologia del pianeta devono essere riconsiderate
sotto una nuova luce. E quella luce viene da mondi lontani.
Post by Leonardo Serni
Affermazioni come "la creazione terrestre risale a 25000 anni fa" devono,
per funzionare, far ricorso a saltafossi inverosimili: l'esistenza di una
cospicua quantita' di ossa di dinosauri risalenti a piu' di 65 milioni di
anni fa, sottoposti a trasformazioni che procedono a velocita' nota e che
non avrebbero mai avuto il tempo di compiersi in 25mila anni, richiede di
buttare nel fosso decenni di ricerche archeologiche e quasi due secoli di
chimica organica e inorganica.
Datazioni isotopiche basate su tre differenti isotopi (che richiedono tre
meccanismi diversissimi per essere falsificate) dovrebbero dare risultati
identicamente errati su tutto il pianeta; come dire che vulcanesimo, atti
sismici e raggi cosmici dovrebbero essere stati esattamente calibrati, e,
siccome vulcani e terremoti non sono avvenuti ugualmente ovunque, perche'
i conti tornino (e diano 25000) dovremmo avere avuto una distribuzione di
raggi cosmici esattamente calibrata per compensare le differenze locali a
terra prodotte dal vulcanesimo.
Occorre uno sforzo non indifferente per buttare via secoli di scienza, ed
uno sforzo ancora piu' grande per accettare la serie di improbabilita' ed
eventi fortuiti a catena che permetterebbero di sostituire quei secoli di
scienza con il modello "creazionismo scientifico sulla Terra". Qual e' la
prova cosi' schiacciante e incontrovertibile da obbligare a fare, dopo il
primo, anche il secondo colossale sforzo?
Sempre dal punto di vista scientifico si cerca di usare modelli economici
- modelli che consentano di tenere conto delle novita' senza dover rifare
da capo tutto l'edificio. Per spiegare la sequenza "1 3 5 7 11 13 15", si
puo' dire "sono numeri dispari"; l'arrivo del "16" sara' causa di lavorio
e costernazione, ma non basta certo a dire "sono tutti numeri pari". Cosa
abbiamo, quale numero e' giunto, cosi' tanto pari, da indurre a ripensare
l'intera sequenza studiata finora, controllata, sottoposta a verifiche?
Esistono libri e studi sul discorso dei fossili e delle datazioni.
Le datazioni geologiche non sono "precise".
Esiste a questo proposito una videocassetta molto ben fatta, dal titolo
"Evoluzione: fatto o credo?", che consiste in una sana rimessa in
discussione dei nostri vecchi paradigmi in materia.

Esistono innovative teorie su una differente interpretazione della
formazione delle rocce sedimentarie che implicherebbero il RIBALTAMENTO
della datazione dei fossili in essi contenuti.

Queste teorie sono magnificamente esposte in un documento video a cura
del
CESHE (http://ceshe.ref.as/) che cita i lavori condotti dal Prof. Guy
Berthault del Hydraulics Laboratory of Colorado University ... in breve
per
via della deposizione ORIZZONTALE dei sedimenti (e non VERTICALE)
Se queste teorie fossero esatte gli strati di sedimenti che noi abbiamo
finora studiato non avrebbero centinaia di milioni di anni bensì poche
decine di migliaia, ma soprattutto sarebbero stati creati
contemporaneamente
a seguito di pochi, enormi ed isolati eventi catasrofici (diluvio,
ecc).

Riferimenti: CESHE
(Cercle Historique et Scientifique)
9, Ave. Du General Leclerc, 59170 Croix-France
Evolution...Fact or Belief (1 hour video)
Master Books
(800-999-3777)

http://www.hanslope.demon.co.uk/mknhs/strata.htm
Post by Leonardo Serni
Apparentemente un breve messaggio degli ET riassumibile in «DATE RETTA».
Per una scienza e' un po' poco (o piu' esattamente: e' nulla!). Basta per
una religione: ma allora vediamo di rinunciare all'aggettivo scientifico,
e chiamiamolo "creazionismo spaziale".
Leonardo
Ho usato crezionismo scientifico, perchè il crezionismo scientifico è
stato riconosciuto ufficilamente come teoria scientifica.
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del
« Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume
117, numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural
History alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In
quest’articolo dal titolo « L’origine dell'informazione biologica e le
categorie tassonomiche superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto
che nessuna teoria attuale sull’evoluzione può spiegare l’origine delle
informazioni necessarie a costruire nuove forme animali. Egli propone
il concetto di creazione intelligente come spiegazione alternativa.

Quest’articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato
da un giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono
oggetto di una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura.
Esso può essere utilizzato come referenza e libera così un gran numero
di scienziati che non saranno più vincolati a riferirsi
obbligatoriamente alla teoria evoluzionistica per spiegare le loro
scoperte.
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Leonardo Serni
2005-10-04 17:32:03 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Fatti osservati, che vanno dall'esistenza di fossili, dalla datazione dei
manufatti, all'analisi del DNA, ai modelli di diffusione di popolazioni e
fauna. Che a loro volta si incardinano a modelli matematici, geologici, e
climatologici messi alla prova talmente tante volte, che li possiamo dare
per accertati quanto basta.
Falso. Ci sono studi e libri che dimostrano il contrario.
Che non esistono i fossili? Uao. Ma io parlavo di libri di scienza, non di
fantascienza.

Capisco che ho scelto un brutto soggetto cui spiegare la differenza :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
Non ci sono dati di fatto, modelli matematici, geologici e climatologi.
No? Eppure, guarda, dice c'e' gente che con l'interferometro laser misura,
pensa un po', la deriva dei continenti. Che corrisponde al paleomagnetismo
sui fondali.

Un complotto, senz'altro un complotto.

Figurati addirittura, che i dati paleomagnetici corrispondono con i fuochi
(se si dice cosi') di vulcani estinti sottomarini, la cui massa risulta in
proporzione al tempo che la crosta soprastante e' rimasta allineata con la
caldera.

E, a proposito, il flusso termoconvettivo implicato corrisponde molto bene
con quello richiesto per il mantenimento del campo magnetico terrestre. Ma
siccome evidentemente il flusso non c'e', ne deduco che sotto terra ci sia
un gigantesco calamitone montato su enormi punterie giroscopiche.
Post by <Gigi>www.rael.org
C'è un libro recente che ho scoperto e che dice il contrario.
Addirittura UNO! Sempre esagerato, tu sei.

E questo Zillner su cosa basa i propri studi? Hai letto il libro e mi puoi
rispondere o ti sei contentato della terza di copertina?

Perche' il lavoro da confutare e' colossale, ci vuole uno bravo forte.
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Sempre dal punto di vista scientifico si cerca di usare modelli economici
- modelli che consentano di tenere conto delle novita' senza dover rifare
da capo tutto l'edificio. Per spiegare la sequenza "1 3 5 7 11 13 15", si
puo' dire "sono numeri dispari"; l'arrivo del "16" sara' causa di lavorio
e costernazione, ma non basta certo a dire "sono tutti numeri pari". Cosa
abbiamo, quale numero e' giunto, cosi' tanto pari, da indurre a ripensare
l'intera sequenza studiata finora, controllata, sottoposta a verifiche?
Esistono libri e studi sul discorso dei fossili e delle datazioni.
Le datazioni geologiche non sono "precise".
C'e' una *sottile* differenza fra dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono tutti
numeri dispari" non e' "precisa", e dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono dei
numeri pari" e' meglio.

Teorie scientifiche possono affondare, se un fossile risulta vecchio di 70
milioni di anni anziche' 63. Ed e' una bella imprecisione!

Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
Post by <Gigi>www.rael.org
Esistono innovative teorie su una differente interpretazione della
formazione delle rocce sedimentarie che implicherebbero il RIBALTAMENTO
della datazione dei fossili in essi contenuti.
Gia', ma ti servirebbe poi di spiegare COME MAI i vecchi risultati di dati
relativi alla *DEPOSIZIONE SEDIMENTARIA* corrispondano con i dati ottenuti
dal DECADIMENTO ISOTOPICO, entro un 10-15%, ovunque.

Sai, gia' pensare che le rocce sedimentino in tralice e' dura: credere che
gli isotopi decadano in tralice e' ancora peggio.

E a te servirebbero ENTRAMBE le cose, e nella stessa misura.

Dai retta: chiedi troppo.

Ah, e poi ci sono i dati sul flusso magmatico, che non dipendono ne' dalla
sedimentazione ne' dal decadimento radioattivo. Quelli, perche' sbagliano?
A parte essere cattivi d'animo, intendo :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
CESHE (http://ceshe.ref.as/) che cita i lavori condotti dal Prof. Guy
Berthault del Hydraulics Laboratory of Colorado University ... in breve
per via della deposizione ORIZZONTALE dei sedimenti (e non VERTICALE)
Se queste teorie fossero esatte
...vorrebbe dire che le cose cadono in tralice... il che spiegherebbe come
mai Newton sia stato colpito da una mela, pur standosene sotto a un pero.
Post by <Gigi>www.rael.org
Ho usato crezionismo scientifico, perchè il crezionismo scientifico è
stato riconosciuto ufficilamente come teoria scientifica.
Sicuro. Si sono fatti una loro societa', e si sono detti "bravo!". Sai che
sforzo. Sentiamo, CHI E' che ha riconosciuto ufficialmente tanta teoria?
Post by <Gigi>www.rael.org
rivista degli « Atti della società biologica di Washington »
Quest’articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato
da un giornale riconosciuto per la sua serietà
Gli Atti della Societa' Biologica di Washington. Pero'.

In effetti, sono seri per forza: neanche a me, nei panni loro, verrebbe un
granche' da ridere.

Leonardo
--
Hie for Sandy Don, Hie for Cock-o-lorum,
Hie for Bobbin' John and his Hieland Quorum!

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
truman burbank
2005-10-04 18:00:32 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Fatti osservati, che vanno dall'esistenza di fossili, dalla datazione dei
manufatti, all'analisi del DNA, ai modelli di diffusione di popolazioni e
fauna. Che a loro volta si incardinano a modelli matematici, geologici, e
climatologici messi alla prova talmente tante volte, che li possiamo dare
per accertati quanto basta.
dare per accertati quanto basta?
ahahahahahahahahahhahahahahahahahaha
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Falso. Ci sono studi e libri che dimostrano il contrario.
Che non esistono i fossili? Uao. Ma io parlavo di libri di scienza, non di
fantascienza.
beh quando ti si portano gli scienziati cominci a frignare e a dire che "no,
quello non va bene" "quell'altro è troppo basso" "no quello là è troppo
alto"
comincio a pensare che la s con cui scrivi scienza sia diversa da quella con
cui la scrivono gli altri...
ehehe
Post by Leonardo Serni
Capisco che ho scelto un brutto soggetto cui spiegare la differenza :-)
ma non l'hai spiegata...
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Non ci sono dati di fatto, modelli matematici, geologici e climatologi.
No? Eppure, guarda, dice c'e' gente che con l'interferometro laser misura,
pensa un po', la deriva dei continenti. Che corrisponde al paleomagnetismo
sui fondali.
ma daI! e quando quella stessa gente con quegli stessi strumenti trova una
piramide in giappone, nelle profondità marine, così d'incanto quella gente e
quegli strumenti diventano "uhm tutta fuffa"?
ahahahahahhahahahahahahahahahhahahahahahah
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
C'è un libro recente che ho scoperto e che dice il contrario.
Addirittura UNO! Sempre esagerato, tu sei.
eh già! ce ne vogliono almeno il doppio del triplo del quadruplo di quelli
scettici...
tu non sei esagerato no......
Post by Leonardo Serni
Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
ma tu stai parlando di imprecisione? tu?
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Ho usato crezionismo scientifico, perchè il crezionismo scientifico è
stato riconosciuto ufficilamente come teoria scientifica.
Sicuro. Si sono fatti una loro societa', e si sono detti "bravo!". Sai che
sforzo. Sentiamo, CHI E' che ha riconosciuto ufficialmente tanta teoria?
Post by <Gigi>www.rael.org
rivista degli « Atti della società biologica di Washington »
Quest’articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato
da un giornale riconosciuto per la sua serietà
Gli Atti della Societa' Biologica di Washington. Pero'.
è tutto quello che sai dire?
ehehe



http://unsolved-mysteries.info/rundgang2eng/rg2eng.htm

http://www.fantascienza.net/users/uraniandco/zaff0022.html

http://www.informareonline.it/oopart.html

http://www.voyager.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,121%5E5484,00.html


un salutone
truman

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Leonardo Serni
2005-10-04 20:50:59 UTC
Permalink
Post by truman burbank
Post by Leonardo Serni
Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
ma tu stai parlando di imprecisione? tu?
Mi rendo conto che di fronte a te che sei Esperto, oltre che Eroe (de',
basti ricordare la magra del 2/3 = 75% o del tre per cento = 1/3), sono
un dilettante dell'imprecisione, ma nella vita ci si deve contentare.

Ora da bravo torna a guardare le figure sui giornaletti, che ti educhi.

Leonardo

--

The bravest fell, and the solemn bell rang mournfully and clear
For those who died that Watertide in the springing of the year.

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
About:Blank
2005-10-04 22:22:29 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Mi rendo conto che di fronte a te che sei Esperto, oltre che Eroe
Si', e' l'Eroe de' Due Mondi (Paralleli..)
--
Ciao, m
truman burbank
2005-10-05 12:01:34 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Post by truman burbank
Post by Leonardo Serni
Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
ma tu stai parlando di imprecisione? tu?
Mi rendo conto che di fronte a te che sei Esperto, oltre che Eroe (de',
basti ricordare la magra del 2/3 = 75% o del tre per cento = 1/3),
quale questa?

http://groups-beta.google.com/group/it.discussioni.misteri/messages/32b23aad1dce3deb,b1ae1a2449324319?hl=it&thread_id=84308849fa53b25f&mode=thread&noheader=1&_done=%2Fgroup%2Fit.discussioni.misteri%2Fbrowse_frm%2Fthread%2F84308849fa53b25f%3Fscoring%3Dd%26hl%3Dit%26#doc_b1ae1a2449324319

che fai parli delle tue figure di merda attribuendole agli altri?
ehehe
Post by Leonardo Serni
sono
un dilettante dell'imprecisione, ma nella vita ci si deve contentare.
non è vero, guarda qui

http://groups.google.com/group/it.discussioni.misteri/tree/browse_frm/thread/3f5edfad0a1762e4/48a22f685b8e8a6f?rnum=1&hl=it&_done=%2Fgroup%2Fit.discussioni.misteri%2Fbrowse_frm%2Fthread%2F3f5edfad0a1762e4%3Fscoring%3Dd%26hl%3Dit%26&scoring=d#doc_48a22f685b8e8a6f

http://groups.google.com/group/it.discussioni.misteri/tree/browse_frm/thread/6fd13922d873c023/976f8c4e1f21b361?rnum=101&hl=it&_done=%2Fgroup%2Fit.discussioni.misteri%2Fbrowse_frm%2Fthread%2F6fd13922d873c023%3Fscoring%3Dd%26hl%3Dit%26&scoring=d#doc_dd46414a214209d1
Post by Leonardo Serni
Ora da bravo torna a guardare le figure sui giornaletti, che ti educhi.
Leonardo
ma dove è finita la tua ironia? la tua classe nell'esposizione?
incazzato? beh ti capisco....
ehehe
truman
<Gigi>www.rael.org
2005-10-04 11:45:57 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Che non esistono i fossili? Uao.
Non ho detto questo.
Leggi il contesto.


Ma io parlavo di libri di scienza, non di
Post by Leonardo Serni
fantascienza.
Anche io non parlo di fantascienza.
Post by Leonardo Serni
No?
No. Non ci sono dati di fatto.


Eppure, guarda, dice c'e' gente che con l'interferometro laser misura,
Post by Leonardo Serni
pensa un po', la deriva dei continenti. Che corrisponde al paleomagnetismo
sui fondali.
Un complotto, senz'altro un complotto.
Figurati addirittura, che i dati paleomagnetici corrispondono con i fuochi
(se si dice cosi') di vulcani estinti sottomarini, la cui massa risulta in
proporzione al tempo che la crosta soprastante e' rimasta allineata con la
caldera.
E, a proposito, il flusso termoconvettivo implicato corrisponde molto bene
con quello richiesto per il mantenimento del campo magnetico terrestre. Ma
siccome evidentemente il flusso non c'e', ne deduco che sotto terra ci sia
un gigantesco calamitone montato su enormi punterie giroscopiche.
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Post by Leonardo Serni
Addirittura UNO!
Non un di numero.
Un è articolo
Post by Leonardo Serni
E questo Zillner su cosa basa i propri studi?
Sulla scienza.

Hai letto il libro e mi puoi
Post by Leonardo Serni
rispondere o ti sei contentato della terza di copertina?
Ho risposto.
Vedi sopra.
Post by Leonardo Serni
Perche' il lavoro da confutare e' colossale, ci vuole uno bravo forte.
Infatti ci sono centinai di scienziati che confutano queste cose.
Post by Leonardo Serni
C'e' una *sottile* differenza fra dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono tutti
numeri dispari" non e' "precisa", e dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono dei
numeri pari" e' meglio.
Teorie scientifiche possono affondare, se un fossile risulta vecchio di 70
milioni di anni anziche' 63. Ed e' una bella imprecisione!
Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
Infatti io voglio che siano precise.
Invece non ci sono dati di fatto precisi.
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Post by Leonardo Serni
Gia', ma ti servirebbe poi di spiegare COME MAI i vecchi risultati di dati
relativi alla *DEPOSIZIONE SEDIMENTARIA* corrispondano con i dati ottenuti
dal DECADIMENTO ISOTOPICO, entro un 10-15%, ovunque.
Sai, gia' pensare che le rocce sedimentino in tralice e' dura: credere che
gli isotopi decadano in tralice e' ancora peggio.
E a te servirebbero ENTRAMBE le cose, e nella stessa misura.
Dai retta: chiedi troppo.
Ah, e poi ci sono i dati sul flusso magmatico, che non dipendono ne' dalla
sedimentazione ne' dal decadimento radioattivo. Quelli, perche' sbagliano?
A parte essere cattivi d'animo, intendo :-)
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Post by Leonardo Serni
Gli Atti della Societa' Biologica di Washington. Pero'.
e si....
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Leonardo Serni
2005-10-04 21:32:42 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Eppure, guarda, dice c'e' gente che con l'interferometro laser misura,
Post by Leonardo Serni
pensa un po', la deriva dei continenti. Che corrisponde al paleomagnetismo
sui fondali.
Un complotto, senz'altro un complotto.
Figurati addirittura, che i dati paleomagnetici corrispondono con i fuochi
(se si dice cosi') di vulcani estinti sottomarini, la cui massa risulta in
proporzione al tempo che la crosta soprastante e' rimasta allineata con la
caldera.
E, a proposito, il flusso termoconvettivo implicato corrisponde molto bene
con quello richiesto per il mantenimento del campo magnetico terrestre. Ma
siccome evidentemente il flusso non c'e', ne deduco che sotto terra ci sia
un gigantesco calamitone montato su enormi punterie giroscopiche.
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Cos'e', il giochino "Se mi dici pi greco con solo tre decimali, allora
puo' darsi che valga diciassette"?

Be', Valet e Meynadier, per fare due nomi a casaccio, hanno mappato un
periodo di 3 milioni e 200mila anni, con un errore inferiore ai 50mila
anni, usando la datazione uranio/piombo, nella zona dell'Atlantico.

Questo di per se' dice poco, perche' fossili sul fondo del mare non e'
che se ne trovino. Ma conferma i ritrovamenti sulla *terra* relativi a
flussi lavici che, pure loro, manifestano paleomagnetismo misurabile

http://www.terrapub.co.jp/journals/EPS/pdf/5206/52060437.pdf

(tra l'altro questi sono misurati col potassio, non con l'uranio: piu'
meccanismi diversi si usano, meno e' probabile che s'incatastino tutti
quanti dando per di piu' lo stesso errore, no?).

Anche qui, non abbiamo dati precisi al secondo... anzi, due siti su 34
(l'ottanta per cento, direbbe qualcuno <g>) non concordano. Pero' come
dire, ne rimangono piu' di ventinove :-)

Campagne analoghe ne sono state fatte a migliaia (cerca paleomagnetism
nelle pubblicazioni dell'AAAS, o su ArXiv, o in giro) e in alcune zone
si sa che vi sono anomalie, per dire -- ma "zone": eccezioni, e non le
regole.
Post by Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
E questo Zillner su cosa basa i propri studi?
Sulla scienza.
Ecco, perche' in genere ci si basa su scavi, su misurazioni, su valori
ricavati da regressioni statistiche, modelli, e cosi' via. Si dice "la
nostra ricerca si basa su tot misurazioni, effettuate nei punti tale e
talaltro, nelle condizioni cosi' e cosa'", per esempio:

http://www-odp.tamu.edu/publications/167_SR/VOLUME/CHAPTERS/SR167_28.PDF

...forniscono coordinate e metodologia di campionamento, cosi' che uno
se vuole puo' replicare gli studi, oppure obiettare: "No, ma prendendo
un passo di 3 cm., il Tal dei Tali ha avuto i problemi bla bla".

Se capisco bene, Zillner ha preso una fetta di scienza, l'ha messa per
largo e ci ha appoggiato i propri studi.

Va benissimo, per carita'. E' un sistema come un altro. Sai mica anche
quanto pesava, la fetta?
Post by Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
Hai letto il libro e mi puoi
rispondere o ti sei contentato della terza di copertina?
Ho risposto.
Vedi sopra.
Guarda, era meglio la terza di copertina, che almeno diceva "basandosi
su studi, viaggi ed esplorazioni"; non dice ne' dove, ne' come, e, per
carita'!, neppure quando; pero', almeno sembra che Zillner si sia dato
una bella mossa. Se si sapesse dove e come sembrerebbe ancor di piu'.
Post by Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
Perche' il lavoro da confutare e' colossale, ci vuole uno bravo forte.
Infatti ci sono centinai di scienziati che confutano queste cose.
Diamine. Dio e' uno e trino, ma lo Zillner uno e centuplo lo piglia di
tacco e gli fa gol nel sette.
Post by Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
C'e' una *sottile* differenza fra dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono tutti
numeri dispari" non e' "precisa", e dire che "1 3 5 7 11 13 15 16 sono dei
numeri pari" e' meglio.
Teorie scientifiche possono affondare, se un fossile risulta vecchio di 70
milioni di anni anziche' 63. Ed e' una bella imprecisione!
Ma a te non basta che siano "imprecise" - a te servirebbe che le datazioni
geologiche fossero numeri tirati al Lotto.
Infatti io voglio che siano precise.
Invece non ci sono dati di fatto precisi.
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Aspetta, te lo ripeto piu' lentamente... le date fornite dalla scienza
sono imprecise, perche' gli strumenti sono imprecisi, perche' l'errore
di campionamento e' quel che e', eccetera.

Quindi, se tu mi dicessi "l'estinzione del Permiano e' avvenuta 240, e
non 250 milioni di anni fa", cancellandomi d'un botto DIECI MILIONI DI
ANNI (mica noccioline!), sarebbe difficile dirti che sbagli, e come; e
fra tutte le datazioni una buona meta' darebbe abbastanza piu' ragione
a te che a chi dicesse "250".

Ma se tentassi di anticiparla a 200 milioni di anni, ti andrebbe molto
peggio; a 150 milioni di anni ti riderebbero dietro; e a 50 milioni di
anni saresti qualificato come caso senza speranza - salvo che trovassi
qualche prova veramente stupefacente e di impatto globale.

Ora tu mi parli di venticinquemila anni.

Lo capisci che una imprecisione anche del dieci per cento non ti serve
a una mazza beata?

Che e' come cercare di convincere il vigile che, *benche'* l'autovelox
ti abbia fulminato a 220 all'ora, e benche' t'abbiano dovuto inseguire
per mezz'ora alla Socmacher due autopattuglie, tu facevi i 30, massimo
40 all'ora in discesa?

Non e' che succeda niente, eh: tu puoi continuare a sostenere una tesi
dei 30 all'ora (o dei 25 mila anni). I vigili ti fanno la multa, e qui
passi da bischero, ma poi la vita continua.

Anzi, uno puo' uscire dalla caserma baciando la multa da 600 EUR (piu'
ritiro della patente) e dire "Visto, che avevo ragione?"... e di certo
e' piu' felice di chi esce sputando il fegato :-)
Post by Leonardo Serni
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
Bon, due date te l'ho... date; le altre le trovi su quei PDF, od anche
aprendo un qualsiasi testo di geologia.

Questo se vuoi discutere di scienza.

Se vuoi parlare di religione mi arrendo subito - ma nota che sei stato
tu a venire su IDM, non certo io a cercarti su f.i.m.r.: ora se volevi
parlare di religioni, avevi a rimanere tu su f.i.m.r. ...

Se vuoi fare caciara puoi cominciare subito a dire "Un errore di QUASI
CINQUANTAMILA ANNI?!? Questa sarebbe precisione!? Questa la potenza di
una scenza (sic!) becera e cicappirinha?!? Non si sa se e' tre milioni
e centocinquantamila o tre milioni e duecentocinquantamila? ...Allora,
puo' essere anche venticinquemila: nel meno ci sta il piu'!".

Leonardo

--

The bravest fell, and the solemn bell rang mournfully and clear
For those who died that Watertide in the springing of the year.

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
<Gigi>www.rael.org
2005-10-06 00:49:15 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Cos'e', il giochino "Se mi dici pi greco con solo tre decimali, allora
puo' darsi che valga diciassette"?
Be', Valet e Meynadier, per fare due nomi a casaccio, hanno mappato un
periodo di 3 milioni e 200mila anni, con un errore inferiore ai 50mila
anni, usando la datazione uranio/piombo, nella zona dell'Atlantico.
Allora non sono dati di fatto.
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
e potrebbe anche essere più di 50.000.

Cmq, ecco un articolo di due anni fa

Da 3 miliardi a 100.000 anni.

Questo articolo mostra quanto sono "precise" le datazioni geologiche».
Le più antiche aperture idrotermali sul fondo dei mari, che si
supponevano
vecchie più di tre miliardi di anni, potrebbero essere nient'altro che
depositi di sorgenti attive nel sottosuolo negli ultime poche migliaia
di
anni. Questo è l'annuncio fatto da due geologi statunitensi che hanno
condotto una nuova analisi sulle rocce del Sud Africa che erano in
precedenza datate al periodo Arcaico, quando la vita cominciò appena a
diversificarsi. La scoperta potrebbe avere implicazioni importanti per
comprendere meglio la storia Terra e delle forme di vita microbiche che
la
vivevano.
Fonte: http://news.bbc.co.uk/2/hi/science/nature/3220633.stm
Post by Leonardo Serni
Se capisco bene, Zillner ha preso una fetta di scienza, l'ha messa per
largo e ci ha appoggiato i propri studi.
Va benissimo, per carita'. E' un sistema come un altro. Sai mica anche
quanto pesava, la fetta?
La scienza non è monopolio degli evoluzionisti.
Post by Leonardo Serni
Guarda, era meglio la terza di copertina, che almeno diceva "basandosi
su studi, viaggi ed esplorazioni"; non dice ne' dove, ne' come, e, per
carita'!, neppure quando; pero', almeno sembra che Zillner si sia dato
una bella mossa. Se si sapesse dove e come sembrerebbe ancor di piu'.
Oltre a Zillner aggiungi anche questi altri libri:
In italiano è poco il materiale disponibile, ma sta arrivando. I veri
autori
come Lima de Faria hanno difficoltà nella traduzione in
italiano dei suoi libri.
Ecco alcuni libri:


Rapporto sull'evoluzionismo di Rutilio Sermonti, il Cinabro. Qui c'è un
elenco di molti scienziati anti-evoluzionisti.
E' possibile comprarlo telefonando a il Cinabro 095-322150. Ve lo
spediranno
in una busta e pagherete, poi, per conto corrente.

L'evoluzionismo: un mito a pezzi, Jammarone Luigi- Wilders
Peter-Bennougli
ed. Civiltà.

Sermonti Giuseppe (genetista, professore all'università di Perugia).:
Dimenticare Darwin, ombre sull'evoluzione - Rusconi, Milano 1980
(attualmente in
ristampa)

G.Sermonti, Il crepuscolo dello scientismo - Rusconi 18.000

G.Sermonti, Le forme della vita, Roma 1981

G.Sermonti/R.Fondi, Dopo Darwin. Critica dell'evoluzionismo, Milano
1980


FONDI ROBERTO (Paleontologo, professore all'Università di Siena):
Organicismo ed evoluzionismo - Il Corallo/Settimo Sigillo
E' possibile comprare tutti questi libri
telefonando a il Cinabro 095-322150 oppure tramite la rete internet
presso
il sito:
http://web.tiscalinet.it/cinabrolibri

Dagli Usa arrivano i post-darwinisti
Biologi e zoologi contro l'ortodossia
La natura agisce più come un artista che come un ingegnere

Giovanni Monastra, "Le origini della vita", Il cerchio. Pagine 70. Lire
10.000
Nel mondo scientifico persiste l'egemonia darwinista: un sistema di
potere
(cattedre, stampa scientifica, premi Nobel) che custodisce la teoria,
cui la
vita si è evoluta per l'azione di due forze cieche, Caso e Necessità.
Questo
establishment ama dipingere i suoi avversari come "creazionisti" e
"fondamentalisti", contestatori del darwinismo per motivazioni
religiose. In
realtà, ormai da decenni l'opposizione al darwinismo cresce proprio nel
mondo scientifico. Ogni nuova scoperta in paleontologia e genetica, in
biologia e biochimica, porta una nuova smentita al quadro
evoluzionista,
gradualista e adattativo su cui giura l'establishment. E ormai una
folla di
paleontologi, biologi, genetisti, zoologi e matematici osa contestare a
voce
alta lo schema darwinista. Nel breve volumetto Le origini della vita
Giovanni Monastra (lui stesso biologo ricercatore) espone le
motivazioni,
gli autori e gli argomenti della contestazione anti-darwiniana. Stuoli
di
ricercatori "sul campo" vengono scoprendo, per esempio, i segni di una
stupefacente intelligenza nella struttura del Dna: esso possiede
livelli
multipli di "programmi di correzione di bozze", che rilevano ed
eliminano
gli errori di copiatura che possono avvenire durante la duplicazione.
Il Dna
si difende dunque attivamente contro le mutazioni accidentali
presupposte
dal darwinismo come il motore continuo dell'evoluzione.
In compenso, il Dna è capace di mutare la propria architettura, ma non
per
caso, anzitutto al contrario: lo fa secondo una logica sottostante, una
progettualità e intelligenza che lascia perplessi i ricercatori.
Nonostante
queste imbarazzanti scoperte, i darwinisti continuano a difendere
l'idea di
mutazioni accidentali di un Dna supposto inerte perché è il solo modo
di
escludere l'opera di un Autore. La nuova generazione di scienziati sta
elaborando una teoria post-darwiniana (in Usa chiamata Intelligent
Design,
Progetto Intelligente); elabora nuovi come la "complessità
irriducibile"
(esempio: il processo di coagulazione del sangue non può essersi
perfezionato gradualmente, perché la complessità del processo non può
essere
semplificata: basta che manchi una sola delle numerose proteine che
entrano
nel processo, e il sangue non coagula per niente). L'establishment
rifiuta
questi concetti come "anti-scientifici", perché non sono
riduzionistici. E'
il vizio dello scientismo antiquato: considerare scientifico solo il
pensiero che riduce i fenomeni complessi ai suoi elementi più semplici.
La
vita biologica alla chimica. La psicologia agli ormoni. L'uomo (con il
suo
immenso "mondo interiore", ciò che lo caratterizza su ogni altro
vivente) a
un altro tipo di scimmia. I nuovi scienziati, invece, sentono
l'esigenza di
una scienza assai più complessa e raffinata.
Che, ad esempio, non si contenti di spiegare la bellezza così evidente
nel
mondo animale (le corna ramose del cervo, le ali della farfalla) in
termini
di mimetismo o utilità nella "lotta per la vita" (una "lotta"
immaginata dal
darwinismo, perché il suo ateismo implicito sceglie di vedere la Natura
come
un'arena del caos); ma in termini di matematica, di "musicalità", di
"arte"
("La natura agisce più come un artista che come un ingegnere"). Alcuni
dei
nuovi scienziati non esitano a dirsi platonici: per loro, la vita è
l'incarnazione di archetipi ideali (o di "temi", nel senso musicale)
nelle
condizioni dello spazio-tempo. Per questi scienziati, la teoria
darwiniana
non è altro che un ostacolo al sorgere di una scienza della
complessità,
ormai necessaria per indagare la complessità insuperabile della vita.
La
generazione degli scienziati post-evoluzionisti, come dimostra l'agile
saggio di Monastra, è già qui. Occorre solo aspettare che salgano sulle
cattedre, e saremo tutti post-darwinisti.


PIERO BAROVERO, Darwin ha sbagliato, Saggio critico sul Darwinismo: il
Neocreazionismo, L'Autore Libri Firenze, 1997, pp. 72, £ 16.000)

ANTONINO ZICHICHI-Perchè Io credo in Colui che ha fatto il Mondo-Il
Saggiatore, 1999

1- "Ripensare Darwin - Il dibattito alla tavola alta dell'evoluzione"
E. Niles (Einaudi): proviene dai sostenitori dell'evoluzionismo, ma
dimostra
chiaramente le grosse difficoltà e contraddizioni in cui si dibatte
oggi questa teoria. Vedi soprattutto il tentativo di inserire nel
darwinismo
concetti come "discontinuità" e "salti", considerati fino a ieri vere e
proprie eresie dai più puri seguaci di Darwin.

"Le origini della vita" di Giovanni Monastra, edito da il Cerchio di
Rimini (80 pagine - L.10.000).

-----------------------

. W.Kuhn, Pietre d'inciampo per il Darwinismo, Isola Gran Sasso 1990

. A.Portmann, Le forme viventi, Milano 1990

"Il mistero della vita" di Richard Milton, edizioni Geo.

-Titolo: L'errore di Darwin
Casa editrice: PIEMME 1998
Autore: Hans-Joachin Zillmer


Dopo Darwin - Critica all' evoluzionismo
Giuseppe Sermonti & Roberto Fondi
342 pagine

Rusconi Libri S.p.A., Via Oldofredi 23, I-20124 Milano
Quest'opera (scritta da un genetista di nome internazionale, Giuseppe
Sermonti, e da un giovane paleontologo, Roberto Fondi) approda ad una
conclusione sorprendente: l'evoluzione biologica non è altro che un
mito.
Gli autori ribaltano, con una documentazione ineccepibile, il
fondamento
intangibile su cui si è sostenuta la biologia dell'ultimo secolo.

La biologia - sostiene Sermonti - non ha alcuna prova dell'origine
spontanea
della vita, anzi ne ha provata l'impossibilità. Non esiste una
gradazione
della vita dall'elementare al complesso. Dal batterio, alla farfalla,
all'uomo la complessità biochimica e genetica è sostanzialmente uguale;
i
meccanismi e le funzioni biologiche basilari sono ovunque gli stessi,
nell'invisibile e nel gigantesco. Dalla prima comparsa di fossili ad
oggi -
dimostra Fondi - la diversità e la ricchezza delle forme viventi non
sono
aumentate. Nuovi gruppi hanno sostituito i più antichi, ma quelle forme
intermedie che gli evoluzionisti hanno disperatamente cercato non
esistono.

Le diverse forme della vita compaiono improvvisamente, senza ascendenti
rintracciabili. Esse sono variazioni su temi centrali permanenti,
espressioni di un'armonia perenne e non prodotti storici del caso. Di
fronte
all'utilitarismo darwiniano, all'atomismo di Monod e al bricolage di
Jacob,
gli autori riaffermano la goethiana dignità della forma, entro
l'immensa
architettura d'un universo "dato tutto insieme", con tutte le sue
leggi.

GIUSEPPE SERMONTI è nato a Roma nel 1925. Ha pubblicato Genetica
generale
(Boringhieri, 1971-1974), Il crepuscolo dello scientismo (Rusconi,
1971),
Vita coniugale dei batteri (Zanichelli, 1972), Il ragno, il filo e la
vespa
(Mondadori, 1974), La mela di Adamo e la mela di Newton (Rusconi,
1974).
Genetista di microrganismi, direttore della International School of
General
Genetics, vicepresidente del XIV Congresso Internazionale di Genetica
(Mosca, 1978), dopo avere insegnato all'Università di Palermo è, dal
1974,
ordinario di Genetica all'Università di Perugia.

ROBERTO FONDI è nato a Montale (Pistoia) nel 1943. Laureatosi in
Scienze
Naturali all'Università di Siena, è attualmente assistente ordinario di
Paleontologia presso quest'ultima. Ha pubblicato lavori di
paleontologia dei
Vertebrati, orientandosi poi in modo particolare verso lo studio di
metodologie tassonomiche a base quantitativa. È socio del Centro
Internazionale di Comparazione e Sintesi.

PREMESSA - Mai nella storia, per quanto ne sappiamo, c'è stato un
tentativo
così determinato, riccamente sovvenzionato, politicamente organizzato
di
persuadere il genere umano che tutto il progresso, tutta la prosperità,
tutta la salvezza, individuale e sociale, dipende da un conflitto
indiscriminato per il cibo e il denaro, dalla soppressione ed
eliminazione
del debole da parte del forte, dal Libero Commercio, dal Libero
Contratto,
dalla Libera Competizione, dalla Libertà Naturale, dal Laisser-faire:
in
breve, dall'abbattere il nostro simile impunemente. (George Bernard
Shaw)

La teoria dell'evoluzione, come Charles Darwin la presentò nel 1859 e
come
molti nostri contemporanei l'hanno celebrata nel centenario, è stata
contraddetta come poche altre teorie scientifiche del passato. L'ultimo
concetto sopravvissuto di tutto il castello darwiniano, quello della
selezione naturale nella lotta per la vita, è ormai divenuto secondario
in
quasi tutte le ipotesi evoluzioniste, dopo che lo stesso Darwin ne
aveva
dichiarata l'insufficienza. Eppure, nonostante molti autorevoli biologi
abbiano esplicitamente dichiarata l'inconsistenza del darwinismo, esso
rimane tenace nei libri di scuola e sulle copertine degli opuscoli di
divulgazione, persino di quelli scritti dagli stessi autorevoli
scienziati.

Pietre d'inciampo per il Darwinismo - I miracoli del creato, descritti
ed
illustrati
Wolfgang Kuhn
DLC
In questo volume, il professor Kuhn presenta, commenta e illustra
alcune
«pietre d'inciampo» per il darwinismo. Si serve di interessanti esempi,
tratti dalla natura vivente, per dimostrare l'infondatezza della teoria
evoluzionista.

WOLFGANG KUHN è nato nel 1928 e ha studiato botanica, zoologia,
geografia,
chimica e filosofia all'Università di Francoforte. Dopo una lunga e
apprezzata attività come insegnante, egli ha ottenuto nel 1978 la
cattedra
di biologia all'Università di Saarbrücken.

CITAZIONI - «L'evoluzione non è stata dimostrata e non è dimostrabile.
Noi
vi crediamo solo perché altrimenti dovremmo supporre una creazione, e
ciò è
impensabile.» (Sir Arthur Keith)

«Mi sentivo come se avessi commesso un omicidio!» (Charles Robert
Darwin)

«Gli scienziati che si sono proposti, come scopo della loro esistenza,
di
poter giungere a dimostrare che la vita non ha finalità costituiscono
loro
stessi un interessante oggetto di studio.» (Alfred North Whitehead)

INDICE - L'occhio rivelatore ? Non c'è motivo di sparare! ? Noie con la
«selezione creatrice»! ? Le galle non dovrebbero esistere ? È solo una
comunissima mosca, signor Darwin! ? Bellezza senza uno scopo preciso! ?
Perfezione fin dall'inizio: ? l'errore riguardo ai «primitivi» ?
L'uccello
nato dell'uovo di sauro ? Dei picchi è meglio non parlare! ? Caso più
caso =
piano?

Le forme della vita - Introduzione alla Biologia
Giuseppe Sermonti
99 pagine

Editore Armando Armando, Via della Gensola, Roma
Sino a qualche anno fa l'origine, la trasformazione, la diffusione
della
vita sulla terra sembravano storie risapute, sembravano un quadro
tracciato
nelle sue linee generali, con solo qualche dettaglio da precisare.

In poco tempo tutta la costruzione è crollata. È stata proprio la più
precisa conoscenza della biochimica dei viventi (biologia molecolare) e
della loro storia passata (paleontologia) a riportare quello che
credevamo
di conoscere, nel più fondo mistero. L'origine della vita "per caso",
la
trasformazione graduale delle specie per "mutazione-selezione" non sono
più
sostenibili, perché la vita più elementare è incredibilmente complessa,
e
perché è ormai provato che il succedersi dei gruppi viventi avviene
"per
salti" e non "per gradi".

Alla biologia si presenta oggi il compito di trovare le regole
costruttive
delle forme e delle figure dei viventi. Studiando un "piano
fondamentale" e
le sue "varianti" (ad es. il Vertebrato e le sue Classi: Pesci, Anfibi,
Mammiferi, Uccelli) essa dovrà cercarne i principi architettonici
generali e
particolari, e non inseguire un immaginario "antenato" e la serie dei
suoi
discendenti.

Le forme dei viventi, che solo secondariamente sono riferibili alle
necessità funzionali, sono il risultato delle regole della crescita,
dei
principi della stabilità strutturale e della "fantasia" della natura.
Esse
sono la realizzazione di "archetipi" raggiunti, di tempo in tempo, dal
fronte dell'esistenza.

Questo libro si rivolge agli studenti cui la biologia è ancora
insegnata
secondo le vecchie leggende dell'Ottocento, perché conoscano i problemi
che
si aprono al biologo moderno sulla frontiera del 2000. È rivolto in
particolare a quegli insegnanti di scienze naturali che hanno bisogno
di
estendere la loro visuale oltre i dogmi cui sono obbligati dai libri di
testo correnti.


L'autore, GIUSEPPE SERMONTI, è professore di Genetica all'Università di
Perugia. È stato presidente dell'Associazione Genetica Italiana e
Vicepresidente dell'ultimo Congresso Internazionale di Genetica
(Mosca). Ha
scritto un trattato sui Microrganismi produttori di Antibiotici
(Wiley), un
testo universitario di Genetica Generale (Boringhieri), saggi di
critica
scientifica (// crepuscolo dello scientismo, La mela d'Adamo e la mela
di
Newton, Rusconi), un libro per ragazzi (Vita coniugale dei Battevi,
Zanichelli) ed uno per bambini (// Ragno, il Filo e la Vespa,
Mondadori).
Insieme a R. Fondi ha pubblicato il volume Dopo Darwin, Critica
all'evoluzionismo (Rusconi, 1980) che ha riacceso in Italia la disputa
sulla
teoria darwiniana dell'evoluzione.

La creazione non è una favola
Domenico E. Ravalico
172 pagine

Edizioni Paoline
In quest'ultimo ventennio è accaduto un fatto nuovo, inaspettato e
inimmaginabile. Il progresso scientifico ha dimostrato che ogni essere
vivente è programmato in anticipo, che si autocostruisce in base al
proprio
progetto, tanto se si tratta di una muffa o di una quercia, di un
vermiciattolo o di un uomo. Ha dimostrato anche che vi è un progetto
generale, relativo all'intero Universo e che il vivente più semplice,
un
microrganismo, è favolosamente complesso e organizzato. Questo libro
descrive i nuovi affascinanti temi della biologia in modo limpido e
ragionato;

fornisce una risposta semplice e chiara alle domande di come è sorta la
vita
sulla Terra e come si sono sviluppati i viventi, alla luce delle
nuovissime
conquiste della Scienza.

Domenico E. Ravalico, illustre pioniere dell'elettronica, mentre
approntava
un trattato tecnico sulla televisione, rimase profondamente
impressionato
per la straordinaria complessità dell'occhio umano. Telecamere e
televisori
gli apparvero, improvvisamente, simili a trastulli. Si appassionò a
quella
"scoperta" al punto di studiare la retina al super-microscopio
elettronico e
di lasciarsi indurre a scrivere un libro su quell'appassionante aspetto
del
prodigio della vita: Luce, Vita e Scienza (1963). Da allora ha
alternato lo
studio dell'elettronica con quello della biologia contemporanea.

È notissimo per i suoi molti libri tecnici, una quindicina, dedicati
all'elettronica in genere, ai transistor e ai circuiti integrati, alla
televisione in bianco-nero e a colori, agli amplificatori audio e ai
sintonizzatori FM-stereo. Sono valutati a centomila i giovani che, in
Italia, hanno studiato sui suoi testi.

È anche uno dei più apprezzati divulgatori scientifici. Alcuni suoi
libri di
divulgazione sono stati tradotti in varie lingue, e sono noti in Europa
e in
America.

Fra i libri di divulgazione vi sono i seguenti: Natura e Creatore, La
fantascienza della Natura, Meraviglie dell'elettronica, Da Volta
all'energia
atomica, Marconi giovane.

Da appena due decenni, quasi all'improvviso, la Scienza si è accorta
che
esiste un progetto, una programmazione, alla base di ciascun vivente.
Nessuno può vivere senza quel progetto predisposto in anticipo,
registrato
su nastri DNA, in codice. Si è accorta che persino un microbo, visto
sullo
schermo fluorescente del super-microscopio elettronico, è favolosamente
complesso e organizzato, tanto da declassare al livello di giocattoli
infantili i prodigi della nostra tecnica.

La Scienza si è anche accorta, in questi ultimi anni, che il corpo
umano è
costituito da 60 mila miliardi di cellule viventi, ciascuna delle quali
è
"un mondo al di là di ogni più ardita fantasia". Ha anche riconosciuto
che
ogni uomo è progettato, e che la sua programmazione complessiva è
registrata
su nastri DNA di lunghezza tale da poter circoscrivere tutto il Sistema
Solare.

Tre secoli or sono, gli uomini rimasero sorpresi e sgomenti per
l'immen-samente grande e per l'immensamente piccolo; oggi sono
esterrefatti
per l'immensamente organizzato. Da dove è venuta quell'organizzazione?
Mai
come oggi l'uomo si trova a poter riconoscere, nello stupendo mistero
delle
origini, le orme del Creatore. Con chiarezza e trasparenza, in questo
libro
sono delineate le nuove "incredibili" realtà naturali, messe in luce
dalla
Scienza dopo gli anni '50.

Creazione o Evoluzione
Tommaso Heinze
126 pagine

Edizioni Centro Biblico
Una valutazione della teoria dell'evoluzione alla luce delle ricerche
scientifiche

I testi sull'evoluzione sono generalmente così tecnici e complicati che
il
giovane e il lettore medio non riescono a seguirne il ragionamento e
gli
argomenti trattati. Questo libro è differente. Esso è stato preparato
proprio per queste persone.

I genitori di solito non sanno come combattere i moderni insegnamenti
che
bombardano i ragazzi con la teoria dell'evoluzione fin dalle scuole
elementari. Molti si stanno accorgendo solo ora di avere accettato
inconsapevolmente la teoria dell'evoluzione, senza conoscere, o curarsi
di
conoscere, tutte le implicazioni che questi falsi insegnamenti
comportano. È
per aiutare tali persone che questo libro è stato scritto.

L'autore, laureatosi in scienze naturali e in teologia, è missionario
in
Italia dal 1963 e svolge il suo ministero nella provincia di Napoli.
Questo
suo libro è stato stampato, oltre che in inglese, in tedesco, in cinese
e in
giapponese (qui già alla seconda edizione), trovando ampi consensi.

Origini
John C. Whitcomb
171 pagine

Casa Biblica, Vicenza

(Associazione Culturale Evangelica Daniele - Baltassar)
(Tradotto dall'inglese.) Tutti i libri che riguardano la "Lettura" del
racconto biblico della creazione sono oggetto di consensi e dissensi.
L'analisi e le riflessioni di Whitcomb sono talmente serie da suggerire
di
mettere da parte. ogni forma di pregiudizio. (Paolo Moretti, Direttore
de
"Il Cristiano")

. Il rifiuto della storicità dei primi capitoli della Sacra Bibbia,
mette in
ombra tutte le verità riguardanti la posizione dell'uomo nel piano di
Dio. .
il prof. Whitcomb presenta dei fatti incontrovertibili che ogni
credente
deve conoscere e a cui dovrebbe credere. (Guglielmo Standridge, "La
Voce del
Vangelo", Roma)

. Molti credenti italiani. credono alla Bibbia come Parola di Dio, ma
accettano e subiscono, anche inconsciamente, la cultura
evoluzionistica. Ben
venga quindi un libro come "Origini", per aiutarci a riflettere
sull'importanza di una lettura coerente della Bibbia anche per guanto
riguarda le origini. (Samuele Negri, Anziano Chiesa Evangelica di
Rimini)

Whitcomb, dopo aver stabilito la dottrina biblica, ne considera le
implicazioni scientifiche, facendolo con competenza, sobrietà e
serietà.
(Fernando De Angelis, Direttore di "Proiezioni")

Le origini:
due teorie

evoluzione - creazione
Richard B. Bliss, ed. d.
Quaderno formato A4 di 55 pagine

Edizioni Casa Biblica, Vicenza

Editori associati:

Duane T. Gish, Ph.D.,

John N. Moore, Ed.D., Michigan State University
Ottimo quaderno di lavoro per studenti. Contiene molte informazioni
scientifiche. Tradotto dall'inglese.

L'AUTORE - Richard Bliss ha avuto un'attività nel campo
dell'insegnamento
nella scuola pubblica di oltre 25 anni. Ha insegnato Chimica, Fisica e
Biologia in tutti i livelli della scuola Media Superiore (dal 7° al
12°) e
si è occupato attivamente dello sviluppo di programmi scolastici
(dall'asilo
fino al 12°) per molti anni presso la scuola pubblica di Racine, nel
Wisconsin. Come direttore del laboratorio di Scienze, Bliss ha diretto
numerosi corsi dimostrativi sia per insegnanti liceali che elementari.
È
stato docente incaricato presso l'Università del Wisconsin ed ha
insegnato
tecnica Scientifica ai futuri insegnanti. Bliss è stato consulente
scientifico presso l'Educational Consulting Associates ed oratore
indipendente su argomenti relativi all'istruzione. Richard Bliss ha
raggiunto diverse posizioni di preminenza in associazioni scientifiche
statali e regionali, e si cita il suo nome nel "Who's Who in Education"
di
Marqui. Bliss si è laureato presso l'Università del Wisconsin ed ha
conseguito il Dottorato in Didattica Scientifica nell'Università di
Sarasota.

INDICE - Capitolo 1: Evoluzione - Una Teoria - Polimorfismo tra le
Specie -
Le Specie - Evoluzione Prebiologica - Evoluzione Biologica - Indici
Fossili - I Contatori per la Determinazione dell'Età Geologica - L'Uomo
e
l'Evoluzione - L'Omologia - Conclusione

Capitolo 2: Creazione - La Documentazione - Il Diluvio - Generi e
Modificazioni - Su o Giù per la Collina? - Le Probabilità - Quanti Anni
ha
la Terra? - Una Teoria per l'Opera Creativa - Tocca a Voi
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Perche' il lavoro da confutare e' colossale, ci vuole uno bravo forte.
Infatti ci sono centinai di scienziati che confutano queste cose.
Diamine. Dio e' uno e trino, ma lo Zillner uno e centuplo lo piglia di
tacco e gli fa gol nel sette.
E questi altri libri qua sotto vincono la partita
In italiano è poco il materiale disponibile, ma sta arrivando. I veri
autori
come Lima de Faria hanno difficoltà nella traduzione in
italiano dei suoi libri.
Ecco alcuni libri:


Rapporto sull'evoluzionismo di Rutilio Sermonti, il Cinabro. Qui c'è un
elenco di molti scienziati anti-evoluzionisti.
E' possibile comprarlo telefonando a il Cinabro 095-322150. Ve lo
spediranno
in una busta e pagherete, poi, per conto corrente.

L'evoluzionismo: un mito a pezzi, Jammarone Luigi- Wilders
Peter-Bennougli
ed. Civiltà.

Sermonti Giuseppe (genetista, professore all'università di Perugia).:
Dimenticare Darwin, ombre sull'evoluzione - Rusconi, Milano 1980
(attualmente in
ristampa)

G.Sermonti, Il crepuscolo dello scientismo - Rusconi 18.000

G.Sermonti, Le forme della vita, Roma 1981

G.Sermonti/R.Fondi, Dopo Darwin. Critica dell'evoluzionismo, Milano
1980


FONDI ROBERTO (Paleontologo, professore all'Università di Siena):
Organicismo ed evoluzionismo - Il Corallo/Settimo Sigillo
E' possibile comprare tutti questi libri
telefonando a il Cinabro 095-322150 oppure tramite la rete internet
presso
il sito:
http://web.tiscalinet.it/cinabrolibri

Dagli Usa arrivano i post-darwinisti
Biologi e zoologi contro l'ortodossia
La natura agisce più come un artista che come un ingegnere

Giovanni Monastra, "Le origini della vita", Il cerchio. Pagine 70. Lire
10.000
Nel mondo scientifico persiste l'egemonia darwinista: un sistema di
potere
(cattedre, stampa scientifica, premi Nobel) che custodisce la teoria,
cui la
vita si è evoluta per l'azione di due forze cieche, Caso e Necessità.
Questo
establishment ama dipingere i suoi avversari come "creazionisti" e
"fondamentalisti", contestatori del darwinismo per motivazioni
religiose. In
realtà, ormai da decenni l'opposizione al darwinismo cresce proprio nel
mondo scientifico. Ogni nuova scoperta in paleontologia e genetica, in
biologia e biochimica, porta una nuova smentita al quadro
evoluzionista,
gradualista e adattativo su cui giura l'establishment. E ormai una
folla di
paleontologi, biologi, genetisti, zoologi e matematici osa contestare a
voce
alta lo schema darwinista. Nel breve volumetto Le origini della vita
Giovanni Monastra (lui stesso biologo ricercatore) espone le
motivazioni,
gli autori e gli argomenti della contestazione anti-darwiniana. Stuoli
di
ricercatori "sul campo" vengono scoprendo, per esempio, i segni di una
stupefacente intelligenza nella struttura del Dna: esso possiede
livelli
multipli di "programmi di correzione di bozze", che rilevano ed
eliminano
gli errori di copiatura che possono avvenire durante la duplicazione.
Il Dna
si difende dunque attivamente contro le mutazioni accidentali
presupposte
dal darwinismo come il motore continuo dell'evoluzione.
In compenso, il Dna è capace di mutare la propria architettura, ma non
per
caso, anzitutto al contrario: lo fa secondo una logica sottostante, una
progettualità e intelligenza che lascia perplessi i ricercatori.
Nonostante
queste imbarazzanti scoperte, i darwinisti continuano a difendere
l'idea di
mutazioni accidentali di un Dna supposto inerte perché è il solo modo
di
escludere l'opera di un Autore. La nuova generazione di scienziati sta
elaborando una teoria post-darwiniana (in Usa chiamata Intelligent
Design,
Progetto Intelligente); elabora nuovi come la "complessità
irriducibile"
(esempio: il processo di coagulazione del sangue non può essersi
perfezionato gradualmente, perché la complessità del processo non può
essere
semplificata: basta che manchi una sola delle numerose proteine che
entrano
nel processo, e il sangue non coagula per niente). L'establishment
rifiuta
questi concetti come "anti-scientifici", perché non sono
riduzionistici. E'
il vizio dello scientismo antiquato: considerare scientifico solo il
pensiero che riduce i fenomeni complessi ai suoi elementi più semplici.
La
vita biologica alla chimica. La psicologia agli ormoni. L'uomo (con il
suo
immenso "mondo interiore", ciò che lo caratterizza su ogni altro
vivente) a
un altro tipo di scimmia. I nuovi scienziati, invece, sentono
l'esigenza di
una scienza assai più complessa e raffinata.
Che, ad esempio, non si contenti di spiegare la bellezza così evidente
nel
mondo animale (le corna ramose del cervo, le ali della farfalla) in
termini
di mimetismo o utilità nella "lotta per la vita" (una "lotta"
immaginata dal
darwinismo, perché il suo ateismo implicito sceglie di vedere la Natura
come
un'arena del caos); ma in termini di matematica, di "musicalità", di
"arte"
("La natura agisce più come un artista che come un ingegnere"). Alcuni
dei
nuovi scienziati non esitano a dirsi platonici: per loro, la vita è
l'incarnazione di archetipi ideali (o di "temi", nel senso musicale)
nelle
condizioni dello spazio-tempo. Per questi scienziati, la teoria
darwiniana
non è altro che un ostacolo al sorgere di una scienza della
complessità,
ormai necessaria per indagare la complessità insuperabile della vita.
La
generazione degli scienziati post-evoluzionisti, come dimostra l'agile
saggio di Monastra, è già qui. Occorre solo aspettare che salgano sulle
cattedre, e saremo tutti post-darwinisti.


PIERO BAROVERO, Darwin ha sbagliato, Saggio critico sul Darwinismo: il
Neocreazionismo, L'Autore Libri Firenze, 1997, pp. 72, £ 16.000)

ANTONINO ZICHICHI-Perchè Io credo in Colui che ha fatto il Mondo-Il
Saggiatore, 1999

1- "Ripensare Darwin - Il dibattito alla tavola alta dell'evoluzione"
E. Niles (Einaudi): proviene dai sostenitori dell'evoluzionismo, ma
dimostra
chiaramente le grosse difficoltà e contraddizioni in cui si dibatte
oggi questa teoria. Vedi soprattutto il tentativo di inserire nel
darwinismo
concetti come "discontinuità" e "salti", considerati fino a ieri vere e
proprie eresie dai più puri seguaci di Darwin.

"Le origini della vita" di Giovanni Monastra, edito da il Cerchio di
Rimini (80 pagine - L.10.000).

-----------------------

. W.Kuhn, Pietre d'inciampo per il Darwinismo, Isola Gran Sasso 1990

. A.Portmann, Le forme viventi, Milano 1990

"Il mistero della vita" di Richard Milton, edizioni Geo.

-Titolo: L'errore di Darwin
Casa editrice: PIEMME 1998
Autore: Hans-Joachin Zillmer


Dopo Darwin - Critica all' evoluzionismo
Giuseppe Sermonti & Roberto Fondi
342 pagine

Rusconi Libri S.p.A., Via Oldofredi 23, I-20124 Milano
Quest'opera (scritta da un genetista di nome internazionale, Giuseppe
Sermonti, e da un giovane paleontologo, Roberto Fondi) approda ad una
conclusione sorprendente: l'evoluzione biologica non è altro che un
mito.
Gli autori ribaltano, con una documentazione ineccepibile, il
fondamento
intangibile su cui si è sostenuta la biologia dell'ultimo secolo.

La biologia - sostiene Sermonti - non ha alcuna prova dell'origine
spontanea
della vita, anzi ne ha provata l'impossibilità. Non esiste una
gradazione
della vita dall'elementare al complesso. Dal batterio, alla farfalla,
all'uomo la complessità biochimica e genetica è sostanzialmente uguale;
i
meccanismi e le funzioni biologiche basilari sono ovunque gli stessi,
nell'invisibile e nel gigantesco. Dalla prima comparsa di fossili ad
oggi -
dimostra Fondi - la diversità e la ricchezza delle forme viventi non
sono
aumentate. Nuovi gruppi hanno sostituito i più antichi, ma quelle forme
intermedie che gli evoluzionisti hanno disperatamente cercato non
esistono.

Le diverse forme della vita compaiono improvvisamente, senza ascendenti
rintracciabili. Esse sono variazioni su temi centrali permanenti,
espressioni di un'armonia perenne e non prodotti storici del caso. Di
fronte
all'utilitarismo darwiniano, all'atomismo di Monod e al bricolage di
Jacob,
gli autori riaffermano la goethiana dignità della forma, entro
l'immensa
architettura d'un universo "dato tutto insieme", con tutte le sue
leggi.

GIUSEPPE SERMONTI è nato a Roma nel 1925. Ha pubblicato Genetica
generale
(Boringhieri, 1971-1974), Il crepuscolo dello scientismo (Rusconi,
1971),
Vita coniugale dei batteri (Zanichelli, 1972), Il ragno, il filo e la
vespa
(Mondadori, 1974), La mela di Adamo e la mela di Newton (Rusconi,
1974).
Genetista di microrganismi, direttore della International School of
General
Genetics, vicepresidente del XIV Congresso Internazionale di Genetica
(Mosca, 1978), dopo avere insegnato all'Università di Palermo è, dal
1974,
ordinario di Genetica all'Università di Perugia.

ROBERTO FONDI è nato a Montale (Pistoia) nel 1943. Laureatosi in
Scienze
Naturali all'Università di Siena, è attualmente assistente ordinario di
Paleontologia presso quest'ultima. Ha pubblicato lavori di
paleontologia dei
Vertebrati, orientandosi poi in modo particolare verso lo studio di
metodologie tassonomiche a base quantitativa. È socio del Centro
Internazionale di Comparazione e Sintesi.

PREMESSA - Mai nella storia, per quanto ne sappiamo, c'è stato un
tentativo
così determinato, riccamente sovvenzionato, politicamente organizzato
di
persuadere il genere umano che tutto il progresso, tutta la prosperità,
tutta la salvezza, individuale e sociale, dipende da un conflitto
indiscriminato per il cibo e il denaro, dalla soppressione ed
eliminazione
del debole da parte del forte, dal Libero Commercio, dal Libero
Contratto,
dalla Libera Competizione, dalla Libertà Naturale, dal Laisser-faire:
in
breve, dall'abbattere il nostro simile impunemente. (George Bernard
Shaw)

La teoria dell'evoluzione, come Charles Darwin la presentò nel 1859 e
come
molti nostri contemporanei l'hanno celebrata nel centenario, è stata
contraddetta come poche altre teorie scientifiche del passato. L'ultimo
concetto sopravvissuto di tutto il castello darwiniano, quello della
selezione naturale nella lotta per la vita, è ormai divenuto secondario
in
quasi tutte le ipotesi evoluzioniste, dopo che lo stesso Darwin ne
aveva
dichiarata l'insufficienza. Eppure, nonostante molti autorevoli biologi
abbiano esplicitamente dichiarata l'inconsistenza del darwinismo, esso
rimane tenace nei libri di scuola e sulle copertine degli opuscoli di
divulgazione, persino di quelli scritti dagli stessi autorevoli
scienziati.

Pietre d'inciampo per il Darwinismo - I miracoli del creato, descritti
ed
illustrati
Wolfgang Kuhn
DLC
In questo volume, il professor Kuhn presenta, commenta e illustra
alcune
«pietre d'inciampo» per il darwinismo. Si serve di interessanti esempi,
tratti dalla natura vivente, per dimostrare l'infondatezza della teoria
evoluzionista.

WOLFGANG KUHN è nato nel 1928 e ha studiato botanica, zoologia,
geografia,
chimica e filosofia all'Università di Francoforte. Dopo una lunga e
apprezzata attività come insegnante, egli ha ottenuto nel 1978 la
cattedra
di biologia all'Università di Saarbrücken.

CITAZIONI - «L'evoluzione non è stata dimostrata e non è dimostrabile.
Noi
vi crediamo solo perché altrimenti dovremmo supporre una creazione, e
ciò è
impensabile.» (Sir Arthur Keith)

«Mi sentivo come se avessi commesso un omicidio!» (Charles Robert
Darwin)

«Gli scienziati che si sono proposti, come scopo della loro esistenza,
di
poter giungere a dimostrare che la vita non ha finalità costituiscono
loro
stessi un interessante oggetto di studio.» (Alfred North Whitehead)

INDICE - L'occhio rivelatore ? Non c'è motivo di sparare! ? Noie con la
«selezione creatrice»! ? Le galle non dovrebbero esistere ? È solo una
comunissima mosca, signor Darwin! ? Bellezza senza uno scopo preciso! ?
Perfezione fin dall'inizio: ? l'errore riguardo ai «primitivi» ?
L'uccello
nato dell'uovo di sauro ? Dei picchi è meglio non parlare! ? Caso più
caso =
piano?

Le forme della vita - Introduzione alla Biologia
Giuseppe Sermonti
99 pagine

Editore Armando Armando, Via della Gensola, Roma
Sino a qualche anno fa l'origine, la trasformazione, la diffusione
della
vita sulla terra sembravano storie risapute, sembravano un quadro
tracciato
nelle sue linee generali, con solo qualche dettaglio da precisare.

In poco tempo tutta la costruzione è crollata. È stata proprio la più
precisa conoscenza della biochimica dei viventi (biologia molecolare) e
della loro storia passata (paleontologia) a riportare quello che
credevamo
di conoscere, nel più fondo mistero. L'origine della vita "per caso",
la
trasformazione graduale delle specie per "mutazione-selezione" non sono
più
sostenibili, perché la vita più elementare è incredibilmente complessa,
e
perché è ormai provato che il succedersi dei gruppi viventi avviene
"per
salti" e non "per gradi".

Alla biologia si presenta oggi il compito di trovare le regole
costruttive
delle forme e delle figure dei viventi. Studiando un "piano
fondamentale" e
le sue "varianti" (ad es. il Vertebrato e le sue Classi: Pesci, Anfibi,
Mammiferi, Uccelli) essa dovrà cercarne i principi architettonici
generali e
particolari, e non inseguire un immaginario "antenato" e la serie dei
suoi
discendenti.

Le forme dei viventi, che solo secondariamente sono riferibili alle
necessità funzionali, sono il risultato delle regole della crescita,
dei
principi della stabilità strutturale e della "fantasia" della natura.
Esse
sono la realizzazione di "archetipi" raggiunti, di tempo in tempo, dal
fronte dell'esistenza.

Questo libro si rivolge agli studenti cui la biologia è ancora
insegnata
secondo le vecchie leggende dell'Ottocento, perché conoscano i problemi
che
si aprono al biologo moderno sulla frontiera del 2000. È rivolto in
particolare a quegli insegnanti di scienze naturali che hanno bisogno
di
estendere la loro visuale oltre i dogmi cui sono obbligati dai libri di
testo correnti.


L'autore, GIUSEPPE SERMONTI, è professore di Genetica all'Università di
Perugia. È stato presidente dell'Associazione Genetica Italiana e
Vicepresidente dell'ultimo Congresso Internazionale di Genetica
(Mosca). Ha
scritto un trattato sui Microrganismi produttori di Antibiotici
(Wiley), un
testo universitario di Genetica Generale (Boringhieri), saggi di
critica
scientifica (// crepuscolo dello scientismo, La mela d'Adamo e la mela
di
Newton, Rusconi), un libro per ragazzi (Vita coniugale dei Battevi,
Zanichelli) ed uno per bambini (// Ragno, il Filo e la Vespa,
Mondadori).
Insieme a R. Fondi ha pubblicato il volume Dopo Darwin, Critica
all'evoluzionismo (Rusconi, 1980) che ha riacceso in Italia la disputa
sulla
teoria darwiniana dell'evoluzione.

La creazione non è una favola
Domenico E. Ravalico
172 pagine

Edizioni Paoline
In quest'ultimo ventennio è accaduto un fatto nuovo, inaspettato e
inimmaginabile. Il progresso scientifico ha dimostrato che ogni essere
vivente è programmato in anticipo, che si autocostruisce in base al
proprio
progetto, tanto se si tratta di una muffa o di una quercia, di un
vermiciattolo o di un uomo. Ha dimostrato anche che vi è un progetto
generale, relativo all'intero Universo e che il vivente più semplice,
un
microrganismo, è favolosamente complesso e organizzato. Questo libro
descrive i nuovi affascinanti temi della biologia in modo limpido e
ragionato;

fornisce una risposta semplice e chiara alle domande di come è sorta la
vita
sulla Terra e come si sono sviluppati i viventi, alla luce delle
nuovissime
conquiste della Scienza.

Domenico E. Ravalico, illustre pioniere dell'elettronica, mentre
approntava
un trattato tecnico sulla televisione, rimase profondamente
impressionato
per la straordinaria complessità dell'occhio umano. Telecamere e
televisori
gli apparvero, improvvisamente, simili a trastulli. Si appassionò a
quella
"scoperta" al punto di studiare la retina al super-microscopio
elettronico e
di lasciarsi indurre a scrivere un libro su quell'appassionante aspetto
del
prodigio della vita: Luce, Vita e Scienza (1963). Da allora ha
alternato lo
studio dell'elettronica con quello della biologia contemporanea.

È notissimo per i suoi molti libri tecnici, una quindicina, dedicati
all'elettronica in genere, ai transistor e ai circuiti integrati, alla
televisione in bianco-nero e a colori, agli amplificatori audio e ai
sintonizzatori FM-stereo. Sono valutati a centomila i giovani che, in
Italia, hanno studiato sui suoi testi.

È anche uno dei più apprezzati divulgatori scientifici. Alcuni suoi
libri di
divulgazione sono stati tradotti in varie lingue, e sono noti in Europa
e in
America.

Fra i libri di divulgazione vi sono i seguenti: Natura e Creatore, La
fantascienza della Natura, Meraviglie dell'elettronica, Da Volta
all'energia
atomica, Marconi giovane.

Da appena due decenni, quasi all'improvviso, la Scienza si è accorta
che
esiste un progetto, una programmazione, alla base di ciascun vivente.
Nessuno può vivere senza quel progetto predisposto in anticipo,
registrato
su nastri DNA, in codice. Si è accorta che persino un microbo, visto
sullo
schermo fluorescente del super-microscopio elettronico, è favolosamente
complesso e organizzato, tanto da declassare al livello di giocattoli
infantili i prodigi della nostra tecnica.

La Scienza si è anche accorta, in questi ultimi anni, che il corpo
umano è
costituito da 60 mila miliardi di cellule viventi, ciascuna delle quali
è
"un mondo al di là di ogni più ardita fantasia". Ha anche riconosciuto
che
ogni uomo è progettato, e che la sua programmazione complessiva è
registrata
su nastri DNA di lunghezza tale da poter circoscrivere tutto il Sistema
Solare.

Tre secoli or sono, gli uomini rimasero sorpresi e sgomenti per
l'immen-samente grande e per l'immensamente piccolo; oggi sono
esterrefatti
per l'immensamente organizzato. Da dove è venuta quell'organizzazione?
Mai
come oggi l'uomo si trova a poter riconoscere, nello stupendo mistero
delle
origini, le orme del Creatore. Con chiarezza e trasparenza, in questo
libro
sono delineate le nuove "incredibili" realtà naturali, messe in luce
dalla
Scienza dopo gli anni '50.

Creazione o Evoluzione
Tommaso Heinze
126 pagine

Edizioni Centro Biblico
Una valutazione della teoria dell'evoluzione alla luce delle ricerche
scientifiche

I testi sull'evoluzione sono generalmente così tecnici e complicati che
il
giovane e il lettore medio non riescono a seguirne il ragionamento e
gli
argomenti trattati. Questo libro è differente. Esso è stato preparato
proprio per queste persone.

I genitori di solito non sanno come combattere i moderni insegnamenti
che
bombardano i ragazzi con la teoria dell'evoluzione fin dalle scuole
elementari. Molti si stanno accorgendo solo ora di avere accettato
inconsapevolmente la teoria dell'evoluzione, senza conoscere, o curarsi
di
conoscere, tutte le implicazioni che questi falsi insegnamenti
comportano. È
per aiutare tali persone che questo libro è stato scritto.

L'autore, laureatosi in scienze naturali e in teologia, è missionario
in
Italia dal 1963 e svolge il suo ministero nella provincia di Napoli.
Questo
suo libro è stato stampato, oltre che in inglese, in tedesco, in cinese
e in
giapponese (qui già alla seconda edizione), trovando ampi consensi.

Origini
John C. Whitcomb
171 pagine

Casa Biblica, Vicenza

(Associazione Culturale Evangelica Daniele - Baltassar)
(Tradotto dall'inglese.) Tutti i libri che riguardano la "Lettura" del
racconto biblico della creazione sono oggetto di consensi e dissensi.
L'analisi e le riflessioni di Whitcomb sono talmente serie da suggerire
di
mettere da parte. ogni forma di pregiudizio. (Paolo Moretti, Direttore
de
"Il Cristiano")

. Il rifiuto della storicità dei primi capitoli della Sacra Bibbia,
mette in
ombra tutte le verità riguardanti la posizione dell'uomo nel piano di
Dio. .
il prof. Whitcomb presenta dei fatti incontrovertibili che ogni
credente
deve conoscere e a cui dovrebbe credere. (Guglielmo Standridge, "La
Voce del
Vangelo", Roma)

. Molti credenti italiani. credono alla Bibbia come Parola di Dio, ma
accettano e subiscono, anche inconsciamente, la cultura
evoluzionistica. Ben
venga quindi un libro come "Origini", per aiutarci a riflettere
sull'importanza di una lettura coerente della Bibbia anche per guanto
riguarda le origini. (Samuele Negri, Anziano Chiesa Evangelica di
Rimini)

Whitcomb, dopo aver stabilito la dottrina biblica, ne considera le
implicazioni scientifiche, facendolo con competenza, sobrietà e
serietà.
(Fernando De Angelis, Direttore di "Proiezioni")

Le origini:
due teorie

evoluzione - creazione
Richard B. Bliss, ed. d.
Quaderno formato A4 di 55 pagine

Edizioni Casa Biblica, Vicenza

Editori associati:

Duane T. Gish, Ph.D.,

John N. Moore, Ed.D., Michigan State University
Ottimo quaderno di lavoro per studenti. Contiene molte informazioni
scientifiche. Tradotto dall'inglese.

L'AUTORE - Richard Bliss ha avuto un'attività nel campo
dell'insegnamento
nella scuola pubblica di oltre 25 anni. Ha insegnato Chimica, Fisica e
Biologia in tutti i livelli della scuola Media Superiore (dal 7° al
12°) e
si è occupato attivamente dello sviluppo di programmi scolastici
(dall'asilo
fino al 12°) per molti anni presso la scuola pubblica di Racine, nel
Wisconsin. Come direttore del laboratorio di Scienze, Bliss ha diretto
numerosi corsi dimostrativi sia per insegnanti liceali che elementari.
È
stato docente incaricato presso l'Università del Wisconsin ed ha
insegnato
tecnica Scientifica ai futuri insegnanti. Bliss è stato consulente
scientifico presso l'Educational Consulting Associates ed oratore
indipendente su argomenti relativi all'istruzione. Richard Bliss ha
raggiunto diverse posizioni di preminenza in associazioni scientifiche
statali e regionali, e si cita il suo nome nel "Who's Who in Education"
di
Marqui. Bliss si è laureato presso l'Università del Wisconsin ed ha
conseguito il Dottorato in Didattica Scientifica nell'Università di
Sarasota.

INDICE - Capitolo 1: Evoluzione - Una Teoria - Polimorfismo tra le
Specie -
Le Specie - Evoluzione Prebiologica - Evoluzione Biologica - Indici
Fossili - I Contatori per la Determinazione dell'Età Geologica - L'Uomo
e
l'Evoluzione - L'Omologia - Conclusione

Capitolo 2: Creazione - La Documentazione - Il Diluvio - Generi e
Modificazioni - Su o Giù per la Collina? - Le Probabilità - Quanti Anni
ha
la Terra? - Una Teoria per l'Opera Creativa - Tocca a Voi
Post by Leonardo Serni
Aspetta, te lo ripeto piu' lentamente...
No.
Lo ripeto io più lentamente.
non sono dati di fatto.
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
Post by Leonardo Serni
Bon, due date te l'ho... date; le altre le trovi su quei PDF, od anche
aprendo un qualsiasi testo di geologia.
Non sono date percise.
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
Leonardo Serni
2005-10-06 21:33:48 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Cos'e', il giochino "Se mi dici pi greco con solo tre decimali, allora
puo' darsi che valga diciassette"?
Be', Valet e Meynadier, per fare due nomi a casaccio, hanno mappato un
periodo di 3 milioni e 200mila anni, con un errore inferiore ai 50mila
anni, usando la datazione uranio/piombo, nella zona dell'Atlantico.
Allora non sono dati di fatto.
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
e potrebbe anche essere più di 50.000.
Guarda, ti faccio un esempio.

Si vuole misurare l'ora di arrivo di un treno. Per farlo, si usa un
orologio precisissimo, ma con il quadrante difettoso - gli manca la
lancetta dei minuti. In piu' e' uno di quegli orologi meccanici nei
quali la lancetta non si muove gradualmente, ma scatta da una tacca
a quella successiva.

Sicche', la lancetta delle ore sta ferma per un'ora meno un attimo,
e poi in un attimo balza all'ora successiva.

Il treno in questione arriva quando l'orologio segna le 8, riparte,
e ritorna la seconda volta quando l'orologio segna le 17.

Ma per le caratteristiche dello strumento, non si sa l'ora "esatta"
dell'arrivo: potrebbero essere state le 8:00, le 8:20, le 8:59, chi
lo sa?

Allora si dice... "Il treno e' arrivato alle 8:30, con un errore di
30 minuti in piu' o in meno".

Chiaramente si sa che non e' arrivato alle 9:05... se no l'orologio
avrebbe segnato "9" e non "8". Per lo stesso motivo non e' arrivato
alle 7:55, se no segnava "7". E invece segnava "8".

E' arrivato alle 08:30, +/- 30 minuti.

Ora, se arrivasse un tizio (chiamiamolo "<gigi>") e dicesse che non
essendo un'ora precisa, magari l'errore e' piu' di 30 minuti, forse
e' di 35, e allora il treno potrebbe essere arrivato alle 7:55... o
magari alle 9:05... non ti sembrerebbe un ragionamento del fischio?

===

Se non basta neppure cosi', vediamola in quest'altro modo.

Tu, mi dici che gli Elohim sono arrivati 25.000 anni fa. Ma conosci
la data precisa? Precisa al millisecondo?

"Perche' se non la conosci, non e' un dato di fatto", come dici tu,
e allora magari sono 24.999 anni fa. E se sbagli di un anno, magari
sbagli di due. Se sbagli di due allora magari sbagli di quattro. Se
sbagli di quattro allora magari sbagli di otto.

Ti risparmio i successivi diciassette passaggi, e salto subito alla
conclusione che questa "regressione all'infinito" (metodo che io di
mio DISAPPROVO, pero' vedo che e' alla base della tua religione per
cui non puoi dirmi che non e' valido ];-) ) mi dice che, se non sai
il millisecondo dello sbarco, allora forse la data dell'atterraggio
e' sbagliata di un milione e quarantottomila cinquecento ottantasei
anni sani sani.

Al che la mia rete neuraeliana (e' come una rete neurale, basta non
collegare l'alimentazione) mi dice che ora risponderai "Forse si' e
forse no", pero' intanto pensaci sopra, a questa cosa :-)

Incidentalmente questo giochino e' esattamente quello che prevedevo
(be', non l'ho previsto io -- me lo diceva la rete neuraeliana) nel
post di prima, ovvero il giochino "Se mi dici pi greco con solo tre
decimali, allora puo' darsi che valga diciassette". Q.E.D.

===
Post by <Gigi>www.rael.org
Cmq, ecco un articolo di due anni fa
Da 3 miliardi a 100.000 anni.
Questo articolo mostra quanto sono "precise" le datazioni geologiche».
No, furbacchiotto. Questo articolo mostra come UNA particolare, fra
mille datazioni - ed una che NON IMPIEGAVA RADIOISOTOPI, pure! - ha
preso un granchio colossale.

Ma se in auto batti il mi' nepote che ha due anni e va a pedali non
vuole mica dire che riesci a battere Schumacher, sai? Anche se, sul
cofano di tutte e due le macchine, c'e' scritto "FERRARI" e c'e' il
cavallino rampante.

Trovami un articolo che dica che IL METODO DI DATAZIONE sbaglia.

Di aspirina, uno su un milione, *MUORE*. Lo sapevi? Ti trovo macari
l'articolo! E quello dimostrera', secondo te, "ecco quanto funziona
bene l'aspirina!"?
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Se capisco bene, Zillner ha preso una fetta di scienza, l'ha messa per
largo e ci ha appoggiato i propri studi.
Va benissimo, per carita'. E' un sistema come un altro. Sai mica anche
quanto pesava, la fetta?
La scienza non è monopolio degli evoluzionisti.
Me ne rendo conto. Infatti dicevo che andava benissimo. Solo, tanto
per capire quanto avessi compreso la faccenda, domandavo se sapessi
quanto pesasse, quella fetta di scienza. Mi accontento anche di una
stima: non so, mezzo chilo, un chilo.

Perche', ti ripeto, quegli altri dettagliano dove hanno fatto tutte
cose, cos'hanno scavato, con cosa, cosa hanno misurato, con cosa; e
per Zillner tu rispondevi solo che si basa "sulla scienza". Allora,
dimmi almeno quanto pesava.

O se no di che colore era. Diamine: l'avrai pur vista, no?
Post by <Gigi>www.rael.org
In italiano è poco il materiale disponibile, ma sta arrivando. I veri
autori come Lima de Faria hanno difficoltà nella traduzione in
italiano dei suoi libri.
Fai loro un favore: non offrirti di aiutarli :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
Rapporto sull'evoluzionismo di Rutilio Sermonti, il Cinabro. Qui c'è un
elenco di molti scienziati anti-evoluzionisti.
(per un attimo ho sbagliato Sermonti. Ne parlo piu' sotto :-) )
Post by <Gigi>www.rael.org
Dimenticare Darwin, ombre sull'evoluzione - Rusconi, Milano 1980
(attualmente in
ristampa)
G.Sermonti, Il crepuscolo dello scientismo - Rusconi 18.000
G.Sermonti, Le forme della vita, Roma 1981
G.Sermonti/R.Fondi, Dopo Darwin. Critica dell'evoluzionismo, Milano
1980
E vaaaaai! Ci avrei scommesso, che la pestavi! :-) Dimmi dimmi, che
cosa sai delle ricerche di Sermonti? MOLTO, MOLTO, alla grossolana,
eh! Proprio una cosa di base.

Cioe': ti basta di sapere che e' "contro Darwin" (qualsiasi cosa si
intenda con questo)?

Saro' ancora piu' preciso... nel caso che Sermonti dicesse qualcosa
del tipo (non lo dice: e' solo un esempio e volutamente iperbolico)
"Questa mia teoria dimostra che Darwinismo e Raelismo sono solo due
enormi, colossali, puzzolenti ammassi di merda di stegosauro"...

...tu diresti "Bene dice Sermonti, Sermonti ha ragione"?

Perche' forse (dico: forse) dovresti andare a guardare cosa dice in
dettaglio Sermonti.

Se no fai come con la "Grammatica Biblica" di padre Jouon, il libro
che doveva mettere fine alle eresie di chi negava che -im fosse "la
desinenza indicativa del plurale maschile" e poi si scopre, andando
a leggerla, che -im e' cosi' maschiona, che la si trova perfino "in
alcuni sostantivi femminili".

Ecco, io ti dico, qui e ora, che con Sermonti ti metti sulla strada
d'un "Jouon II La Vendetta". Verifica, controlla, non fidarti della
mia parola, e poi dimmi se non t'ho fatto un favore, a dirtelo! :-)

Quanto all'altro Sermonti, Rutilio...

...

...senti, mettiamola cosi'. Cerca le sue opere su Internet. Google,
e lista i siti. Ci trovi, boh, ForzaNuova, Rinascita, ItaliaRSI (e'
la sigla di Repubblica Sociale Italiana, sicche' lo trovo un po' un
pleonasmo, ma sono gusti), scopri che il libro ha l'introduzione di
Pino Rauti, e' in una collana con Guenon ed Evola... lo trovi in un
dibattito su "La Runa", prefà (si dice prefà? Boh) un CD dal titolo
stuzzicante ("Vita Est Militia", mmm)...

...be'. Se dopo tutto questo non ci sei arrivato... ti prometto che
te lo spiego.

Per ora contentati dell'assicurazione del nonno rincoglionito: gigi
attento, ne stai pestando un'altra.
Post by <Gigi>www.rael.org
FONDI ROBERTO (Paleontologo, professore all'Università di Siena)
Okay. Ti posto io il resto della lista: tanto e' sempre piu' o meno
quella.

http://www.benmelech.org/creazione/creazione-bibliografia.htm

Il problema e' che vari di quei testi negano la possibilita' di una
Creazione immanente. Se hanno torto, Darwin resta in piedi... ma se
hanno ragione, PRIMA cade Rael, e DOPO cade Darwin! :-)))

Anzi, fra quelli contro l'immanenza vedo proprio Fondi e Sermonti.

Come faccio a dirtelo, <gigi>, che anche qui...

...facciamo cosi': tu guardati sotto le scarpe, vedrai capisci :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
immaginata dal darwinismo, perché il suo ateismo implicito sceglie
di vedere la Natura come un'arena del caos)
Eh si', un ateo non ha altra scelta. To', ma voi Raeliani non siete
atei? <gigi>, quel tizio ce l'ha con te! :-)))
Post by <Gigi>www.rael.org
La generazione degli scienziati post-evoluzionisti, come dimostra l'agile
saggio di Monastra, è già qui. Occorre solo aspettare che salgano sulle
cattedre, e saremo tutti post-darwinisti.
E io che mi credevo lo fossimo da un centinaio d'anni sani. A volte
si prendono certe cantonate, neh?
Post by <Gigi>www.rael.org
Dopo Darwin - Critica all' evoluzionismo
Giuseppe Sermonti & Roberto Fondi
Ehi, questo l'avevi gia' detto :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Perche' il lavoro da confutare e' colossale, ci vuole uno bravo forte.
Infatti ci sono centinai di scienziati che confutano queste cose.
Diamine. Dio e' uno e trino, ma lo Zillner uno e centuplo lo piglia di
tacco e gli fa gol nel sette.
E questi altri libri qua sotto vincono la partita
Gia'. Ma da quei libri gli sconfitti sono due: Rael, e Darwin.

<Gigi>, <Gigi>... ma secondo te, speri che le Edizioni Paoline e il
Vaticano facciano il lavoro sporco, massacrando Darwin, e poi forse
si mettano da parte e si lascino bacchiolare dai Raeliani?

Che sicuramente, ci scommetterei!, userebbero il materiale studiato
dai darwinisti! :-)))

No, <gigi>, non sono cosi' fessi. Puntano al bersaglio grosso: quel
che propugnano e' IL TRASCENDENTE. Quei libri non "dimostrano" come
il "darwinismo sbagli, e quindi...".

No.

Dimostrano che "La creazione e' trascendente, E QUINDI i darwinisti
sbagliano".

Ma se la creazione e' trascendente, dai addio ai tuoi Elohim, visto
che saranno i primi caduti. Massacrati, neppure dalla tesi, ma gia'
dai lemmi dell'ipotesi :-)
Post by <Gigi>www.rael.org
In italiano è poco il materiale disponibile, ma sta arrivando. I veri
autori come Lima de Faria hanno difficoltà nella traduzione in
italiano dei suoi libri.
Fai loro un favore: non offrirti di...

...e' strano, ho l'impressione di aver gia' vissuto questo momento.
Post by <Gigi>www.rael.org
Rapporto sull'evoluzionismo di Rutilio Sermonti
I have a deja mù: I feel having heard this same bull before.
Post by <Gigi>www.rael.org
Lo ripeto io più lentamente.
non sono dati di fatto.
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
Rileggiti l'esempio del treno.
Post by <Gigi>www.rael.org
Se c'è un errore di 50.000 anni significa che non è un dato di fatto,
Funny. I have another deja mù.

Leonardo

--

The bravest fell, and the solemn bell rang mournfully and clear
For those who died that Watertide in the springing of the year.

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
bonemachine
2005-10-06 21:51:56 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Ecco, io ti dico, qui e ora, che con Sermonti ti metti sulla strada
d'un "Jouon II La Vendetta".
Ma la versione splatter, quella fatta solo per il mercato giapponese.
--
"Mais il y a peu de chances qu´on
Détrône le roi des cons."
<Gigi>www.rael.org
2005-10-07 03:26:46 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Guarda, ti faccio un esempio.
Ti faccio io un esempio

Uno degli errori più importanti che commettono gli scienziati attuali è
quello di partire da un'osservazione fatta su di un tempo ridotto per
trarne delle conclusioni sui millenni passati o a vernire, o su uno
spazio ridotto per trarne delle conclusioni sullo spazio infinito.
[...]

In poche parole l'errore di questi metodi di datazione consiste nel
basarsi sul principio che il comportamento atomico attuale sia sempre
stato lo stesso, e, partendo da qui, nel fare un calcolo su delle false
basi, poichè niente è costante nell'universo, nè nello spazio, nè nel
tempo.
Per dare un'immagine di questo errore possiamo fare l'esempio di un
uomo di 25 anni, di cui si misuri la crescita nell'arco di un anno,
vale a dire un millimetro circa per certi soggetti. Partendo da qui si
dovrebbe giungere alla conclusione che l'uomo in questione abbia
millesettecentocinquant'anni, poichè è alto un metro e
settantacinque... Si dimenticherebbe che la crescita di questo giovane
uomo non è mai stata costante; il primo anno più di cinquecento
millimetri (dal momento della concezione), tra il quarto e il quinto
anno soltanto sessanta millimetri, tra il settimo e l'ottavo anno
soltanto trenta millimetri, ma tra il quattordicesimo ed il
quindicesimo anno di nuovo ottanta millimetri! Come vedete, non vi è
alcuna costante, e tutti i tentativi di definire l'età del soggetto
partendo da un'osservazione parziale della crescita sarà uno scacco
totale... Si può notare ugualmente che se si parte dai sessanta
centimetri del primo anno di crescita,[...] in ragione di una tale
crescita annua si potrebbe predire che l'individuo misurerà, a
ventun'anni, dodici meteri e sessanta..."
Post by Leonardo Serni
===
Se non basta neppure cosi', vediamola in quest'altro modo.
Tu, mi dici che gli Elohim sono arrivati 25.000 anni fa. Ma conosci
la data precisa? Precisa al millisecondo?
"Perche' se non la conosci, non e' un dato di fatto", come dici tu,
e allora magari sono 24.999 anni fa. E se sbagli di un anno, magari
sbagli di due. Se sbagli di due allora magari sbagli di quattro. Se
sbagli di quattro allora magari sbagli di otto.
Non conosco la data al millisecondo.
Ed è per questo motivo che gli Elohim desiderano tornare sulla terra:
per darci le prove della loro esistenza e della loro creazione.
L'obbiettivo del movimento raeliano è edificare l'Ambasciata che gli
Elohim
hanno chiesto a Raël di costruire per loro, nella quale potranno venire
ufficialmente ad incontrare i dirigenti politici e scientifici della
Terra.
Qui avremo le prove.
Post by Leonardo Serni
No, furbacchiotto.
Non sono furbacchiotto.
Questo è l'annuncio fatto da due geologi statunitensi e dimostra che
non ci sono dati di fatto.
Il dibattito è in corso.
Sei tu che stai facendo il furbacchiotto.
Post by Leonardo Serni
Trovami un articolo che dica che IL METODO DI DATAZIONE sbaglia.
Ti ho già dato queste informazioni.
Esistono libri e studi sul discorso dei fossili e delle datazioni.
Le datazioni geologiche non sono "precise".
Esiste a questo proposito una videocassetta molto ben fatta, dal titolo
"Evoluzione: fatto o credo?", che consiste in una sana rimessa in
discussione dei nostri vecchi paradigmi in materia.

Esistono innovative teorie su una differente interpretazione della
formazione delle rocce sedimentarie che implicherebbero il RIBALTAMENTO
della datazione dei fossili in essi contenuti.

Queste teorie sono magnificamente esposte in un documento video a cura
del
CESHE (http://ceshe.ref.as/) che cita i lavori condotti dal Prof. Guy
Berthault del Hydraulics Laboratory of Colorado University ... in breve
per
via della deposizione ORIZZONTALE dei sedimenti (e non VERTICALE)
Se queste teorie fossero esatte gli strati di sedimenti che noi abbiamo
finora studiato non avrebbero centinaia di milioni di anni bensì poche
decine di migliaia, ma soprattutto sarebbero stati creati
contemporaneamente
a seguito di pochi, enormi ed isolati eventi catasrofici (diluvio,
ecc).

Riferimenti: CESHE
(Cercle Historique et Scientifique)
9, Ave. Du General Leclerc, 59170 Croix-France
Evolution...Fact or Belief (1 hour video)
Master Books
(800-999-3777)

http://www.hanslope.demon.co.uk/mknhs/strata.htm
Post by Leonardo Serni
Me ne rendo conto.
Bene.
Post by Leonardo Serni
E vaaaaai! Ci avrei scommesso, che la pestavi! :-) Dimmi dimmi, che
cosa sai delle ricerche di Sermonti? MOLTO, MOLTO, alla grossolana,
eh! Proprio una cosa di base.
Cioe': ti basta di sapere che e' "contro Darwin" (qualsiasi cosa si
intenda con questo)?
Saro' ancora piu' preciso... nel caso che Sermonti dicesse qualcosa
del tipo (non lo dice: e' solo un esempio e volutamente iperbolico)
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Post by Leonardo Serni
"Questa mia teoria dimostra che Darwinismo e Raelismo sono solo due
enormi, colossali, puzzolenti ammassi di merda di stegosauro"...
Rispetto la tua opinione, ma non la condivido.
Post by Leonardo Serni
...tu diresti "Bene dice Sermonti, Sermonti ha ragione"?
Perche' forse (dico: forse) dovresti andare a guardare cosa dice in
dettaglio Sermonti.
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Post by Leonardo Serni
Se no fai
Già fatto
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Post by Leonardo Serni
Ecco, io ti dico, qui e ora, che con Sermonti ti metti sulla strada
d'un "Jouon II La Vendetta". Verifica, controlla, non fidarti della
mia parola, e poi dimmi se non t'ho fatto un favore, a dirtelo! :-)
Già fatto
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Post by Leonardo Serni
Quanto all'altro Sermonti, Rutilio...
...
...senti, mettiamola cosi'. Cerca le sue opere su Internet.
Non mi serve cercare le sue opere.
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Post by Leonardo Serni
Okay. Ti posto io il resto della lista: tanto e' sempre piu' o meno
quella.
http://www.benmelech.org/creazione/creazione-bibliografia.htm
Il problema e' che vari di quei testi negano la possibilita' di una
Creazione immanente. Se hanno torto, Darwin resta in piedi... ma se
hanno ragione, PRIMA cade Rael, e DOPO cade Darwin! :-)))
Anzi, fra quelli contro l'immanenza vedo proprio Fondi e Sermonti.
Come faccio a dirtelo, <gigi>, che anche qui...
...facciamo cosi': tu guardati sotto le scarpe, vedrai capisci :-)
Come vedo.
Non hai detto niente di concreto.
E intanto il dibattito tra scienziati evuoluzionisti e scienziati
anti-evoluzionisti va avanti....
Post by Leonardo Serni
Eh si', un ateo non ha altra scelta. To', ma voi Raeliani non siete
atei?
Si.
Siamo atei
Post by Leonardo Serni
E io che mi credevo lo fossimo da un centinaio d'anni sani. A volte
si prendono certe cantonate, neh?
Esatto a volte si prendono cantonate, come nel tuo caso...
Post by Leonardo Serni
No, <gigi>, non sono cosi' fessi. Puntano al bersaglio grosso: quel
che propugnano e' IL TRASCENDENTE. Quei libri non "dimostrano" come
il "darwinismo sbagli, e quindi...".
Falso questi libri che il darwinsmo sbaglia.
Da Darwin ai giorni nostri, l'evoluzionismo è passato attraverso
molteplici aggiornamenti.
I neo-darwinisti dicono cose diverse da Darwin.
Post by Leonardo Serni
Rileggiti l'esempio del treno.
Rileggi questo esempio:
Per dare un'immagine di questo errore possiamo fare l'esempio di un
uomo di 25 anni, di cui si misuri la crescita nell'arco di un anno,
vale a dire un millimetro circa per certi soggetti. Partendo da qui si
dovrebbe giungere alla conclusione che l'uomo in questione abbia
millesettecentocinquant'anni, poichè è alto un metro e
settantacinque... Si dimenticherebbe che la crescita di questo giovane
uomo non è mai stata costante; il primo anno più di cinquecento
millimetri (dal momento della concezione), tra il quarto e il quinto
anno soltanto sessanta millimetri, tra il settimo e l'ottavo anno
soltanto trenta millimetri, ma tra il quattordicesimo ed il
quindicesimo anno di nuovo ottanta millimetri! Come vedete, non vi è
alcuna costante, e tutti i tentativi di definire l'età del soggetto
partendo da un'osservazione parziale della crescita sarà uno scacco
totale... Si può notare ugualmente che se si parte dai sessanta
centimetri del primo anno di crescita,[...] in ragione di una tale
crescita annua si potrebbe predire che l'individuo misurerà, a
ventun'anni, dodici meteri e sessanta..."
--
saluti

<Gigi>


Scarica gratuitamente i libri di Rael nel sito www.rael.org
About:Blank
2005-10-08 13:58:07 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Esistono innovative teorie su una differente interpretazione della
formazione delle rocce sedimentarie che implicherebbero il RIBALTAMENTO
della datazione dei fossili in essi contenuti.
Queste teorie sono magnificamente esposte in un documento video a cura
del CESHE (http://ceshe.ref.as/)
Sembrerebbe un sito interessante. Il problema e' che mi
ritrovo col francese un pochetto 'rrugginito.. Forse
potresti darmi una mano a capire il significato di questa
frase:

===
Le CESHE professe l'inerrance scientifique et historique de
la Bible
===

Ner caso, tnx!
--
Ciao, m
bonemachine
2005-10-10 11:31:23 UTC
Permalink
On Sat, 08 Oct 2005 15:58:07 +0200, "About:Blank"
Post by About:Blank
Le CESHE professe l'inerrance scientifique et historique de
la Bible
Non mi toccare Fernand Crombette.
L'unico studioso capace di dimostrare come Gerusalemme sia
inequivocabilmente il centro del mondo (te lo sai trovare il centro
sulla superficie del globo terrestre? No, eh? Lui sì).
Prossimamente su questi schermi un altro grande scienziato raeliano
cientopecciento, Bonifacio VIII.
--
"Mais il y a peu de chances qu´on
Détrône le roi des cons."
About:Blank
2005-10-10 12:29:39 UTC
Permalink
Post by bonemachine
Non mi toccare Fernand Crombette.
L'unico studioso capace di dimostrare come Gerusalemme sia
inequivocabilmente il centro del mondo (te lo sai trovare il centro
sulla superficie del globo terrestre? No, eh? Lui sì).
"No, eh" 'NA MISERIA! Aspetta un secondino..

..aspetta.. come prima cosa: mi posso aiutare con un
"forcellino d'ulivo", oppure questo "centro del mondo" sono
obbligato a trovarlo a mani nude?
--
Ciao, m
bonemachine
2005-10-11 11:14:13 UTC
Permalink
On Mon, 10 Oct 2005 14:29:39 +0200, "About:Blank"
Post by About:Blank
..aspetta.. come prima cosa: mi posso aiutare con un
"forcellino d'ulivo", oppure questo "centro del mondo" sono
obbligato a trovarlo a mani nude?
La seconda che hai detto.
Bastano scienza (ehm... ) e cervello (ehm... ).
--
"Mais il y a peu de chances qu´on
Détrône le roi des cons."
Coso
2005-10-13 14:45:52 UTC
Permalink
Post by bonemachine
L'unico studioso capace di dimostrare come Gerusalemme sia
inequivocabilmente il centro del mondo (te lo sai trovare il centro
sulla superficie del globo terrestre? No, eh? Lui sì).
Lol! :-)
Ma non e' mica difficile, pero'... magari dipende da cosa s'intende per
"centro", ma... comunque direi, senza tema di smentita, di esserci seduto
sopra. Oddio, se la terra e' piatta, potrei sbagliarmi... dubbio! Ma nel
caso mi sposto.

Ciao ciao
Claudio
bonemachine
2005-10-13 16:11:59 UTC
Permalink
On Thu, 13 Oct 2005 16:45:52 +0200, Coso
Post by Coso
Post by bonemachine
L'unico studioso capace di dimostrare come Gerusalemme sia
inequivocabilmente il centro del mondo (te lo sai trovare il centro
sulla superficie del globo terrestre? No, eh? Lui sì).
Lol! :-)
Ma non e' mica difficile, pero'... magari dipende da cosa s'intende per
"centro", ma... comunque direi, senza tema di smentita, di esserci seduto
sopra. Oddio, se la terra e' piatta, potrei sbagliarmi... dubbio! Ma nel
caso mi sposto.
Spiega, spiega. Arrivato faticosamente alla fine della dimostrazione
di Crombette è scattato l'applauso (forse liberatorio), posso anche
farne un altro :))
--
"Mais il y a peu de chances qu´on
Détrône le roi des cons."
Coso
2005-10-13 16:25:03 UTC
Permalink
Post by bonemachine
Spiega, spiega. Arrivato faticosamente alla fine della dimostrazione
di Crombette è scattato l'applauso (forse liberatorio), posso anche
farne un altro :))
Be', non ho idea della genialita' della dimostrazione di tal Crombette,
ma... per dirne una: definisco "centro" il punto equidistante da ogni
punto del perimetro della superficie... il punto sul quale sono seduto
corrisponde [il fatto che ogni altro lo faccia, non e' significativo...
anche se qualcuno potrebbe malignamente accusarmi di barare].
Ora pero' mi sei debitore di una dimostrazione... solo a grandi linee,
com'e' quella di Crombette? sono gia' in posizione da applauso... :-)

Ciao ciao
Claudio
bonemachine
2005-10-13 16:38:47 UTC
Permalink
On Thu, 13 Oct 2005 18:25:03 +0200, Coso
Post by Coso
Be', non ho idea della genialita' della dimostrazione di tal Crombette,
ma... per dirne una: definisco "centro" il punto equidistante da ogni
punto del perimetro della superficie... il punto sul quale sono seduto
corrisponde [il fatto che ogni altro lo faccia, non e' significativo...
anche se qualcuno potrebbe malignamente accusarmi di barare].
Malignamente? :)))

No, no: si tratta di dimostrare che Gerusalemme, e solo Gerusalemme e
nessun'altra parte è centro del mondo.
Post by Coso
Ora pero' mi sei debitore di una dimostrazione... solo a grandi linee,
com'e' quella di Crombette? sono gia' in posizione da applauso... :-)
Si tratta di una roba che riguarda tettonica e derive, e insomma lui
ha dimostrato che all'inizio c'era una pangea a forma di fiore e il
centro del fiore era Gerusalemme, quindi G. è il centro della Terra.
Prendere o lasciare.
Dovresti trovarla in italiano da queste parti:
http://digilander.libero.it/crombette/a1top.htm

Ti consiglio di dare un'occhiata a quei titoli scaricabili: Crombette
unisce l'ilarità di Wodehouse alla pesantezza di Kant, l'ideale da
leggere prima di addormentarsi :)
--
"Mais il y a peu de chances qu´on
Détrône le roi des cons."
Leonardo Serni
2005-10-08 17:29:15 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Uno degli errori più importanti che commettono gli scienziati attuali è
quello di partire da un'osservazione fatta su di un tempo ridotto per
trarne delle conclusioni sui millenni passati o a vernire, o su uno
spazio ridotto per trarne delle conclusioni sullo spazio infinito.
[...]
In poche parole l'errore di questi metodi di datazione consiste nel
basarsi sul principio che il comportamento atomico attuale sia sempre
stato lo stesso
Hai motivi per pensare che non sia cosi', a parte la nota Dimostrazione
per Convenienza (http://xmau.com/humour/prove.html, n. 4)?
Post by <Gigi>www.rael.org
per darci le prove della loro esistenza e della loro creazione.
L'obbiettivo del movimento raeliano è edificare l'Ambasciata che gli
Elohim
hanno chiesto a Raël di costruire per loro, nella quale potranno venire
ufficialmente ad incontrare i dirigenti politici e scientifici della
Terra.
Qui avremo le prove.
Messa cosi', non ho obiezioni.
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
No, furbacchiotto.
Non sono furbacchiotto.
Sei tu che stai facendo il furbacchiotto.
Post by Leonardo Serni
Trovami un articolo che dica che IL METODO DI DATAZIONE sbaglia.
Ti ho già dato queste informazioni.
No. Mi hai fornito UN, dicasi "UN" (1) esempio in cui una datazione (e
ripeto: fatta con UN ALTRO METODO) e' sbagliata.
Post by <Gigi>www.rael.org
Berthault del Hydraulics Laboratory of Colorado University ... in breve
per via della deposizione ORIZZONTALE dei sedimenti (e non VERTICALE)
Se queste teorie fossero esatte la roba cascherebbe per tralice
Lo so. E dato che la roba NON CADE per tralice, ma in verticale, forse
si potrebbe concluderne qualcosa, non so...
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Saro' ancora piu' preciso... nel caso che Sermonti dicesse qualcosa
del tipo (non lo dice: e' solo un esempio e volutamente iperbolico)
"Questa mia teoria dimostra che Darwinismo e Raelismo sono solo due
enormi, colossali, puzzolenti ammassi di merda di stegosauro"...
Rispetto la tua opinione, ma non la condivido.
Opinione? Quale opinione? Non ti capisco. Vedi una opinione, in quelle
quattro righe che ho scritto?

Un'opinione e': "Penso che in testa piu' di due righe di fila a te non
ti ci stiano mica".
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Perche' forse (dico: forse) dovresti andare a guardare cosa dice in
dettaglio Sermonti.
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta
Io ti sto dicendo che quella cassetta non contiene le prove, le teorie
di Sermonti; no; contiene una loro RIDUZIONE, in cui probabilmente non
si e' pensato di indicare alcune conseguenze date per scontate (qui mi
sa che tutti, tranne te, hanno capito Quale conseguenza, ma...).

E quello che conta e' la teoria INTERA del Sermonti... il fatto che la
riduzione incompleta su cassetta ti sia piaciuta non significa affatto
che la teoria intera ti piaccia.

Per questo dico che ti farebbe comodo, invece di limitarti alla VHS 90
minuti, tipo Bignami, farti un'idea piu' ampia. Se puoi. Perche' penso
sempre a quella faccenda delle quattro righe, e dispero.
Post by <Gigi>www.rael.org
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
che consiste in una sana rimessa in discussione dei nostri vecchi
paradigmi in materia.
Gigi, secondo te, e' un bene o un male per i Raeliani che uno dei loro
aderenti si comporti come l'autistico di "Rain Man"? Ai fini, diciamo,
strettamente propagandistici, il messaggio e' che o l'autismo rende la
gente raeliana, o il raelismo la rende autistica.

E, prima che tu me lo domandi: no, non so se hai la patente o no.
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Quanto all'altro Sermonti, Rutilio...
...senti, mettiamola cosi'. Cerca le sue opere su Internet.
Non mi serve cercare le sue opere.
Quello che dice lo puoi ascoltare nell'intervista che c'è nella
videocassetta molto ben fatta, dal titolo "Evoluzione: fatto o credo?",
L'intervista non era a Giuseppe? Houston, Houston, mi sentite? Qui, si
parla di Rutilio.
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Il problema e' che vari di quei testi negano la possibilita' di una
Creazione immanente. Se hanno torto, Darwin resta in piedi... ma se
hanno ragione, PRIMA cade Rael, e DOPO cade Darwin! :-)))
Anzi, fra quelli contro l'immanenza vedo proprio Fondi e Sermonti.
Non hai detto niente di concreto.
Quello che ho detto, lo puoi ascoltare nell'intervista che c'e'...

...per la miseria! Sto doventando Raeliano! 8-(

Leonardo

--

The bravest fell, and the solemn bell rang mournfully and clear
For those who died that Watertide in the springing of the year.

http://alnitak.ctt.it/wiki/Varie/BaraElohim
truman burbank
2005-10-04 18:15:17 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Leonardo Serni
Che non esistono i fossili? Uao.
Non ho detto questo.
Leggi il contesto.
Post by Leonardo Serni
Ah, e poi ci sono i dati sul flusso magmatico, che non dipendono ne' dalla
sedimentazione ne' dal decadimento radioattivo. Quelli, perche' sbagliano?
A parte essere cattivi d'animo, intendo :-)
Se ci sono dati di fatto, dimmi la date precise.
ma come non sai che la precisione è dovuta solo agli altri? i compagni di
merende possono tranquillamente prenderla alla larga....
ciao
truman

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
truman burbank
2005-10-05 11:17:11 UTC
Permalink
Post by <Gigi>www.rael.org
Post by Il Risolutore
-Chi ha creato l'universo?
- Chi ha creato "loro"?
- Gli animali esistevano già nel loro pianeta d'origine o gli hanno
inventati dopo?
Non c'è inizio e non c'è fine nell'universo, nè nello spazio, nè nel
tempo.
E' questo, tra l'altro, il significato del nostro simbolo.
Gli Elohim sono stati creati da altri esseri venuti da un altro
pianeta, e anche questi ultimi sono stati creati da altri esseri venuti
da un altro pianeta e così di seguito all'infinito, e noi stessi
creeremo degli uomini su un altro pianeta, che a loro volta creeranno
degli altri uomini su un altro pianeta, e cosi di seguito all'infinito.
non gliele dire tutte insieme queste cose che il suo cervello va in tilt...
piccoli passi, piccoli passi
ehehe
truman

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Aymar
2005-10-06 09:56:30 UTC
Permalink
Interessante.
cmq, il concetto di infinito è stato trattato da molti filofosi.
Esiste anche in matematica il concetto di infinito.
Va beh... scherzavo.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
truman burbank
2005-10-06 10:04:06 UTC
Permalink
Post by Aymar
Interessante.
cmq, il concetto di infinito è stato trattato da molti filofosi.
Esiste anche in matematica il concetto di infinito.
Va beh... scherzavo.
4 salti in padella, te pareva che non ti sculacciavano
ehehe
Aymar
2005-10-06 10:14:03 UTC
Permalink
4 salti in padella, te pareva che non ti sculacciavano
ehehe
ma una cosa, in vita tua, la sai?
secondo me dai davvero lo straccio in terra, sul lavoro.
ehehe
ciao saputone salutami Sheldy



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
truman burbank
2005-10-06 10:46:47 UTC
Permalink
Post by Aymar
4 salti in padella, te pareva che non ti sculacciavano
ehehe
ma una cosa, in vita tua, la sai?
sì, che sei un intenditore di funghi!!
ehehe

truman
dj Aracno
2005-10-06 10:45:21 UTC
Permalink
news:***@usenet.libero.it,
di Aymar <***@libero.it>

sai cos'è che veramente mi imbarazza, Aymar?
Che io e te siamo rimasti gli unici che se lo filano, il truman...
Ora però io mi sono stancato del pupazzo...
Se ci vuoi giocare tu, tieni: te lo regalo...
--
Dj Aracno
truman burbank
2005-10-06 10:50:19 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
sai cos'è che veramente mi imbarazza, Aymar?
Che io e te siamo rimasti gli unici che se lo filano, il truman...
Ora però io mi sono stancato del pupazzo...
Se ci vuoi giocare tu, tieni: te lo regalo...
te la dai a gambe?
cerchi un'uscita per così dire, non umiliante?
ehehe
truman
Aymar
2005-10-06 11:19:48 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
sai cos'è che veramente mi imbarazza, Aymar?
Che io e te siamo rimasti gli unici che se lo filano, il truman...
sai che ho pensato la stessa cosa?
ripiglio l'abitudine di usare il newsreader, coi suoi filtri tutti a posto, e
mi tolgo il pensiero :-)
Cia'
--
Aymar

I use heavy strings, tune low, play hard and floor it.
Floor it.
That's technical talk.
(S.R.Vaughan)
Continua a leggere su narkive:
Loading...