Discussione:
una realta' futura coi tic di oggi (gio20feb2014)
(troppo vecchio per rispondere)
uniposta
2014-02-20 20:16:03 UTC
Permalink
21:16 gio20feb2014 (vedi signature)

(questo era un testo bozza, subject compreso:
adesso lo dovrei modificare, ma proprio non ne ho voglia)

(usenet newsgroup : se vedi incompleto questo messaggio,
cerca altrove in rete o usa un newsreader)

Appunti sparsi: una realta' futura coi tic di oggi (gio20feb2014)

uno degli argomenti ricorrenti della fantascienza, mi par di ricordare
sia la proiezione, nella realtà futura, di "tic" della realtà attuale.

E quindi per esempio uno immagina. Che so:

Si sviluppa la società di mercato e si sviluppano i computer.

E quindi nel futuro trionfano il mercato e il computer, unendosi.

..E si va a immaginare una realtà tenuta in piedi da un
dio-computer che obbedisce alle regole del marketing.

E quindi per esempio il computer, fra le varie, ha scritto nel
suo programma originario che deve cercare che cosa interessa al
potenziale cliente. E quindi propone continuamente agli umani un
ventaglio di cose nel tentativo di trovare quella che interessa.

Una realtà tutta fatta di banner pubblicitari, qualcosa del genere.

Oppure.

Abbiamo la società dello spettacolo d'intrattenimento, e quindi si
sviluppa una realtà futura dalla coscienza futile e alla continua
ricerca di spettacolo e divertimento, senza un perché. Una realtà
fatta tutta di giullari, e anche tu devi essere un giullare, e non
potresti essere altro che quello. Inconcepibile ogni altra cosa.

E quindi, dicevo, ci si immagina la realtà futura come
possibile proiezione amplificata delle ossessioni di adesso.

E a quel punto, uno dei soliti passi, è di immaginare che in
qualche maniera il cerchio si chiuda e che quella realtà abbia
inglobato l'oggi, che quel futuro sia adesso. Travestito da passato.

E...

E niente, per adesso basta, poi se mi verrà in mente qualcosaltro
che adesso non mi ricordo (dove volevo andare a parare)

/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
Jasmine
2014-02-20 20:23:16 UTC
Permalink
Post by uniposta
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere
Bello questo post, cosi' strampalato e lasciato li' inconcluso.
E' vero: quando ti agiti dici sempre qualcosa di te stesso...
anche se quel qualcosa potrebbe cambiare totalmente con il tempo.

ciao, Jasmine
uniposta
2014-02-20 20:46:17 UTC
Permalink
21:46 gio20feb2014 (vedi signature)
Post by Jasmine
Post by uniposta
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere
Bello questo post, cosi' strampalato e lasciato li' inconcluso.
- in archivio ho molti testi-bozza, scritti e lasciati lì
Post by Jasmine
E' vero: quando ti agiti dici sempre qualcosa di te stesso...
anche se quel qualcosa potrebbe cambiare totalmente con il tempo.
- Nella mia esperienza, ho visto poche persone cambiare.
Anzi forse nessuna. Su aspetti che contano, perlomeno.
Insomma nessuna persona è diventata un'altra... Ma nemmeno
io, praticamente, la mia base credo sia sempre la stessa.
Solo che... io cerco sempre più di non atteggiarmi e non recitare
delle parti, e invece ho a che fare soprattutto con gente che...

Niente, adesso non ho voglia.

Ma questa finzione, recita, e forse menzogna, era uno dei motivi
per i quali vorrei facessero la famosa macchina (l'avevo già
scritto) che ti fa sentire come si sente dentro un altro essere.
Sentirlo, sapere com'è fatto e cosa gli passa dentro.
E, guarda un po' che strano... a quanto pare sono
davvero in pochi a voler usare una macchina del genere.

Non c'è questa gran voglia di confronto e di sapere, non c'è
una gran voglia di verità e chiarezza, anzi semmai direi che
verità e chiarezza, verifica, e confronto finale, fanno paura
Post by Jasmine
ciao, Jasmine
/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
Jasmine
2014-02-20 21:02:25 UTC
Permalink
Post by uniposta
Ma questa finzione, recita, e forse menzogna, era uno dei motivi
per i quali vorrei facessero la famosa macchina (l'avevo già
scritto) che ti fa sentire come si sente dentro un altro essere.
anche a me piacerebbe provare a sentirmi come si sentono
x persone diverse una dall'altra,
entrare nella testa di una ventina di persone
diverse l'una dall'altra: leggere la loro mente,
fare un confronto tra cio' che pensano e cio' che invece
dicono, vedere quanto schiavi delle catene mentali
sono gli altri rispetto a me, quanto sono felici
o infelici, come sentono realmente
lo scorrere della loro vita.
E specialmente mi piacerebbe sapere quanto gli altri
si sentano vivi, integri o non integri.
Post by uniposta
Sentirlo, sapere com'è fatto e cosa gli passa dentro.
E, guarda un po' che strano... a quanto pare sono
davvero in pochi a voler usare una macchina del genere.
Dici?
Penso che la maggior parte delle persone vorrebbe curiosare;
anche se ognuno per motivi piu' o meno legati alla possibilità
di sopraffare gli altri, conoscendoli realmente.
Post by uniposta
Non c'è questa gran voglia di confronto e di sapere, non c'è
una gran voglia di verità e chiarezza, anzi semmai direi che
verità e chiarezza, verifica, e confronto finale, fanno paura
si... il confronto fa sempre paura, quando hai qualcosa da perdere.
Se non hai nulla da perdere... sei come Wataya Noboru,
egli non aveva nulla da perdere e per questo poteva
concentrare tutti gli sforzi nella conduzione pura e semplice
della battaglia.

ciao, Jasmine
uniposta
2014-02-20 21:25:13 UTC
Permalink
22:25 gio20feb2014 (vedi signature)

(usenet newsgroup : se vedi incompleto questo messaggio,
cerca altrove in rete o usa un newsreader)
Post by Jasmine
Post by uniposta
Ma questa finzione, recita, e forse menzogna, era uno dei motivi
per i quali vorrei facessero la famosa macchina (l'avevo già
scritto) che ti fa sentire come si sente dentro un altro essere.
anche a me piacerebbe provare a sentirmi come si sentono
x persone diverse una dall'altra,
entrare nella testa di una ventina di persone
diverse l'una dall'altra: leggere la loro mente,
fare un confronto tra cio' che pensano e cio' che invece
dicono, vedere quanto schiavi delle catene mentali
sono gli altri rispetto a me, quanto sono felici
o infelici, come sentono realmente
lo scorrere della loro vita.
E specialmente mi piacerebbe sapere quanto gli altri
si sentano vivi, integri o non integri.
Post by uniposta
Sentirlo, sapere com'è fatto e cosa gli passa dentro.
E, guarda un po' che strano... a quanto pare sono
davvero in pochi a voler usare una macchina del genere.
Dici?
- Quando l'avevo chiesto nessuno ha risposto, tranne una che mi
ha risposto per farmi un favore ma la cosa non le interessava,
e un altro che pure l'ha fatto per farmi un favore ma con un
tiepido interesse, come parlasse al limite di un'automobile
Post by Jasmine
Penso che la maggior parte delle persone vorrebbe curiosare;
anche se ognuno per motivi piu' o meno legati alla possibilità
di sopraffare gli altri, conoscendoli realmente.
Post by uniposta
Non c'è questa gran voglia di confronto e di sapere, non c'è
una gran voglia di verità e chiarezza, anzi semmai direi che
verità e chiarezza, verifica, e confronto finale, fanno paura
si... il confronto fa sempre paura, quando hai qualcosa da perdere.
Se non hai nulla da perdere... sei come Wataya Noboru, egli non
aveva nulla da perdere e per questo poteva concentrare tutti
gli sforzi nella conduzione pura e semplice della battaglia.
- Su quella cosa lì non ho da perdere, o perlomeno sono
disposto a perdere qualcosa di marginale o secondario
per ricevere qualcosaltro di importanza primaria.

Nelle uniche due risposte che mi son state date, soprattutto
la prima, una tale possibilità non veniva certo vista come
un'occasione di importanza primaria e di svolta epocale.

Preciso una cosa: se tutti arrivassero a sapere tutto di tutti,
il riuscire a vivere potrebbe diventare molto complicato: verresti
a sapere che il solo fatto di esistere, e figurarsi di muoversi,
va a scapito di altri esseri, che prima per te erano sconosciuti o
insignificanti. Bisognerebbe arrivare a un diverso tipo di esistenza.

E quindi la mia speranza è in realtà limitata alla verifica
su un numero limitato di persone e di esseri, e alla conoscenza
della verità umana sul mondo, per sapere se mi hanno mentito o cosa
(o meglio: per sapere in che modo, mi hanno mentito,
dato che sono sostanzialmente sicuro che hanno mentito)
Post by Jasmine
ciao, Jasmine
/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
Jasmine
2014-02-20 21:54:25 UTC
Permalink
Post by uniposta
E quindi la mia speranza è in realtà limitata alla verifica
su un numero limitato di persone e di esseri, e alla conoscenza
della verità umana sul mondo, per sapere se mi hanno mentito o cosa
(o meglio: per sapere in che modo, mi hanno mentito,
dato che sono sostanzialmente sicuro che hanno mentito)
cuentan que hace mucho mucho tiempo en el reino subteraneo donde
no existe la mentira ni il dolor vivía una princesa que
soñaba con el mundo de los humanos. Soñaba con el cielo azul, la
brisa suave y el brillante sol. Un día, burlando toda vigilancia, la
princesa escapó. Una vez en el exterior la luz del sol la cegó y
borró de su memoria cualquier indicio del pasado. La princesa
olvidó quien era, de dónde venía. Su cuerpo sufrió frío,
enfermedad, dolor y el correr de los años murió.


Guzzanti invece direbbe che "il problema in Italia
non è mai stato di sapere la verità ma che saputolo tutto resta uguale"

per me è possibile che sapere veramente come sono gli altri,
come siamo noi stessi possa portare a dimenticare
il nostro passato: non avrebbe piu' alcun senso,
non ci servirebbe piu' a niente,
davanti a noi cio' che siamo e cio' che saremo
via i vecchi stracci e la pelle del serpente
che ormai non esiste piu'.

ciao, Jasmine
uniposta
2014-02-20 22:12:37 UTC
Permalink
23:12 gio20feb2014 (vedi signature)

(usenet newsgroup : se vedi incompleto questo messaggio,
cerca altrove in rete o usa un newsreader)
Post by Jasmine
Post by uniposta
E quindi la mia speranza è in realtà limitata alla verifica
su un numero limitato di persone e di esseri, e alla conoscenza
della verità umana sul mondo, per sapere se mi hanno mentito o cosa
(o meglio: per sapere in che modo, mi hanno mentito,
dato che sono sostanzialmente sicuro che hanno mentito)
cuentan que hace mucho mucho tiempo en el reino subteraneo donde
no existe la mentira ni il dolor vivía una princesa que
soñaba con el mundo de los humanos. Soñaba con el cielo azul, la
brisa suave y el brillante sol. Un día, burlando toda vigilancia, la
princesa escapó. Una vez en el exterior la luz del sol la cegó y
borró de su memoria cualquier indicio del pasado. La princesa
olvidó quien era, de dónde venía. Su cuerpo sufrió frío,
enfermedad, dolor y el correr de los años murió.
- Va bene, ma metti il caso che la principessa si sia dimenticata
delle sue origini ma altra gente no, gente che ha potere nel mondo
umano, e non solo le tace la verità ma la prende in giro e le fa
brutti scherzi. Che gente potrebbe essere, e perché agirebbe così?
Post by Jasmine
Guzzanti invece direbbe che "il problema in Italia
non è mai stato di sapere la verità ma che saputolo tutto resta uguale"
per me è possibile che sapere veramente come sono gli altri,
come siamo noi stessi possa portare a dimenticare
il nostro passato: non avrebbe piu' alcun senso,
non ci servirebbe piu' a niente,
davanti a noi cio' che siamo e cio' che saremo
via i vecchi stracci e la pelle del serpente
che ormai non esiste piu'.
- Penso anch'io che arrivare a una coscienza superiore
a quella imposta dai limiti della realtà abituale,
metterebbe a rischio l'esistenza abituale, un po' come
quando ti svegli da un sogno e non ci puoi più tornare.

Ma la verifica su alcune persone chiave e su alcuni altri esseri
la farei senza esitazione, e se cercassero un volontario per
provare e migliorare la macchina mi presenterei subito
Post by Jasmine
ciao, Jasmine
/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
Jasmine
2014-02-21 13:47:07 UTC
Permalink
Post by uniposta
- Va bene, ma metti il caso che la principessa si sia dimenticata
delle sue origini ma altra gente no, gente che ha potere nel mondo
umano, e non solo le tace la verità ma la prende in giro e le fa
brutti scherzi. Che gente potrebbe essere, e perché agirebbe così?
Rispondo alla seconda domanda; ci sta?

a parte gli scherzi, non lo so... i motivi possono
essere molteplici e vanno dal vampirismo psicologico
ad una situazione di disagio di fronte ad una persona
che non recita piu' una parte, che non è piu' programmata
ad interagire con gli altri secondo determinati
schematismi ripetuti fin da bambini.
Post by uniposta
- Penso anch'io che arrivare a una coscienza superiore
a quella imposta dai limiti della realtà abituale,
metterebbe a rischio l'esistenza abituale, un po' come
quando ti svegli da un sogno e non ci puoi più tornare.
Un paio di volte, tanto tempo fa, l'ho fatto... i sogni erano
particolarmente belli e mi sono svegliata per poche frazioni
di secondo, per poi dire, no!!!
questo sogno lo voglio continuare ancora: in quelle occasioni
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
Post by uniposta
Ma la verifica su alcune persone chiave e su alcuni altri esseri
la farei senza esitazione, e se cercassero un volontario per
provare e migliorare la macchina mi presenterei subito
no...non farlo, cio' che sei realmente è l'unica cosa
di tuo che hai a questo mondo.

ciao, Jasmine
dj Aracno
2014-02-21 14:52:42 UTC
Permalink
Post by Jasmine
Post by uniposta
un po' come
quando ti svegli da un sogno e non ci puoi più tornare.
Un paio di volte, tanto tempo fa, l'ho fatto... i sogni erano
particolarmente belli e mi sono svegliata per poche frazioni
di secondo, per poi dire, no!!!
questo sogno lo voglio continuare ancora: in quelle occasioni
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
Ho gia' sentito cose simili.
I primi tempi che me lo sentivo dire (solitamente dalla ragazza di turno) pensavo mi stessero prendendo in giro, poi pero' ho constatato che sono davvero tantissime a sostenerlo, e non solo con me.
Certe addirittura sostengono di poter "finire un sogno" praticamente a comando.
Ho fatto una piccola indagine in merito tra amici e conoscenti e, per contro, mentre mi hanno confermato che le loro mogli/amanti/ragazze/sorelle/figlie/amiche ne parlino sovente come cosa tutt'altro che difficile, tra i maschi non me ne risulta neppure uno che sostenga di esserci mai riuscito: a quanto pare, quella di "riuscire a riprendere i sogni" sembra essere una prerogativa prettamente femminile...
--
dj Aracno

Toberto: http://spyderville.blogspot.it/
I casi piu' clamorosi di I.D.U.: http://idu.altervista.org
Le "ARBELLATE": http://goo.gl/lPaQQG
VITRIOL
2014-02-21 15:01:37 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
tra i maschi non me ne risulta neppure uno che sostenga di esserci mai riuscito
Io lo riuscivo a fare tranquillamente da bambino. Riuscivo a continuare
i sogni e avevo anche frequentemente sogni lucidi.
Con l'età ho perso tutto. Adesso faccio molta fatica anche solo a
ricordarli i sogni; il mio mondo onirico è disastrato :-)
--
Saluti
VITRIOL
Marco X.
2014-02-21 15:48:45 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
Post by Jasmine
Post by uniposta
un po' come
quando ti svegli da un sogno e non ci puoi più tornare.
Un paio di volte, tanto tempo fa, l'ho fatto... i sogni erano
particolarmente belli e mi sono svegliata per poche frazioni
di secondo, per poi dire, no!!!
questo sogno lo voglio continuare ancora: in quelle occasioni
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
Ho gia' sentito cose simili.
I primi tempi che me lo sentivo dire (solitamente dalla ragazza di turno) pensavo mi stessero prendendo in giro, poi pero' ho constatato che sono davvero tantissime a sostenerlo, e non solo con me.
Certe addirittura sostengono di poter "finire un sogno" praticamente a comando.
Ho fatto una piccola indagine in merito tra amici e conoscenti e, per contro, mentre mi
hanno confermato che le loro mogli/amanti/ragazze/sorelle/figlie/amiche ne parlino sovente come
a quanto pare, quella di "riuscire a riprendere i sogni" sembra essere una prerogativa prettamente femminile...
falso, anche perche' l'indagine/statistica tra quante (poche o molte)
persone la hai fatta?

Io spesso riescivo e riesco tuttora a riprendere un sogno "staccato",
anche a distanza di uno o due giorni. Non posso dimostrartelo, ma e'
cosi' se ti fidi della mia parola e non so neanche il meccanismo che
puo' spingere a riprendere o meno un sogno lasciato, diciamo, a meta',
anche a distanza di tempo.

Marco C.
dj Aracno
2014-02-24 10:08:26 UTC
Permalink
Post by Marco X.
Post by dj Aracno
Post by Jasmine
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
Ho gia' sentito cose simili.
I primi tempi che me lo sentivo dire (solitamente dalla ragazza di
turno) pensavo mi stessero prendendo in giro, poi pero' ho
constatato che sono davvero tantissime a sostenerlo, e non solo
con me.
Certe addirittura sostengono di poter "finire un sogno"
praticamente a comando.
Ho fatto una piccola indagine in merito tra amici e conoscenti e,
per contro, mentre mi hanno confermato che le loro
mogli/amanti/ragazze/sorelle/figlie/amiche ne parlino sovente come
cosa tutt'altro che difficile, tra i maschi non me ne risulta
neppure uno che sostenga di esserci mai riuscito: a quanto pare,
quella di "riuscire a riprendere i sogni" sembra essere una
prerogativa prettamente femminile...
falso, anche perche' l'indagine/statistica tra quante (poche o molte)
persone la hai fatta?
Non lavoro all'ISTAT, se e' quello che vuoi sapere.
L'ho chiesto ad amici e conoscenti, persone con cui ho un po' di confidenza e/o che conosco da tempo e che sono sparsi un po' per tutta la penisola (e non solo). Tieni conto che mio padre aveva 6 fratelli e una sorella, quindi solo a cugini ne conto non meno di 50. Poi ci sono gli amici e gli amici degli amici (miei e dei miei cugini/cugine/nipoti assortiti)
Ma se fossero anche 100 o 1000, qual'e' il problema?
Ho detto che non mi e' mai capitato di sentirne uno maschio che abbia mai detto che ci riesce.
Oh, si vede che li ho trovati tutti io, che ti devo dire...
Post by Marco X.
Io spesso riescivo e riesco tuttora a riprendere un sogno
"staccato", anche a distanza di uno o due giorni.
Ok, no problem: sei il secondo che sento che sostiene di esserci riuscito e il primo che dice di poterlo fare anche da adulto (l'altro ha scritto, in questo stesso thread, che ci riusciva da bambino, poi crescendo pare avere perduto questa "abilita'")
Post by Marco X.
Non posso dimostrartelo, ma e' cosi' se ti fidi della mia parola
e non so neanche il meccanismo che puo' spingere a riprendere o
meno un sogno lasciato, diciamo, a meta', anche a distanza di
tempo.
Nessun problema: solo che ora la mia statistica personale passa da essere "i maschi al 100% no" a "i maschi ADULTI al 99.99% no".
Che poi era e resta una statistica soggettiva: ripeto, mica lavoro per l'ISTAT...
--
dj Aracno

Toberto: http://spyderville.blogspot.it/
I casi piu' clamorosi di I.D.U.: http://idu.altervista.org
Le "ARBELLATE": http://goo.gl/lPaQQG
Marco X.
2014-02-24 13:26:07 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
Post by Marco X.
Post by dj Aracno
Post by Jasmine
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
Ho gia' sentito cose simili.
I primi tempi che me lo sentivo dire (solitamente dalla ragazza di
turno) pensavo mi stessero prendendo in giro, poi pero' ho
constatato che sono davvero tantissime a sostenerlo, e non solo
con me.
Certe addirittura sostengono di poter "finire un sogno"
praticamente a comando.
Ho fatto una piccola indagine in merito tra amici e conoscenti e,
per contro, mentre mi hanno confermato che le loro
mogli/amanti/ragazze/sorelle/figlie/amiche ne parlino sovente come
cosa tutt'altro che difficile, tra i maschi non me ne risulta
neppure uno che sostenga di esserci mai riuscito: a quanto pare,
quella di "riuscire a riprendere i sogni" sembra essere una
prerogativa prettamente femminile...
falso, anche perche' l'indagine/statistica tra quante (poche o molte)
persone la hai fatta?
Non lavoro all'ISTAT, se e' quello che vuoi sapere.
No, non mi interessava sapere se lavoravi all'ISTAT ma solo tra quante
persone avevi raccolto quei Si' e quei No e lo hai specificato sotto.
Post by dj Aracno
L'ho chiesto ad amici e conoscenti, persone con cui ho un po' di confidenza e/o che
conosco da tempo e che sono sparsi un po' per tutta la penisola (e non solo).
Tieni conto che mio padre aveva 6 fratelli e una sorella, quindi solo a cugini ne conto
non meno di 50. Poi ci sono gli amici e gli amici degli amici (miei e dei miei cugini/cugine/nipoti assortiti)
Ma se fossero anche 100 o 1000, qual'e' il problema?
Ho detto che non mi e' mai capitato di sentirne uno maschio che abbia mai detto che ci riesce.
Mah, spesso se chiedi a qualcuno o a qualcuna se ricorda cosa ha
sognato, ti dice di non ricordarlo o di ricordarlo vagamente, ma solo
se poi il sogno aveva qualche particolarita' o era abbinato a qualche
evento tipo l'essere caduto dal letto mentre sognava di volare o
proprio di cadere :))
Post by dj Aracno
Oh, si vede che li ho trovati tutti io, che ti devo dire...
No, non significa quello che scrivi ma solo che nel TUO caso, con i
soggetti da te interpellati, hai avuto quel particolare risultato che
hai scritto. Chissa' se a Nando Pagnoncelli i sondaggi darebbero lo
stesso risultato? :())
Post by dj Aracno
Post by Marco X.
Io spesso riescivo e riesco tuttora a riprendere un sogno
"staccato", anche a distanza di uno o due giorni.
Ok, no problem: sei il secondo che sento che sostiene di esserci riuscito
e il primo che dice di poterlo fare anche da adulto (l'altro ha scritto,
in questo stesso thread, che ci riusciva da bambino, poi crescendo pare
avere perduto questa "abilita'")
Guarda, mi e' risuccesso anche qualche notte fa : poco dopo le 04 mi
sono alzato per recarmi al bagno e ho *dovuto* interrompere la fase
del sogno. Mentre andavo verso il bagno mi sono detto : "'sto sogno lo
devo finire. Voglio vedere come andra' a finire quindi lo riprendo fra
poco". Vado a letto, mi riaddormento e verso le 8 di mattina, appena
svegliato, mi sono accorto che.. quel sogno era stato ripreso proprio
li' dove momentaneamente era stato interrotto e ne ricordavo sia molti
particolari che come era terminato.

Oh, un particolare : non sto barando raccontandoti quello che farebbe
piu' piacere a me per non contraddirmi o per contraddire te perche'
non ho bisogno di queste messe in scena. Qui stiamo solo riportando le
nostre opinioni e quello che ci ricordiamo. Poi, non e' che mi accada
frequentemente di riprendere sempre i sogni interrotti ma mi accade,
sia da giovane che ora che giovano (almeno per eta') non lo sono piu'.
Post by dj Aracno
Post by Marco X.
Non posso dimostrartelo, ma e' cosi' se ti fidi della mia parola
e non so neanche il meccanismo che puo' spingere a riprendere o
meno un sogno lasciato, diciamo, a meta', anche a distanza di
tempo.
Nessun problema: solo che ora la mia statistica personale passa
da essere "i maschi al 100% no" a "i maschi ADULTI al 99.99% no".
Che poi era e resta una statistica soggettiva: ripeto, mica lavoro per l'ISTAT...
esatto, cosi' come il mio caso e' la classica rondine che NON fa
primavera. :))

Marco C.

Gatsu
2014-02-21 17:02:25 UTC
Permalink
Post by dj Aracno
cut
Ho gia' sentito cose simili.
I primi tempi che me lo sentivo dire (solitamente dalla ragazza di turno)
pensavo mi stessero prendendo in giro, poi pero' ho constatato che sono davvero
tantissime a sostenerlo, e non solo con me.
Post by dj Aracno
Certe addirittura sostengono di poter "finire un sogno" praticamente a comando.
Ho fatto una piccola indagine in merito tra amici e conoscenti e, per contro,
mentre mi hanno confermato che le loro
mogli/amanti/ragazze/sorelle/figlie/amiche ne parlino sovente come cosa
tutt'altro che difficile, tra i maschi non me ne risulta neppure uno che
sostenga di esserci mai riuscito: a quanto pare, quella di "riuscire a
riprendere i sogni" sembra essere una prerogativa prettamente femminile...
Ho avuto esperienze simili nei rari casi in cui facevo "sogni lucidi" ... Cioe'
dove mi rendevo conto di sognare e riuscivo ad esercitare un "certo controllo"
sul sogno ... Deve essere un confine labile tra il sonno e la veglia, in quei
casi mi rendevo conto che mi stavo per svegliare e alcune volte riuscivo ad
impedirlo. Tutti episodi pero' legati all'adolescenza poi mai piu'
successo ... :-|
--
Federico
uniposta
2014-02-22 19:35:54 UTC
Permalink
20:35 sab22feb2014 (vedi signature)
Post by Jasmine
[...]Che gente potrebbe essere, e perché agirebbe così?
Rispondo alla seconda domanda; ci sta?
- Be', non son sicurissimo d'aver capito la risposta
Post by Jasmine
a parte gli scherzi, non lo so... i motivi possono
essere molteplici e vanno dal vampirismo psicologico
ad una situazione di disagio di fronte ad una persona
che non recita piu' una parte, che non è piu' programmata
ad interagire con gli altri secondo determinati
schematismi ripetuti fin da bambini.
[...]quando ti svegli da un sogno e non ci puoi più tornare.
Un paio di volte, tanto tempo fa, l'ho fatto... i sogni erano
particolarmente belli e mi sono svegliata per poche frazioni
di secondo, per poi dire, no!!!
questo sogno lo voglio continuare ancora: in quelle occasioni
ci sono riuscita, mi sono riaddormentata per quel tanto
che bastava per finire il sogno.
- Capita anche a me di riprendere dei sogni, ma non è la stessa cosa...
il dramma di uno specifico momento in genere non sopravvive, non rivive,
e viene creato un qualche cosa di somigliante, un artefatto, un piccolo
imbroglio... Salvo rari attimi di identità totale, ma di solito no
Post by Jasmine
Ma la verifica su alcune persone chiave e su alcuni altri esseri
la farei senza esitazione, e se cercassero un volontario per
provare e migliorare la macchina mi presenterei subito
no...non farlo, cio' che sei realmente è l'unica cosa
di tuo che hai a questo mondo.
- Lo faccio proprio in ragione di quello che sono, e
non temo la distruzione della mia identità percependo l'altra
(non potrei dire lo stesso dell'altro essere, ma io posso)
Post by Jasmine
ciao, Jasmine
/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
uniposta
2014-02-22 20:05:28 UTC
Permalink
21:05 sab22feb2014 (vedi signature)

i link google a questa discussione e le altre due della serie

-=-=-

it.scienza.biologia
it.salute
it.discussioni.misteri

"le sensazioni le causa la sostanza, o forse no (gio20feb2014)"
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.discussioni.misteri/EZ41qu2llw8

-=-=-

it.cultura.fantascienza
it.scienza
it.discussioni.misteri

"una realta' futura coi tic di oggi (gio20feb2014)"
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.discussioni.misteri/P6st6T3oiHI

-=-=-

it.scienza
it.discussioni.misteri
it.cultura.single

"quando penso di traverso succede che (gio20feb2014)"
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.discussioni.misteri/okTpmS1blBE

-=-=-

/> pre-signature
_____________________________________________________________=
io propongo vari tipi di cose, e chi legge sceglie. E in base
a quel che sceglie, e per cui si agita, si fa riconoscere </
--
uniposta* /associator synaesthete/ email su: *yahoo-it *gmail-com
//> una delle mie immagini http://postimage.org/image/dd75gbc4f/ //> le
mie facce (49anni/settembre2012) http://postimage.org/image/cj98ac4yn/
(se l'immagine non si vede su explorer, usare firefox o altro browser)
da lun08apr2013, di regola potro' esserci martedi', giovedi' e sabato
Continua a leggere su narkive:
Loading...