Discussione:
ieri sera a Misteri su italia1: "le crisi economiche sono causate da una casta di illuminati che gestiscono il signoraggio"
(troppo vecchio per rispondere)
giofra
2010-06-02 18:08:07 UTC
Permalink
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.

Sul web dove ci i può informare più a fondo ?

Grazie.

Giovanni.
john666
2010-06-02 20:34:42 UTC
Permalink
Post by giofra
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.
Sul web dove ci i può informare più a fondo ?
Grazie.
Giovanni.
Scusate se mi intrometto, try this: http://www.primit.it/
Sleepers
2010-06-02 23:05:58 UTC
Permalink
Post by giofra
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.
Sul web dove ci i può informare più a fondo ?
Primo link che ho trovato:
http://it.wikipedia.org/wiki/Teorie_del_complotto_sul_signoraggio

Ciao, Alessio.
--
Sei OT, cazzo, non se ne può più!
("abarossa" su it.media.tv)
john666
2010-06-03 00:25:21 UTC
Permalink
Io cercando semplicemente la stringa "signoraggio" su google trovo
tutti altri link, however...
l'articolo di wikipedia è carente che hai linkato è un pò carente di
informazioni, non vi è il minimo accenno sul meccanismo della riserva
frazionaria.
Fortunatamente anche wikipedia ne parla qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria
Poi ognuno tragga le sue conclusioni.

-------------------------------
http://www.john666.net
^ online since 2010
-------------------------------
john666
2010-06-03 00:29:27 UTC
Permalink
Post by giofra
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.
Sul web dove ci i può informare più a fondo ?
Primo link che ho trovato:http://it.wikipedia.org/wiki/Teorie_del_complotto_sul_signoraggio
Ciao, Alessio.
--
Sei OT, cazzo, non se ne può più!
("abarossa" su it.media.tv)
Io cercando semplicemente la stringa "signoraggio" su google trovo
tutti altri link, however...
l'articolo di wikipedia che hai linkato è un pò carente di
informazioni, ad esempio non vi è il minimo accenno sul meccanismo
perverso della riserva
frazionaria.
Fortunatamente wikipedia ne parla ( rimanendo nel politically correct
senza scendere nel complottismo ) su una pagina separata:
http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria.
chi ha tempo di leggersi il tutto tragga le sue conclusioni.

-------------------------------
http://www.john666.net
^ online since 2010
-------------------------------
Synth Mania
2010-06-03 00:12:42 UTC
Permalink
Si =E8 trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.
"Tesi complottista"?!...
Ma che dici, a te risulta che le banche facciano beneficienza?!...
Qualcuno ancora non sa che tutti i sacrifici che si chiedono ai poveracci non
bastano neanche a pagare gli interessi che derivano dal signoraggio?...
Che gli stati sono già adesso in bancarotta (più o meno) fraudolenta?!...
Rimango allibito da tanta ingenuità!...

http://www.disinformazione.it/signoraggio5.htm
VITRIOL
2010-06-03 06:11:12 UTC
Permalink
Post by Synth Mania
"Tesi complottista"?!...
Non te fai scappare neppure una. Complimenti per la collezione.
--
news:it-alt.comp.software.openoffice : Il newsgroup dedicato a
OpenOffice.org, la suite open source di applicazioni per ufficio.
Scarica "OpenOffice.org 3.0 Soluzioni a raccolta", molto più di semplici
FAQ! http://it.openoffice.org/doc/manuali/
Synth Mania
2010-06-03 08:05:08 UTC
Permalink
Post by VITRIOL
Post by Synth Mania
"Tesi complottista"?!...
Non te fai scappare neppure una. Complimenti per la collezione.
Te ne farai scappare qualcuno?...
Non so se è il caso di farti i complimenti per la dedizione con cui segui i
miei interventi!...
^^SpAwN^^
2010-06-03 11:06:14 UTC
Permalink
Post by Synth Mania
Ma che dici, a te risulta che le banche facciano beneficienza?!...
Ma cosa ci combina cosa fanno *le banche* (che fanno impresa per fare
soldi, come tutte le imprese) con il signoraggio (che e' un fenomeno
che viene attribuito agli stati ed alle banche centrali - che non sono
*le banche*)?
Post by Synth Mania
Qualcuno ancora non sa che tutti i sacrifici che si chiedono ai
poveracci non bastano neanche a pagare gli interessi che derivano
dal signoraggio?...
Eh?
Interessi dal signoraggio?
Non e' che ti confondi con il moltiplicatore monetario, che non ha
niente a che vedere con il signoraggio?
Se cosi' fosse, ironia della sorte, ci troveremmo di fronte a questo scenario:
- il moltiplicatore monetario fa si che la massa circolante di moneta
(noto come M3) sia superiore alla moneta/denaro effettivamente
stampata/emessa da stati (moneta in metallo - e su quello c'e' il
*vero* signoraggio, ma sono cifre ridicole) e banche centrali (moneta
cartacea - quella al centro dei deliri signoraggisti, che non hanno
senso gia' da prima che venisse abolita la riserva aurea)
- e' per questo che le banche centrali tengono bassa, e stretta, la
quota di M1 (banconote emesse), proprio conoscendo il meccanismo del
moltiplicatore; la contengono per evitare che esploda l'inflazione, ma
al contempo vigilano che ce ne sia a sufficienza per le transazioni,
pena la contrazione dei mercati e la nascita di un mercato nero per il
denaro stesso, ossia la ricerca di moneta ad un valore superiore al
suo valore nominale (se il bene scarseggia, ne aumenta il valore - in
questo caso, curiosamente, si verificherebbe il caso del signoraggio
da parte dei detentori di moneta cartacea, che la rivenderebbero ad un
valore superiore al nominale)
- se per ipotesi si elimina il meccanismo del moltiplicatore,
applicando una riserva obblgatoria pari al 100% della moneta
depositata (ma a questo punto viene meno la funzione della banca, e
rimane unicamente quella del fornitore di un servzio di custodia, che
era la finalita' primigenia dei banchi nati gia' nel medioevo, e prima
ancora assicurata dalla casta sacerdotale presso il tempio), ci si
ritrova con la necessita', da parte degli stati, per alimentare la
propria economia, di emettere maggiore moneta, e lo stesso da parte
delle banche centrali, *alimentando* il signoraggio vero sulla moneta
metallica, e quello fasullo e complottista sulla moneta cartacea

Un bel risultato.
Post by Synth Mania
Che gli stati sono già adesso in bancarotta (più o meno)
fraudolenta?!...
Ma cosa ci combinera' mai...?
Post by Synth Mania
Rimango allibito da tanta ingenuità!...
http://www.disinformazione.it/signoraggio5.htm
E come no...
Qui una analisi dei corretti meccanismi economici e finanziari e da
correlativa vautazione del concetto di signoraggio usato dai
complottisti
http://digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf

Saluti

^^SpAwN^^
john666
2010-06-03 12:45:42 UTC
Permalink
Post by ^^SpAwN^^
Ma cosa ci combina cosa fanno *le banche* (che fanno impresa per fare
soldi, come tutte le imprese) con il signoraggio (che e' un fenomeno
che viene attribuito agli stati ed alle banche centrali - che non sono
*le banche*)?
E' semplice; l'emissione di moneta è stato delegato alle banche
centrali ( che sono sono società private ), quindi un pochino forse ci
combina.
L'unico signoraggio attribuito allo stato è solamente quello derivato
dal conio di monete metalliche e si capisce bene anche il perchè; il
costo di produzione di una moneta del genere è superiore al suo valore
nominale, in poche parole lo stato ci rimette.
Altrimenti come ti spiegheresti il fatto che lo stato può emettere
solo monete metalliche e quelle cartacee le chiede in prestito ?
Post by ^^SpAwN^^
 - il moltiplicatore monetario fa si che la massa circolante di moneta
(noto come M3) sia superiore alla moneta/denaro effettivamente
stampata/emessa da stati (moneta in metallo - e su quello c'e' il
*vero* signoraggio, ma sono cifre ridicole) e banche centrali (moneta
cartacea - quella al centro dei deliri signoraggisti, che non hanno
senso gia' da prima che venisse abolita la riserva aurea)
 - e' per questo che le banche centrali tengono bassa, e stretta, la
quota di M1 (banconote emesse), proprio conoscendo il meccanismo del
moltiplicatore; la contengono per evitare che esploda l'inflazione, ma
al contempo vigilano che ce ne sia a sufficienza per le transazioni,
pena la contrazione dei mercati e la nascita di un mercato nero per il
denaro stesso, ossia la ricerca di moneta ad un valore superiore al
suo valore nominale (se il bene scarseggia, ne aumenta il valore - in
questo caso, curiosamente, si verificherebbe il caso del signoraggio
da parte dei detentori di moneta cartacea, che la rivenderebbero ad un
valore superiore al nominale)
Perchè questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
società private e non dallo stato stesso ?
Post by ^^SpAwN^^
 - se per ipotesi si elimina il meccanismo del moltiplicatore,
applicando una riserva obblgatoria pari al 100% della moneta
depositata (ma a questo punto viene meno la funzione della banca, e
rimane unicamente quella del fornitore di un servzio di custodia, che
era la finalita' primigenia dei banchi nati gia' nel medioevo, e prima
ancora assicurata dalla casta sacerdotale presso il tempio), ci si
ritrova con la necessita', da parte degli stati, per alimentare la
propria economia, di emettere maggiore moneta, e lo stesso da parte
delle banche centrali, *alimentando* il signoraggio vero sulla moneta
metallica, e quello fasullo e complottista sulla moneta cartacea
Un bel risultato.
Scusa, ma quale dovrebbe essere secondo te la funzione di una banca ?
Non capisco poi perchè per alimentare l'economia ci dovrebbe essere il
bisogno di emettere più moneta; non sarebbe più logico che la moneta
circolante sia sempre proporzionale alla quantità dei beni e dei
servizi ?
Post by ^^SpAwN^^
E come no...
Qui una analisi dei corretti meccanismi economici e finanziari e da
correlativa vautazione del concetto di signoraggio usato dai
complottistihttp://digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf
Quindi vado a leggermi il pdf e leggo:
"Si tratta di teorie non supportate da alcuna prova. Lo scopo di
questo scritto è di illustrare verità,
frottole e illusioni sul tema signoraggio usando solo informazioni
pubbliche, a cominciare dai testi
di economia, e qualche ragionamento."

Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'università di Teramo, ha denunciato.
mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura fraudolenta di
questo sistema, e sai come è andata a finire ?
Il dolo è stato riconosciuto ma non è stata imposta nessuna pena
perchè secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Albion of Avalon
2010-06-03 16:01:28 UTC
Permalink
Post by john666
L'unico signoraggio attribuito allo stato è solamente quello derivato
dal conio di monete metalliche e si capisce bene anche il perchè; il
costo di produzione di una moneta del genere è superiore al suo valore
nominale, in poche parole lo stato ci rimette.
Altrimenti come ti spiegheresti il fatto che lo stato può emettere
solo monete metalliche e quelle cartacee le chiede in prestito ?
Siamo alla follia.
Il valore della moneta è deciso dal mercato non dallo stato.
Quello che le capre ignoranti come non capisco è che il valore della
moneta non è dato da quanto c'è stampato sopra ma da quanta
merce/servizi puoi acquistare. Dire in tasca 1 euro, 1000 euro o 10.000
euro non da nessuna informazione. L'informazione l'abbiamo quando
sappiamo cosa puoi fare con 10.000 euro piuttosto che con 1 euro.
Non mi pare un concetto difficile.
Post by john666
Perchè questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
società private e non dallo stato stesso ?
E' il mercato che controlla non lo stato.
Post by john666
Scusa, ma quale dovrebbe essere secondo te la funzione di una banca ?
Non capisco poi perchè per alimentare l'economia ci dovrebbe essere il
bisogno di emettere più moneta; non sarebbe più logico che la moneta
circolante sia sempre proporzionale alla quantità dei beni e dei
servizi ?
Sono felice per te che tu sia in grado di sapere quello che c'è in giro.
E, soprattutto, di valutarlo. Mettilo sul tuo cv. Ti assicuro che a
Londra uno come te prende come minimo 10.000 sterline al giorno.
Post by john666
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'università di Teramo, ha denunciato.
mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura fraudolenta di
questo sistema, e sai come è andata a finire ?
Il dolo è stato riconosciuto ma non è stata imposta nessuna pena
perchè secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Auriti, lol.
Quando sento il suo nome rido.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Peter11
2010-06-03 18:36:25 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
Post by john666
L'unico signoraggio attribuito allo stato è solamente quello derivato
dal conio di monete metalliche e si capisce bene anche il perchè; il
costo di produzione di una moneta del genere è superiore al suo valore
nominale, in poche parole lo stato ci rimette.
Altrimenti come ti spiegheresti il fatto che lo stato può emettere
solo monete metalliche e quelle cartacee le chiede in prestito ?
Siamo alla follia.
Il valore della moneta è deciso dal mercato non dallo stato.
Quello che le capre ignoranti come non capisco è che il valore della
moneta non è dato da quanto c'è stampato sopra ma da quanta merce/servizi
puoi acquistare. Dire in tasca 1 euro, 1000 euro o 10.000 euro non da
nessuna informazione. L'informazione l'abbiamo quando sappiamo cosa puoi
fare con 10.000 euro piuttosto che con 1 euro.
Non mi pare un concetto difficile.
Tu mi sai dire cosa succede quando introduci la moneta in un modello di
equilibrio economico generale? Suggerimento: Eulero...
Albion of Avalon
2010-06-04 06:50:31 UTC
Permalink
Post by Peter11
Tu mi sai dire cosa succede quando introduci la moneta in un modello di
equilibrio economico generale? Suggerimento: Eulero...
Nel modello semplificato creo inflazione. Ma stai confondendo moneta con
numerario.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Peter11
2010-06-06 17:38:05 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
Post by Peter11
Tu mi sai dire cosa succede quando introduci la moneta in un modello di
equilibrio economico generale? Suggerimento: Eulero...
Nel modello semplificato creo inflazione. Ma stai confondendo moneta con
numerario.
Cosa c'entra il numerario. Ti ho fatto una domanda precisa e ti ho dato
anche un suggerimento: Eulero. Aggiungo la parolina magica omogeneità. Mi
pare ti abbia già fatto capire altre volte che non hai le basi matematiche
per spacciarti per un grande economista...
Albion of Avalon
2010-06-06 22:01:42 UTC
Permalink
Cosa c'entra il numerario. Ti ho fatto una domanda precisa e ti ho dato
anche un suggerimento: Eulero. Aggiungo la parolina magica omogeneità.
Mi pare ti abbia già fatto capire altre volte che non hai le basi
matematiche per spacciarti per un grande economista...
Eh già. Adoro quelli come te. Conviti che basta una formulina che sia la
Black-Scholes-Merton o l'integrale di morishima siete convinti di avere
la risposta. Purtroppo quello che a te, e quelli come te sfugge, è un
banale concetto che sta alla base dei vostri ragionamenti. Che quello
che noi abbiamo sempre eliminato, il fattore h. Tanto è una variabile
insignificante, residuale.
Già, ed ogni volta salta su a morderci le chiappe.
Torniamo al nostro discorso iniziale.
Problema di primo semestre del secondo anno di economia. Risposta di
secondo anno di economia. W/P. Risolvi ed hai la soluzione. AL secondo
semestre ti spiegano che visto che i salari nominali aumentano aumentano
anche i prezzi. Normalmente a questo punto ti schiaffano il grafico dei
salari negli USA dalla guerra di secessione alla grande depressione.
Al terzo anno ti dicono, eh si bello quel modello deterministico peccato
che le sequenze sia probabilistiche quindi a quel bel discorso devi
mettere un "potrebbe succedere". E zac ti mettono il grafico
dell'emisione di dollari e l'inflazione negli USA dal dopoguerra ad
oggi. Una volta che lo guardi ti fanno vedere gli anni 70 e ti dicono
"qui sono i cazzi acidi, sapete perché?" tutti noi in coro a dire "choc
petrolifero, vietnam, hippie di merda, cazzi e mazzi vari". A questo
punto il professore di solito si mette a spiegare il concetto di
aspettative.
Adesso io per farti capire che io "grande economista" posso ti posso
dire che se su N mercati n-1 non è in equilibrio allora si dimostra che
anche n-1 è in equilibrio. Se proprio voglio ficheggiare uso Brouwer. Ma
alla fine non mi dice un cazzo di pratico in quanto si parte dal
presupposto che tutti i mercati siano in equilibrio. E qui il bellissimo
modello che in aula mi fa prendere a+ se ne va a puttane in quanto siamo
in squilibrio, non siamo in concorrenza perfetta e esiste un intervento
dello Stato.
Io mi aspettavo che un grande economista come te citasse il DSGE. Del
resto anche la Banca Centrale Europea la pensa come me:

http://www.ecb.int/home/html/researcher_swm.en.html
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
john666
2010-06-03 23:33:07 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
Siamo alla follia.
Il valore della moneta è deciso dal mercato non dallo stato.
Quello che le capre ignoranti come non capisco è che il valore della
moneta non è dato da quanto c'è stampato sopra ma da quanta
merce/servizi puoi acquistare. Dire in tasca 1 euro, 1000 euro o 10.000
euro non da nessuna informazione. L'informazione l'abbiamo quando
sappiamo cosa puoi fare con 10.000 euro piuttosto che con 1 euro.
Non mi pare un concetto difficile.
No, non è difficile, infatti ci ero arrivato anche da solo e non ho
mai detto che il valore della moneta debba essere deciso dallo stato,
ho detto solo che lo stato esercita un signoraggio con l'emissione di
monete metalliche; fino a qui non c'è niente di complottista nè niente
di inventato, rientra proprio nella definizione di signoraggio.
Vi riporto un link con la citazione di wikipedia a voi tanto cara:

it.wikipedia.org/wiki/Signoraggio
"Nei paesi dell'area euro, il reddito da signoraggio viene incassato
dai paesi membri per il conio delle monete metalliche"

Dire che il valore della moneta è deciso dal mercato è abbastanza
limitativo, io ci aggiungerei che il valore è influenzato anche ( e
soprattutto ) dalla quantità di denaro in circolazione ( vedi
inflazione/deflazione ), e ritorniamo sempre all'entità che emette la
moneta, cioè le banche.
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Perchè questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
società private e non dallo stato stesso ?
E' il mercato che controlla non lo stato.
Scusa, però se tronchi tutta la frase citata...
io stavo rispondendo a questa citazione:

"e' per questo che le banche centrali tengono bassa, e stretta, la
quota di M1 (banconote emesse), proprio conoscendo il meccanismo del
moltiplicatore"
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Scusa, ma quale dovrebbe essere secondo te la funzione di una banca ?
Non capisco poi perchè per alimentare l'economia ci dovrebbe essere il
bisogno di emettere più moneta; non sarebbe più logico che la moneta
circolante sia sempre proporzionale alla quantità dei beni e dei
servizi ?
Sono felice per te che tu sia in grado di sapere quello che c'è in giro.
E, soprattutto, di valutarlo. Mettilo sul tuo cv. Ti assicuro che a
Londra uno come te prende come minimo 10.000 sterline al giorno.
Infatti, chissà come cavolo faranno a calcolare il Prodotto Interno
Lordo.
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'università di Teramo, ha denunciato.
mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura fraudolenta di
questo sistema, e sai come è andata a finire ?
Il dolo è stato riconosciuto ma non è stata imposta nessuna pena
perchè secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Auriti, lol.
Quando sento il suo nome rido.
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Bravo, spassatela.
Albion of Avalon
2010-06-04 07:07:21 UTC
Permalink
Post by john666
Dire che il valore della moneta è deciso dal mercato è abbastanza
limitativo, io ci aggiungerei che il valore è influenzato anche ( e
soprattutto ) dalla quantità di denaro in circolazione ( vedi
inflazione/deflazione ), e ritorniamo sempre all'entità che emette la
moneta, cioè le banche.
No.
I titoli del debito pubblico, che sono emessi dallo Stato, creano
inflazione. O meglio, possono creare inflazione. Inoltre oggi giorno la
quantità di moneta in circolazione, intesa come cartamoneta, è
relativamente bassa, specie se usiamo come benchmark gli anni 80.
Perché? Semplice. Mentre fino agli anni 80 il buon padre di famiglia
portava a casa lo stipendio e teneva una buona parte in contanti in
casa, oggi lo stesso simpatico signore ha un rettangolo di plastica nel
portafoglio e pochissimi contanti.
Questo mutamento di comportamento ha fatto si che ci sia sempre una
minor necessità di moneta fisica e che la moneta bancaria sia sempre più
predominante.
Quindi tutta la discussione che i signoragisti fanno è avulsa dalla realtà.
Post by john666
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Perchè questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
società private e non dallo stato stesso ?
E' il mercato che controlla non lo stato.
Scusa, però se tronchi tutta la frase citata...
"e' per questo che le banche centrali tengono bassa, e stretta, la
quota di M1 (banconote emesse), proprio conoscendo il meccanismo del
moltiplicatore"
Spawn ha citato una parte della discussione ma non tutta. Con il fatto
che oggi i pagamenti elettronici siano superiori di numeri e quantità ad
i pagamenti per contanti fa si che il controllo di M1 sia relativo. In
realtà le cause dell'inflazione moderna non vanno tanto cercate nella
quantità di moneta presente nel sistema ma quanto nella fiducia del
sistema nei confronti della moneta. Quando noi abbiamo inflazione?
Quando, per esempio, gli hedge funds e fondi sovrani vendono titoli di
stato zona euro per togliersi elegantemente dai coglioni titoli che
pensano che andranno in perdita. Cosa comporta questo? Una maggior
quantità di moneta nel sistema quindi un deprezzamento della stessa. E
la banca centrale che fa? Nulla. Che può fare? Nulla. Ed i governi?
Danno a prescindere.
Scordavo, chi emette titoli di debito pubblico? I governi. Per cosa?
Spesso e volentieri per finanziare la propria base elettorale. Lo si fa
ovunque. Brown, Merkel, Zapatero non sono eccezioni.
Post by john666
Post by Albion of Avalon
Sono felice per te che tu sia in grado di sapere quello che c'è in giro.
E, soprattutto, di valutarlo. Mettilo sul tuo cv. Ti assicuro che a
Londra uno come te prende come minimo 10.000 sterline al giorno.
Infatti, chissà come cavolo faranno a calcolare il Prodotto Interno
Lordo.
Quindi tu sai tutti i prezzi di tutte le transazioni di beni finiti che
avvengono in Italia in un dato periodo di tempo? Quindi tu sai che ieri
il pane mi è venuto 1,32€ ma la signora mi ha fatto pagare 1,30€ e non
ha emesso lo scontrino? Hai idea del numero degli scambi che avvengono
in un giorno?
Il PIL ci da una idea di massima. Esiste un grosso dibattito sul pil e
se serve a qualcosa il suo calcolo.
Post by john666
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'università di Teramo, ha denunciato.
mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura fraudolenta di
questo sistema, e sai come è andata a finire ?
Il dolo è stato riconosciuto ma non è stata imposta nessuna pena
perchè secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Auriti, lol.
Quando sento il suo nome rido.
Bravo, spassatela.
Infatti Auriti è la barzelletta della comunità economica italiana.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
john666
2010-06-04 08:41:30 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
No.
I titoli del debito pubblico, che sono emessi dallo Stato, creano
inflazione. O meglio, possono creare inflazione. Inoltre oggi giorno la
quantit di moneta in circolazione, intesa come cartamoneta,
relativamente bassa, specie se usiamo come benchmark gli anni 80.
Perch ? Semplice. Mentre fino agli anni 80 il buon padre di famiglia
portava a casa lo stipendio e teneva una buona parte in contanti in
casa, oggi lo stesso simpatico signore ha un rettangolo di plastica nel
portafoglio e pochissimi contanti.
Questo mutamento di comportamento ha fatto si che ci sia sempre una
minor necessit di moneta fisica e che la moneta bancaria sia sempre pi
predominante.
Quindi tutta la discussione che i signoragisti fanno avulsa dalla realt .
Allora, partiamo dal presupposto che è ininfluente se la quantità di
denaro circolante sia cartacea o elettronica, il sistema non cambia
( o meglio, con la moneta elettronica si abbattono i costi di stampa e
si ha un signoraggio del 100%, nell'accezione classica di signoraggio
= valore nominale - valore facciale ).
Il debito pubblico non è forse il debito che ha lo stato nei confronti
di terzi, tra cui principalmente le banche che applicano un tasso di
interesse sul denaro prestato per coprire il fabbisogno statale
creando un loop indefinito ? o è qualcos'altro ?
Esiste uno stato che non abbia un debito pubblico ?
Se la risposta è si mi piacerebbe sapere qual'è, se la risposta è no
mi piacerebbe sapere dove dovrebbero andare a finire i soldi del
debito pubblico.
Post by Albion of Avalon
Con il fatto
che oggi i pagamenti elettronici siano superiori di numeri e quantit ad
i pagamenti per contanti fa si che il controllo di M1 sia relativo. In
realt le cause dell'inflazione moderna non vanno tanto cercate nella
quantit di moneta presente nel sistema ma quanto nella fiducia del
sistema nei confronti della moneta. Quando noi abbiamo inflazione?
Quando, per esempio, gli hedge funds e fondi sovrani vendono titoli di
stato zona euro per togliersi elegantemente dai coglioni titoli che
pensano che andranno in perdita. Cosa comporta questo? Una maggior
quantit di moneta nel sistema quindi un deprezzamento della stessa. E
la banca centrale che fa? Nulla. Che pu fare? Nulla. Ed i governi?
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
La banche centrali non fanno nulla, esatto; il sistema ormai va avanti
da solo, l'inflazione è una costante e tenderà a crescere.
Però col debito le banche possono rivalersi sulle mie proprietà, la
mia casa, la mia auto... e questo mi sta un pò sui coglioni.
Post by Albion of Avalon
Quindi tu sai tutti i prezzi di tutte le transazioni di beni finiti che
avvengono in Italia in un dato periodo di tempo? Quindi tu sai che ieri
il pane mi venuto 1,32 ma la signora mi ha fatto pagare 1,30 e non
ha emesso lo scontrino? Hai idea del numero degli scambi che avvengono
in un giorno?
Il PIL ci da una idea di massima. Esiste un grosso dibattito sul pil e
se serve a qualcosa il suo calcolo.
Non mi serve sapere quanti centesimi in più o in meno ti ha fatto
pagare il pane la signora di ieri, mi può servire sapere se nell'arco
di un periodo di tempo c'è stato un aumento o una diminuzione di beni
o di servizi per un range territoriale un pò più esteso della
panetteria sotto casa.
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Post by Albion of Avalon
Post by john666
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'universit di Teramo, ha denunciato.
mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura fraudolenta di
questo sistema, e sai come andata a finire ?
Il dolo stato riconosciuto ma non stata imposta nessuna pena
perch secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Auriti, lol.
Quando sento il suo nome rido.
Bravo, spassatela.
Infatti Auriti la barzelletta della comunit economica italiana.
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
hahahaha !!!
Albion of Avalon
2010-06-05 18:35:17 UTC
Permalink
Post by john666
Allora, partiamo dal presupposto che è ininfluente se la quantità di
denaro circolante sia cartacea o elettronica, il sistema non cambia
( o meglio, con la moneta elettronica si abbattono i costi di stampa e
si ha un signoraggio del 100%, nell'accezione classica di signoraggio
= valore nominale - valore facciale ).
Ecco, qui casca l'asino.
Il valore reale della moneta è stabilito dal mercato e varia in
continuo. In termini numerici è dato da W/P. Questo è il valore reale
della moneta.
Il solito esempio che faccio è il seguente. Io in tasca ho 1 Pippolo e
con 1 Pippolo posso fare una cena a base di pesce con una bottiglia di
vino bianco dignitosa. Per la stessa cena spendo 80 euro. Quindi in
termini di valore facciale 1 Pippolo meno di 80 euro. 80 è più di 1. Ma
in termini reali sono equivalenti. Adesso ipotizziamo che Pippolandia
sia in sull'orlo di una bancarotta/guerra con gli USA/invasioni di
ittiti. La gente sa che a breve i pippoli varranno carta straccia e
quindi ci vorranno sempre più pippoli per fare la cena al ristorante.
Mentre visto che l'euro è tranquillo il ristoratore accetterà sempre 90
euro. In questo raggionamento cosa centrano le banche? Nulla. Infatti se
ti vai a fare qualche giro in zone economicamente depresse noterai un
fiorente mercato nero in valuta e che i dollari sono sempre bene accetti.
Post by john666
Il debito pubblico non è forse il debito che ha lo stato nei confronti
di terzi, tra cui principalmente le banche che applicano un tasso di
interesse sul denaro prestato per coprire il fabbisogno statale
creando un loop indefinito ? o è qualcos'altro ?
Manco per idea.
Il debito pubblico è il debito che lo Stato ha nei confronti dei
sottoscrittori di titoli di debito come BOT, CCT, BTP e compagnia varia.
E perché lo Stato ha questi debiti? Perché lo Stato per garantire certi
servizi come scuola, sanità, viabilità e simili si deve indebitare. Le
banche in questo giro non centrano nulla.
Post by john666
Esiste uno stato che non abbia un debito pubblico ?
Se la risposta è si mi piacerebbe sapere qual'è, se la risposta è no
mi piacerebbe sapere dove dovrebbero andare a finire i soldi del
debito pubblico.
Nella strada che hai sotto casa, nell'ospedale di zona, nell'aeroporto
di zona, in miriade di altri servizi più o meno utili che ci sono. O
forse pensi che stadi, piscine comunali, biblioteche, porti ecc vengono
gratis et amori dei?
Inoltre la spesa pubblica è un ottimo modo per creare bacini elettorali.
Buchanan ha scritto pagine memorabili in materia.
Post by john666
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
I governi, grazie a Dio, se ne stanno fuori. Ogni volta che provano a
toccare il mercato della moneta succedono casini. Serbia, Zimbabwe,
Unione Sovietica, Weimar sono i primi esempi che mi vengono in mente.
Post by john666
La banche centrali non fanno nulla, esatto; il sistema ormai va avanti
da solo, l'inflazione è una costante e tenderà a crescere.
L'inflazione è una costante che è sempre esistita e sempre esisterà. Il
commerciante sempre tenderà ad aumentare i prezzi perché vuole aumentare
i suoi profitti. O forse credi alla bufala che nel medio evo i prezzi
erano fissi?
Post by john666
Però col debito le banche possono rivalersi sulle mie proprietà, la
mia casa, la mia auto... e questo mi sta un pò sui coglioni.
Se tu lo contrai e non lo paghi giustamente la banca si rivale sui beni
che hai dato in garanzia e poi sul resto.
Ma, per esempio, io non ho debito con nessuna banca, solo crediti, e la
banca si può attaccare al mio amato cazzo e succhiarmelo. Mica te lo
ordina il medico di contrarre mutui o prestiti personali? Se li vuoi
contrarre la banca ti dice chiaramente le condizioni. Se non ti
piacciano non contrai il prestito.
Post by john666
Non mi serve sapere quanti centesimi in più o in meno ti ha fatto
pagare il pane la signora di ieri, mi può servire sapere se nell'arco
di un periodo di tempo c'è stato un aumento o una diminuzione di beni
o di servizi per un range territoriale un pò più esteso della
panetteria sotto casa.
Da questa frase si capisce chiaramente che non sai cosa sia il pil.
Il fatto che non ti interessa quanto i paghi il pane è indicativo.
Intanto quella mia transazione non risulta nel conteggio del pil,
inoltre il fatto che la signora non mi torni/abbuoni il centesimo fa si
che su milioni di transazioni non si hanno i dati esatti.
Facciamo due conti.
Diciamo che mediamente 1 su 6 in Italia compri il pane tutti i giorni.
Quindi sono 10.000.000 di transazioni al giorno che fanno 3.650.000.000
di transazioni l'anno. Ipotizziamo che mediamente 0,5 centessimi di
errore a transazione. Fa 1.825.000.000 di errore in più od in meno.
Facciamo un'altra ipotesi. Per semplicità faccio un'altra ipotesi. Che
il 70% di queste transazioni si compensino fra di loro. Quindi rimane il
30% che non si compensa. Ergo 547.500.000. E parlo solo del pane.
Parliamo del non fatturato?
E parliamo solo del pane. Pensa a cose più sostanziose come le fatture
mediche, idrauliche, piccoli artigiani che di fatto non esistono. Tutto
fuori dal conteggio del PIL.
E poi il PIL cosa indica tu lo sai? Che informazione mi da?
Post by john666
hahahaha !!!
Si. è una barzelletta al pari di tanti altri signoragisti.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Mister X
2010-06-05 22:47:32 UTC
Permalink
Post by john666
Allora, partiamo dal presupposto che è ininfluente se la quantità di
denaro circolante sia cartacea o elettronica, il sistema non cambia
( o meglio, con la moneta elettronica si abbattono i costi di stampa e
si ha un signoraggio del 100%, nell'accezione classica di signoraggio
= valore nominale - valore facciale )debito pubblico.
C'è da sottolineare il fatto che il signoraggio non viene applicato sulla
moneta virtuale bancaria. Lo stato dovrebbe incassare, invece di dare alla
BCE, sia i proventi del signoraggio della moneta reale sia i proventi della
moneta virtuale creata dalle banche.
Se entrambe le tipologie di monete hanno valore perchè il signoraggio si
applica solo alla moneta reale?
Post by john666
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
Il nocciolo del problema è la riserva frazionaria.
Difatti la riserva frazionaria è sovranità monetaria perchè mette il privato
nelle medesime condizioni dello stato per quanto riguarda la creazione di
moneta.
La riserva frazionaria ha due vantaggi :
1) serve per creare moneta virtuale ovvero sovranità monetaria
2) serve per evitare, essendo virtuale, di pagare il signoraggio allo stato


Tutti gli esperti in economia criticano il fatto che battere moneta reale,
da parte dello stato, fa automaticamente aumentare l'inflazione per poi
dimenticarsi che anche le banche battono moneta virtuale.
Saranno stupidi o ipocriti?
Diciamo entrambi?

Ora siccome la moneta a corso legale ( la moneta di uno stato ) non è legata
all'oro è quindi priva di valore intrinseco ma ha valore soltanto perchè
tutti la accettano.

Ora se le banche (i privati) possono creare moneta virtuale avendo come
sottostante, a garanzia della loro attività, la moneta dello stato quella
stessa moneta senza valore intrinseco ( moneta spazzatura ) la fregatura è
doppia per il popolino che paga degli interessi su una moneta che oltre ad
essere spazzatura è anche virtuale.
Quindi tra banca e cliente l'unico che ci perde è solo il cliente perchè,
tra le due parti, è l'unico che possiede beni reali.

Le banche stanno facendo ciò che potrebbero fare i singoli cittadini ovvero
creare moneta senza caricarla degli interessi con tutti i vantaggi che ne
conseguono.

Purtroppo i soliti furbi hanno creato regole appositamente per far nascere
aziende dedite alla creazione di moneta virtuale onde impedire ai singoli
cittadini di crearsi la propria moneta cosa che gli permetterebbe di evitare
di ricorrere a intermediari ( le banche ).

P.s. Il popolo bue è troppo bue per rendersi conto di essere un Re vestito
anzichè nudo.
--
Mister X , un Re vestito.
Albion of Avalon
2010-06-06 14:47:04 UTC
Permalink
Post by Mister X
C'è da sottolineare il fatto che il signoraggio non viene applicato sulla
moneta virtuale bancaria. Lo stato dovrebbe incassare, invece di dare alla
BCE, sia i proventi del signoraggio della moneta reale sia i proventi della
moneta virtuale creata dalle banche.
Se entrambe le tipologie di monete hanno valore perchè il signoraggio si
applica solo alla moneta reale?
Perché forse non esiste?
Post by Mister X
Post by john666
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
Il nocciolo del problema è la riserva frazionaria.
Difatti la riserva frazionaria è sovranità monetaria perchè mette il privato
nelle medesime condizioni dello stato per quanto riguarda la creazione di
moneta.
1) serve per creare moneta virtuale ovvero sovranità monetaria
2) serve per evitare, essendo virtuale, di pagare il signoraggio allo stato
Siamo nel delirio più puro, lo sai vero?
Post by Mister X
Tutti gli esperti in economia criticano il fatto che battere moneta reale,
da parte dello stato, fa automaticamente aumentare l'inflazione per poi
dimenticarsi che anche le banche battono moneta virtuale.
Saranno stupidi o ipocriti?
Diciamo entrambi?
Diciamo che tu non sai di cosa parli e lo si vede da queste righe.
Esiste un limite ben preciso alla creazione di moneta virtuale. Io ti
dico la formula e tu mi dici cosa vuol dire.
1/1-a
Post by Mister X
Ora siccome la moneta a corso legale ( la moneta di uno stato ) non è legata
all'oro è quindi priva di valore intrinseco ma ha valore soltanto perchè
tutti la accettano.
L'unica cosa sensata che hai scritto fino ad edesso.
Post by Mister X
Ora se le banche (i privati) possono creare moneta virtuale avendo come
sottostante, a garanzia della loro attività, la moneta dello stato quella
stessa moneta senza valore intrinseco ( moneta spazzatura ) la fregatura è
doppia per il popolino che paga degli interessi su una moneta che oltre ad
essere spazzatura è anche virtuale.
LOL
Il popolino, come lo chiami tu, paga gli interessi perché ha preso a
prestito soldi da qualcuno.
Ti spiego come funziona nel mondo reale il discorso.
Tu vai in banca e depositi i tuoi soldini. La banca trattiene una quota
presso di se sotto forma di riserve ed il rimanente lo investe. Investe
come o direttamente acquistando azioni ed obbligazioni oppure lo presta
sotto forma di mutui e prestiti. Maledetta la mia foga che ti ho dato la
soluzione al problema di sopra, vabbè. Esiste di peggio.
Torniamo agli interessi. La banca che presta queste somme di denaro
viene remunerata dagli interessi. Interessi che servono anche a coprire
il rischio di mancato pagamento dei interessi stessi. E non uscire con
la cazzata che tanto ci sono le garanzie reali a copertura. Sono una
grandissima rottura di palle sia legale che contabile. Passano anni
prima che la banca rientri in possesso della somma di denaro che gli spetta.
Quindi tutto questo tuo ragionamento non fila.
Fila ancor meno se ti metti a discutere di spesa pubblica. Ti piace la
scuola pubblica? La sanità pubblica? Un sistema ferroviario e viario?
Direi di si. Tutte queste cose hanno un costo, un costo enorme. Lo stato
per pagare per tutte queste cose si indebita. Con chi? Con i cittadini,
non con le banche. Infatti lo stato emette titoli di debito e dice
"signori voi mi date 100 oggi ed io per i prossimi x anni vi do un tot
di interesse all'anno ed alla scandenza vi torno il capitale". Ma lo
stato ha un problema. Come contatta i singoli individui? Dovrebbe creare
una struttura apposita, e sono altri costi. Quindi si appoggia alle
banche (le poste, sim, assicurazioni ecc) e gli dice "signori volete
autarmi a distribuire questi titoli presso i vostri clienti?". Queste
società sono felicissime di distribuire questi titoli in quanto ci
guadagnano sia in commissioni sia in spese tenuta titoli. Il cittadino
ci guadagna un rendimento sicuro. Quindi anche in questo caso è solo
l'ignoranza più abissale che fa ritenere che le banche ci guadagnino dal
debito pubblico.
Ti dirò di più. Le banche ci possono rimettere le penne con il debito
pubblico di uno stato e si sta cercando di svuotare tali portafogli da
questi titoli. Tant'è che molti commerciali in banca praticamente si
rifiutano di vendere titoli di stato ad i propri clt e le direzioni
commerciali avallano.
La realtà è una brutta bestia eh?
Post by Mister X
Quindi tra banca e cliente l'unico che ci perde è solo il cliente perchè,
tra le due parti, è l'unico che possiede beni reali.
Manco per idea.
In caso di mancato pagamento chi ci rimette è la banca perché da un lato
deve spiegare ad i propri clienti come mai ha prestato soldi a minchia e
dall'altro si ritrova un buco nel bilancio. Se una banca non ha la
fiducia dei propri clienti muore. Northen Rock non ti dice nulla?
Prestavano soldi a minchia, la gente non aveva più fiducia ed ha
ritirato i soldi. La banca è andata allegramente a puttane.
Post by Mister X
Le banche stanno facendo ciò che potrebbero fare i singoli cittadini ovvero
creare moneta senza caricarla degli interessi con tutti i vantaggi che ne
conseguono.
La fantasia al potere.
Post by Mister X
Purtroppo i soliti furbi hanno creato regole appositamente per far nascere
aziende dedite alla creazione di moneta virtuale onde impedire ai singoli
cittadini di crearsi la propria moneta cosa che gli permetterebbe di evitare
di ricorrere a intermediari ( le banche ).
E spiegami.
Io come investo in titoli fiat se non ho un intermediario? Ed i soldi
dove li tengo? Ed io impresa se ho bisogno di 30.000.000 € di prestito a
chi mi rivolgo?
Anzi facciamola più semplice. Ho bisogno di un mutuo di 150.000.000 per
la mia casa. A chi mi rivolgo?
Post by Mister X
P.s. Il popolo bue è troppo bue per rendersi conto di essere un Re vestito
anzichè nudo.
--
Mister X , un Re vestito.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Mister X
2010-06-06 22:52:52 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
C'è da sottolineare il fatto che il signoraggio non viene applicato sulla
moneta virtuale bancaria. Lo stato dovrebbe incassare, invece di dare alla
BCE, sia i proventi del signoraggio della moneta reale sia i proventi della
moneta virtuale creata dalle banche.
Se entrambe le tipologie di monete hanno valore perchè il signoraggio si
applica solo alla moneta reale?
Perché forse non esiste?
LOL....eppure l'esistenza del signoraggio* è stato confermato da un ex della
BCE.
*Interessi attivi derivanti dall'allocazione banconote.(Fonte bilancio BCE)
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Post by john666
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
Il nocciolo del problema è la riserva frazionaria.
Difatti la riserva frazionaria è sovranità monetaria perchè mette il privato
nelle medesime condizioni dello stato per quanto riguarda la creazione di
moneta.
1) serve per creare moneta virtuale ovvero sovranità monetaria
2) serve per evitare, essendo virtuale, di pagare il signoraggio allo stato
Siamo nel delirio più puro, lo sai vero?
Eh, lo so che Ragionare con il proprio cervello è sempre un problema per lo
status quo!
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Tutti gli esperti in economia criticano il fatto che battere moneta reale,
da parte dello stato, fa automaticamente aumentare l'inflazione per poi
dimenticarsi che anche le banche battono moneta virtuale.
Saranno stupidi o ipocriti?
Diciamo entrambi?
Diciamo che tu non sai di cosa parli e lo si vede da queste righe. Esiste
un limite ben preciso alla creazione di moneta virtuale. Io ti dico la
formula e tu mi dici cosa vuol dire.
1/1-a
Le formule a questo mondo sono relative...mi accontento del fatto che
confermi la creazione di moneta virtuale da parte delle banche.
La mia formula è molto più chiara della tua.
Con 100 in deposito la banca ne crea 98. ( riserva frazionaria al 2%)
A deposita 100
B prende a prestito 98
Nonostante ciò A continua ad avere a disposizione 100. Stranezza N1.
Ora mettiamo che B non restituisce i soldi (98) ovvio che ci rimetterà la
casa che ha dato in garanzia.
Dare un bene reale in cambio di denaro virtuale.Stranezza N2.
La banca quindi ha perso 98 di beni irreali per ritrovarsi in tasca la casa
di
proprietà (reale) di A che vale 118 ( finanziamento dell'80%) Stranezza N3.
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora sei ancora convinto che la banca ci perde?

Con un finanziamento pari all'80% una banca non ti può chiedere anche gli
interessi perchè si mette in tasca il 20% anticipato, lo stesso meccanismo
di uno sconto cambiali.

Valore dell'immobile 100
Finanziamento erogato 80 + interessi = 100

Se il debitore non restituisce gli 80 + interessi la banca si ritrova con
100 in tasca + le rate che ha già incassato + la rivalutazione
dell'immobile.

Tutti i discorsi sulle difficoltà che la banca ha riguardo l'esproprio degli
immobili sono solo scuse senza senso altrimenti perchè accetterebbero gli
stessi come
garanzia?

Sul fallimento delle banche.
Le banche falliscono per due motivi :
1) avere in cassa un debito di uno Stato finito in default.
2) investimenti in derivati che creano perdite illimitate.
Sicuramente non possono fallire per mancanza di liquidità come invece gli
esperti sostengono a spada tratta.(Purchè nelle voci di bilancio siano
presenti immobili e titoli Statali pari al valore dei depositi)
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Ora siccome la moneta a corso legale ( la moneta di uno stato ) non è legata
all'oro è quindi priva di valore intrinseco ma ha valore soltanto perchè
tutti la accettano.
L'unica cosa sensata che hai scritto fino ad edesso.
Già... eppure tutta la merda che sta in questo mondo è causata da questo
punto che tu definisci sensato.
La moneta a corso legale e tutto il castello di carta che i furbi ci hanno
costruito sopra è un inganno globale che ha reso l'umanità schiava di chi
presta denaro.
Sbaglio se dico che la moneta ha sostituito il baratto per velocizzare gli
scambi delle merci anzichè essere commercializzata a sua volta?
Finchè non si smetterà di commerciare denaro i guai,per l'umanità, non
cesseranno!
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Ora se le banche (i privati) possono creare moneta virtuale avendo come
sottostante, a garanzia della loro attività, la moneta dello stato quella
stessa moneta senza valore intrinseco ( moneta spazzatura ) la fregatura è
doppia per il popolino che paga degli interessi su una moneta che oltre ad
essere spazzatura è anche virtuale.
LOL
Il popolino, come lo chiami tu, paga gli interessi perché ha preso a
prestito soldi da qualcuno.
Bene, ora domandati che quel qualcuno potresti essere tu.
Ci andresti dall'intermediario se puoi crearti il denaro necessario a costo
zero?
Invece non ti è possibile perchè qualcuno ha creato un sistema per
costringerti ad andare dall'intermediario.

Che fregatura,eh?

P.s. Le regole di questo mondo sono solo "regole".
--
Mister X
Leonardo Serni
2010-06-06 23:54:44 UTC
Permalink
Post by Mister X
Le formule a questo mondo sono relative...mi accontento del fatto che
confermi la creazione di moneta virtuale da parte delle banche.
La mia formula è molto più chiara della tua.
Con 100 in deposito la banca ne crea 98. ( riserva frazionaria al 2%)
A deposita 100
B prende a prestito 98
Nonostante ciò A continua ad avere a disposizione 100. Stranezza N1.
Ora mettiamo che B non restituisce i soldi (98) ovvio che ci rimetterà la
casa che ha dato in garanzia.
Mettiamo però che a questo punto A rivuole indietro i suoi 100. La banca
mica gli puo' dare la casa di B.
Post by Mister X
Dare un bene reale in cambio di denaro virtuale.Stranezza N2.
Quel denaro per B non è virtuale, tanto che ci compra una casa. Nessuno,
mi pare, lo ha obbligato a prendere i soldi della banca.

E neanche per la banca quel denaro e' virtuale: lo deve restituire ad A,
e non ce l'ha. Ha a collo una casa. Riuscira' a venderla? Non riuscira'?
A quanto? A 100? Forse sì, forse no. Fanny Mae vince, Freddie Mac perde;
fate il vostro gioco, rien ne va plus.

E' una serie di giochi d'azzardo.

A deposita 100 in banca, ottenendone dei benefici (ma anche un rischio -
che la banca vada a gambe all'aria).

B richiede un prestito alla banca con il rischio di non poter restituire
la somma e perdere 118; ma se tutto va come deve, lui che ha in tasca 20
acquista una casa da 118, e la differenza la paga a rate. Mica male.

La banca incassa gli interessi sul prestito di 98... correndo il rischio
di non poter restituire la somma ad A.

Se tutti valutano correttamente il rischio, alla fine, si trovano meglio
che se si fossero attenuti all'economia di baratto.

Chiaramente, se lo valutano male, lo prendono a collo.

===

Tu cosa vorresti? Che una banca prestasse solo denaro che ha disponibile
direttamente? Ammesso che abbia la riserva valutaria, succede, io credo,
questo:

- la banca ha in riserva 100, che non deve restitituire a nessuno. Sono,
cioe', soldi "suoi".

- ci sono dieci persone, ciascuna delle quali vuole 50 in prestito, e la
banca "sa" che la probabilita' che siano onorati tutti e' del 99%.

- la banca puo' dare 50 a ciascuno di quei 10, prestando 100 reali e 400
immaginari, e ottenendo dopo un anno (si fa per dire) 1000. Oppure, se
uno dei riceventi va in default, 900. Se due, 800. Se tre, 700. Perché
la banca alla fine dell'anno ci esca solo pari, *NOVE SU DIECI* devono
andare in default. Ma al, buttiamo un numero: 90%, la banca incassa in
fondo all'anno 800, avendo investito 100.

- oppure la banca puo' dare i 100 a te, con vincolo di "denaro reale". E
anche tu mica garantisci la restituzione. Diciamo che la garantisci al
90%.

Quindi, la banca ha due investimenti possibili:

* Dare retta ai dieci, investire 100 e ottenere, con rischio 10%, 800.
* Dare retta a te, investire 100 e ottenere, con rischio 10%, X.

X e' quello che tu devi pagare alla fine dell'anno. E quanto deve essere
X perché alla banca convenga darti il prestito, anziche' risponderti "Ci
dispiace - oggi Saturno è in Ariete e l'Acquario è in Sagittario, non le
possiamo dare il prestito, come fosse astrofinanza tapioca plop."?

Evidentemente, deve essere 800 o piu'. Otto volte l'interesse pagato dai
dieci potenziali debitori di denaro virtuale.

Quindi, puoi avere il mutuo realizzato con soldi "bio" allevati a terra,
ma il tasso non e' del 15% annuo: è del 120%. Se ti interessa. Se no, la
banca da' i soldi OGM a qualcun altro.

===

Questo, io credo, non è tanto il discorso che fa la banca: è il discorso
che faresti ANCHE TU se fossi al posto della banca :-D. "Quale di queste
due strade mi porta più quaìni?"

Leonardo
--
The thoughts of others were light and fleeting,
Of lovers' meeting, or luck, or fame.
Mine were of trouble, and mine were steady:
So I was ready when trouble came.
Mister X
2010-06-06 23:36:57 UTC
Permalink
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
C'è da sottolineare il fatto che il signoraggio non viene applicato sulla
moneta virtuale bancaria. Lo stato dovrebbe incassare, invece di dare alla
BCE, sia i proventi del signoraggio della moneta reale sia i proventi della
moneta virtuale creata dalle banche.
Se entrambe le tipologie di monete hanno valore perchè il signoraggio si
applica solo alla moneta reale?
Perché forse non esiste?
LOL....eppure l'esistenza del signoraggio* è stato confermato da un ex della
BCE.
*Interessi attivi derivanti dall'allocazione banconote.(Fonte bilancio BCE)
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Post by john666
I governi oggi non possono far più nulla perchè hanno delegato la
sovranità monetaria alle banche centrali, è questo il nocciolo del
problema.
Il nocciolo del problema è la riserva frazionaria.
Difatti la riserva frazionaria è sovranità monetaria perchè mette il privato
nelle medesime condizioni dello stato per quanto riguarda la creazione di
moneta.
1) serve per creare moneta virtuale ovvero sovranità monetaria
2) serve per evitare, essendo virtuale, di pagare il signoraggio allo stato
Siamo nel delirio più puro, lo sai vero?
Eh, lo so che Ragionare con il proprio cervello è sempre un problema per lo
status quo!
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Tutti gli esperti in economia criticano il fatto che battere moneta reale,
da parte dello stato, fa automaticamente aumentare l'inflazione per poi
dimenticarsi che anche le banche battono moneta virtuale.
Saranno stupidi o ipocriti?
Diciamo entrambi?
Diciamo che tu non sai di cosa parli e lo si vede da queste righe. Esiste
un limite ben preciso alla creazione di moneta virtuale. Io ti dico la
formula e tu mi dici cosa vuol dire.
1/1-a
Le formule a questo mondo sono relative...mi accontento del fatto che
confermi la creazione di moneta virtuale da parte delle banche.
La mia formula è molto più chiara della tua.
Con 100 in deposito la banca ne crea 98. ( riserva frazionaria al 2%)
A deposita 100
B prende a prestito 98
Nonostante ciò A continua ad avere a disposizione 100. Stranezza N1.
Ora mettiamo che B non restituisce i soldi (98) ovvio che ci rimetterà la
casa che ha dato in garanzia.
Dare un bene reale in cambio di denaro virtuale.Stranezza N2.
La banca quindi ha perso 98 di beni irreali per ritrovarsi in tasca la casa
di proprietà (reale) di A che vale 118 ( finanziamento dell'80%) Stranezza
N3.
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora, sei ancora convinto che la banca ci perde?

Con un finanziamento pari all'80% una banca non ti può chiedere anche gli
interessi perchè si mette in tasca il 20% anticipato, lo stesso meccanismo
di uno sconto cambiali.

Valore dell'immobile 100
Finanziamento erogato 80 + interessi = 100

Se il debitore non restituisce gli 80 + interessi la banca si ritrova con
100 in tasca + le rate che ha già incassato + la rivalutazione
dell'immobile.

Tutti i discorsi sulle difficoltà che la banca ha riguardo l'esproprio degli
immobili sono solo scuse senza senso altrimenti perchè accetterebbero gli
stessi come garanzia?
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Ora siccome la moneta a corso legale ( la moneta di uno stato ) non è legata
all'oro è quindi priva di valore intrinseco ma ha valore soltanto perchè
tutti la accettano.
L'unica cosa sensata che hai scritto fino ad edesso.
Già... eppure tutta la merda che sta in questo mondo è causata da questo
punto che tu definisci sensato.
La moneta a corso legale e tutto il castello di carta che i furbi ci hanno
costruito sopra è un inganno globale che ha reso l'umanità schiava di chi
presta denaro.
Ti ricordo che la moneta ha sostituito il baratto per velocizzare gli
scambi delle merci non per essere commercializzata a sua volta?
Finchè non si smetterà di commerciare denaro i guai,per l'umanità, non
cesseranno!
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Ora se le banche (i privati) possono creare moneta virtuale avendo come
sottostante, a garanzia della loro attività, la moneta dello stato quella
stessa moneta senza valore intrinseco ( moneta spazzatura ) la fregatura è
doppia per il popolino che paga degli interessi su una moneta che oltre ad
essere spazzatura è anche virtuale.
LOL
Il popolino, come lo chiami tu, paga gli interessi perché ha preso a
prestito soldi da qualcuno.
Bene, ora rifletti sul fatto che quel qualcuno potresti essere tu.
Ci andresti dall'intermediario se puoi crearti il denaro necessario a costo
zero?
Invece non ti è possibile perchè qualcuno ha creato un sistema per
costringerti ad andare dall'intermediario.

Che fregatura,eh?

P.s. Le regole di questo mondo sono solo "regole".
--
Mister X
Albion of Avalon
2010-06-07 07:40:26 UTC
Permalink
Post by Mister X
Le formule a questo mondo sono relative...mi accontento del fatto che
confermi la creazione di moneta virtuale da parte delle banche.
La mia formula è molto più chiara della tua.
Con 100 in deposito la banca ne crea 98. ( riserva frazionaria al 2%)
A deposita 100
B prende a prestito 98
Nonostante ciò A continua ad avere a disposizione 100. Stranezza N1.
E perché è strano? Io depositando i miei soldi in banca so che la banca
li fa "lavorare", lo insegnano anche alle elementari questo. Se il
soggetto A vuole i suoi soldi indietro la banca gli torna i soldi. Se,
per sventura, si ha un run sulla banca allora si inizia a vendere il
patrimonio della banca e si ordina il rientro di tutti i fidi, mutui,
presti ecc che la banca aveva concesso.
Quindi nessuna stranezza.
O forse pensi che la banca sia obbligata a tornati le stesse identiche
banconote che tu avevi versato?
Post by Mister X
Ora mettiamo che B non restituisce i soldi (98) ovvio che ci rimetterà la
casa che ha dato in garanzia.
Dare un bene reale in cambio di denaro virtuale.Stranezza N2.
Ma quale virtuale?
Tu con un mutuo cosa fai? Chiedi che la banca ti dia OGGI i tuoi
risparmi di DOMANI. Il ragionamento è il seguente.
A: Signora Banca io se metto da parte 500 euro al mese dopo x anni
ottengo 150.000 euro e posso comprare una casa. Facciamo una cosa, lei
mi da oggi i 150.000 euro ed io i 500 euro li do a lei.
Banca: Sei bello, bravo e buono ma poiché io debbo anche tutelare i
correntisti che mi danno fiducia in garanzia mi dai la casa che compri e
paghi un tasso d'interesse.

Il virtuale solo tu lo vedi in quanto il lavoro è reale, la casa è reale
ed i soldi pure.
Post by Mister X
La banca quindi ha perso 98 di beni irreali per ritrovarsi in tasca la casa
di proprietà (reale) di A che vale 118 ( finanziamento dell'80%) Stranezza
N3.
Quale stranezza?
Torniamo al nostro discorso di prima.
A: Signora banca lei mi ha anticipato 150.000 euro dei miei risparmi
futuri ma per una serie di motivi mi hanno licenziato ed io sono senza
lavoro, come ti restituisco i soldi che mi avevi anticipato?
Banca: Mi spiace veramente, adesso io vendo la casa che mi avevi dato in
garanzia, detraggo quello che mi appartiene ed il resto va a te.

La banca è rientrata per esattamente quello che aveva anticipato e
speso. Non un euro in più. Anzi, a volte ci rimettono. Se vai alle aste
giudiziarie vedrai che i prezzi del venduto sono sensibilmente inferiori
a i prezzi di mercato. E, pensa un po', le banche ci rimettono.
Se solo andassi a vedere cosa succede quando i delinquency rate sale.
Per farti capire l'atmosfera ti dico solo che si ingaggiano
bestemmiatori veneti e toscani e molti manager iniziano a sgranare
rosari per cercare di salvare la carriera.
Post by Mister X
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora, sei ancora convinto che la banca ci perde?
Basta che guardi i bilanci.
Se un 4 vani a Napoli con valore di mercato di 250.000 euro lo batti
all'asta 150.000 la banca chi ha guadagnato?
Post by Mister X
Con un finanziamento pari all'80% una banca non ti può chiedere anche gli
interessi perchè si mette in tasca il 20% anticipato, lo stesso meccanismo
di uno sconto cambiali.
Quale anticipo?
Post by Mister X
Valore dell'immobile 100
Finanziamento erogato 80 + interessi = 100
Siamo al delirio.
Valore immobile 100. 80% mutuo 20% contanti da parte dell'acquirente.
Quindi la banca finanzia, in questa ipotesi, 80% del valore.
Visto che si tratta di uno sconto finanziario è giusto che il soggetto
paghi degli interessi sul fatto che goda oggi di una somma che avrebbe
domani. Oppure pensi che i clienti dell banche sono disposti a che si
rischino i propri soldi in cambio di nulla?
Post by Mister X
Se il debitore non restituisce gli 80 + interessi la banca si ritrova con
100 in tasca + le rate che ha già incassato + la rivalutazione
dell'immobile.
Manco per idea.
Diciamo che il soggetto paghi 40 di capitale. L'immobile adesso non vale
più 100 ma 110. La banca cosa fa. Pignora l'immobile e lo mette
all'asta. Ipotizziamo per assurdo, e mi viene pure difficile farlo
poiché siamo nell'assurdo più completo, che la banca riesca a venderlo
per 110. La banca trattiene i 40 rimanenti ed il resto li gira al
proprietario dell'immobile.
Quindi quel tuo conteggio è assurdo.
Post by Mister X
Tutti i discorsi sulle difficoltà che la banca ha riguardo l'esproprio degli
immobili sono solo scuse senza senso altrimenti perchè accetterebbero gli
stessi come garanzia?
O accettano i mutui o non fanno affari. Semplice. Inoltre il delinquency
rate è, grazie al cielo, molto basso ed è un rischio che si possono
permettere di correre.
Ma vedo, da quello che tu scrivi, che non sai qual'è la procedura di
esproprio. Ti dico solo che è una causa civile. E ti aggiungo una cosa.
Una volta che i proprietari sanno che la casa sta per saltare la
vandalizzano. Una volta mi hanno portato a vedere una casa di un tizio
che aveva tolto il pavimento è, al momento dell'ispezione del perito,
aveva messo una moquette. Quando ha lasciato l'immobile ha tolto la
moquette ed ha lasciato un pavimento di cemento. Altra pratica comune è
quella di togliere tutti i fili elettrici dalla casa e sigillare con
cemento le scatole di derivazione. Questi immobili secondo te quanto
valgono? Altra cosa che diminuisce il valore di questi immobili è che
vanno all'asta a scatola chiusa. Non possono essere visitati prima
dell'asta. Quindi molti acquirenti che sono a conoscenza dei fatti che
ti ho detto sono poco propensi ad offrire cifre in linea con il mercato.
Guarda caso si parla di una media di battitura pari al 60% del valore di
mercato.
Ma tu di tutto questo non sai nulla.
Post by Mister X
Post by Albion of Avalon
Post by Mister X
Ora siccome la moneta a corso legale ( la moneta di uno stato ) non è legata
all'oro è quindi priva di valore intrinseco ma ha valore soltanto perchè
tutti la accettano.
L'unica cosa sensata che hai scritto fino ad edesso.
Già... eppure tutta la merda che sta in questo mondo è causata da questo
punto che tu definisci sensato.
La moneta a corso legale e tutto il castello di carta che i furbi ci hanno
costruito sopra è un inganno globale che ha reso l'umanità schiava di chi
presta denaro.
Ti ricordo che la moneta ha sostituito il baratto per velocizzare gli
scambi delle merci non per essere commercializzata a sua volta?
Finchè non si smetterà di commerciare denaro i guai,per l'umanità, non
cesseranno!
Il denaro si è sempre commerciato. Vai a vedere il museo di Gela o
Siracusa. A Siracusa durante il tirannato c'era una fiorente borsa
valutaria. Archimede con il suo metodo per determinare il peso specifico
risolse molti problemi ad i commercianti siracusani.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Leonardo Serni
2010-06-07 11:06:38 UTC
Permalink
On Mon, 07 Jun 2010 09:40:26 +0200, Albion of Avalon
Post by Albion of Avalon
Altra pratica comune è
quella di togliere tutti i fili elettrici dalla casa e sigillare con
cemento le scatole di derivazione.
Curiosità: perché?

Leonardo
--
The thoughts of others were light and fleeting,
Of lovers' meeting, or luck, or fame.
Mine were of trouble, and mine were steady:
So I was ready when trouble came.
Albion of Avalon
2010-06-08 06:24:23 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
On Mon, 07 Jun 2010 09:40:26 +0200, Albion of Avalon
Post by Albion of Avalon
Altra pratica comune è
quella di togliere tutti i fili elettrici dalla casa e sigillare con
cemento le scatole di derivazione.
Curiosità: perché?
Danneggiare il prossimo credo.
Da qualche parte ho le foto di una casa pignorata piena di spazzatura.
In un'altra il proprietario aveva lasciato bisognini ovunque.
Il motivo di questi comportamenti non li ho mai capiti, ne ho mai capito
perché certa gente si deve far buttare fuori dai carabinieri.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
Mister X
2010-06-07 11:22:39 UTC
Permalink
Post by Mister X
Le formule a questo mondo sono relative...mi accontento del fatto che
confermi la creazione di moneta virtuale da parte delle banche.
La mia formula è molto più chiara della tua.
Con 100 in deposito la banca ne crea 98. ( riserva frazionaria al 2%)
A deposita 100
B prende a prestito 98
Nonostante ciò A continua ad avere a disposizione 100. Stranezza N1.
E perché è strano? Io depositando i miei soldi in banca so che la banca li
fa "lavorare", lo insegnano anche alle elementari questo. Se il soggetto A
vuole i suoi soldi indietro la banca gli torna i soldi. Se, per sventura,
si ha un run sulla banca allora si inizia a vendere il patrimonio della
banca e si ordina il rientro di tutti i fidi, mutui, presti ecc che la
banca aveva concesso.
Quindi nessuna stranezza.
O forse pensi che la banca sia obbligata a tornati le stesse identiche
banconote che tu avevi versato?
Guarda che conosco il tuo punto di vista...cercare di far notare le
storture del sistema a quelli come te che ne hanno accettato le regole è
inutile.

Ti dico solo questo quando smetteremo/te di dare nomi diversi alla medesima
cosa ( moneta reale/virtuale, assegni bancari/circolari,cambiali e titoli
di stato ecc.ecc. allora si risolveranno tutti i problemi che affliggono
questo pianetuzzolo popolato di ottusi.

P.s. La moneta è divenuta oggetto di definizioni per confondere la mente
dell'uomo rendendolo schiavo del denaro.
--
Mister X
danilo
2010-06-07 13:10:11 UTC
Permalink
La banca rientrata per esattamente quello che aveva anticipato e
speso. Non un euro in pi . Anzi, a volte ci rimettono. Se vai alle aste
giudiziarie vedrai che i prezzi del venduto sono sensibilmente inferiori
a i prezzi di mercato. E, pensa un po', le banche ci rimettono.
Uh, già. Ma non andiamo a vedere chi è che compera, giusto? Esiste il
caso che sia gente che non ha niente a che fare con le banche in
questione. Ma non è il caso più frequente.
Post by Mister X
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora, sei ancora convinto che la banca ci perde?
Basta che guardi i bilanci.
Se un 4 vani a Napoli con valore di mercato di 250.000 euro lo batti
all'asta 150.000 la banca chi ha guadagnato?
La banca è una società, o, al limite, un immobile. Chi ha comperato ci
guadagna. Dimmi, perchè un 4 vani del valore di 250.000 euro dovrebbe
essere battuto a 100.000 euro in meno? Forse, e dico _forse_, perchè
quelli che facevano le offerte erano un attimino d'accordo fra loro? E
magari anche un attimino legati alla banca in questione?
Voglio dire, le banche non sono solo banche. Gestiscono compagnie di
assicurazioni, immobiliari, un mucchio di società. Certo, la banca può
sembrare che ci rimetta, ma alla fine dove va il guadagno? Stiamo
parlando di _persone_, persone che traggono i loro utili anche da una
società in perdita, a patto che questa li riversi in un'altra società.
Niente di nuovo sotto il sole. Il gap è che adesso nessuno compra
case. Ma poi passa.

Ti dico come la vedo io, da grezzo montanaro ottuso. Io deposito un
milione di euro in banca, e quelli sono a mia disposizione. Cazzo, ci
ho un libretto degli assegni! Poi la banca finanzia un mutuo, anche
con ottime garanzie, ma non immediatamente realizzabili, per un
milione di euro (il _mio_ milione di euro) ad un tizio. E poi, sia io
che lui facciamo un assegno da un milione di euro.
Beh, e adesso? La banca ha speso garanzie per due milioni, a fronte di
un solo milione in cassa. In altri termini, quei soldi non ci sono, ce
n'è la metà, e noi ci siamo fidati perchè sembrano tutti personcine
così per bene.

Sì, se tutti incassano, senza che ci sia liquidità sufficiente, e
senza, anche a volerti credere, che ci siano garanzie sufficienti,
qualche minuscolo problema può crearsi, in effetti. Ma c'era già tutto
in Mary Poppins, no?

Danilo
Mister X
2010-06-07 18:15:41 UTC
Permalink
La banca rientrata per esattamente quello che aveva anticipato e
speso. Non un euro in pi . Anzi, a volte ci rimettono. Se vai alle aste
giudiziarie vedrai che i prezzi del venduto sono sensibilmente inferiori
a i prezzi di mercato. E, pensa un po', le banche ci rimettono.
Uh, già. Ma non andiamo a vedere chi è che compera, giusto? Esiste il
caso che sia gente che non ha niente a che fare con le banche in
questione. Ma non è il caso più frequente.
Post by Mister X
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora, sei ancora convinto che la banca ci perde?
Basta che guardi i bilanci.
Se un 4 vani a Napoli con valore di mercato di 250.000 euro lo batti
all'asta 150.000 la banca chi ha guadagnato?
La banca è una società, o, al limite, un immobile. Chi ha comperato ci
guadagna. Dimmi, perchè un 4 vani del valore di 250.000 euro dovrebbe
essere battuto a 100.000 euro in meno? Forse, e dico _forse_, perchè
quelli che facevano le offerte erano un attimino d'accordo fra loro? E
magari anche un attimino legati alla banca in questione?
Voglio dire, le banche non sono solo banche. Gestiscono compagnie di
assicurazioni, immobiliari, un mucchio di società. Certo, la banca può
sembrare che ci rimetta, ma alla fine dove va il guadagno? Stiamo
parlando di _persone_, persone che traggono i loro utili anche da una
società in perdita, a patto che questa li riversi in un'altra società.
Niente di nuovo sotto il sole. Il gap è che adesso nessuno compra
case. Ma poi passa.

Ti dico come la vedo io, da grezzo montanaro ottuso. Io deposito un
milione di euro in banca, e quelli sono a mia disposizione. Cazzo, ci
ho un libretto degli assegni! Poi la banca finanzia un mutuo, anche
con ottime garanzie, ma non immediatamente realizzabili, per un
milione di euro (il _mio_ milione di euro) ad un tizio. E poi, sia io
che lui facciamo un assegno da un milione di euro.
Beh, e adesso? La banca ha speso garanzie per due milioni, a fronte di
un solo milione in cassa. In altri termini, quei soldi non ci sono, ce
n'è la metà, e noi ci siamo fidati perchè sembrano tutti personcine
così per bene.

Sì, se tutti incassano, senza che ci sia liquidità sufficiente, e
senza, anche a volerti credere, che ci siano garanzie sufficienti,
qualche minuscolo problema può crearsi, in effetti. Ma c'era già tutto
in Mary Poppins, no?

Danilo


------------

Per quanto riguarda la liquidità infatti se i clienti non sanno nulla in
merito la banca non fallisce.

Ed è la stessa situazione del debito pubblico greco.
Finchè gli investistori non ne sapevano nulla tutti continuavano a comprare
titoli greci...poi appena si è sparsa la voce che i conti pubblici erano
falsi tutti a gridare al lupo al lupo con il rischio di provocare fallimenti
bancari senza motivo.

Dopotutto se per 10 anni gli investitori hanno continuato a comprare sulla
fiducia anche se "giustificata" dai bilanci senza che sia successo nulla mi
domando perchè tutto sto' casino a posteriori.
Ciò dimostra che le crisi finanziarie moderne diventano reali se tutti ci
credono.

Siccome il valore di quei titoli risiede in chi li accetta,non potevano,gli
investitori che finanziano lo stato greco,continuare a far finta di nulla?

Invece, no, ora siccome sanno la verità non possono più comprare titoli
greci.
Ma dico quale verità se il sistema è basato solo sulla fiducia anzichè
sull'oro?

Che la moneta non rappresenti più ricchezza reale è confermato dall'accordo
di Bretton Woods eppure i banchieri insieme ai governanti fingono di non
sapere che dietro la moneta non c'è più oro ma solo carta.

Ora arriva l'FMI per risolvere un problema che non esiste!
Ma su' non siano ipocriti stì politicanti del cazzo.
Hanno creato una crisi sociale in grecia e tutto per dei pezzi di carta
senza valore intrinseco.

Totò, direbbe...ma mi facciano il piacere!
--
Mister X
Albion of Avalon
2010-06-08 06:21:44 UTC
Permalink
Post by danilo
La banca rientrata per esattamente quello che aveva anticipato e
speso. Non un euro in pi . Anzi, a volte ci rimettono. Se vai alle aste
giudiziarie vedrai che i prezzi del venduto sono sensibilmente inferiori
a i prezzi di mercato. E, pensa un po', le banche ci rimettono.
Uh, già. Ma non andiamo a vedere chi è che compera, giusto? Esiste il
caso che sia gente che non ha niente a che fare con le banche in
questione. Ma non è il caso più frequente.
Le aste giudiziarie sono pubbliche.
Esistono pure siti appositi che le mettono on line.
Post by danilo
Post by Mister X
Interessi per un finanziamento pari all'80% del valore reale del
bene.Stranezza N4.
Ora, sei ancora convinto che la banca ci perde?
Basta che guardi i bilanci.
Se un 4 vani a Napoli con valore di mercato di 250.000 euro lo batti
all'asta 150.000 la banca chi ha guadagnato?
La banca è una società, o, al limite, un immobile. Chi ha comperato ci
guadagna. Dimmi, perchè un 4 vani del valore di 250.000 euro dovrebbe
essere battuto a 100.000 euro in meno? Forse, e dico _forse_, perchè
quelli che facevano le offerte erano un attimino d'accordo fra loro? E
magari anche un attimino legati alla banca in questione?
No.
Alle aste giudiziarie compri, di fatto a scatola chiusa. Come unico
parametro per scegliere hai la perizia. Se ti va bene la planimetria e
qualche foto. Da qui devi decidere cosa fare. Una persona con un QI
sopra la media viste queste informazioni e sapendo che di sicuro
l'immobile non sarà in buone condizioni non offrirà un prezzo pari a
quello di mercato ma sicuramente inferiore di un importo pari ad una
ristrutturazione totale.
Post by danilo
Voglio dire, le banche non sono solo banche. Gestiscono compagnie di
assicurazioni, immobiliari, un mucchio di società. Certo, la banca può
sembrare che ci rimetta, ma alla fine dove va il guadagno? Stiamo
parlando di _persone_, persone che traggono i loro utili anche da una
società in perdita, a patto che questa li riversi in un'altra società.
Niente di nuovo sotto il sole. Il gap è che adesso nessuno compra
case. Ma poi passa.
Stai scrivendo banalità da bar.
Il guadagno sta nel non far entrare il credito in sofferenza. Se il
credito va in sofferenza è una fortuna se riesci ad andare in pari.
Tanto per renderti conto dei fatti, attualmente stanno ancora andando in
esecuzione fallimenti del 1993. 17 anni. Hai idea di quanto ci abbia
rimesso la banca? Tanto.
Post by danilo
Ti dico come la vedo io, da grezzo montanaro ottuso. Io deposito un
milione di euro in banca, e quelli sono a mia disposizione. Cazzo, ci
ho un libretto degli assegni! Poi la banca finanzia un mutuo, anche
con ottime garanzie, ma non immediatamente realizzabili, per un
milione di euro (il _mio_ milione di euro) ad un tizio. E poi, sia io
che lui facciamo un assegno da un milione di euro.
Beh, e adesso? La banca ha speso garanzie per due milioni, a fronte di
un solo milione in cassa. In altri termini, quei soldi non ci sono, ce
n'è la metà, e noi ci siamo fidati perchè sembrano tutti personcine
così per bene.
In realtà non è così.
La banca si fa due conti e dice:
"io ho 1 milione di euro in tasca, il buon daniele è improbabile che me
li chieda tutti in una volta quindi sai che faccio? 200.000 li tengo in
contanti e gli altri 800.000 li presto e ci guadagno".
Questi 800.000 li presta a me.
Adesso ti spiego cos'è lo sconto. Lo sconto è il valore attuale di una
somma futura. Traduzione. Lo sconto mi dice quanto valgono 100.000 del
2020 oggi.
Torniamo al nostro esempio.
La banca quando mi presta quei 800.000 euro altro non fa che scontare i
miei redditi futuri dandomeli oggi. Paradossalmente mi fa una grossa
cortesia. In quanto mi consente di godere oggi di una somma di denaro
che avrò fra 20 anni. In cambio, poiché è come le puttane e le cortesie
non le fa, pretende di essere remunerata attraverso un tasso d'interesse.
Se vai a vedere i bilanci della banca trovarai 1.000.000 di euro di
debito verso di te. 200.000 di riserve, 800.000 di crediti a lungo
termine verso clienti.
Adesso tu decidi che quel Veryon blue e nero che hai visto dal
concessionario deve essere tuo. Vai in banca e richiedi tutti i tuoi
soldi. Il direttore ti darà immediatamente i 200.000 euro e poi ti dirà
che fra qualche giorno ci sarà il resto. Appena finisce con te mi
telefona ed mi intima l'immediato rientro del mio credito. Io o rientro
o mi pignorato quello che ho dato in garanzia. Ma questa ipotesi è
ridicola e trovo buchi mano a mano che la disegno. In fatti ci sono
migliaia di correntisti e una situazione del genere si verifica
raramente, l'ultima in Europa alla Northern Rock ma sono intervenute le
altre banche e lo stato per finanziare l'incaglio. Adesso è nuovamente
in attivo.
Post by danilo
Sì, se tutti incassano, senza che ci sia liquidità sufficiente, e
senza, anche a volerti credere, che ci siano garanzie sufficienti,
qualche minuscolo problema può crearsi, in effetti. Ma c'era già tutto
in Mary Poppins, no?
Si chiama run. Le garanzie sono sufficienti e bastevoli. Semplicemente
bisogna aspettare un attimo che si smobilizzino tutte le riserve che ci
sono. Per vendere gli immobili al centro di Milano, che rappresentano
l'ultma linea di riserva della banca, ci vuole tempo.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
^^SpAwN^^
2010-06-03 17:36:21 UTC
Permalink
Post by john666
E' semplice; l'emissione di moneta è stato delegato alle banche
centrali ( che sono sono società private ), quindi un pochino forse
ci combina.
Direi di no.
Le banche centrali non sono banche nel senso corrente, hanno ruolo
solo come:
- prestatore di seconda istanza in caso di necessita' di
rifinanziamento da parte delle banche ordinarie (e si fanno pagare
care, perche' gia' la necessita' di rifinanziamento viene considerato
scartellamento rispetto ai parametri relativi alla sicurezza
patrimoniale delle banche)
- emettitore di moneta
- regolatore del mercato di moneta tramite la regolazione del tasso
di interesse
- organismo di controllo sulla solidita' patrimoniale delle banche
propriamente dette

Indi, no, con il corrente "mercato" della moneta, con il differenziale
fra depositi e prestiti ed il relativo margine di guadagno, non hanno
a che fare.
Post by john666
L'unico signoraggio attribuito allo stato è solamente quello
derivato dal conio di monete metalliche e si capisce bene anche il
perchè; il costo di produzione di una moneta del genere è superiore
al suo valore nominale, in poche parole lo stato ci rimette.
Dipende dal taglio, ma in generale lo stato va a guadagnarci, pensa
all'emissione di una moneta da due euro, che costa indubibilmente meno
di due euro, materiale incluso.
Post by john666
Altrimenti come ti spiegheresti il fatto che lo stato può emettere
solo monete metalliche e quelle cartacee le chiede in prestito ?
Con il fatto che NON le chiede in prestito, questa del denaro cartaceo
*prestato* dalle banche centrali agli stati e' una delle bufale.
Lo stato non prende in prestito niente, e NON rimborsa
conseguentemente niente.
NON contrae un debito con nessuno, e NON lo deve ripianare.

Sul perche', invece, si e' passati ad attribuire alle banche centrali
il potere di battere moneta, togliendolo agli stati, vedi sotto.
Post by john666
Perchè questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
società private e non dallo stato stesso ?
Perche' ci sono precedenti storici, durati oltre due secoli, in cui
quando erano gli stati ad esercitare questo controllo, regolarmente si
manifestava una tendenza ad una sovrapproduzione nell'emissione di
moneta per alimentare la spesa pubblica, la clientela e la bella vita
dei governanti.
Gli stati sono stati spogliati di questo per *scindere* la decisioni
di politica monetaria dalla politica tout-court, e lasciare il piu'
possibile la politica monentaria nell'ambito delle valutazioni, e
decisioni, tecniche, ponderate su dati econometrici e svincolate dalle
convenienze politiche dei governanti di turno.
Post by john666
Scusa, ma quale dovrebbe essere secondo te la funzione di una banca ?
Esattamente quello che fa.
Post by john666
Non capisco poi perchè per alimentare l'economia ci dovrebbe
essere il bisogno di emettere più moneta; non sarebbe più logico
che la moneta circolante sia sempre proporzionale alla quantità dei
beni e dei servizi ?
Il problema e' che il meccanismo e' *esattamente* l'opposto, in causa
ed effetto.
Ossia, tu emetti moneta per X, e ti ritrovi sul mercato, tramite i
normali meccanismi di mercato monetario (ossia, deposito e prestito,
credito e debito) X moltiplicato per tot volte.
Quindi, devi fare l'operazione esattamente opposta, ossia prevedere di
emettere una quantita' di M1 tale per cui, moltiplicata per tot di cui
sopra, ti dia l'M3 ritenuto necessario e fisiologico per il
funzionamento del mercato.
Con dentro un elemento comunque di natura politica: nell'M3 rientrano
anche i titoli di stato a breve termine (i BOT, diciamo) e la loro
emissione e' regolata, in parte, in base a criteri politici.

Il grosso del lavoro delle banche centrali non e' emettere moneta, e'
capire quale sia il saggio a cui gira il moltiplicatore monetario (che
non equivale, sarebbe troppo facile, al tasso di accantonamento alla
riserva obbligatoria) per poi capire, dato M3, quanto debba essere il
corretto M1.
Ma l'M3 non e' sotto il controllo diretto delle banche centrali, ma
dello svolgimento del libero mercato.
Post by john666
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'università di Teramo, ha
denunciato. mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura
fraudolenta di questo sistema, e sai come è andata a finire ?
Il dolo è stato riconosciuto ma non è stata imposta nessuna pena
perchè secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Non conosco nello specifico la sentenza, ma mi pare di ricordare che
abbia dato torto ad Auriti, nel senso di ritenere consuetudinario, e
quindi legale (le consuetudini, se non contra legem, fanno norma), il
criterio di attribuzione del potere di emettere moneta.
Auriti contestava, se non ricordo male, l'attribuzione di tale potere
alla banca centrale.
Ebbene, sopra accennavo, c'e' una evoluzione storica del meccanismo
tale per cui, per via di successivi aggiustamenti, si e' arrivati a
dotare di tale potere le banche centrali.

Che ad Auriti non piaccia, o ritenga piu' opportuno attribuirlo ad
altri, e' legittimo, in termini di valutazioni politiche.
Ma non ci dice niente riguardo alla illegalita', ma soprattutto al
funzionamento tecnico, del concetto di emissione di moneta.

Un saluto

^^SpAwN^^
john666
2010-06-04 10:50:17 UTC
Permalink
Post by ^^SpAwN^^
Le banche centrali non sono banche nel senso corrente, hanno ruolo
 - prestatore di seconda istanza in caso di necessita' di
rifinanziamento da parte delle banche ordinarie (e si fanno pagare
care, perche' gia' la necessita' di rifinanziamento viene considerato
scartellamento rispetto ai parametri relativi alla sicurezza
patrimoniale delle banche)
 - emettitore di moneta
 - regolatore del mercato di moneta tramite la regolazione del tasso
di interesse
 - organismo di controllo sulla solidita' patrimoniale delle banche
propriamente dette
E ti pare poco ? Praticamente come emettitori di moneta, regolazione
del tasso e controllo di interesse e controllo "autoregolamentato"
hanno il pieno controllo del mercato.
Post by ^^SpAwN^^
Indi, no, con il corrente "mercato" della moneta, con il differenziale
fra depositi e prestiti ed il relativo margine di guadagno, non hanno
a che fare.
L'unico signoraggio attribuito allo stato solamente quello
derivato dal conio di monete metalliche e si capisce bene anche il
perch ; il costo di produzione di una moneta del genere superiore
al suo valore nominale, in poche parole lo stato ci rimette.
Dipende dal taglio, ma in generale lo stato va a guadagnarci, pensa
all'emissione di una moneta da due euro, che costa indubibilmente meno
di due euro, materiale incluso.
Altrimenti come ti spiegheresti il fatto che lo stato pu emettere
solo monete metalliche e quelle cartacee le chiede in prestito ?
Lo stato non prende in prestito niente, e NON rimborsa
conseguentemente niente.
NON contrae un debito con nessuno, e NON lo deve ripianare.
Ah, no ? Io pensavo che esistesse un debito pubblico.
Post by ^^SpAwN^^
Sul perche', invece, si e' passati ad attribuire alle banche centrali
il potere di battere moneta, togliendolo agli stati, vedi sotto.
Perch questo meccanismo di controllo dovrebbe essere esercitato da
societ private e non dallo stato stesso ?
Perche' ci sono precedenti storici, durati oltre due secoli, in cui
quando erano gli stati ad esercitare questo controllo, regolarmente si
manifestava una tendenza ad una sovrapproduzione nell'emissione di
moneta per alimentare la spesa pubblica, la clientela e la bella vita
dei governanti.
Gli stati sono stati spogliati di questo per *scindere* la decisioni
di politica monetaria dalla politica tout-court, e lasciare il piu'
possibile la politica monentaria nell'ambito delle valutazioni, e
decisioni, tecniche, ponderate su dati econometrici e svincolate dalle
convenienze politiche dei governanti di turno.
E da chi viene questa iniziativa di *affidare* la sovranità monetaria
a una società privata come la BCE in Europa o la FED in America ?
Parli di precedenti storici, eppure la situazione attualmente mi
sembra un attimino fuori controllo; vogliamo parlare della crisi dei
mutui subprime ?
Post by ^^SpAwN^^
Scusa, ma quale dovrebbe essere secondo te la funzione di una banca ?
Esattamente quello che fa.
Non capisco poi perch per alimentare l'economia ci dovrebbe
essere il bisogno di emettere pi moneta; non sarebbe pi logico
che la moneta circolante sia sempre proporzionale alla quantit dei
beni e dei servizi ?
Il problema e' che il meccanismo e' *esattamente* l'opposto, in causa
ed effetto.
Ossia, tu emetti moneta per X, e ti ritrovi sul mercato, tramite i
normali meccanismi di mercato monetario (ossia, deposito e prestito,
credito e debito) X moltiplicato per tot volte.
Quindi, devi fare l'operazione esattamente opposta, ossia prevedere di
emettere una quantita' di M1 tale per cui, moltiplicata per tot di cui
sopra, ti dia l'M3 ritenuto necessario e fisiologico per il
funzionamento del mercato.
Con dentro un elemento comunque di natura politica: nell'M3 rientrano
anche i titoli di stato a breve termine (i BOT, diciamo) e la loro
emissione e' regolata, in parte, in base a criteri politici.
Ed è quello che secondo te stanno facendo adesso le banche ?
Quindi ci ritroviamo in inflazione costante solo perchè hanno
sbagliato i calcoli ?
Inoltre non c'è un meccanismo di controllo esterno sull'operato delle
banche centrali, sono *autoregolamentate*.
Post by ^^SpAwN^^
Il grosso del lavoro delle banche centrali non e' emettere moneta, e'
capire quale sia il saggio a cui gira il moltiplicatore monetario (che
non equivale, sarebbe troppo facile, al tasso di accantonamento alla
riserva obbligatoria) per poi capire, dato M3, quanto debba essere il
corretto M1.
Ma l'M3 non e' sotto il controllo diretto delle banche centrali, ma
dello svolgimento del libero mercato.
Ma il mercato a sua volta è regolato dalle banche centrali, sono loro
che gestiscono tutto il sistema economico senza un meccanismo di
controllo esterno.
Post by ^^SpAwN^^
Nessuna prova una sega, forse all'autore sfugge che un certo prof.
Giacinto Auriti, cofondatore dell'universit di Teramo, ha
denunciato. mi pare nel 94, la banca d'Italia proprio per la natura
fraudolenta di questo sistema, e sai come andata a finire ?
Il dolo stato riconosciuto ma non stata imposta nessuna pena
perch secondo la sentenza trattasi di "consuetudine"...
Non conosco nello specifico la sentenza, ma mi pare di ricordare che
abbia dato torto ad Auriti, nel senso di ritenere consuetudinario, e
quindi legale (le consuetudini, se non contra legem, fanno norma), il
criterio di attribuzione del potere di emettere moneta.
Auriti contestava, se non ricordo male, l'attribuzione di tale potere
alla banca centrale.
Ebbene, sopra accennavo, c'e' una evoluzione storica del meccanismo
tale per cui, per via di successivi aggiustamenti, si e' arrivati a
dotare di tale potere le banche centrali.
Che ad Auriti non piaccia, o ritenga piu' opportuno attribuirlo ad
altri, e' legittimo, in termini di valutazioni politiche.
Ma non ci dice niente riguardo alla illegalita', ma soprattutto al
funzionamento tecnico, del concetto di emissione di moneta.
Un saluto
^^SpAwN^^
In realtà quello che Auriti contestava era proprio il sistema della
riserva frazionaria, grazie al quale le banche prestano denaro
sottoforma di debito.
A fronte di una percentuale di riserva pari al 2%, il sistema bancario
può arrivare a prestare fino a 50 volte tanto. Conseguentemente
aumentano anche i depositi nel sistema bancario, anche se fisicamente
nel deposito non rimane nulla; una volta c'era la riserva aurea,
abolita nel 1970 con gli accordi di Bretton Woods perchè la quantità
d'oro in deposito era inferiore rispetto al denaro circolante, giusto
per citare qualche precedente storico; chissà poi che fine avrà fatto
quell'oro.

Un saluto
John666
^^SpAwN^^
2010-06-04 14:07:49 UTC
Permalink
john666 <***@yahoo.it> ha scritto nel messaggio "Re: ieri sera a
Misteri su italia1:" in data 04/06/2010 12:50
Post by john666
E ti pare poco ? Praticamente come emettitori di moneta, regolazione
del tasso e controllo di interesse e controllo "autoregolamentato"
hanno il pieno controllo del mercato.
Non ti distrarre.
La domanda verteva su cosa ci combinassero le banche centrali con le
comuni banche.
Risposta, sono cose estremamente diverse, in ruoli, autorita' e funzionali.
Punto.
Post by john666
Post by ^^SpAwN^^
Indi, no, con il corrente "mercato" della moneta, con il differenziale
fra depositi e prestiti ed il relativo margine di guadagno, non hanno
a che fare.
[...]
Post by john666
Ah, no ? Io pensavo che esistesse un debito pubblico.
Il debito pubblico e' dato dalla massa di titoli di debito pubblico
emessi *dai singoli stati*, secondo le *proprie* esigienze di cassa, in
funzione del finanziamento delle *proprie politiche economiche,
infrastrutturali, sociali e fiscali*, e non ha niente a che vedere con
la massa di moneta circolante, che e' invece l'oggetto della questione
"signoraggio"
Che rimane un NON debito, che NON va rimborsato a nessuno, men che meno
all'emettitore della stessa.

Perdona l'estrema franchezza, ma se non padroneggi questi concetti (io
ci ho piazzato diversi annetti di universita', per solo intaccare la
superficie di questo vasto mondo), come puoi pensare di trattarli
all'interno di una disamina che necessariamente ha del tecnico?
Post by john666
E da chi viene questa iniziativa di *affidare* la sovranità monetaria
a una società privata come la BCE in Europa o la FED in America ?
Per la FED, ci hanno pensato i governi USA, che saggiamenti si sono
spogliati del potere di battere moneta
Per la BCE, ci si e' arrivati dopo oltre un secolo in cui comunque il
potere di battere moneta era stato affidato alle banche centrali
nazionali (in Italia, in realta', fino ad inizio '900, se non erro,
erano tre gli istituti che potevano emettere moneta - Banco di Sicilia,
Banca Romana, altra)
Ma solo attorno, sempre a memoria, agli anni '70 lo stato si e'
spogliato, sempre per scelta di saggia politica economica, della
indiretta possibilita' di agire su M3 tramite l'accesso al conto
corrente acceso presso la Banca d'Italia, con il quale finanziare senza
controlli la spesa corrente.
In quel periodo, non a caso, stava esplodendo l'inflazione a due cifre.

Come vedi, c'e' un percorso storico che porta a certe decisioni
politiche, legate a motivi tecnici ed a valutazioni econometriche di
serie economiche.
Post by john666
Parli di precedenti storici, eppure la situazione attualmente mi
sembra un attimino fuori controllo; vogliamo parlare della crisi dei
mutui subprime ?
Non ci combina una beata mazza con il signoraggio, e certamente non ha
niente a che fare con le politiche delle banche centrali in quanto
emettitori di moneta.
Ha invece molto a che fare con le politiche economiche dei governi usa
degli ultimi quindici anni che hanno alimentato, tramite fondi
assicurativi pubblici (Fanny Mae e l'altra, fallite due anni fa), la
bolla speculativa del mercato immobiliare.

Come vedi, c'e' una forte componente di sciagurata politica economica
governativa, alla base della crisi subprime.
Che non ha niente a che vedere con il signoraggio, lo ribadisco.
Post by john666
Ed è quello che secondo te stanno facendo adesso le banche ?
Quindi ci ritroviamo in inflazione costante solo perchè hanno
sbagliato i calcoli ?
L'inflazione non era cosi' bassa da oltre un ventennio, seppure sia in
leggera ripresa. Peraltro, un certo tasso di inflazione e' ritenuto
fisiologico, addirittura sano, per le economie che abbiano conti e
fondamentali a posto, perche' indice di crescita economica e di elevata
circolazione monetaria.

In tutto questo, ossia nella generazione dell'inflazione, le banche non
hanno niente a che fare, ed anzi, in Italia, tenendo fin troppo stretti
i cordoni della borsa, giocano de facto un ruolo anti inflattivo.
Post by john666
Inoltre non c'è un meccanismo di controllo esterno sull'operato delle
banche centrali, sono *autoregolamentate*.
Fino ad un certo punto.
Sono le istituzioni politiche che conferiscono potere alle banche
centrali. Lo possono revocare quando vogliono, pagandone poi il prezzo
in termini di credibilita' economica e politica. O godendone i frutti,
nel caso in cui le banche centrali operino male al punto da fare
auspicare un controllo politico sulla emissione di moneta.

In ogni caso, come vedi, anche in questo caso, come per il "valore"
attribuito alla moneta, tutto gioca attorno alla credibilita' ed
affidabilita' dell'oggetto in questione (il denaro, la banca centrale)

Il problema del "chi controlla il controllore" e' un problema costante
di tutti i sistemi complessi, ma e' irrisolvibile.
Se ti dai una struttura totalmente verticistica, chi sta incima al
vertice non ha controlli.
Se metti A a controllare B, B a controllare C, e C a controllare A, con
molta probabilita' hai creato un infernale meccanismo circolare che
alimenta clientele, consorterie e conflitto di interessi, per cui il
controllato e' anche il controllore.
Post by john666
Ma il mercato a sua volta è regolato dalle banche centrali, sono loro
che gestiscono tutto il sistema economico senza un meccanismo di
controllo esterno.
In una parola: no.
Le banche centrali non controllano un bel niente, dei mercati e dei
sistemi economici. Regolano solo la dimensione della massa monetaria M1.
Il resto e' libero mercato, che si svolgerebbe comunque con piu' o meno
M1, e quindi piu' o meno M3.
Post by john666
In realtà quello che Auriti contestava era proprio il sistema della
riserva frazionaria, grazie al quale le banche prestano denaro
sottoforma di debito.
A fronte di una percentuale di riserva pari al 2%, il sistema bancario
può arrivare a prestare fino a 50 volte tanto. Conseguentemente
aumentano anche i depositi nel sistema bancario, anche se fisicamente
nel deposito non rimane nulla; una volta c'era la riserva aurea,
abolita nel 1970 con gli accordi di Bretton Woods perchè la quantità
d'oro in deposito era inferiore rispetto al denaro circolante, giusto
per citare qualche precedente storico; chissà poi che fine avrà fatto
quell'oro.
Se lo sono via via venduto per finanziare la spesa, o per politiche di
stabilizzazione valutaria (come nel '92, per esempio)
Il meccanismo della riserva frazionaria e' invece alla base del
meccanismo del moltiplicatore, e se ben governato consente politiche
anti inflattive, e una ragionevole certezza di evitare default
finanziari delle banche.

Un saluto
--
^^SpAwN^^

§ - Scopo della scienza non è tanto quello di aprire una porta
all'infinito sapere, quanto quello di porre una barriera all'infinita
ignoranza - Galileo secondo B. Brecht
berserk
2010-06-03 08:23:51 UTC
Permalink
Post by giofra
Sul web dove ci i può informare più a fondo ?
devi vedere assolutamente questo film "El concursante" (di cui hanno
mostrato alcune immagini nel servizio di misteri):


di cui la parte piu` significativa:



ovviamente poi ci sono i video di Giacinto Auriti(hanno parlato anche di
lui):

http://www.simec.org/


Adam Kadmon di radio 105:

Bubby
2010-06-03 09:54:01 UTC
Permalink
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
cosmonauta
2010-06-03 10:08:29 UTC
Permalink
Post by Bubby
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
Puoi spiegarti meglio?

C.
Kufon
2010-06-03 10:32:38 UTC
Permalink
Post by cosmonauta
Post by Bubby
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
Puoi spiegarti meglio?
C.
che l'incidenza del signoraggio nell'economia (odierna) è irrilevante...
casomai è la riserva frazionaria che incide di più (ma se essa non ci fosse,
noi staremmo qua a scrivere su IDM o a coltivarei campi?)

le banche ci sono da sempre, gli interessi pure, la R/F a volte e chi più e chi
meno l'ha adottata eppure si è sempre cresciuti.

Ora però dobbiamo fare i conti con la vostra(*) avidità (non dei banchieri o di
altro) e tutto ciò che si è preso bisogna restituirlo in un modo o nell'altro.
E questo fa a cazzotti con le nostre(**) abitudini.

(*) generazione del boom anni '60-'90
(**) generazioni successive al boom

Ora bisogna solo "adattarsi" a vivere alla giornata cercando di
"inventarsi"(***) qualcosa che possa sostenere i nostri bisogni "basilari".

(***) L'ingegno è alla base di ogni essere umano... dalla sua nascita alla sua
morte...

[[Oracolo on]]

...se uno ha qualità particolari emergerà nel suo campo... Ma guai a chi lo
seguirà e vorrà copiarlo senza cercare dentro di se la sua vera natura, perchè
sarà divorato dalla propria avidità...

[[Oracolo OFF]]
--
Ki$$ UFO NETWORK - http://kufon.blogspot.com
Video & News about World Mysteries

Transcendental PsychoTrading - http://kiss.byethost8.com/
The Dark Side of the Nasdaqpazzo's blog
Bubby
2010-06-03 14:04:54 UTC
Permalink
Post by cosmonauta
Post by Bubby
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
Puoi spiegarti meglio?
a inventare complotti sono sempre i non addetti ai lavori o ignoranti , ci
hai fatto caso ?
Non vedi in questo NG chi si occupa di fisica quantistica superiore
applicata alle alte energie ?
E' un semplice margaro, pensa un po' !

Ad esempio per il signoraggio gli ideatori del complotto sono un avvocato e
un dentista
cosmonauta
2010-06-03 14:24:45 UTC
Permalink
Post by Bubby
Post by cosmonauta
Post by Bubby
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
Puoi spiegarti meglio?
a inventare complotti sono sempre i non addetti ai lavori o ignoranti , ci
hai fatto caso ?
Io non parlerei nè di invenzioni nè di complotti ma mi terrei ai fatti e
cercherei di analizzarli molto cautamente, da profano di economia nel mio
caso, non so nel tuo. Hai competenze specifiche? Ad ogni modo cerco di
vedere i problemi da più punti di vista, almeno due: il bicchiere mezzo
vuoto e quello mezzo pieno. Sono possibilista, medito, ho anche dell'intuito
e non sono prigioniero della razionalità esasperata che significa
"scientismo" e nemmeno fideista cieco. Ho fede questo ,ma proprio per questo
non sono ateo e materialista. Tu chi sei?
Post by Bubby
Non vedi in questo NG chi si occupa di fisica quantistica superiore
applicata alle alte energie ?
Che cosa devo "vedere"? Parli difficile per me...
Post by Bubby
E' un semplice margaro, pensa un po' !
Che significa?
Post by Bubby
Ad esempio per il signoraggio gli ideatori del complotto sono un avvocato
e un dentista
C.
Albion of Avalon
2010-06-03 15:50:07 UTC
Permalink
Post by cosmonauta
Io non parlerei nè di invenzioni nè di complotti ma mi terrei ai fatti e
cercherei di analizzarli molto cautamente, da profano di economia nel mio
caso, non so nel tuo. Hai competenze specifiche?
Si, io si.
Post by cosmonauta
Ad ogni modo cerco di
vedere i problemi da più punti di vista, almeno due: il bicchiere mezzo
vuoto e quello mezzo pieno. Sono possibilista, medito, ho anche dell'intuito
e non sono prigioniero della razionalità esasperata che significa
"scientismo" e nemmeno fideista cieco. Ho fede questo ,ma proprio per questo
non sono ateo e materialista. Tu chi sei?
Io uno che ha competenze scientifiche per dire che non ci sono bicchieri
da analizzare e che ti consiglia di studiare cosa significa moneta
fiduciaria.

E ti comunico una cosa. In qualunque università del mondo,
indipendentemente dell'orientamento dei professori, vieni bocciato in
tronco se parli seriamente di una simile stronzata.
--


roberto
2010-06-03 15:54:09 UTC
Permalink
Albion of Avalon ha scritto:
-cut-
Post by Albion of Avalon
E ti comunico una cosa. In qualunque università del mondo,
indipendentemente dell'orientamento dei professori, vieni bocciato in
tronco se parli seriamente di una simile stronzata.
E questo è il primo sintomo di cover-up.

OK, Albion, Ok. mi plonko da solo, metti giù quel forcone.
--
|Save our planet!
Ciao |Save wildlife!
roberto |For your E-MAIL use ONLY recycled Bytes !!
|roberto poggi ***@softhome.net
Albion of Avalon
2010-06-03 16:05:41 UTC
Permalink
Post by roberto
-cut-
Post by Albion of Avalon
E ti comunico una cosa. In qualunque università del mondo,
indipendentemente dell'orientamento dei professori, vieni bocciato in
tronco se parli seriamente di una simile stronzata.
E questo è il primo sintomo di cover-up.
OK, Albion, Ok. mi plonko da solo, metti giù quel forcone.
Ma no.
La cosa curiosa è che queste capre ignornati immagino il mondo
accademico come un blocco monolitico. Nulla di più falso. Prendiamo
l'economia. Alla LSE sono neo-monetaristi, a Cambridge sono
post-marxisti ad Oxford sono neo-keynesiani e keyneisani, a Manchester
sono neo-neoclassici. Sono in perenne polemica fra di loro su tutto.
Eppure se li vuoi accomunare inizi a sfottere i signoragisti. Le risate
sono assordanti.
--
http://youtu.be/RZUOkGxGUVs
http://youtu.be/wltv12Hx9Bo
roberto
2010-06-03 17:37:51 UTC
Permalink
Albion of Avalon ha scritto:
-cut-
Post by Albion of Avalon
sono neo-neoclassici. Sono in perenne polemica fra di loro su tutto.
Eppure se li vuoi accomunare inizi a sfottere i signoragisti. Le risate
sono assordanti.
Confermi il complotto globale, vedi?

Finché si parla di ideologia/filosofia applicata all'economia,
ognuno ha ed espone la sua linea, appena tocchi quel tasto che
potrebbe portare alla scoperta della *VERITÀ*, subito il gatto
diventa completamente d'accordo con il cane.





PS: sto seguendo un corso da credulones, le prime lezioni sono
sul Gomblotto plutogiudaicomassonicoilluminatopi2istamilanista
come fosse antani.
--
|Save our planet!
Ciao |Save wildlife!
roberto |For your E-MAIL use ONLY recycled Bytes !!
|roberto poggi ***@softhome.net
john666
2010-06-03 12:46:12 UTC
Permalink
Post by Bubby
Le tesi, propalate non da economisti od esperti[4], trovano smentita in
tutti i manuali divulgativi o specialistici di economia, tanto da fare
definire tali teorie sul signoraggio come una bufala.[5]
Questa l'hai ricopiata dall'enciclopedia dei poveri ?
jinn
2010-06-03 10:43:30 UTC
Permalink
"giofra" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:ada1ef1d-518e-4137-af72-***@q23g2000vba.googlegroups.com...
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.

Sul web dove ci i può informare più a fondo ?

Grazie.

Giovanni.
................................
sulla setta degli illuminati c'è molto materiale: ne hanno fatto parte i
banchieri rothschild e alcuni presidenti usa. Praticamente ogni guerra da
200 anni a oggi è stata organizzata da questa setta, compresa l'ascesa al
potere di hitler e l'olocausto , per non parlare di fatti recenti come
l'attentato dell'11 settembre e le guerre del golfo e l'ultima grande crisi
economica
jinn
2010-06-03 16:00:27 UTC
Permalink
Post by jinn
sulla setta degli illuminati c'è molto materiale: ne hanno fatto parte i
banchieri rothschild e alcuni presidenti usa. Praticamente ogni guerra da
200 anni a oggi è stata organizzata da questa setta, compresa l'ascesa al
potere di hitler e l'olocausto , per non parlare di fatti recenti come
l'attentato dell'11 settembre e le guerre del golfo e l'ultima grande crisi
economica
l'attuale presidente della setta degli illuminati da almeno 10 anni è l'ex
pers.usa dablju-bush, a lui sono da attribuire molti fatti strani strani
accaduti nel mondo negli ultimi 2 anni: l'elezione del nero obama (meglio un
nero alla casabianca che un clinton [i clinton rappresentano un partito
avversario nella stessa setta degli illuminati]), la megatruffa madoff , la
grande crisi economica , e fin'ultimo la fuoriuscita di petrolio nel golfo
del messico (sabotaggio petrolifero)
jinn
2010-06-03 10:44:08 UTC
Permalink
"giofra" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:ada1ef1d-518e-4137-af72-***@q23g2000vba.googlegroups.com...
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.

Sul web dove ci i può informare più a fondo ?

Grazie.

Giovanni.
................................
sulla setta degli illuminati c'è molto materiale: ne hanno fatto parte i
banchieri rothschild e alcuni presidenti usa. Praticamente ogni guerra da
200 anni a oggi è stata organizzata da questa setta, compresa l'ascesa al
potere di hitler e l'olocausto , per non parlare di fatti recenti come
l'attentato dell'11 settembre e le guerre del golfo e l'ultima grande crisi
economica
ViLco
2010-06-03 15:36:40 UTC
Permalink
Post by giofra
Si è trattato di un servizio dalla parte della tesi conplottista
durata solo pochi minuti.
Sul web dove ci i può informare più a fondo ?

Non so come se la passi Beppe Scienza quando collabora con Grillo, che
sull'argomento la pensa all'opposto, ma siccome il Beppe che ne sa di
economia e' Scienza e non Grillo... credo a Scienza.
--
Vilco
No, non mi sono mai allenato, respiravo di mio
Continua a leggere su narkive:
Loading...